La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 venezia - 8 marzo 2006 Annalisa Quagliata IBM Italia S.p.A. - Partecipante al gruppo di lavoro Levoluzione della normativa: la Direttiva comunitaria.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 venezia - 8 marzo 2006 Annalisa Quagliata IBM Italia S.p.A. - Partecipante al gruppo di lavoro Levoluzione della normativa: la Direttiva comunitaria."— Transcript della presentazione:

1 1 venezia - 8 marzo 2006 Annalisa Quagliata IBM Italia S.p.A. - Partecipante al gruppo di lavoro Levoluzione della normativa: la Direttiva comunitaria Annalisa Quagliata IBM Italia S.p.A. - Partecipante al gruppo di lavoro Convegno Confindustria - CNIPA La qualità negli acquisti di beni e servizi ICT Venezia, 8 marzo 2006

2 2 venezia - 8 marzo 2006 Presentazione Direttiva Comunitaria 2004/18/CE Principali novità Particolare attenzione a... Il Codice De Lise

3 3 venezia - 8 marzo 2006 La Direttiva 2004/18/CE Pubblicazione GUCE del 30/04/04 Entrata in vigore in Italia 01/02/06 (per le parti self-executing) Testo unico per gli appalti di lavori (Dir. 93/37/CEE), servizi (Dir. 92/50/CEE) e forniture (Dir. 93/36/CEE) Principi ispiratori 1.Flessibilità 2.Adeguamento tecnologico 3.Semplificazione

4 4 venezia - 8 marzo 2006 Principali novità Ampliamento del numero e delle procedure di aggiudicazione Flessibilità delle procedure Cooperazione tra committente e appaltatore Ricorso agli strumenti telematici Accentuazione della trasparenza e par condicio nelle gare Subappalto e avvalimento Ruolo della concessione (lavori e servizi) Nuovi strumenti di qualificazione Forme semplificate di adeguamento delle soglie Adozione del CPV unico

5 5 venezia - 8 marzo 2006 Particolare attenzione a.... Dialogo competitivo Criteri di aggiudicazione Avvalimento e subappalto Appalti in house Il ruolo dellAutorità di vigilanza per i lavori pubblici rispetto al settore ICT

6 6 venezia - 8 marzo 2006 Dialogo competitivo (art.29) Introduzione di una nuova procedura da utilizzare nel caso di appalti particolarmente complessi qualora la PA ritenga che la procedura aperta o ristretta non permetta l'aggiudicazione Domanda di partecipazione alla gara Preselezione imprese da parte dellamministrazione Invito a presentare proposte Presentazione proposte tecniche e non economiche Apertura dialogo competitivo con le imprese Scelta della proposta ritenuta migliore Chiusura del dialogo competitivo con le imprese Invito alle imprese preselezionate a formulare una offerta tecnica ed economica sulla soluzione prescelta Valutazione delle offerte da parte dellamministrazione Aggiudicazione offerta economicamente più vantaggiosa

7 7 venezia - 8 marzo 2006 Criteri di aggiudicazione (art. 53) Gli unici criteri ammessi sono: 1.prezzo più basso 2.offerta economicamente più vantaggiosa Scelta discrezionale della PA, ad eccezione del dialogo competitivo dove è ammesso solo il criterio dellofferta economicamente più vantaggiosa Per i servizi ICT dovrebbe essere applicato, quasi esclusivamente, il criterio dellofferta economicamente più vantaggiosa Obbligo di ponderazione: la PA deve attribuire un peso ai criteri di aggiudicazione per determinare lofferta economicamente più vantaggiosa, informandone in tempo utile i partecipanti nel capitolato o nel bando di gara in caso di dialogo competitivo nel documento descrittivo

8 8 venezia - 8 marzo 2006 Avvalimento (artt ) e Subappalto (art.25) Principio del cosiddetto avvalimento, secondo il quale unimpresa, nella partecipazione ad una gara di appalto, ha facoltà di fare affidamento sulla capacità economica e tecnica di altri soggetti non necessariamente imprese a condizione che dimostri, all'ente appaltante, la disponibilità di dette capacità dandone prova concreta Subbappalto indicare in offerta la parte della fornitura in subappalto e il subappaltatore non viene mai meno la responsabilità delappaltatore principale Nessun limite al subappalto nella Direttiva, esistente invece nella normativa nazionale vigente

9 9 venezia - 8 marzo 2006 Prestazioni in House (art. 18) Prestazioni in house unamministrazione che si avvale di unaltra amministrazione in base ad un diritto di esclusiva conferito con disposizione di legge, regolamentare o amministrativa Appalti di servizi aggiudicati sulla base di un diritto esclusivo È confermata la disposizione della direttiva 92/50/CEE che consente, per i soli appalti di servizi, la prestazione in house e stabilisce che tale modalità è lecita laddove le norme che conferiscono tale diritto di esclusiva siano compatibili con il Trattato

10 10 venezia - 8 marzo 2006 Il Codice De Lise Lo schema di D.Lgs. recante il Codice dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture ai sensi dellart. 25 della L.62/2005 Le difficoltà di approvazione e le osservazioni del Consiglio di Stato La posizione delle associazioni di categoria Lavvio di un probabile contenzioso (amministrativo e con le Regioni)


Scaricare ppt "1 venezia - 8 marzo 2006 Annalisa Quagliata IBM Italia S.p.A. - Partecipante al gruppo di lavoro Levoluzione della normativa: la Direttiva comunitaria."

Presentazioni simili


Annunci Google