La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Programma Operativo Nazionale 2007/2013 CONSIP. Cronistoria La Legge Finanziaria 2000 introdusse regole innovative per l'acquisto di beni e servizi da.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Programma Operativo Nazionale 2007/2013 CONSIP. Cronistoria La Legge Finanziaria 2000 introdusse regole innovative per l'acquisto di beni e servizi da."— Transcript della presentazione:

1 Programma Operativo Nazionale 2007/2013 CONSIP

2 Cronistoria La Legge Finanziaria 2000 introdusse regole innovative per l'acquisto di beni e servizi da parte delle Amministrazioni Pubbliche, al fine di ridurne le spese ed ottimizzarne i servizi e le procedure. La Legge Finanziaria 2000 introdusse regole innovative per l'acquisto di beni e servizi da parte delle Amministrazioni Pubbliche, al fine di ridurne le spese ed ottimizzarne i servizi e le procedure. OBIETTIVI: - benefici in termini di economicità, - elevati livelli di servizio e semplificazione dei processi interni.

3 Cronistoria La norma attribuisce al Ministero dell'Economia e delle Finanze la funzione di stipulare convenzioni in base alle quali le imprese fornitrici prescelte si impegnano ad accettare, alle condizioni ed ai prezzi ivi stabiliti, ordinativi di fornitura sino alla concorrenza di quantitativi predeterminati.

4 La nascita di Consip S.p.A. Con il Decreto Ministeriale del 24 febbraio 2000 il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha conferito alla Concessionaria servizi informatici pubblici - Consip S.p.A. l'incarico di concludere le convenzioni per suo conto e per conto delle altre Pubbliche Amministrazioni. Decreto Ministeriale del 24 febbraio 2000Decreto Ministeriale del 24 febbraio 2000 A tal fine la Consip S.p.A. ha assunto la funzione di amministrazione aggiudicatrice.

5 Le caratteristiche di Consip S.p.A.  Società per azioni, interamente di proprietà del Ministero dell’Economia, costituita alcuni anni fa per centralizzare le forniture di servizi informatici alle pubbliche amministrazioni.  Da una legge finanziaria all’altra, il suo mandato si è allargato, sia per quanto riguarda le categorie di beni e servizi trattati, che per il numero di soggetti pubblici cui la sua azione di intermediazione si è andata rivolgendo.

6 Il ruolo della Consip Lo scopo dichiarato è quello di realizzare economie di scala, attraverso accordi riguardanti forniture importanti. La CONSIP non ha fini di lucro e non percepisce commissioni per il suo intervento. La CONSIP non fornisce direttamente beni e servizi. Il suo ruolo si può riassumere nei seguenti passi operativi:  indizione di bandi di gara per la fornitura di beni e servizi. Ogni bando è indetto per un certo numero di “pezzi” o di prestazioni, analiticamente descritti in un capitolato di gara, corrispondenti ad un determinato valore complessivo di fornitura; questo valore è poi aumentabile entro limiti indicati;

7 Il ruolo della Consip  espletamento della gara con il metodo dell’asta al ribasso;  stipula di una convenzione con cui l’aggiudicatario della gara si impegna a fornire i beni in questione ad un prezzo fisso e predeterminato alle amministrazioni pubbliche che ne facciano richiesta. La convenzione ha una scadenza prefissata;  pubblicazione delle convenzioni sul proprio sito L’accesso degli enti interessati avviene tramite registrazione da eseguire una volta per tutte e poi di volta in volta attraverso un identificativo utente ed una password.

8 I vantaggi delle Convenzioni Per le Amministrazioni:  semplificazione del processo di acquisto  riduzione dei costi unitari e dei tempi di approvvigionamento  aumento della trasparenza e della concorrenza  abbattimento dei costi legati alla gestione dei contenziosi  miglioramento della qualità della fornitura di prodotto e di servizio

9 I vantaggi delle Convenzioni Per i Fornitori:  accesso al mercato della P.A. con elevato potenziale di vendita  possibilità di diventare fornitore per più Amministrazioni con un’unica gara  garanzia di un processo negoziale improntato alla massima trasparenza

10 Aggiornamenti Le funzioni affidate a Consip S.p.A., quale amministrazione aggiudicatrice al servizio delle amministrazioni pubbliche, sono state ulteriormente ampliate dalla legge 28 dicembre 2001, n. 448 (Legge Finanziaria 2002) e dalla legge 27 dicembre 2002, n. 289 (Legge Finanziaria 2003), stabilendo in modo più puntuale l'ambito di obbligatorietà dell’adesione alle convenzioni Consip

11 Le novità 2013 L. 24 dicembre 2012, n. 228 (Legge di stabilità 2013) art. 1, comma 150, le parole “ad esclusione degli istituti e delle scuole di ogni ordine e grado, delle istituzioni educative e delle istituzioni universitarie” contenute nell’ art. 1, comma 449 della legge 27 dicembre 2006, n. 296 sono state sostituite dalle seguenti: “ivi compresi gli istituti e le scuole di ogni ordine e grado, le istituzioni educative e le istituzioni un universitarie”.

12 Le novità 2013 Dal 1° gennaio 2013 anche le scuole devono approvvigionarsi di beni e servizi, utilizzando le convenzioni-quadro. Non è più rimesso alla discrezionalità delle singole scuole l’acquisto di beni e servizi mediante adesione alle convenzioni, ma vi è l’obbligo. L’obbligo di utilizzo delle convenzioni riguarda sia acquisti di valore inferiore sia superiore alla soglia comunitaria.

13 Le novità 2013 Per i contratti in corso (ovvero stipulati precedentemente all’entrata in vigore della Legge di stabilità 2013), nei casi in cui i fornitori non si dovessero adeguare alle migliori condizioni indicate nelle convenzioni-quadro, le Istituzioni scolastiche possono recedere previa formale comunicazione con preavviso di almeno 15 giorni e previo pagamento delle prestazioni già eseguite oltre al decimo delle prestazioni non ancora eseguite.

14 Le novità 2013 Dal 1° gennaio 2013 anche le scuole devono approvvigionarsi di beni e servizi, utilizzando le convenzioni-quadro. Non è più rimesso alla discrezionalità delle singole scuole l’acquisto di beni e servizi mediante adesione alle convenzioni, ma vi è l’obbligo. L’obbligo di utilizzo delle convenzioni riguarda sia acquisti di valore inferiore sia superiore alla soglia comunitaria.

15 Sanzioni La legge finanziaria per il 2003 (legge 289/02), all’articolo 24 istituisce a sostegno di tale obbligo, un pesante regime sanzionatorio: -nullità del contratto; -responsabilità disciplinare del dirigente per mancata osservanza della legge; -danno erariale con obbligo di rivalsa (differenza tra il prezzo CONSIP e quello maggiore indicato nel contratto stipulato).

16 Sanzioni Tali sanzioni sono ribadite dal comma 1 dell’ Art. 1 (Riduzione della spesa per l'acquisto di beni e servizi e trasparenza delle procedure) del Decreto Legge 6 luglio 2012, n. 95 “Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini” convertito in Legge 7 agosto 2012 n. 135 (cosidetta “Spending review” )

17 Casi di acquisti extra Consip  1.in caso di indisponibilità di convenzioni Consip aventi ad oggetto il bene o servizio da acquistare (sottoponendo il contratto a condizione risolutiva nel caso di sopravvenuta disponibilità della relativa convenzione);  2.qualora, in considerazione delle peculiarità del progetto, ai fini dell’attuazione del medesimo, sia inderogabilmente necessario procedere unitariamente all’acquisizione di un insieme di beni e servizi non facilmente scorporabili, e tale insieme di beni e servizi non formi oggetto di una convenzione Consip;

18 Casi di acquisti extra Consip  3.laddove il contratto stipulato dall’amministrazione, a seguito dell’espletamento di procedura di gara, preveda un corrispettivo più basso di quello derivante dal rispetto dei parametri di qualità e di prezzo delle convenzioni messe a disposizione da Consip S.p.A., ed a condizione che tra l’amministrazione interessata e l’impresa non siano insorte contestazioni sulla esecuzione di eventuali contratti stipulati in precedenza (art. 1, comma 1, ultimo periodo, del DL 95/2012 come modificato dall’art. 1, comma 154, legge n. 228 del 2012).

19 Casi di acquisti extra Consip  4. in caso di motivata urgenza. L’attivazione di una procedura di acquisto fuori convenzione Consip, deve essere subordinata alla preliminare verifica da parte del Dirigente scolastico della presenza o meno del bene/servizio/insieme di beni e servizi richiesti nell’ambito delle convenzioni Consip ovvero ad una analisi di convenienza comparativa.

20 Casi di acquisti extra Consip Qualora all’esito della verifica/analisi risulti la indisponibilità della convenzione Consip ovvero emerga che il corrispettivo dell’affidamento sia inferiore a quello messo a disposizione dalla convenzione Consip, il Dirigente scolastico deve attestare di aver provveduto a detta verifica/analisi, dando adeguato conto delle risultanze della medesima (ad es. stampa dell’esito della verifica e acquisizione a protocollo, dichiarazione circostanziata dell’esito dell’analisi di convenienza comparativa etc.).

21 Come accedere a Consip Per aderire alle convenzioni-quadro, è necessario accedere al portale e seguire il percorso indicato cliccando inizialmente sulla voce “programma”, cliccando poi la voce “strumenti” ed entrando, infine, nella “vetrina delle convenzioni”.

22

23

24


Scaricare ppt "Programma Operativo Nazionale 2007/2013 CONSIP. Cronistoria La Legge Finanziaria 2000 introdusse regole innovative per l'acquisto di beni e servizi da."

Presentazioni simili


Annunci Google