La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA NOTTE EUROPEA DEI RICERCATORI Padova, 23 settembre 2011 Contenuto del progetto I programmi di cooperazione transfrontaliera INTERREG mirano a promuovere.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA NOTTE EUROPEA DEI RICERCATORI Padova, 23 settembre 2011 Contenuto del progetto I programmi di cooperazione transfrontaliera INTERREG mirano a promuovere."— Transcript della presentazione:

1 LA NOTTE EUROPEA DEI RICERCATORI Padova, 23 settembre 2011 Contenuto del progetto I programmi di cooperazione transfrontaliera INTERREG mirano a promuovere l’integrazione tra le comunità delle aree di confine. Ciò prevede, nello specifico, azioni capaci di incidere sul ‘quotidiano’ delle persone: servizi pubblici, concessioni alle imprese, infrastrutture. Il ruolo delle amministrazioni locali è dunque strategico. Ci si aspettano da esse migliori performance, capaci di fornire risposte più adeguate ai bisogni e alle aspettative delle comunità locali nei contesti transfrontalieri, mentre diviene fondamentale, in tale prospettiva, la capacità delle amministrazioni coinvolte di sviluppare forme di cooperazione e di associazione. Le basi per questo tipo di attività sono state già predisposte dalla normativa nazionale o regionale dei Paesi interessati. Nei tre territori partner (Carinzia, Friuli Venezia Giulia, Veneto) sta emergendo inoltre la volontà di rafforzare la cooperazione intercomunale a livello transfrontaliero; il recente accordo siglato dalle 3 regioni per la costituzione di un’Euroregione ne è una conferma. Tuttavia, le differenze normative e amministrative esistenti fra gli Stati possono creare ostacoli alla cooperazione. Per questo motivo è importante che si attivino processi di scambio tra le amministrazioni interessate e si identifichino elementi comuni nei vari settori, così da consentire la cooperazione. Questo permetterà di avviare processi di mutuo confronto (benchmarking) e di apprendimento (benchlearning), così da affrontare meglio sfide attuali e future. Riunione del Gruppo di Ricerca a Padova (Marzo 2011) Territorio di riferimento del progetto Riunione dei Partner a Udine (Ottobre 2010) Obiettivi Il progetto ha lo scopo di contribuire al miglioramento dell’azione della Pubblica Amministrazione locale nel contesto transfrontaliero attraverso l’attivazione di processi di confronto fra strutture e modalità operative adottate nei due paesi. L’obiettivo generale del progetto è quello di sviluppare, in modo condiviso, strumenti di valutazione dei servizi offerti dalle pubbliche amministrazioni locali e di rilevazione della customer satisfaction. Tale modello sarà prodotto a partire da un analisi comparata di alcuni servizi, tenendo conto sia delle competenze attribuite ai diversi livelli di governo interni agli Stati, sia delle specificità di organizzazione, funzionamento e finanziamento dei servizi a livello di ogni singola amministrazione partner. Il progetto si prefigge di: costruire una griglia di servizi comparata e un glossario comune ai due Paesi, che identifichi le caratteristiche dei servizi offerti mettere a punto e sperimentare un modello condiviso di valutazione dell’efficacia e dell’efficienza dei servizi, nonché di rilevazione della customer satisfaction promuovere processi di apprendimento basati sul confronto e sulla valutazione delle attività all’interno delle pubbliche amministrazioni locali favorire il confronto e la diffusione di buone prassi nel contesto transfrontaliero. Partner Il Centro interdipartimentale di ricerca e servizi “Giorgio Lago” dell’Università degli Studi di Padova partecipa al progetto come partner e coordina le attività rivolte alla definizione del modello di benchmarking, e quindi di definizione degli indicatori che saranno utilizzati per valutare l’efficacia, l’efficienza e la qualità percepita dei servizi. I Partner del Progetto sono: Lead Partner ForSer – Formazione e servizi per la Pubblica Amministrazione (FVG) Partner del Progetto Università degli Studi di Udine – Dipartimento di Scienze Giuridiche Università di Carinzia Associazione Regionale dei Comuni del Friuli Venezia Giulia Partner Associati Governo della Carinzia Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia – Direzione centrale Pianificazione Territoriale Regione Veneto – Direzione Enti Locali Associazione dei comuni della Carinzia Città di Klagenfurt Comune di Dellach Comune di Velden Comune di Bad Eisenkappel Comune di Bad Bleiburg Comune di Tolmezzo Comune di Tarvisio Comune di Tavagnacco Comune di Udine Comune di Auronzo Comune di Belluno Comune di Comelico Superiore Comune di Sappada Risultati e valore aggiunto del progetto I principali output del progetto sono i seguenti: matrice comparata dei sistemi amministrativi locali e del quadro normativo relativo ai servizi presi in considerazione in Italia e in Austria; sistema di indicatori per la misurazione di efficacia, efficienza e qualità percepita dei servizi, costruito secondo linee guida metodologiche comuni; glossario trilingue (tedesco- italiano-inglese). La composizione del partenariato transfrontaliero che sostiene il progetto, garantisce, oltre ad una solida base scientifica indispensabile per lo sviluppo della metodologia dedicata, la condivisione e la diffusione sul territorio delle Regioni coinvolte - grazie alla partecipazione istituzionalizzata delle amministrazioni regionali e locali - dell’approccio e degli strumenti adottati per la costruzione del modello di valutazione dei servizi locali. La collaborazione tra le pubbliche amministrazioni e la sinergia tra queste ultime e il mondo accademico costituiscono il valore aggiunto del Progetto non solo per l’area territoriale di riferimento, ma anche nella prospettiva più ampia delle politiche per la coesione economica e sociale, di cui i programmi INTERREG sono diventati uno dei pilastri portanti. A ciò si aggiunga l’importante contributo del progetto alle riforme nelle pubbliche amministrazioni, attualmente in corso in molti paesi europei. Una puntuale ricostruzione dei modelli di gestione dei servizi nei diversi contesti locali che tenga conto delle differenze giuridiche, procedurali e linguistiche, effettuata con il coinvolgimento delle amministrazioni interessate, assieme all’elaborazione di un possibile approccio condiviso per le attività future, incentiveranno il processo di innovazione e di apprendimento nell’ambito di erogazione dei servizi locali selezionati (scuola materna ed elementare, rifiuti, manutenzione stradale, edilizia) e potranno creare solide basi per ulteriori sviluppi di collaborazione anche in altri contesti transfrontalieri. Informazioni Centro interdipartimentale di ricerca e servizi “Giorgio Lago” / tel / Sviluppo di un processo di benchmarking e benchlearning fra pubbliche amministrazioni locali in Carinzia e in Italia (INTERREG IV IT-AT) Ricercatore Dott.ssa Ekaterina Domorenok, Coordinatore scientifico Prof.ssa Patrizia Messina


Scaricare ppt "LA NOTTE EUROPEA DEI RICERCATORI Padova, 23 settembre 2011 Contenuto del progetto I programmi di cooperazione transfrontaliera INTERREG mirano a promuovere."

Presentazioni simili


Annunci Google