La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Didattica generale, disciplinare e metodi di ricerca empirica in educazione Ricerca empirica in educazione (C. Coggi, P. Ricchiardi, E. Torre, R. Trinchero)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Didattica generale, disciplinare e metodi di ricerca empirica in educazione Ricerca empirica in educazione (C. Coggi, P. Ricchiardi, E. Torre, R. Trinchero)"— Transcript della presentazione:

1 Didattica generale, disciplinare e metodi di ricerca empirica in educazione Ricerca empirica in educazione (C. Coggi, P. Ricchiardi, E. Torre, R. Trinchero) Didattiche disciplinari (C. Giorda, M. Leone, F. Morselli, C. Sabena) Didattica generale (M. Castoldi, D. Maccario)

2 PROGETTO FENIX: potenziamento cognitivo e motivazione dei bambini in situazione di svantaggio socio-culturale (C. Coggi, R. Trinchero, P. Ricchiardi, E. Torre, C. Marchisio, D. Maccario) Obiettivi: - individuazione nella letteratura internazionale dei fattori di rischio e di resilienza per favorire il successo scolastico ai primi livelli di scolarizzazione; -strutturazione, sperimentazione e validazione di un programma di potenziamento cognitivo e motivazionale rivolto ai bambini che vivono in contesti deprivati o con fattori di rischio multiproblematici. Metodo: ricerca sperimentale Realizzazione di sperimentazioni sistematiche su vari campioni di soggetti in difficoltà in diversi contesti (effect size medio pari a 0,40). Campione italiano: soggetti dai 3 ai 12 anni (736 soggetti sperimentali e altrettanti di controllo). Estensioni all’estero: sperimentazioni in Brasile (Bahia, Minas Gerais, Espirito Santo, Pernambuco), Mali, Rwanda, Madagascar, Camerun, Capo Verde, Senegal, Perù, El Salvador, Haiti, Albania. Esiti della ricerca Pubblicazioni -rapporti di ricerca in lingua italiana e portoghese, sintesi multilingue, saggi; -articoli in riviste italiane e internazionali (in portoghese, inglese e francese). PRIN 2012 Unità locale

3 PROGETTO FENIX: potenziamento cognitivo e motivazione dei bambini in situazione di svantaggio socio-culturale Prodotti di ricerca sito per l’accesso ai software e alle programmazioni (www.edurete.org/fenix) prove strutturate (iniziali e finali), per età (3-11 anni); Per la scuola dell’infanzia: kit di materiali ludici validati sperimentalmente (Erickson); software per il potenziamento cognitivo (Erickson); Per la prima alfabetizzazione (ultimo anno infanzia, primo primaria): percorsi di giochi concreti; Per la scuola primaria e secondaria di primo grado: percorsi sistematici con software free online (per favorire lo sviluppo cognitivo e le competenze minime in lingua e matematica; sviluppo di software originali (Potenziamente, Millestorie, Betai, Betaf di R. Trinchero); Sviluppo di software originali per l’elaborazione dati (JsStat di R. Trinchero) per valutare le caratteristiche edumetriche delle prove Convegni internazionali BICE (Parigi, 2010); UNESCO (Ginevra, 2011); Cattedra Unesco (Lione, 2012). Sviluppi della ricerca sperimentazione all’estero di modelli di formazione al metodo Fenix (es. Minas Gerais, Rwanda); formazione di studenti italiani alla realizzazione del metodo Fenix all’estero (Uni.Coo; CUCS); messa a punto di strategie di formazione e materiali connessi per insegnanti ed educatori (Ricerca locale 2013).

4 Progetto europeo REDDSO – Région pour l’education au developpement durable et solidaire (Italia, Francia, Spagna, Polonia) (C. Coggi, R. Trinchero, P. Ricchiardi, E. Torre) Partecipazione al progetto europeo REDDSO volto a promuovere le azioni di educazione allo sviluppo sostenibile e alla solidarietà internazionale. Ruolo del gruppo di ricerca DFE: messa a punto di strategie di formazione degli insegnanti sui temi in oggetto e valutazione dell’efficacia dei percorsi attuati. Azioni realizzate: Convegno e seminario di formazione degli insegnanti sulle tematiche della sostenibilità e della solidarietà internazionale e sulle strategie di progettazione e valutazione in tali ambiti; partecipazione ad incontri di mutualizzazione delle pratiche con i partners internazionali; pubblicazione di un volume con gli esiti dei primi studi.

5 Valori in form-azione (C. Coggi, R. Trinchero, P. Ricchiardi, E. Torre, M. Pavone, C. Marchisio, B. Bruschi, A. Parola, M. Martinelli ) Ricerca empirica sullo sviluppo dell’etica professionale di insegnanti ed educatori. Sono stati rilevati i bisogni formativi e sperimentati percorsi di educazione ai valori per futuri insegnanti di scuola dell’infanzia e primaria con l’utilizzo di strategie didattiche selezionate alla luce della letteratura internazionale. Le ricerche hanno messo in luce inoltre modalità innovative di educazione ai valori dei minori in diversi contesti (scolastici ed extrascolastici), tra cui quello sportivo, in particolare con riferimento al calcio. ESITI: pubblicazione di due volumi (uno in italiano e uno in inglese) e due e-book, con i risultati delle ricerche condotte. Ricerca locale 2012

6 L’educazione scientifica nella scuola dell’infanzia e nel primo ciclo di istruzione: modelli teorici e proposte di intervento C. Giorda, M. Leone, F. Morselli, C. Sabena Linea 1: riflessioni sulle didattiche disciplinari (matematica, scienze, geografia) messa a punto/affinamento di modelli teorici per l’analisi della concettualizzazione degli studenti, la progettazione di interventi didattici, l’analisi di processi messi in atto durante tali interventi Linea 2: Riflessione congiunta, in ottica comparativa, sulle tre didattiche disciplinari Lo spazio come concetto-ponte Ricerca locale 2013

7 Sottoarea didattica disciplinare: Fisica Ric. Locale 2013: L’educazione scientifica nella scuola dell’infanzia e nel 1° ciclo  il concetto di spazio nella didattica delle scienze  diagnosi sistematica delle idee spontanee degli studenti sulle scienze anche con l’ausilio di materiali attinenti all’evoluzione storica del pensiero scientifico Altra linea di ricerca: storia della fisica  Fisica moderna  Fisici italiani e Risorgimento  Fisici Senatori ( ) (Univ. Genova, Società Italiana di Fisica, Archivio Storico Senato, Fond. Q. Sella) M. Leone

8 Sottoarea didattica disciplinare: Geografia Ric. Locale 2013: La dimensione spaziale nell’educazione geografica  il concetto di spazio come «ponte» interdisciplinare e il suo ruolo nell’educazione geografica  Sviluppo di metodologie per potenziare abilità e competenza spaziali in prospettiva educativa Altra linea di ricerca: geografia  Aspetti formativi dell’educazione geografica: cittadinanza, sviluppo sostenibile, intercultura  Aspetti interdisciplinari della geo-storia  Educazione al paesaggio e al territorio  Definizione delle competenze geografiche per il mondo del lavoro C. Giorda

9 Sottoarea didattica disciplinare: Matematica  Ric. Locale 2013: La dimensione spaziale nell’educazione matematica L’educazione matematica nella scuola dell’infanzia e nel primo ciclo di istruzione: modelli teorici e proposte di intervento Strumenti teorici per la progettazione e analisi di percorsi e attività in campi di esperienza significativi, attorno al "nodo" dell'argomentazione in campo matematico Ruolo del corpo, dei segni e degli artefatti Forme di razionalità F. Morselli, C. Sabena

10 Ricerca sull’uso delle nuove tecnologie per la messa a punto di pratiche didattiche di valutazione formativa, rivolte in particolare agli studenti con difficoltà in matematica e scienze. Risultati attesi: Identificazione di buone pratiche di valutazione formativa mediante l’uso di tecnologie Messa a punto e sperimentazione di toolkit per gli insegnanti Produzione e diffusione di risorse per insegnanti Partners: University Of Newcastle Upon Tyne (England) University Of Nottingham (England) Ecole Normale Superieure De Lyon (France) National University Of Ireland Maynooth (ireland) Pädagogische Hochschule Freiburg (Germany) Universiteit Utrecht (The Netherlands) African Institute For Mathematical Sciences Schools Enrichment Centre (South Africa) Hogskolen I Sor-Trondelag (Norway) Local Unit: C. Sabena, F. Morselli, A. Cusi Formative Assessment in Science and Mathematics Education Progetto Europeo FP7 – Science in Society (n ) Gennaio 2014-Dicembre 2016

11 DIDATTICA GENERALE (1) 1.Formazione iniziale/in servizio dei docenti 1.1. Modelli didattici del tirocinio-Ricerca nazionale APRED-SIPED sul Supervisore del tirocinio (con USCOT e Università di Milano Bicocca, SILSIS Mi, Brescia-Cattolica, Padova-Verona, Macerata, Perugia, Napoli Sr Orsola Benincasa, Bari, Palermo) – Maccario Obiettivi: rilevare le pratiche formative di tirocinio nella formazione iniziale dei docenti in funzione di un loro rilancio e della definizione delle competenze professionali delle figure tutoriali. Risultati: identificazione e analisi dei modelli didattici impliciti del tirocinio Valutazione del tirocinio - Castoldi Obiettivi: strutturare impianto e strumenti per la valutazione dell’attività di tirocinio degli studenti di SFP. Risultati: implementazione dell’impianto e degli strumenti nell’ambito delle attività USCOT.

12 DIDATTICA GENERALE (2) 1.3. Insegnante come agente morale (Maccario-ric.locale 2012) Obiettivi: rilevare la valenza educativa in senso etico-valoriale delle pratiche didattiche correnti dei docenti di scuola primaria. Risultati attesi: individuare bisogni e prospettive di intervento nella formazione iniziale in servizio dei docenti Elaborazione di prototipi didattici per la formazione iniziale e in servizio dei docenti di scuola secondaria (con Fondazione per la Scuola della Compagnia di S. Paolo, e Università di Palermo, Sassari, Perugia, Macerata, Bergamo) –Maccario. Obiettivi: individuare modelli di intervento innovativi in risposta a bisogni di formazione iniziale e in servizio su aree professionali di base. Risultati: elaborazione e validazione di un prototipo didattico originale.

13 DIDATTICA GENERALE (3) 1.4. Formazione in servizio per figure organizzative intermedie nella scuola (Castoldi) Obiettivi: elaborare modelli di formazione in servizio per figure organizzative intermedie (coordinatori per la valutazione, referenti di plesso )– in collaborazione con IPRASE Trentino. Risultati attesi: implementazione approcci formativi innovativi.

14 DIDATTICA GENERALE (4) 2. Innovazione didattica 2.1. Approccio “per competenze” all’insegnamento – Maccario; Castoldi Obiettivi: costruire strumenti teorico-metodologici e artefatti didattici a supporto di pratiche d’insegnamento finalizzate a promuovere apprendimento “competente”. Risultati: definizione e validazione di modelli e strategie didattiche e valutative innovative Differenziazione didattica – Maccario (PRIN) Obiettivi: sperimentare l’utilizzabilità del “Programma Fenix” a supporto della differenziazione didattica in classe. Risultati attesi: definizione di prototipi formativi. 3. Competenze didattiche degli educatori sociali Obiettivi: contribuire alla definizione del profilo di competenza degli educatori sociali, con specifico riferim. alla dimensione didattica. Risultati attesi: ricognizione delle pratiche didattico-educative tipiche e delle competenze sottese.


Scaricare ppt "Didattica generale, disciplinare e metodi di ricerca empirica in educazione Ricerca empirica in educazione (C. Coggi, P. Ricchiardi, E. Torre, R. Trinchero)"

Presentazioni simili


Annunci Google