La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Signor/a Gender & Compagnia ‘Bella’ 1 Signor/a Gender e compagnia bella.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Signor/a Gender & Compagnia ‘Bella’ 1 Signor/a Gender e compagnia bella."— Transcript della presentazione:

1 Signor/a Gender & Compagnia ‘Bella’ 1 Signor/a Gender e compagnia bella

2 Istruzioni per la lettura - la presentazione conta circa 100 schede -le schede scorreranno con intervalli sufficienti per una lettura veloce -se volete, finita la presentazione, potete fare delle domande. -per ricordare meglio potrebbe essere utile segnare il numero della scheda (in alto a destra) - queste schede vogliono solo porre domande e quesiti -vorrebbero aiutare i genitori e gli educatori a fare maggiore attenzione circa le proposte educative -ci scusiamo per il disagio che alcune immagini o argomenti possono arrecare. Buon lavoro 2 Signor/a Gender e compagnia bella

3 Ringraziamenti questa presentazione è stata resa possibile per il prezioso contributo di Dott.sa Anna Rosa Rossetto Don Marco Baleani Dott. Marco Scicchitano Prof. Alessandro Benigni 3 Signor/a Gender e compagnia bella

4 EXPLICATIO TERMINORUM OMOSESSUALE: persona con una preferenza sessuale per persone dello stesso sesso LESBICA: persona omosessuale donna GAY: persona omosessuale maschio BISESSUALE: persona (uomo o donna) con identità di genere certa ma con preferenza sessuale ambivalente TRANSESSUALE: persona la cui identità sessuale fisica non è corrispondente alla condizione psicologica dell'identità di genere maschile o femminile e che, sovente, persegue l'obiettivo di un cambiamento del proprio corpo, attraverso interventi medico-chirurgici. TRANSGENDER: persona che non si sente racchiusa dentro lo "stereotipo di genere" normalmente identificato come "maschile" e "femminile". CROSSDRESSER: persona che si traveste, in privato e/o pubblicamente, può praticarlo sia una donna che uomo, indipendentemente dal suo orientamento sessuale. ASESSUALE: la mancanza di attrazione sessuale e l'assenza di interesse o desiderio per il sesso la maggior parte dei ricercatori e dei sessuologi la stanno rapidamente includendo fra gli orientamenti sessuali. La percentuale globale di individui asessuali all'1%. LA QUESTIONE PEDOFILO/PEDOFILIA NON RIENTRANO IN QUESTA PRESENTAZIONE 4 Signor/a Gender e compagnia bella

5 Prima di entrare nel merito della questione del gender facciamo una premessa per cogliere, a grandi linee, il percorso ideologico che ha prodotto, tra l’altro, l’ideologia gender 5 Signor/a Gender e compagnia bella

6 E Dio disse: «Facciamo l'uomo a nostra immagine, a nostra somiglianza, e domini sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo, sul bestiame, su tutte le bestie selvatiche e su tutti i rettili che strisciano sulla terra». Dio creò l'uomo a sua immagine; a immagine di Dio lo creò; maschio e femmina li creò. Dio li benedisse e disse loro: «Siate fecondi e moltiplicatevi, riempite la terra; soggiogatela e dominate sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo e su ogni essere vivente, che striscia sulla terra» Genesi 1, Signor/a Gender e compagnia bella

7 La Sacra Scrittura ci parla anche della tentazione di poter cambiare la propria identità con il tentativo di voler essere come Dio e di farsi un nome. Genesi Adamo & Eva (Gen. 3) Genesi Babele (Gen. 11) 7 Signor/a Gender e compagnia bella

8 Gen. 3, 4-10 Ma il serpente disse alla donna: «Non morirete affatto! Anzi, Dio sa che quando voi ne mangiaste, si aprirebbero i vostri occhi e diventereste come Dio, conoscendo il bene e il male». Allora la donna vide che l'albero era buono da mangiare, gradito agli occhi e desiderabile per acquistare saggezza; prese del suo frutto e ne mangiò, poi ne diede anche al marito, che era con lei, e anch'egli ne mangiò. Allora si aprirono gli occhi di tutti e due e si accorsero di essere nudi; intrecciarono foglie di fico e se ne fecero cinture. Poi udirono il Signore Dio che passeggiava nel giardino alla brezza del giorno e l'uomo con sua moglie si nascosero dal Signore Dio, in mezzo agli alberi del giardino. Ma il Signore Dio chiamò l'uomo e gli disse: «Dove sei?». Rispose: «Ho udito il tuo passo nel giardino: ho avuto paura, perché sono nudo, e mi sono nascosto». 8 Signor/a Gender e compagnia bella

9 Diventare come Dio Satana nel Paradiso suggestiona Eva facendole intravedere (con gli occhi della mente) una possibilità di beatitudine nell’emancipazione dalla norma bene/male oggettivamente posta da Dio. In questo il peccato di Eva è originale e originante: infatti la radice di ogni male è la non accettazione della propria identità di creatura finita e fragile. Ma da questo rifiuto nasce, appunto la disobbedienza a Dio e al suo progetto, che però sfocia nella dis - unione, nella paura e nel disprezzo della propria umanità: i due si accusano a vicenda, hanno paura, si vergognano della loro umanità e cerca di vestirsi, travestirsi (sembrare altro!) Ed è anche originante perché da questo ne derivano tutti gli altri… fino al peccato della torre di Babele: farsi un nome/cambiare nome/vocazione/identità… 9 Signor/a Gender e compagnia bella

10 - Voler essere altro - Non accogliersi per quello che si è - Il disagio generato dalla non accettazione dei propri limiti o dalle proprie incongruenze - La causa di tante ulteriori sofferenze per sé e per gli altri - Il principio narcisista e egocentrico - Il principio edonista: ricerca del piacere e assenza di dolore - La teoria per cui le restrizioni morali inducono complessi che generano tabù e relative somatizzazioni 10 Signor/a Gender e compagnia bella

11 Un esempio di come dalla ricerca del piacere per superare il disagio, ed eventuali danni soggettivi e sociali, si sia sviluppato un movimento di idee e di ‘presunti’ diritti è la cosiddetta ‘rivoluzione sessuale’. Tesi: Le persone sviluppano complessi a causa di tabù sessuali (edipo, ecc) che se superati, producono benessere psico-fisico. Ipotesi: se ognuno vive serenamente i propri impulsi questi non degenerano in fobie, ossessioni, compulsioni… violenze! ‘ognuno deve fare quello che si sente’ A 50 anni da queste teorie i fatti dicono che sono aumentati i malesseri e i disagi psichici, le relative ossessioni e compulsioni, che non più inibite e anzi nutrite (dai media) stanno assurgendo a diritti. Una verifica oggettiva farebbe emergere che la cosiddetta libertà sessuale ha moltiplicato le violenze, la prostituzione, la pornografia, gli abusi domestici e non, anche sui minori, su scala mondiale. Perché, si dice, ognuno ha il diritto di fare (amare?) quello che desidera. 11 Signor/a Gender e compagnia bella

12 Voler essere altro Tra le manifestazioni più comuni troviamo il Giovanilismo Il Vitalismo l’Edonismo Il Consumismo Tra le più estreme L’anoressia La bulimia Il disformismo E, in genere, ogni forma di controllo (in alto o in basso) della propria vita nasce da una non accettazione di sé, per quello che si è (vedi tossicodipendenze, alcoolismo, ludopatia…) 12 Signor/a Gender e compagnia bella

13 Sintesi Dio ci ha creati imperfetti e finiti L’uomo non accetta questa condizione e cerca di modificare, questa condizione, superando i limiti, stabilendo principi e norme conformi, non secondo sapienza, ma secondo il proprio desiderio. Fare quello che si sente … soprattutto in ordine alla ricerca di se stessi e del proprio piacere. 13 Signor/a Gender e compagnia bella

14 Dall’omofobia al Gender ovvero: con la scusa dell’omofobia al ‘gender’ 14 Signor/a Gender e compagnia bella

15 Lo sdoganamento delle motivazioni e prospettive avviene seguendo lo schema usato (con esiti vincenti) per altre questioni morali importanti DIVORZIO ABORTO EUTANASIA LEGALIZZAZIONE DROGHE PROSTITUZIONE FECONDAZIONE ASSISTITA (omologa ed eterologa) Lo schema argomentativo tende, partendo da casi limite, a supporre un diritto ‘naturale’ anche laddove la natura dispone diversamente… oppure a diritti positivi per contenere e gestire il fenomeno … 15 Signor/a Gender e compagnia bella

16 OMOFOBO!!!!! L’idea di fondo è sempre la stessa: Chi non accetta i presunti diritti richiesti nel manifesto programmatico del Gay Pride, è connivente con la violenza e la discriminazione contro le persone omosessuali 16 Signor/a Gender e compagnia bella

17 Prodotti 17 Signor/a Gender e compagnia bella

18 Disposizioni normative Strategia Nazionale per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni Tutte queste iniziative politiche ed educative nascono da una riunione del 16 Febbraio 2012 del fu Ministro Elsa Fornero (delega alle pari opportunità, ma nessuna preparazione specifica) del governo Monti (governo tecnico, che si sarebbe dovuto occupare di economia) con 29 associazioni LGBT sul contrasto alla discriminazione. Comitato provinciale Arcigay “Chimera Arcobaleno” Arezzo, Ireos Centro Servizi Autogestito Comunità Queer, Arcigay, Comitato Provinciale Arcigay “Ottavio Mai” Torino, A.Ge.Do, Parks – Liberi e Uguali, Equality Italia, Ala Milano Onlus, Arci Gay Lesbica Omphalos, Polis Aperta, Dì Gay Project, Circolo Culturale Omosessuale Mario Mieli, Gay Center, Gay Help Line, Famiglie Arcobaleno, Arcilesbica Associazione Nazionale, Rete Genitori Rainbow, Shake Lagbte, Circolo Culturale Maurice, Associazione Icaro Onlus, Circolo Pinkus, Cgil Nuovi Diritti, Mit Movimento Identità Transessuale, Associazione Radicale Certi Diritti, Avvocatura per i Diritti Lgbt Rete Lenford, Gay.net, I Ken, Consultorio Transgenere, Libellula, Gay LibA.Ge.Do 18 Signor/a Gender e compagnia bella

19 Disposizioni normative Esiste l’emergenza del bullismo omofobico Bisogna rieducare insegnanti e studenti ad accettare le diversità Inserimento nel programma didattico di spunti presi dalla Teoria Gender 19 Signor/a Gender e compagnia bella

20 18 Gennaio 2006 Risoluzione del Parlamento Europeo sull’omofobia definita come “un’avversione irrazionale nei confronti dell’omosessualità e di gay, lesbiche, bisessuali e transessuali (GLBT) basata sul pregiudizio e analoga al razzismo, all’antisemitismo e al sessismo” OMOFOBIA 20 Signor/a Gender e compagnia bella

21 Il Pew Research Center di Washington Studio del giugno 2013: “The Global Divide On Homosexuality ITALIA nella top ten dei paesi Gay Friendly (‘amichevoli verso i Gay’) In Italia i gay sono rispettati più che in Francia e Inghilterra 77 % non ostili verso le persone con orientamento omo-affettivo 76 % nella liberalissima UK 74 % nella laica Francia 21 Signor/a Gender e compagnia bella

22 Studio dell’ SWG (sondaggisti) Evasori fiscali 47% Mafie 46 % Politici 32 % Banche 31 % Criminali 27 % Poteri forti 19 % …. Immigrati 12 % …. Unione Europea 5 % … Meridionali 2 % … NO OMO e TRANSESSUALI Studio del giugno 2013: “Scenari di un’Italia che cambia” Gli Italiani percepiscono come nemici e quindi ostili : 22 Signor/a Gender e compagnia bella

23 Ricerca ISTAT del 2012 Titolo : “La popolazione omosessuale in Italia” Finanziata dal dipartimento per le Pari Opportunità “Il 60 % ritiene accettabile una relazione fra due uomini o tra due donne” “ addirittura più del 40 % sarebbe anche favorevole ad un matrimonio omosessuale 23 Signor/a Gender e compagnia bella

24 UNAR Ufficio Nazionale Antidiscriminazione razziale Dice che fino ad oggi non esiste un solo caso segnalato di discriminazione nel mondo del lavoro pubblico o privato e nell’assegnazione degli alloggi. 24 Signor/a Gender e compagnia bella

25 Legge SCALFAROTTO Inutile. Esiste già tutela per omosessuali. Art. 3 Tutti i cittadini sono = davanti alla legge senza distinzioni di sesso razza lingua religione condizioni personali sociali e opinioni politiche. PIERO OSTELLINO giornalista Corriere della Sera laico liberale. “Picchiare una persona è reato punto e basta” Chiesto il LICENZIAMENTO x aver detto questo. 25 Signor/a Gender e compagnia bella

26 Legge SCALFAROTTO 1) Aspetto INQUIETANTE per libertà d’opinione : Per la prima volta in Italia una legge senza definire il reato. Chi sarà quindi a definire cos’è l’omofobia? I giudici 2) Oggi si puniscono le AZIONI che compi non i MOTIVI per cui fai l’azione. Se RUBO è il FURTO che viene punito no il motivo. Ora si vorrebbe colpire il MOTIVO OMOFOBO 3) Forza PEDAGOGICA della legge, fa CULTURA Messaggio : L’omosessualità ed eterossualità sono entrambi condizioni naturali anzi la 1° merita un plus giuridico tanto da meritare una tutela giurica 26 Signor/a Gender e compagnia bella

27 Caso : GUIDO BARILLA Intervista alla trasmissione di 27 Signor/a Gender e compagnia bella "Non farei mai uno spot con una famiglia omosessuale. Non per mancanza di rispetto ma perché non la penso come loro, la nostra è una famiglia classica dove la donna ha un ruolo fondamentale". Guido Barilla: "Mai spot con una famiglia gay, sono per famiglia tradizionale" Lo dice Guido Barilla, presidente del gruppo Barilla, a La Zanzara. "Noi - dice Barilla - "abbiamo un concetto differente rispetto alla famiglia gay. Per noi il concetto di famiglia sacrale rimane un valore fondamentale dell'azienda". 26 settembre 2014

28 Caso : GUIDO BARILLA Intervista alla trasmissione di 28 Signor/a Gender e compagnia bella Il giorno dopo tutti i giornali del mondo occidentale cominciano un linciaggio mediatico Campagna internazionale: Boycott Barilla Il giorno dopo Barilla si scusa con un video nel quale dice “Ho tante cose da imparare...” Il giorno successivo ancora si scusa con tutti i dipendenti della Barilla La società si sottopone a 3 cose : 1. Introduzione del Diversity & Inclusion Board 2. Chief Diversity Officer -> David Mixner, (nominato da Newsweek il gay più potente d'America.) 3. Corporate Equality Index a Novembre 2014 ottiene il punteggio 100/100! Rieducazione perfettamente riuscita… Stessa sorte per dirigente mozilla – marzo 2014

29 PILASTRI della ns costituzione Dire : Sostenere che omosessualità è atteggiamento disordinato o citare San Paolo che parla di grave depravazione. Tutto questo può essere OMOFOBIA LIBERTA’ di OPINIONE o PENSIERO Art. 21 LIBERTA’ RELIGIOSA Art Signor/a Gender e compagnia bella

30 ETEROFOBIA E’ sempre più rischioso e difficile affermare cose ovvie fino a ieri: Che famiglia è quella composta da uomo e donna Che un bambino per il proprio sviluppo ha bisogno di una figura maschile e femminile etc. 30 Signor/a Gender e compagnia bella

31 «madre» e «padre» Le parole Madre/Mamma e Padre/Papà sono secondo una prospettiva della teoria del Gender in sé stesse discriminatorie, così come le feste annesse. A Venezia, a Milano, proposta anche a Ferrara e Bologna di abolire i termini e sostituirli con Genitorie 1 e Genitore 2. A Roma in una scuola è stata abolita la festa del Papà 31 Signor/a Gender e compagnia bella

32 Quindi ricapitoliamo - bisogna eliminare l’omofobia che non c’è! - In realtà bisogna negare la famiglia naturale inserendo nuove forme di famiglie matrimoni plurimi/interspecie/omosessuali - soprattutto bisogna agire sulla procreazione - svincolandola dal suo naturale svolgersi fecondazione eterologa / utero in affitto - togliendo alle persone i riferimenti strutturali della propria umanità per introdurne altri più genitori/un solo genitore… ma nessuna mamma e nessun papà! Perché? Se le motivazione dei singoli sembra sia il disagio di accettare la propria identità il movente dei poteri forti sia, come sempre, quello economico: persone a disagio consumano di più! 32 Signor/a Gender e compagnia bella

33 Ma veniamo al Sig. Gender/a… MA PRIMA FACCIAMO UNA PAUSA… 33 Signor/a Gender e compagnia bella

34 Sequenza di foto per vedere alcune espressioni estreme di quanto la deriva ideologica FACCIO QUELLO CHE MI PARE stia producendo nel mondo. (se volete potete uscire!) 34 Signor/a Gender e compagnia bella

35 Vendola in una memorabile intervista a Repubblica datata 19 marzo 1985 pagina 4 sezione: POLITICA INTERNA, senza vergognarsi e senza preoccuparsi di dare scandalo, disse che bisognava concedere ‘ai bambini il diritto ad avere una loro sessualità, e ad avere rapporti con adulti’. "In sostanza il governatore della Puglia suppone che sia cosa giusta e buona fare propaganda alla pedofilia”. 35 Signor/a Gender e compagnia bella

36 Kitten, Brynn and Doll e sono del Massachusetts, e si sono «sposate» nell’agosto Grace Gelder, si è sposata con se stessa. Il singolare evento, avvenuto a marzo ma di cui si è avuto notizia solo ora, è stato un modo per celebrare se stessa. 36 Signor/a Gender e compagnia bella

37 Chris Sevier, ha chiesto al tribunale della Florida prima e a quello dello Utah dopo, di poter convolare a nozze con il suo portatile: «Se i gay possono sposarsi – ha dichiarato – non vedo perché non posso farlo anch’io col mio oggetto sessuale preferito». COREA DEL SUD – Avete mai pensato di sposarvi con il vostro… cuscino?!? C’è qualcuno che l’ha fatto davvero: si chiama Lee Jin-gyu, ha 28 anni ed è appassionato di manga da quando era piccolo. Questo ragazzo coreano ha sposato il proprio cuscino, ed ora lo porta sempre con se, ovunque vada, ordinando da mangiare anche per due, se va al ristorante! Come potete vedere, vi è stampata un’immagine, quella della donna del manga che più gli piace! SAN BERNARDINO (California, USA) – Sposare un camion è più che lecito, secondo quanto dichiarato da Maria Griffin, una donna di San Bernardino, California (USA): per la precisione, questa donna ne ha sposato uno della Ford. L’ha comprato, e poi se l’è sposato. A unire i due in matrimonio è stato un suo caro amico. Dopo le nozze, la donna e il suo camion se ne sono andati in viaggio di nozze in un campeggio. E lei stessa ha dichiarato che la loro vita sessuale è molto attiva! 37 Signor/a Gender e compagnia bella

38 TOOWOOMBA (Queensland, Australia) – Joseph Guiso è innamorato del suo cane, tant’è che ha deciso di sposarlo: si tratta di un labrador femmina, di 5 anni, di nome Miele. Lo ha sposato in un parco di Toowoomba, città australiana del Queensland. Alle nozze hanno partecipato circa 30 persone, tra amici e parenti di entrambi! Il cane è stato vestito con un velo bianco, mentre Joseph aveva un abito elegante grigio. il designer Lagerfeld ha deciso di sposarsi con il proprio gatto. Dopo una vita di solitudine e mancati legami, l’eccentrico designer Karl Lagerfeld ha dichiarato di essere pronto a pronunciare il fatidico “si”. La fortunata, però, non è una donna ma un gatto. REDBRIDGE (Londra, Inghilterra) – Ci spostiamo in Inghilterra per parlarvi di Sharon Tendler, una donna che ha sposato un delfino di nome Sendy, di 35 anni! La 41enne si sente felice, con lui, e dice di amarlo. Il matrimonio si è svolto a Redbridge, un borgo di Londra. Ormai, i due sono sposati da ben 15 anni, e il loro rapporto va a gonfie vele: Sharon è veramente innamorata di lui! 38 Signor/a Gender e compagnia bella

39 Sequenza di foto per vedere alcune espressioni estreme di quanto la deriva ideologica Non sono contento/a di quella che sono stia producendo nel mondo. (se volete potete uscire!) 39 Signor/a Gender e compagnia bella

40 Anoressia 40 Signor/a Gender e compagnia bella

41 41 Signor/a Gender e compagnia bella

42 disformismo 42 Signor/a Gender e compagnia bella

43 disformismo 43 Signor/a Gender e compagnia bella

44 disformismo 44 Signor/a Gender e compagnia bella

45 Riprendiamo il discorso per affrontare l’argomento principale Il Gender Non si faccia l’errore di pensare che sia una novità ma piuttosto un aspetto del problema principale: non accettare la realtà così com’è e modificarla come pensiamo sia meglio. 45 Signor/a Gender e compagnia bella

46 Dal riconoscimento delle diversità all’annullamento delle diversità Se prima bisognava accogliere chi è diverso, ora dire che qualcuno è diverso è sbagliato Chi vuole questo? A chi conviene questo? Fini remoti/generali Fini prossimi/personali Certezze sugli esiti positivi NESSUNA 46 Signor/a Gender e compagnia bella

47 PAPA FRANCESCO “Volete sapere cosa è la colonizzazione ideologica?”, domanda il Papa ai giornalisti che viaggiano con lui, chiarendo che il suo riferimento nei discorsi di questi giorni era al tentativo di imporre la cultura del Gender nelle scuole. “Colonizzazione ideologica è lo stesso – risponde dunque il Pontefice – che hanno fatto sempre i dittatori, anche in Italia con i ‘balilla’. Pensate anche alla ‘gioventù hitleriana’, a quel popolo che ha subito tanta sofferenza“, suggerisce ai giornalisti. PAPA BENEDETTO XVI “L’ideologia di genere è la più grande sfida che la Chiesa ha di fronte” (discorso alla Curia Romana, 21 dicembre 2012) 47 Signor/a Gender e compagnia bella

48 La sollecitazione a parlare di questo argomento viene dalla cronaca Registri: genitore 1 / genitore 2 Educazione sessuale ‘filo-gender’ nelle scuole, con tentativi di imporla anche alle scuole cattoliche Introduzione del reato di ‘omofobia’ 48 Signor/a Gender e compagnia bella

49 Percezioni della Realtà Il termine Identità di Genere viene usato per descrivere come una persona percepisce sé stessa. Una persona di sesso geneticamente maschile può percepirsi come una donna. Una persona di sesso geneticamente femminile può percepirsi come un uomo. 49 Signor/a Gender e compagnia bella

50 La preferenza accordata alla parola GENDER (GENERE) invece che SEX (SESSO), sta ad indicare che la persona umana non andrebbe più definita per la sua struttura biologica (MASCHIO o FEMMINA) ma per la sua autocomprensione psico-sociale (cioè comunque egli/ella/***** si senta) 50 Signor/a Gender e compagnia bella

51 Storia Teoria Gender_Fase 1: la predominanza della cultura Si nasce maschi e femmine, ma si diventa Uomini e Donne per imposizione degli stereotipi culturali Si può modificare l’evoluzione di maschi e femmine attraverso la «riassegnazione sessuale», tecniche medico/chirurgiche e psicologiche Dr. Money 51 Signor/a Gender e compagnia bella

52 Storia Teoria Gender_Fase2: l’attacco alla maternità Per essere libera dalla dominazione e superare la condizione di minorità la donna deve liberarsi dal vincolo biologico della maternità Contraccezione Aborto Libertà sessuale Simone De Beauvoir 52 Signor/a Gender e compagnia bella

53 Storia Teoria Gender_Fase 3: la decostruzione dell’identità diadica Judith Butler Decostruzione dell’identità, analisi del corpo fra materialità e linguaggio, critica della norma eterosessuale «Il genere è una norma che viene creata a servizio di altri tipi di regola» Anne Fausto Sterling «L’obiettivo veramente radicale per il femminismo sarebbe non solo l’uguaglianza tra i generi, ma una società senza generi» I sessi non sono DUE, ma CINQUE: Ermafrodita Merm Ferm Maschio Femmina 53 Signor/a Gender e compagnia bella

54 il tragico caso del dr. Money, Colui che ha battezzato Il termine ‘Gender’ 54 Signor/a Gender e compagnia bella

55 22 agosto 1965 nascono Bruce e Brian Tragica operazione La richiesta di aiuto al dot. John Money L’esperimento perfetto presentato come un successo In realtà un tragico disastro Il ritorno al sesso biologico (Bruce, Brenda, David) Il Tragico epilogo 55 Signor/a Gender e compagnia bella

56 Money era convinto che l’identità sessuale sia determinata in massima parte dalla cultura e che la biologia (sesso biologico) abbia un ruolo del tutto secondario Era convinto che l’identità sessuale fosse modellabile con strategie ‘educative’ e con l’aiuto di interventi di riassegnazione chirurgica, consentendo di far crescere come maschio o come femmina un bambino, a prescindere dal suo sesso biologico Le convinzioni di Money sono state riconosciute e premiate dalla comunità scientifica fino agli anni 90 ed hanno formato generazioni di medici, psicologi e specialisti 56 Signor/a Gender e compagnia bella

57 John Money Lavora come psicologo dell’infanzia alla Johns Hopkins University di Baltimora Si interessa ai bambini nati con genitali ambigui agli omosessuali ai transessuali 57 Signor/a Gender e compagnia bella

58 Ipotesi del Dr Money L’identità sessuale non è determinata dalla biologia ma dall’ambiente. Il modo di essere maschile e femminile è qualcosa di malleabile e dipende dalla società (famiglia, scuola, ecc.) L’identità sessuale è quella biologica L’identità di genere è quella sociale 58 Signor/a Gender e compagnia bella

59 Le Cliniche per il Cambiamento del sesso In accordo con le teorie del Dr Money negli anni 60 si aprono negli USA le cliniche di riassegnamento del Sesso Gender Clinics per i bambini nati con genitali ambigui per i transessuali 59 Signor/a Gender e compagnia bella

60 Scienza fraudolenta Il Dr Money vince le ultime resistenze del mondo scientifico nel 1972 con uno studio effettuato su un bambino normale allevato come femmina dopo che un intervento chirurgico ne aveva lesionato l’apparato genitale. Il bambino (Bruce) si era apparentemente adattato senza problemi alla sua riassegnazione di sesso (Brenda) ed era divenuto il pilastro portante dell’ideologia di genere. 60 Signor/a Gender e compagnia bella

61 Ma….differenza tra Mito e Realtà E’ impossibile cambiare il sesso di una persona il suo essere maschio o femmina si trova iscritto nel DNA di ogni singola cellula del suo corpo maschio XY o femmina XX Anche se talora la natura incorre in qualche errore, errori che rappresentano solo le eccezioni che confermano la regola 61 Signor/a Gender e compagnia bella

62 La tragedia di Bruce La bambina felice era diventata un’adolescente molto problematica, aveva saputo della sua vicenda, aveva voluto “tornare” uomo ed infine si era suicidato, come il fratello già aveva fatto schiacciato da una situazione psicologica e familiare terribile. Il dr Money ha continuato a “insegnare” e ad essere considerato un luminare nel suo campo. Negli ultimi scritti il dr Money giustifica la pedofilia come non patologica se la “relazione è di mutuo affetto” 62 Signor/a Gender e compagnia bella

63 La scoperta dell’inganno Mentre le femministe radicali si adoperavano per far tradurre in leggi le teorie di Genere del Dr Money, la comunità scientifica veniva informata del fatto che la storia del bambino trasformato felicemente in femmina era, in realtà, una frode scientifica. 63 Signor/a Gender e compagnia bella

64 Gender Clinics e business economico Nel 1979 la Johns Hopkins University chiudeva l’Unità di Ricerca condotta dal Dr Money Tuttavia il tragitto culturale era ormai in moto e le cliniche per l’identità di genere si erano spostate in altre sedi: Marocco, Thailandia, Brasile. Dal 2005 anche in Italia 64 Signor/a Gender e compagnia bella

65 Da Maurizio Costanzo Show a Sanremo 2015 In fascia orario protetta negli anni 90 Maurizio Costanzo nel suo salotto cominciò a far conoscere il fenomeno del travestitismo che da macchietta alla Tognazzi diventava argomento serio (com’è!) ma con la pretesa di fare opinione, moda, rendendo l’argomento, di anno in anno, sempre più presente nelle trasmissioni d’opinione… fino all’elezione di Vladimiro Guadagno (Luxuria) a parlamentare dove si presentava ora da uomo ora da donna (storia dell’uso dei servizi!)… il gender è in Italia da un po’ di anni… stessa cosa per il caso Platinette! Con Concita Wurst ovvero Thomas "Tom" Neuwirth …. a Sanremo il cerchio è chiuso! 65 Signor/a Gender e compagnia bella

66 La Prospettiva di Genere Viene portata avanti sull’assunto, mai provato, che l’uomo e la donna, la maternità e la paternità siano ruoli di genere artificiali e creati socialmente L’obiettivo primario è l’uguaglianza statistica tra i “generi” in tutte le cariche di potere e in tutte le attività Per ottenere ciò è necessario decostruire la famiglia e la maternità come vocazione fondamentale della donna 66 Signor/a Gender e compagnia bella

67 Maurizio "Mauro" Coruzzi - Platinette 67 Signor/a Gender e compagnia bella

68 Wladimiro Guadagno - Luxuria 68 Signor/a Gender e compagnia bella

69 Thomas "Tom" Neuwirth ovvero Concita Wurst Gender doc 69 Signor/a Gender e compagnia bella

70 Ruolo Dell’ONU Mexico City 1984 (II Conferenza sulla Popolazione) Summit Rio 1992 (Conferenza Sull’Ambiente) Conferenza di Nairobi 1993 Cairo 1994 (III Conferenza Sulla Popolazione) Pechino 1995 (IV Conferenza. Sulle Donne) 70 Signor/a Gender e compagnia bella

71 Il “Genere” nelle Dichiarazioni dell’ONU Nel 1993 durante la Conferenza sulla “Eliminazione della violenza contro le Donne” tenutasi a Nairobi per la prima volta viene inserito in un testo dell’ONU il termine “genere”. Il termine è stato interpretato come un modo più gentile e raffinato di riferirsi al sesso 71 Signor/a Gender e compagnia bella

72 Conferenza del Cairo 1994 Viene respinto il tentativo di inserire “i diritti sessuali e riproduttivi” come nuovi diritti umani. Respinto anche il tentativo di inserire l’orientamento sessuale come nuovo diritto umano La sessione “Uguaglianza di Genere, Equità e Potere alle Donne” passa inosservata 72 Signor/a Gender e compagnia bella

73 Consiglio d’Europa 31 Marzo 2010 La Raccomandazione CM/Rec(2010)5 contro la discriminazione basata sull’Orientamento Sessuale e l’Identità di Genere 73 Signor/a Gender e compagnia bella

74 Posizione della Santa Sede “Attualmente c’è la tendenza a credere che sia la società ad aver formulato i diritti umani. Tuttavia essi sono tali perché sono inerenti alla dignità della persona umana. Una società può riconoscere o violare i diritti umani, ma non può manipolare l’esistenza di tali diritti poiché essi sono antecedenti la nascita dello stato” (Cardinal Raffaele Martino) 74 Signor/a Gender e compagnia bella

75 L’American Psychiatric Association (APA) Nel 1973 l’APA sancisce, con una votazione tra gli iscritti, che l’omosessualità non è più da considerarsi una malattia Il Manuale Diagnostico e Statistico (DSM II) viene modificato in tal senso Tale procedura è prevista, in un prossimo futuro, anche per la pedofilia 75 Signor/a Gender e compagnia bella

76 Verso un Futuro Utopico Il futuro dell’essere umano è il “genere” cioè un qualcosa che non è né maschio né femmina un essere perfetto in cui tutti i dualismi sono scomparsi solo così sarà possibile ottenere il meraviglioso nuovo mondo senza classi e senza guerre. 76 Signor/a Gender e compagnia bella

77 L’Era del Genere "Il lancio anche in Italia delle opzioni di genere personalizzate è un passo importante per consentire alle persone che usano Facebook, e non si identificano né con uomo né con donne di poter esprime la propria identità", precisa Laura Bononcini, responsabile relazioni istituzionali di Fb. "Scorrere una lista con termini come transgender vuol dire fare cultura", conclude Flavio Romani presidente dell'Arcigay. I “generi” previsti da FB sono Signor/a Gender e compagnia bella

78 Propaganda GENDER dell’ UNAR (Uff. Naz. Antidiscriminazioni Razziali) Tocca tutti i punti della società : Scuola e istruzione Lavoro Carcere Sicurezza Comunicazione Giornalisti Documento : Strategie Nazionali per contrastare il fenomeno dell’omofobia voluto dall’ UE 78 Signor/a Gender e compagnia bella

79 Propag. GENDER nella SCUOLA Corsi di sensibilizzazione formazione e informazione del personale docente e non docente (bidelli) Creazione network delle persone LGBT Empowering delle persone LGBT nelle scuole Introduzione dei dirigenti LGBT Eliminazione della modulistica didattica e amministrativa discriminatoria : Gen 1 Gen 2 Favorire il rilevare la propria omosessualità negli studenti Introdurre identità di genere (cercate di capire se siete uomo o donna indipendente dalla biologia) Introduzione di una letteratura omosessualista ( letture film etc ) 79 Signor/a Gender e compagnia bella

80 Propag. GENDER nelle AZIENDE Entro il 2015 Corsi di formazione e informazione degli imprenditori e lavoratori sui diritti LGBT Creazione network delle persone LGBT Creare figura del mentore LGBT (tipo rappr. Sindacale) Fornire materiale istruttivo Borse lavoro, voucher e benefit particolari alle persone LGBT (Discriminazione al contrario) Previsti : sussidi contributi e agevolazioni burocratiche per i giovani imprenditori gay del sud Italia 80 Signor/a Gender e compagnia bella

81 GENDER nella COMUNICAZIONE UNAR emanato 10 regole approvate Ord. Giornalisti su come e cosa devono scrivere i giornalisti quando parlano di LGBT Non si potrà più scrivere “Famiglia naturale” Non si potrà usare l’espressione “Famiglia tradizionale” Non si potrà dire “Utero in affitto” Non si potrà più scrivere “che un bambino per il proprio sviluppo ha bisogno di una figura maschile e femminile” 81 Signor/a Gender e compagnia bella

82 SCUOLA : UNAR Educare alla diversità a scuola 82 Signor/a Gender e compagnia bella

83 SCUOLA : UNAR Educare alla diversità a scuola Fatti redigere dall’UNAR all’ A.T. Beck e porta la firma del Governo In questi volumi si spiega cos’è l’OMOFOBIA mentre si sta introducendo un reato senza dirlo !! L’omofobia fra le tante cose è derivabile da 4 elementi : Il grado di religiosità di una persona può contribuire a configurare il profilo di omofobo. Aderire ciecamente ai precetti religiosi è omofobia Ritenere che l’omosessualità è un peccato è omofobia Ritenere che l’unica attività sessuale lecita è quella aperta alla vita ovvero alla procreazione è omofobia. 83 Signor/a Gender e compagnia bella

84 GENITORI diritto all’educazione Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo Art. 26 del 1948 “Genitori hanno un diritto di priorità nell’educazione dei figli rispetto allo stato” Perché si è sancito questo ? Dopo la 2° guerra Mondiale si è verificato come fosse stato devastante e distruttivo l’indottrinamento dei giovani attraverso il sistema scolastico pubblico del 3° Reich Dopo 70 anni siamo ancora ad invocare questo principio 84 Signor/a Gender e compagnia bella

85 ITER legge SCALFAROTTO 14/03/2013 Parlamento Europeo approva raccomandazione: Tutti gli stati dell’unione si devono dotare di efficaci norme penali per contrastare l’omofobia. 15/03/13 Scalfarotto deposita disegno legge sull’omofobia (un caso) Viene concesso a questo disegno legge una corsia preferenziale con autorizzazione a sedute notturne. 09/07/13 Commissione giustizia della Camera approva prima bozza 85 Signor/a Gender e compagnia bella

86 ITER legge SCALFAROTTO Il testo base : Art. 1 Introduce concetto di “identità di genere” (1° volta in Italia) “Si intende come identità di genere la percezione che un soggetto ha di appartenere al sesso maschile o femminile, indipendentemente dal proprio sesso biologico.” 86 Signor/a Gender e compagnia bella

87 87 Signor/a Gender e compagnia bella Il Gender a Massa

88 88 Signor/a Gender e compagnia bella In Francia mentre si difende il diritto della stampa di offendere la religione si arrestano persone che senza nulla dire o fare, ma solo leggendo un libro o portando una maglia con la sagoma di una famiglia esprimono la loro idea di famiglia naturale…

89 89 Signor/a Gender e compagnia bella Anche se il dibattito si incentra sul ‘matrimonio’ per le persone omosessuali, in realtà, il traguardo sembra sia altro… dopo il ‘matrimonio’ e insieme a questo viene chiesta la possibilità di avere figli … ma non tramite adozione, ma tramite la fecondazione artificiale: Per le coppie ‘lesbiche’ servirà il seme di un donatore… non sempre conosciuto: il neonato non conoscerà mai il padre e si dovrà accontentare di due mamme Per le coppie ‘gay’ la cosa è più complessa: si affittano donne, solitamente povere economicamente, che si sottopongono a fecondazione con il seme, mescolato, dei due ‘papà’ (a volte geneticamente non sono figli neppure della mamma che li partorisce, in quanto l’ovulo proviene da un’altra donna!)

90 90 Signor/a Gender e compagnia bella BJ Nelson e Frankie Barone sono diventati papà di Milo, un bambino nato grazie a una mamma surrogata. «Ho trascorso» - spiega la fotografa su Buzzfeed – «delle ore con loro in ospedale, mentre la mamma stava partorendo. Sono due persone compassionevoli che sentivano tutte le emozioni tipiche di un nuovo genitore». BJ e Frankie hanno ringraziato: "Grazie a tutti quelli che hanno commentato e condiviso la nostra foto! Questo è stato davvero un momento incredibile nella nostra vita. Siamo fortunati perché abbiamo un bellissimo bambino sano!... Milo è circondato da amore incondizionato e crescerà sapendo che esistono diversi tipi di famiglie". Peccato non venga detto che, in tutti i casi del genere, il bambino non conoscerà mai la mamma! il senatore PD Sergio Lo Giudice e Michele Giarratano, qui con il loro piccolo Luca

91 91 Signor/a Gender e compagnia bella Gia due ex donne – a seguito di modifiche chirurgiche e ormonali diventati uomini – hanno portato a termine delle gravidanze essendo mamma e papà allo stesso tempo… Thomas Beatie (Tracy Lagondino): donna diventata uomo che, avendo ancora ovaie e utero, ha voluto rimanere incinto e ha partorito chirurgicamente

92 il ruolo delle femministe Il sogno di J. Rubin è quello di «una società androgina senza genere [...] nella quale l'anatomia di una persona sia irrilevante per stabilire cosa si deve fare e con chi si deve fare l'amore» 92 Signor/a Gender e compagnia bella

93 Ruolo delle Femministe Radicali Le femministe radicali hanno visto nel lavoro del Dr Money la prova del fatto che le differenze tra uomini e donne non sono naturali e immodificabili, ma artificiali e quindi potevano e dovevano essere cambiate. I ruoli di genere sono costruiti socialmente e imposti da una cultura patriarcale oppressiva L’antico dettame secondo cui Biology is destiny doveva essere posto in soffitta 93 Signor/a Gender e compagnia bella

94 Le ragioni delle Femministe radicali Perch é le donne hanno bisogno della contraccezione e dell ’ aborto?  Per poter decidere di non avere figli Perch é le donne non devono avere figli?  Perch é altrimenti non possono essere libere Libere di fare cosa?  Di dedicarsi alla costruzione della propria persona e carriera 94 Signor/a Gender e compagnia bella

95 Le fonti dell’oppressione femminile Secondo le femministe le fonti dell’oppressione che vanno eliminate sono:  il matrimonio  la famiglia  la differenza tra uomo e donna 95 Signor/a Gender e compagnia bella

96 Come possiamo concludere? Cosa possiamo fare? 96 Signor/a Gender e compagnia bella

97 Conclusioni: La non accettazione del ‘dato’ non aiuta a migliorare l’uomo ma solo a trasformarlo (peggiorandolo) in altro 97 Signor/a Gender e compagnia bella

98 Conclusioni cosa possiamo fare 1. accogliere la verità delle cose 2. impedire che passi un’idea disumanizzante della persona 3. opporsi 98 Signor/a Gender e compagnia bella

99 Problema vero: l’ IGNORANZA Parlando con la gente che è all’oscuro di tutto si sente dire spesso : NOI NON SAPEVAMO, NON CE NE SIAMO ACCORTI Come hanno fatto i tedeschi sotto regime nazista con i rastrellamenti, Anna Frank, i vagoni piombati, la gestapo a dire poi “noi non sapevamo, noi non ci siamo accorti”. E invece può accadere anzi STA ACCADENDO OGGI in Italia. E’ probabile che fra 20 o 30 anni qualcuno dica : “Ma come hanno fatto ad approvare una legge che poi sono finiti tutti dentro, nessuno si è accorto, nessuno sapeva ?” 99 Signor/a Gender e compagnia bella

100 Come ? Informandosi: in rete ci sono molti profili, anche su FB, di mamme e papà che mettono a disposizione la loro professionalità ed esperienza Leggendo e divulgando Libri documentali: OMOFOBIA ed ETEROFOBIA VOGLIO LA MAMMA LA FAMIGLIA E’ UNA SOLA 100 Signor/a Gender e compagnia bella

101 Leggendo, consultando ed informandosi su siti come questi Signor/a Gender e compagnia bella

102 102 Signor/a Gender e compagnia bella GRAZIE …E SE AVETE DOMANDE FATELE SENZA RIGUARDI… MA NON GARANTISCO DI AVERE RISPOSTE!..e comunque…


Scaricare ppt "Signor/a Gender & Compagnia ‘Bella’ 1 Signor/a Gender e compagnia bella."

Presentazioni simili


Annunci Google