La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Seconda guerra mondiale.  L’ordine di Versailles  Le conseguenze di medio periodo della crisi economica mondiale aggressività degli stati a regime.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Seconda guerra mondiale.  L’ordine di Versailles  Le conseguenze di medio periodo della crisi economica mondiale aggressività degli stati a regime."— Transcript della presentazione:

1 La Seconda guerra mondiale

2  L’ordine di Versailles  Le conseguenze di medio periodo della crisi economica mondiale aggressività degli stati a regime dittatoriale che rivendicano un ruolo egemone :  Germania  in Europa centrale  Italia  nel Mediterraneo,  Giappone  in Estremo Oriente Le cause determinanti

3 1925 ha inizio in Italia la dittatura fascista, con 1925 ha inizio in Italia la dittatura fascista, con l’eliminazione di ogni forma di opposizione e con la soppressione di tutte le libertà riconosciute dallo statuto. Vengono sciolti i partiti politici ad eccezione di quello fascista soppresse: soppresse: la libertà di pensiero e di parola la libertà di pensiero e di parola la libertà di stampa la libertà di stampa la libertà di riunione la libertà di riunione la libertà di organizzazione sindacale e di sciopero la libertà di organizzazione sindacale e di sciopero I non iscritti al partito fascista non potevano essere assunti negli impieghi statali

4 Vittorio Emanuele III con Mussolini Nelle strade di Roma i fascisti in camicia nera bruciano i libri contrari al regime Vittorio Emanuele III con Mussolini

5 Le aree di espansione egemonica 27 settembre 1940 a guerra iniziata il legame tra le tre potenze si chiude il 27 settembre 1940 patto tripartito con il patto tripartito nuovo ordine mondiale per l’instaurazione di un “ nuovo ordine mondiale ” 1936: patto anti-Komintern 1936: asse Roma-Berlino 1939: Patto d’acciaio Le alleanze tre le potenze aggressive Germania Italia Giappone

6 Le aggressioni territoriali dei regimi che sottoscriveranno il “patto tripartito” 1936 Etiopia dal1937 dal sett

7 La catena delle aggressioni di Hitler  : la rimilitarizzazione della Renania  1935 l’annessione della Saar per plebiscito  marzo 1938: Anschluss, annessione dell’Austria  settembre 1938: annessione dei territori Sudeti  marzo 1939: protettorato di Boemia e Moravia  23 agosto 1939: patto Molotov-Ribbentrop  1° settembre: invasione della Polonia 1° settembre 1939

8 il 30 gennaio 1933 Hitler diventò cancelliere con il compito di formare il nuovo governo.

9 L'incendio che il 27 febbraio distrusse il Reichstag, forse causato dagli stessi nazisti, diede ad Hitler il pretesto per far approvare un decreto "PER LA PROTEZIONE DEL POPOLO E DELLO STATO“ con il quale venivano soppresse con il quale venivano soppresse le libertà civili e personali. dopo l'incendio i nazisti uccisero ed arrestarono senza formalità i comunisti considerati "nemici dello stato“ e costrinsero gli altri partiti e costrinsero gli altri partiti a sciogliersi: L'UNICO PARTITO AMMESSO FU QUELLO NAZISTA.

10 Ma è probabilmente la notte del 30 giugno 1934, quella universalmente conosciuta come la notte dei lunghi coltelli che segna l’ascesa al potere di Hitler

11 Durante la notte dei lunghi coltelli, in poche ore, vennero massacrati centinaia di militanti delle Squadre d’Assalto (SA) e l’intero quadro dirigente dell’organizzazione paramilitare nazista. Nella notte i soldati della Nella notte i soldati della Schutz-Staffel (SS) sterminarono le SA.

12 Hitler mai avrebbe conquistato il potere senza l’aiuto di Ernst Rohm e delle sue SA e senza il sostegno dell’esercito e dei poteri economici non avrebbe potuto continuare a mantenerlo

13 La diatriba tra Rohm e Hitler fu essenzialmente politica il comandante delle SA si rifiutava di adattarsi alle nuove circostanze

14

15

16 1936 alleanza politica stretta tra la Germania nazista di Adolf Hitler e l'Italia fascista di Benito Mussolini: l’Asse Roma - Berlino Nel maggio del 1939 Hitler e Mussolini avrebbero firmato un trattato militare, il «patto d’acciaio» che legava, non solo politicamente ma anche militarmente, l’Asse Roma - Berlino

17 Il nazionalsocialismo fu un movimento politico tedesco nato negli anni Venti in reazione allo stato di depressione generatosi in Germania dopo la sconfitta subita nella prima guerra mondiale. Più comunemente conosciuto come nazismo, vide il suo culmine nell'instaurazione del Terzo Reich e nell'ascesa al potere del dittatore Adolf Hitler che imperversò dal 1933 al 1945.

18 Simbolo del movimento era la bandiera nazista, sulla quale era disegnata una svastica nera

19 Il nazismo si basava sull'idea di una presunta superiorità etnica delle popolazioni ariane e sul disprezzo del razionalismo, del liberalismo e della democrazia. In questa immagine del maggio 1933, studenti nazisti bruciano libri "ebraico-marxisti" o "antitedeschi" nella Opernplatz di Berlino

20 In un celebre discorso tenuto a Norimberga, il Führer Adolf Hitler aveva dichiarato ai soldati e ai membri del Partito nazista che era loro diritto, in quanto razza superiore, avere un tenore di vita migliore e un maggiore "spazio vitale" o Lebensraum

21 Il primo anno di guerra in Europa 1 settembre 1939: Hitler invade la Polonia 17 settembre 1939: Stalin invade la Polonia Aprile 1940: Invasione Danimarca e Norvegia Maggio 1940: invasione della Francia

22 La lotta antisemita divenne persecuzione sistematica (leggi di Norimberga del 1935) e portò, durante la seconda guerra mondiale, allo spaventoso «olocausto» di sei milioni di Ebrei. Durante la cosiddetta Notte dei Cristalli il 9 novembre 1938 furono incendiati e distrutti negozi, sinagoghe e cimiteri ebraici

23

24

25

26

27

28 Anche in Italia a partire dal 1938 si promulgarono leggi antisemite Degli oltre settemila ebrei italiani deportati ne tornarono 800

29 : l’Europa dominata da Hitler Luglio - settembre 1940: “battaglia d’Inghilterra Aprile 1941: invasione della Iugoslavia 22 giugno 1941: “Operazione Barbarossa”

30 Il “nuovo ordine” nazi-fascista in Europa Grande Germania: popoli di lingua tedesca Paesi satelliti (es. Italia e Ungheria) Territori di importanza strategica amministrati –comandi militari (Francia Nord) –commissari del Reich (Polonia) Stati amici autonomi ( Croazia e Francia del Sud) Slavi: “razza inferiore”, sottomessi come schiavi per lavorare nelle industrie del Reich eliminati se inabili Ebrei e zingari, considerati “non uomini”, devono essere eliminati

31 Hitler, sfruttando l’isolamento in cui si trovava l'Unione Sovietica comunista, offrì a Stalin un patto di non aggressione e trattò la spartizione della Polonia Quando questo patto fu conosciuto in Occidente, suscitò sdegno e incertezza anche fra molti comunisti, perché l’Unione Sovietica faceva prevalere i propri interessi nazionali sulla dichiarata ostilità al nazismo Patto di non aggressione con l’Unione sovieticaMolotov-Ribbentrop 1939

32 Nel 1938 la Germania possedeva l'esercito meglio equipaggiato e addestrato del mondo

33 settembre 1939 Dopo vent’anni appena di pace incerta e tormentata l’Europa precipitava nuovamente nella guerra : il massacro ricominciava L’invasione tedesca della Polonia segna l’inizio della seconda guerra mondiale: 1° settembre 1939

34 Dopo l’occupazione della Polonia, la Germania invade e conquista: la Danimarca la Norvegia l’Olanda il Lussemburgo il Belgio la Francia

35 Il giovane generale Charles De Gaulle si rifugia a Londra e annuncia che la “Francia libera” continuerà a combattere in esilio

36 Mussolini annuncia l’entrata in guerra dell’Italia: 10 giugno 1940 L’Italia che non aveva partecipato al conflitto e si era dichiarata non belligerante entrò nel giugno del 1940, dopo la resa della Francia ai tedeschi, in guerra a fianco della Germania

37 Adolf Hitler in Francia il 22 giugno 1940, pochi giorni dopo l'occupazione tedesca di Parigi.

38 L’impreparazione italiana alla guerra determinò i primi insuccessi sul fronte greco poi sia su quelli russo che africano che Jugoslavo. Nella primavera del 1941 un colpo di stato portò al potere un governo antitedesco, la Germania invase la Iugoslavia e successivamente la Grecia

39 1940 Hitler si prepara ad invadere l’Inghilterra Agosto - settembre Battaglia di Inghilterra: aviazione germanica distrugge intere città, con incursioni contro obiettivi militari e centri industriali RAF resiste e l’invasione è rimandata Finisce l’illusione della guerra lampo

40 Le guerre iugoslave nella guerra In Iugoslavia si combattono: –due guerre partigiane di liberazione: comunisticomunisti monarchicimonarchici –una guerra civile tra comunisti e monarchici –una guerra civile tra croati (alleati a Hitler) e serbi I gruppi operanti: –ustascia croati di Ante Pavelić filonazisti –cetnici serbi di Draža Mihailović: tattica di attesa, in vista dello sbarco delle forze alleate programma “grande serbo” –esercito partigiano di Tito: guerra agli eserciti di occupazione sostengo alla guerra di Stalin progetto di rivoluzione di tipo bolscevico federalismo “egualitario”: riconoscimento pluralismo etnico e religioso iugoslavo un milione di morti

41 I Balcani sotto il dominio nazi-fascista Germania, Italia Ungheria e Bulgaria: smembrano la Iugoslavia secondo criteri +/- etnici: –Slovenia divisa tra Germania Italia e Ungheria –Serbia Serbia storica alla GermaniaSerbia storica alla Germania Kosovo all’ItaliaKosovo all’Italia Vojvodina all’UngheriaVojvodina all’Ungheria Macedonia alla BulgariaMacedonia alla Bulgaria –Croazia stato indipendente alleato ustascia A. Pavelićustascia A. Pavelić ingloba Bosnia Erzegovinaingloba Bosnia Erzegovina –Montenegro e Kosovo integrati nell’Albania italiana

42 1941 attacco all’URSS Giugno “Operazione Barbarossa” Hitler attacca URSS senza dichiarazione di guerra Immenso fronte dal Baltico al Mar Nero Obiettivo: rapido annientamento; primi successi ma i russi resistono e contrattaccano in dicembre

43 Soldati italiani in una bufera di neve sul fronte russo l’armata italiana in Russia, perdette uomini

44

45 Il “nuovo ordine” in Estremo Oriente In estremo Oriente il Giappone intensifica la sua guerra di espansione sulle coste asiatiche del Pacifico che già aveva ripreso dal dicembre 1941: i giapponesi attaccano la base americana di Pearl Harbor, nelle Hawaii

46 “Ieri, 7 Dicembre, data che resterà simbolo di infamia, gli Stati Uniti d'America sono stati improvvisamente e deliberatamente attaccati da forze aeree e navali dell'impero giapponese...". (F.D. Roosevelt nel discorso alla Nazione dell'8 dicembre 1941)“

47 Questo attacco provoca l’entrata in guerra degli Stati Uniti d’America

48 Inghilterra USA e URSS contro il dominio il “nuovo ordine” definito dal patto tripartito 14 agosto 1941 Roosevelt e Churchill sottoscrivono la Carta atlantica non ricercare conquiste territoriali “distruggere la tirannia nazista” garantire un ordine mondiale democratico basato sul principio di autodeterminazione costituzione di una organizzazione internazionale di pace L’URSS, aggredita da Hitler, è ammessa a usufruire degli aiuti economici e militari statunitensi

49 il capovolgimento dei fronti Gli eventi che capovolgono le sorti della guerra in Europa: ottobre 1942: El Alamein novembre 1942: sbarco americano in Marocco e Algeria novembre febbraio 1943: Stalingrado Gennaio 1942 l’Alleanza Nazioni unite Inghilterra, USA, URSS e Cina sottoscrivono l’Alleanza delle Nazioni unite 9 luglio 1943: le truppe anglo americane congiuntesi in Tunisia sbarcano in Sicilia 6 giugno 1944: sbarco in Normandia avanzata Armata Rossa

50 La guerra in Italia 8 settembre 1943:è reso pubblico l’armistizio: disgregazione dello stato dissoluzione dell’esercito La lenta avanzata nella penisola: inverno : linea Gustav inverno : linea Gotica due Italie: La RSI di Salò Il Regno del sud

51 8 settembre 1943: viene dato l’annuncio dell’armistizio Il re e Badoglio fuggirono da Roma alla volta di Brindisi

52 Le truppe tedesche non erano state colte di sorpresa dall’armistizio e in pochi giorni occuparono l’Italia militarmente Il 12 settembre, paracadutisti tedeschi liberavano Mussolini tenuto prigioniero sul Gran Sasso e lo portarono in Germania Mussolini, tornato in Italia, costituiva al servizio dei Tedeschi la Repubblica Sociale Italiana, a Salò sul Lago di Garda Sotto la guida clandestina dei Comitati di Liberazione Nazionale, si iniziava la lotta partigiana

53 Le conferenze interalleate: Teheran discussione del progetto anglo- americano di apertura del secondo fronte nell'Europa continentale e il suo coordinamento con la strategia d'attacco sovieticadiscussione del progetto anglo- americano di apertura del secondo fronte nell'Europa continentale e il suo coordinamento con la strategia d'attacco sovietica Stalin si impegna a entrare in guerra contro il GiapponeStalin si impegna a entrare in guerra contro il Giappone definizione dei futuri confini della Polonia:definizione dei futuri confini della Polonia: – –confine polacco-sovietico sulla linea Curzon, – –confine tedesco-polacco sull'Oder. Churchill, Roosevelt e Stalin Teheran, 28 novembre – 1° dicembre 1943

54 Governo e Re fuggono a Brindisi; Mussolini prigioniero sul Gran Sasso Tedeschi invadono l’Italia dal Nord, fino alla linea Gustav (fino alla primavera 44) Settembre Badoglio dichiara guerra alla Germania Azione partigiana e rappresaglie tedesche; CLN 12 settembre Mussolini, liberato, fugge a Salò dove fonda la Repubblica Sociale

55 Le linee del fronte in Italia la Gustav la Gotica

56 25 agosto 1944: gli alleati entrano in Parigi settembre-ottobre: l’armata rossa entra a Bucarest, Belgrado e Sofia dicembre: controffensiva tedesca nella Ardenne 17 gennaio 1945: l’armata rossa entra in Varsavia 2 maggio: l’armata rossa conquista Berlino : la fine della guerra in Europa 9 maggio: la Germania sottoscrive la resa incondizionata

57

58 6 giugno sbarco aereo-navale in Normandia In 4 settimane, 1 milione e mezzo di uomini dilaga nel nord della Francia fino a Parigi Si uniscono le truppe partigiane di De Gaulle 26 agosto liberazione di Parigi; poi Belgio Alleati si spingono dentro il Reich in gara coi sovietici; bombardamenti sulle città tedesche (1 milione mezzo di tonnellate )

59 1944 Germania 20 luglio attentato al Fuhrer (alti ufficiali e aristocratici) per ottenere la pace Fallimento, Hitler si vendica Germania stretta in una morsa tra angloamericani e sovietici Paesi satelliti si ribellano (Polonia)

60 1945 fine della guerra in Italia Aprile: i tedeschi abbandonano la linea Gotica sugli Appennini Principali città italiane liberate dai partigiani (24-25 aprile) Mussolini riconosciuto al confine svizzero viene fucilato ed esposto a Milano in piazzale Loreto

61

62 Il 30 aprile 45 Hitler si suicida nel bunker della Cancelleria di Berlino

63 7 maggio 1945 resa dei tedeschi agli anglo-americani Le truppe russe a Berlino, ormai quasi completamente distrutta, nel maggio 1945

64 Le conferenze interalleate: Yalta decisa la divisione della Germania in quattro zone di occupazione e la sua completa smilitarizzazione; assenso di Stalin alla creazione dell’Organizzazione delle Nazioni Unite e ottiene che le decisioni fondamentali debbano essere prese all'unanimità [diritto di veto] dai cinque membri permanenti del Consiglio di sicurezza: [USA, URSS, Inghilterra, Cina, Francia] impegno a garantire elezioni democratiche nei paesi liberati [ma appare evidente che Stalin e Churchill considerano di fatto inevitabile la spartizione dell'Europa in due blocchi] Churchill, Roosevelt e Stalin Yalta, 4 – 11 febbraio 1945

65 La fine della guerra in Estremo Oriente : guerra sul Pacifico maggio - giugno 1942: battaglia presso le isole Midway ottobre 1944: la più grande battaglia aeronavale della storia: 60% della flotta giapponese distrutta Hiroshima6 agosto 1945: Hiroshima 2 settembre 1945 resa del Giappone

66

67 1945 luglio, Potsdam Churchill, Truman, Stalin alla conferenza di Potsdam Qui decidono come piegare il Giappone che, ultimo, resiste Truman propone l’atomica

68 6 e 9 agosto esplosione nucleare a Hiroshima e Nagasaki con morti 8 agosto URSS entra in guerra con il Giappone in Manciuria 2 settembre Giappone firma resa incondizionata La guerra ha fatto in totale circa 50 milioni di morti

69 Il fungo atomico su Hiroshima dopo il lancio della bomba

70 La colonna di fumo che raggiunse i 6000 metri circa sopra la città giapponese di Nagasaki dopo il bombardamento atomico dell’agosto del 1945

71 14 agosto il Giappone accetta di arrendersi

72 Le cifre della II guerra mondiale (i morti nei principali paesi belligeranti)


Scaricare ppt "La Seconda guerra mondiale.  L’ordine di Versailles  Le conseguenze di medio periodo della crisi economica mondiale aggressività degli stati a regime."

Presentazioni simili


Annunci Google