La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto Innovance – Stato di avanzamento delle attività relative alla metodologia di codifica Politecnico di Milano (DIG-BEST)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto Innovance – Stato di avanzamento delle attività relative alla metodologia di codifica Politecnico di Milano (DIG-BEST)"— Transcript della presentazione:

1 Progetto Innovance – Stato di avanzamento delle attività relative alla metodologia di codifica Politecnico di Milano (DIG-BEST)

2 Pianificazione attività Polimi luglio  Obiettivo: realizzare un codice usufruibile da aziende filiera costruzioni (imprese, chimica, componenti, amministrazioni locali) per progettazione/realizzazione opere civili ad elevato impatto su comunità locale nel rispetto ed ottimizzazione del risparmio energetico.  Vincoli: report per Ministero Sviluppo Economico entro il 20 luglio 2012

3 Pianificazione attività 3  Fasi:  WP 1 Modellazione concettuale database  WP 2 Definizione proposte alternative di struttura database  WP 3 Validazione struttura database con stakeholder SC  WP 4 Scelta struttura database  WP 5 Proposte codici alternativi  WP 6 Validazione codici con stakeholder SC  WP 7 Validazione codici con società SW  WP 8 redazione report per Ministero Sviluppo Economico

4 Pianificazione attività DIG febbraio-luglio  WP1 progettazione concettuale database L’elemento imprescindibile capire le specifiche necessarie agli utilizzatori che devono essere spinti ad utilizzarlo. Logiche di sviluppo  Focalizzarsi della filiera logistica minimizzando lo sforzo di adattamento degli utilizzatori del DB (codice)  Incentivare la standardizzazione ed univocità dell’informazione  Favorire flessibilità e resilienza dello strumento  Considerare l’opzione di futuri sviluppi ed applicativi Fasi di sviluppo WP1.1 identificazione delle logiche di progettazione WP 1.2 analisi codici esistenti in ambito E&C, Oil and Gas, Operations e confronto con ambito civile WP1.3 analisi della filiera logistica

5 Struttura database

6 Progettazione DB 6  Progettazione DB e Codifica  Criteri adottati nella progettazione  Modellizzazione Concettuale: lo schema E-R

7 Approccio tipico per progettazione DB 7 Progettazione Concettuale Progettazione Logica Progettazione Fisica Schema Concettuale Schema Logico Schema Fisico Requisiti della base di dati Prodotto della progettazione Codifica (chiave primaria- secondaria delle entità) SOFTWERISTI DIG -Rappresentazione E-R -Codifica -Specifiche iniziali della progettazione logica

8 Requisiti della Base di Dati 8 CRITERI GUIDA  Fruizione dell’informazione:  Sistemi BIM  Reportistica e studi di settore  interrogazioni specifiche (e.g. standard tecnici)  Sistemi Gestionali  Altri applicativi (e.g. E-Procurement)  Incentivazione al popolamento del DB da parte degli operatori del settore  Scalabilità della base di dati (previsione di possibili future applicazioni)

9 Attributo (min,MAX) Attributo Multiplo Entità Relazione Cardinalità Identificatore/chiave interno/a Identificatore/chiave esterno/a Generalizzazione Costrutti Esempio di schema E-R 9 Impiegato Ufficio Edificio RicevereRiferimento ArticoloCliente Gestire Appartene- re Singolo Multiplo Appartiene Da data Indirizzo Via Num. Città CAP CF N. Posti Num Indirizzo Via Num. Città CAP Fattura Cod. (0,n) (1,1) (1,n) (0,1) (1,1) (0,n) (0,1) (0,n) (1,1) (1,n)

10 Codici esistenti

11 11 OmniClass – OmniClass Construction Classification System Sistema di classificazione per le costruzioni: è uno standard aperto a tutti e liberamente utilizzabile Scopo: coerenza nel sistema informativo del progetto, in tutte le fasi o Identificazione strutturata delle entità di progetto o Individuazione e gestione delle relazioni Fa riferimento a MasterFormat 2004 e UniFormat II e UniClass per evitare duplicazione di sforzi Le strutture di progettazione difficilmente abbandonano un sistema di classificazione già utilizzato e comunemente utilizzato Vantaggi: sistema aperto e implementabile Ogni tabella individua un carattere generale del sistema informativo

12 12 OmniClass Construction Classification System 1Table Construction Entities by FunctionEntità del sistema costruttivo (classificate per funzioni) 2Table Costruction Entities by FormEntità del sistema costruttivo (classificate per forma) 3Table Spaces by FunctionSpazi (classificati per funzioni) 4Table Spaces by FormElementi (elementi progettati compresi) 5Table Elements (Including Designed Elements)Risultati delle attività 6Table Work ResultsProdotti 7Table ProductsProdotti 8Table PhasesFasi 9Table ServicesServizi 10Table DisciplinesDiscipline 11Table Organizational RolesRuoli organizzativi 12Table ToolsAttrezzature 13Table InformationInformazioni 14Table MaterialsMateriali 15Table PropertiesProprietà OmniClass – OmniClass Construction Classification System

13 13 OmniClass – OmniClass Construction Classification System Tabelle 11 – 22: finalizzate all’organizzazione dei risultati Tabelle 23, 33 – 35, 36, 41: finalizzate all’organizzazione delle risorse Tabelle 31-32: rappresentazione dei procedimenti costruttivi Table 12 - Construction Entities by Form Buildings Non-Building-Structures Movable Structures Land Forms Water Forms Individuazione di un sistema di rappresentazione attraverso l’uso di codici ed etichette che spaziano su una gamma estesa di entità (lavoro, attività, materiali ecc.) o Prima coppia: tabella di riferimento o Altre 3 coppie: livelli di dettaglio con cui il sistema costruttivo può essere disaggregato Si possono aggiungere ulteriori livelli di dettaglio? o Si, basta aggiungere una nuova coppia di numeri per espandere la classificazione

14 14 OmniClass – OmniClass Construction Classification System Table 31- Phases Conception Stage Project Delivery Selection Stage Design Stage Construction Documents Stage Procurement Stage Execution Stage Utilization Stage Closure Stage Procurement Stage Solicitation Phase Advertising Stage Pre-Qualification Phase Bidding Phase Bid Scoping Phase Pricing Phase Bid Preparation Phase Selection Phase Contractor Selection Phase Proposal Evaluation Phase Bid Evaluation Phase Contracting Phase Negotiation Phase Contract Phase Contract Execution Phase

15 15 OmniClass – OmniClass Construction Classification System In generale, gli schemi di classificazione (MasterFormat, UniClass, OmniClass) si equivalgono Vantaggi di OmniClass: o Pubblico o Espandibile o Integrabile E’ importante adottare una procedura che, sulla base delle esigenze informative, sia in grado di correlare gli oggetti e le risorse a un codice univoco Integrazione tra sistema informativo e sistema di classificazione Standard utilizzabile come chiave nella base di dati Ipotesi: codice OmniClass + parte espandibile?

16 16 Basi informative di riferimento Omiclass ottima base di riferimento ha rivelato alcune problematiche Norme da utilizzare come riferimento: UNI Valutazione della durabilità dei componenti edilizi UNI EN Valutazione della prestazione energetica degli edifici, in relazione alla qualità dell’aria interna, all’ambiente termico, all’illuminazione e all’acustica UNI Criteri di codificazione di opere e prodotti da costruzione, attività e risorse UNI 8290 Scomposizione sistema edilizio UNI Acustica in edilizia UNI 8690 Edilizia. Informazione tecnica, terminologia

17 Analisi filiera logistica

18 Stakeholder Model - Attori 18 Committente:  Pubblico;  Privato. Progettista:  Architetto;  Ingegnere. Main Contractor Sub Contractor Fornitore:  “Grande”;  “Piccolo”. Gestore/manutentore Impresa che effettua la dismissione

19 Stakeholder Model - Relazioni 19 Progettista Committente Pubblico o Privato Main Contractor Sub Contractor Fornitori Manutentore Impresa che effettua la dismissione Regolatore

20 Logiche di sviluppo attività 20 Progetto Innovance Analisi filiera Logistica Definizione requisiti (applicativi) Struttura database Codice Processo iterativo (approssimazioni successive)

21 Analisi della Supply Chain nel settore delle costruzioni - Modello 21 Progetto Innovance La Supply Chain può essere rappresentata secondo diverse logiche: Temporale Contrattuale Sequenziale Da chi/cosa far guidare la gestione delle informazioni? Funzionale Normativa Livello di personalizzazione General Contractor Sub Contractor Produttori Prefabbricati Produttori MP e componenti Progetti sta Committente Pubblico o Privato Main Contractor Sub Contractor Fornito ri Manutent ore Impresa che effettua la dismissione Regolatore

22 Analisi della Supply Chain – Possibili logiche 22 Progetto Innovance Analisi Funzionale Regolatore Committente (pubblico, privato) Progettista Impresa costruttrice Sub fornitore Fornitore (MP, WIP) Utilizzatore (gestore, manutentore) Impresa decommissioning Analisi settoriale Settore imprese Settore chimico Componenti Prefabbricati Impianti Facility Management

23 Prima ipotesi di logica del database 23 Progetto Innovance

24 Struttura Database: lato procurement 24 Progetto Innovance

25 Struttura Database: lato procedura 25 Progetto Innovance

26 Struttura Database: lato normativo (amministrativo/legale) 26 Progetto Innovance

27 Struttura Database: lato artefatti 27 Progetto Innovance

28 Struttura Database: lato prestazioni (energetiche) 28 Progetto Innovance

29 Dettaglio prima ipotesi di logica del database 29 Progetto Innovance

30 Implementazione dei requisiti nella struttura DB 30 -I requisiti base definiti da Polimi andranno ad aggiungere Macro- Attributi nella struttura DB -Questi andranno ulteriormente dettagliati e validati dai vari stakeholders (per categorie) della filiera delle costruzioni -Attraverso i colori vengono evidenziati i vari sviluppi del DB

31 Revisione Struttura 31

32 Requisiti informativi DB InnovANCE 32 Progetto Innovance

33 Tabella Generale 33 Progetto Innovance

34 Tabella Specifica: Appaltatore 34 Progetto Innovance

35 Specifica degli attributi 35 Progetto Innovance Terreno: Composizione Presenza di inquinanti Granulometria Struttura Presenza di discontinuità Presenza di falde idriche Densità Porosità Adesione Coesione Temperatura Portanza A particelle incoerenti Compatta Concrezionata Grumosa Granulare Di disgrgazione

36 Prossimi passi (aprile-maggio) 36 Progetto Innovance  Polimi  Richiesta e validazione requisiti e contenuti DB presso appaltatori  Validazione struttura DB presso appaltatori  Definizione codice  CNR  Richiesta e validazione requisiti e contenuti DB presso fornitori  Trasferibilità semantica tra norme, prezziari e schede tecniche in funzione della localizzazione geografica appalto  Aziende SW  Definire il format per trasferimento lavoro Polimi  Per struttura DB (SAP)  Per BIM (Oneteam)


Scaricare ppt "Progetto Innovance – Stato di avanzamento delle attività relative alla metodologia di codifica Politecnico di Milano (DIG-BEST)"

Presentazioni simili


Annunci Google