La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università degli Studi di Pavia Facoltà di Economia Economia Aziendale - Primo modulo Cap. 6 – AMMINISTRAZIONE Titolari: A/K-MODULO Economia Aziendale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università degli Studi di Pavia Facoltà di Economia Economia Aziendale - Primo modulo Cap. 6 – AMMINISTRAZIONE Titolari: A/K-MODULO Economia Aziendale."— Transcript della presentazione:

1 Università degli Studi di Pavia Facoltà di Economia Economia Aziendale - Primo modulo Cap. 6 – AMMINISTRAZIONE Titolari: A/K-MODULO Economia Aziendale – Prof. ssa Anna Moisello MODULO Contabilità – Prof. Chiara Demartini Titolari: L/Z – MODULO Economia Aziendale – Prof.ssa Michela Pellicelli MODULO Contabilità – Prof. Stefano Santucci Collaboratori:Dott. Luigi Guardamagna Dott.ssa Nicoletta Spagnolo Tutor: Federico Desperati Federico Dellanoce

2 6.1 - La vita delle aziende e l’attività delle persone Caratteristica di tutte le aziende di consumo, di produzione o composte pubbliche è di avere vita duratura. Senza l'intervento delle persone fisiche che, apportando il loro lavoro, compiono le operazioni necessarie per la nascita ed il funzionamento delle aziende, queste non potrebbero attuare la loro complessa attività e svolgere la loro funzione economica. Le organizzazioni-aziende vivono grazie alla presenza di persone e di attività o, in linguaggio tecnico aziendale, di soggetti e di operazioni.

3 I soggetti aziendali Definizione Questo capitolo si pone l’obiettivo di individuare chi sono i soggetti aziendali; vale a dire i soggetti che: 1. sono giuridicamente responsabili dell’attività dell’azienda; 2. operano concretamente per consentire alle aziende di sviluppare la propria attività; 3. traggono i benefici economici di tale attività e controllano l’azienda. L'Economia Aziendale distingue tre tipi di soggetti aziendali: 1) il soggetto giuridico, formalmente responsabile dell'attività dell'azienda; 2) il soggetto operativo, che di fatto sviluppa l'attività aziendale; 3) il soggetto economico, che beneficia dei risultati di tale attività ed esercita il controllo.

4 L'amministrazione delle aziende I tre momenti Definiamo amministrazione aziendale la complessa attività svolta dai soggetti aziendali per dare vita, fare funzionare o estinguere una data azienda. L'Economia Aziendale, nell'ambito della complessa attività di amministrazione, individua tre aspetti, o parti, o momenti: 1) la gestione 2) l'organizzazione 3) la rilevazione Iniziamo con l'analisi dei soggetti aziendali per passare, successivamente all'esame delle diverse fasi dell'amministrazione.

5 6.2 - I soggetti aziendali Il soggetto giuridico Le leggi dei vari Stati attribuiscono a dati soggetti il potere di dare vita, di costituire, un'azienda e di amministrarla nel rispetto del diritto. Con il termine soggetto giuridico si indica “la persona, fisica o giuridica, o il gruppo di persone che per legge hanno il potere di dare vita, di creare, un'azienda ed a cui fanno capo, sempre per legge, i diritti, i poteri, i doveri, gli obblighi relativi ai rapporti tra azienda e soggetti terzi con i quali essa opera: fornitori, lavoratori, clienti, Pubblica Autorità, ecc.” La figura del soggetto giuridico si distingue in: a) soggetto giuridico di responsabilità: comprende le persone che hanno la responsabilità, per legge, dell'attività dell'azienda; b) soggetto giuridico di rappresentanza: comprende tutti i soggetti che hanno la facoltà di rappresentare l'azienda nei rapporti che questa intrattiene nei confronti dei terzi.

6 E&C n. 6.1 – Forme di soggetto giuridico Il soggetto giuridico può presentarsi in diverse forme: Aziende private Individuali In forma di società di persone In forma di società di capitali Cooperative Consorzi Aziende pubbliche in diverse forme.

7 La scelta della forma giuridica La scelta di una tra le forme giuridiche ammesse dall’ordinamento giuridico italiano deve essere effettuata sulla base di differenti considerazioni: Numero dei promotori; Natura dell’attività svolta; Dimensione dell’impresa; Disponibilità di capitali; Grado di responsabilità che i soci intendono assumere… La scelta deve essere operata sulla base delle esigenze dell’azienda.

8 6.2 – Il soggetto giuridico in diverse aziende nelle famiglie - s.g. di responsabilità: capofamiglia - s.g. di rappresentanza: può comprendere anche altri soggetti che possono stipulare contratti per la famiglia nelle imprese individuali - s.g. di responsabilità: imprenditore individuale il cui nome è registrato nell'Ufficio del registro delle imprese - s.g. di rappresentanza: può comprendere anche altri soggetti che possono assumere rapporti giuridici per l'impresa (ad es. il direttore generale, i procuratori, gli institori, ecc.)

9 Il soggetto giuridico (segue) nelle imprese in forma di società - s.g. di responsabilità: corrisponde alla stessa società (o i soci amministratori nelle società di persone) - s.g. di rappresentanza: comprende gli amministratori e coloro che hanno potere di gestione (procuratori, direttore generale, altri dirigenti…) nelle aziende composte pubbliche - s.g. di responsabilità: Ente Pubblico Territoriale - s.g. di rappresentanza: comprende, gli organi dell'azienda che hanno potere di impegnarla in rapporti giuridici (Sindaco, segretario comunale nei Comuni, il Presidente della Repubblica ed i Ministri nell'azienda dello Stato, ecc.)

10 E&C n Imprenditore, impresa e società - Definizioni

11 E&C n. 6.3 Tipi di società Società di persone Sono le S.S, le S.N.C e le S.A.S nelle quali i soci assumono rilevanza come persone fisiche. Società di capitali Sono le S.P.A, le S.A.A e le S.R.L nelle quali la persona del socio non assume rilevanza diretta se non come membro degli organi sociali. Questa parte sarà sviluppata in altri corsi. Faccio solo un cenno.

12 E&C n. 6.3 Tipi di società (segue) Società di fatto Società per le quali non è stato formalmente stipulato l'atto costitutivo. Si applicano per analogia le disposizioni della S.S. Società irregolari Società nelle quali non si è perfezionata la formale costituzione.

13 E&C n. 6.3 Tipi di società Società semplice (S.S.) Il contratto sociale (atto costitutivo) non è soggetto a forme speciali e viene registrato nella Sezione Speciale del Registro delle Imprese. La partecipazione agli utili ed alle perdite si presume proporzionale ai conferimenti. Società in nome collettivo (SNC) Tutti i soci rispondono solidalmente ed illimitatamente per le obbligazioni sociali (art e segg. c.c.). L'atto costitutivo deve essere depositato entro trenta giorni presso l'ufficio del registro delle imprese. Salvo diversa pattuizione l'amministrazione della società spetta disgiuntamente a ciascun socio.

14 E&C n. 6.3 Tipi di società Società in accomandita semplice (SAS) Sono previste due categorie di soci, gli accomandatari e gli accomandanti, che devono essere distintamente indicati nell'atto costitutivo. Le quote di partecipazione non possono essere rappresentate da azioni (art e segg. c.c.). I soci accomandatari rispondono solidalmente ed illimitatamente per le obbligazioni sociali; i soci accomandanti rispondono limitatamente alla quota conferita. L'amministrazione della società può essere conferita soltanto ai soci accomandatari.

15 E&C n. 6.3 Tipi di società Società a responsabilità limitata (SRL) La responsabilità dei soci è limitata ai conferimenti attuati (art e segg. c.c.). Per le obbligazioni sociali risponde soltanto la società con il proprio patrimonio. Le quote di partecipazione non possono essere rappresentate da azioni. La società deve costituirsi per atto pubblico ed acquista personalità giuridica con l'iscrizione nel registro delle imprese. Società per azioni (SPA) La responsabilità dei soci è limitata ai conferimenti attuati. Per le obbligazioni sociali risponde soltanto la società con il proprio patrimonio. Le quote di partecipazione sono rappresentate da azioni (art e segg. c.c.). La società deve costituirsi per atto pubblico ed acquista personalità giuridica con l'iscrizione nel registro delle imprese. Organi della società sono: a) l'assemblea dei soci, b) gli amministratori, c) il collegio sindacale.

16 E&C n. 6.3 Tipi di società Società in accomandita per azioni (SAA) Sono previste due categorie di soci, gli accomandatari e gli accomandanti, che devono essere distintamente indicati nell'atto costitutivo. Le quote di partecipazione sono rappresentate da azioni (art e segg. c.c.). I soci accomandatari rispondono solidalmente ed illimitatamente per le obbligazioni sociali; i soci accomandanti rispondono limitatamente alla quota conferita.

17 6.3 - I soggetti aziendali Il soggetto operativo Si definisce soggetto operativo "l'insieme degli individui che, prestando la propria opera nell'azienda, ne consentono l'esistenza sviluppandone l'amministrazione, in generale, e la gestione, in particolare" Si può distinguere tra: a) soggetto operativo decisionale : coloro che assumono le decisioni di maggiore importanza b) soggetto operativo esecutivo : coloro che sviluppano concretamente le operazioni di gestione c) soggetto operativo di controllo : coloro che verificano la corrispondenza tra decisioni assunte ed esecuzioni attuate

18 6.4 - I soggetti aziendali Il soggetto economico Posto che l'azienda è istituita per soddisfare gli interessi di dati soggetti (interessi istituzionali), si definisce soggetto economico "l'insieme delle persone fisiche o giuridiche che sono portatrici di interessi istituzionali nell’azienda, nel cui prevalente interesse l'azienda è posta in essere e svolge la propria attività" Al soggetto economico spetta il massimo potere di controllo dell'attività aziendale e, soprattutto, il potere di fare cessare l'azienda.

19 Il soggetto economico nell'azienda domestico-patrimoniale: è il capofamiglia e gli altri membri della famiglia in grado di influenzarne l'amministrazione nell'impresa individuale corrisponde all'imprenditore individuale che assomma in sè anche la figura di soggetto giuridico

20 Il soggetto economico nella grande impresa nella SPA, fanno parte del soggetto economico i titolari del capitale di comando, cioè coloro che hanno conferito una quota del capitale sociale tale da poter avere la maggioranza nelle assemblee Possono fare parte del soggetto economico, in date occasioni, anche i lavoratori, non come singoli ma quale gruppo organizzato sindacalmente. Rientra nel soggetto economico anche il soggetto operativo. In condizioni patologiche per la vita dell'impresa, quando questa si dimostra insolvente, possono fare parte del soggetto economico anche i creditori. nelle aziende composte pubbliche è costituito, oltre che dal soggetto operativo, anche dalla comunità sociale che usufruisce dei servizi pubblici offerti dall'azienda territoriale.

21 Sistema di governance Il soggetto economico esercita il potere di governance Il sistema di governo disciplina il coordinamento delle attività ed assicura il conseguimento dei risultati attraverso regole definite e chiari meccanismi di attribuzione delle responsabilità generali Rappresenta la modalità attraverso cui si regola la gestione ed il controllo nelle aziende Nelle aziende in forma di impresa il sistema di governo è nelle mani dell’imprenditore Nelle aziende in forma societaria vi può essere separazione tra gestione e controllo, al fine di verificare che la gestione esercitata dai soggetti eletti dai soci di maggioranza non leda gli interessi delle minoranze I sistemi di governance possibili in Italia sono esaminati al Capitolo 8.

22 Il sistema tradizionale di governance nelle SpA SISTEMA TRADIZIONALE ASSEMBLEA DEI SOCI nomina Consiglio di Amministrazione (ORGANO GESTORIO) Collegio Sindacale (ORGANO DI CONTROLLO) controlla Amministratore delegato Direttore generale propone assume può esprimere il gradimento nomina La governace delle organizzazioni e delle società è trattata al Capitolo 8.

23 6.4 - Il soggetto economico Gli stakeholder Gli stakeholder sono i soggetti esterni all’impresa, portatori di interessi nei suoi confronti. Possono essere soggetti economici e soggetti non economici. In generale, si possono definire stakeholder le seguenti classi di soggetti: a)dipendenti b)fornitori c)concorrenti d)clienti e)associazioni di categoria f)istituzioni finanziarie g)organizzazioni h)enti locali i)governo nazionale Stakeholder esterni Shareholder o stockholder

24 6.5 – L’amministrazione e i suoi momenti. La gestione Abbiamo già definito l’amministrazione aziendale come la complessa attività svolta dai soggetti aziendali per dare vita, fare funzionare o estinguere una data azienda. Il primo momento dell’amministrazione è la gestione, ovvero l’insieme delle decisioni e delle operazioni tramite le quali le aziende pongono in essere gli scambi sui mercati ed attuano i processi di consumo e di produzione per raggiungere gli obiettivi del soggetto economico. fondamentale È la parte fondamentale dell’amministrazione.

25 6.5 – L’amministrazione e i suoi momenti. L’organizzazione Organizzare significa ordinare e specializzare l’attività dei diversi individui che svolgono la gestione, assegnando loro specifiche funzioni. Gli individui diventano così organi dell’azienda. coordinamento cooperazione L’organizzazione deve sviluppare coordinamento e cooperazione tra gli individui dei diversi organi aziendali e tra gli organi stessi.

26 6.5 – L’amministrazione e i suoi momenti. La rilevazione Per assumere una determinata decisione è necessario disporre di informazioni su risorse disponibili; contesto; risultati. dati Le informazioni sono ottenute grazie a processi di rilevazione, cioè di operazioni più o meno complesse tramite le quali si osserva la realtà al fine di ottenere dati relativi alla gestione, all’organizzazione ed all’ambiente in cui l’azienda opera. informazioni I dati, elaborati ed ordinati, utilizzabili per conoscere o per decidere, costituiscono le informazioni.

27 6.6 - Management Le organizzazioni-aziende sono sistemi finalizzati, o teleologici, dotati di obiettivi e vincoli definiti dagli stakeholder, autonomamente conseguibili. Il management (la direzione) è il momento fondamentale e più elevato della gestione, in quanto stabilito il sistema degli obiettivi operativi predetermina la “traiettoria” dell’azienda (ovvero la direzione nello spazio–tempo aziendali), mediante un sistema di pianificazione e controllo, e verifica continuamente che il sistema aziendale segua le linee evolutive preconfigurate, predisponendo gli opportuni interventi di correzione per annullare eventuali scostamenti di traiettoria. Grazie al management, l’azienda diventa sistema direzionale, che viene diretta verso gli obiettivi. E’, però, anche sistema autoregolantesi, dotato di autoregolazione od autocontrollo o cibernetico (per approfondimenti, rinvio a P. Mella, Sistemi di controllo, FrancoAngeli, Milano, 2008).

28 6.7 – Le discipline aziendali Il vasto campo di indagine dell’Economia Aziendale fine affrontato da tre fondamentali discipline: 1) la gestione aziendale : ha per oggetto principale lo studio delle aziende e della loro gestione; accademicamente questa disciplina si denomina Economia Aziendale o Management Science o Gestione delle aziende; 2) l’organizzazione aziendale : studia l’aspetto organizzativo e accademicamente si denomina Organizzazione Aziendale (con varianti); 3) la ragioneria : studia la rilevazione; accademicamente è denominata Ragioneria.


Scaricare ppt "Università degli Studi di Pavia Facoltà di Economia Economia Aziendale - Primo modulo Cap. 6 – AMMINISTRAZIONE Titolari: A/K-MODULO Economia Aziendale."

Presentazioni simili


Annunci Google