La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TORINO, 17 MARZO 2015. Per i lavoratori soluzioni e sostegni maggiore coinvolgimento più soddisfazione Per i lavoratori soluzioni e sostegni maggiore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TORINO, 17 MARZO 2015. Per i lavoratori soluzioni e sostegni maggiore coinvolgimento più soddisfazione Per i lavoratori soluzioni e sostegni maggiore."— Transcript della presentazione:

1 TORINO, 17 MARZO 2015

2 Per i lavoratori soluzioni e sostegni maggiore coinvolgimento più soddisfazione Per i lavoratori soluzioni e sostegni maggiore coinvolgimento più soddisfazione Per l’impresa aumento del grado di fedeltà e riduzione del turn over aumento dell’attrattività dell’azienda sul mercato del lavoro maggiore commitment dei collaboratori Per l’impresa aumento del grado di fedeltà e riduzione del turn over aumento dell’attrattività dell’azienda sul mercato del lavoro maggiore commitment dei collaboratori EUDAIMON: DAL 2002 AL FIANCO DI AZIENDE E PERSONE VALORE AGGIUNTO ED EFFICIENZA ECONOMICA Il welfare non è un semplice vantaggio fiscale, ma un’occasione per introdurre politiche innovative di incentivazione del personale VALORE AGGIUNTO ED EFFICIENZA ECONOMICA Il welfare non è un semplice vantaggio fiscale, ma un’occasione per introdurre politiche innovative di incentivazione del personale qualità della vita produttività TARGET E OBIETTIVI Per entrambi

3 EU (BENE) - DAIMON (GENIO) Welfare Aziendale = soldi in busta paga vs servizi di conciliazione vita-lavoro-risparmio «Il progresso è impossibile senza cambiamento, e coloro che non riescono a cambiare le proprie idee non possono cambiare nulla». George Bernard Shaw VANTAGGI PER AZIENDA E LAVORATORI sgravi fiscali, qualità vita-lavoro..

4 UNA PROPOSTA COMPLETA ED INTEGRATA PER IL WELFARE AREE DI INTERVENTO DEL BENESSERE AZIENDALE Gli ambiti di intervento:

5 UNA PROPOSTA COMPLETA ED INTEGRATA PER IL WELFARE BENESSERE È PREVENZIONE – benefici e risultati miglioramento qualità della vita dei collaboratori riduzione dello stress aumento capacità di concentrazione e produttività prevenzione efficace nei soggetti potenzialmente affetti diminuzione delle assenze per malattia  il 45% dei dipendenti ha richiesto di effettuare almeno una visita specialistica (tra diversi protocolli di check-up). Erogate 1200 visite.  11 casi sospetti su 577 visite, ovvero 1 ogni 52 visite svolte in ambito prevenzione oncologica.  campagna di prevenzione odontoiatrica: Alcuni dati emersi dalle campagne di prevenzione medica svolte in azienda nel 2014: A 65 persone è stato riscontrato un problema su cui intervenire (sono usciti dalla visita con un piano di cura). A tutti gli aderenti è stato consigliato un ulteriore controllo nell’arco di 6 mesi. totale dipendenti target dipendenti che hanno aderito numero dei casi sospetti

6 Il Welfare salutare di alcune Best Practice italiane

7 per un WELFARE EFFICACE ASCOLTARE, COMUNICARE, MISURARE ‘Ascoltare bene’ è il punto di partenza per una corretta progettazione del sistema di welfare aziendale, ma è anche il leitmotiv che deve accompagnare lo sviluppo del progetto. Per una popolazione giovane (es anni) la campagna di prevenzione cardiovascolare avrà un maggior appeal e più adesioni se la comunichiamo come ‘check-up medico-sportivo’. Mettere l’utente al centro significa, oltre che partire dalle sue esigenze, coinvolgerlo con una buona comunicazione, che favorisca l’accesso ai servizi e l’interazione. Monitorare il gradimento attraverso la raccolta di feedback quantitativi e qualitativi, analizzare, quotidianamente e con indagini periodiche, il comportamento degli utenti, accogliendone i suggerimenti e le critiche in un’ottica migliorativa. Esempio

8 GRAZIE

9 approfondimenti

10 per un WELFARE EFFICACE Studio preliminare della popolazione aziendale Match tra risorse aziendali e bisogni ‘teorici’ GESTIONE dell’aspettativa e della resistenza al cambiamento Coinvolgimento diretto delle persone (focus group/questionari) Coinvolgimento diretto delle persone (focus group/questionari)

11 METODOLOGIA EUDAIMON – le fasi o PROGETTAZIONE del sistema di welfare o Gestione in OUTSOURCING del programma e dei servizi o COMUNICAZIONE e interazione con gli utenti o Interfaccia con i SISTEMI HR aziendali o MONITORAGGIO e reporting all’azienda o PROGETTAZIONE del sistema di welfare o Gestione in OUTSOURCING del programma e dei servizi o COMUNICAZIONE e interazione con gli utenti o Interfaccia con i SISTEMI HR aziendali o MONITORAGGIO e reporting all’azienda o STUDIO PRELIMINARE o ALLINEAMENTO CON IL MANAGEMENT o FASE DI ASCOLTO (focus group/questionari) o STUDIO PRELIMINARE o ALLINEAMENTO CON IL MANAGEMENT o FASE DI ASCOLTO (focus group/questionari)

12 PIATTAFORMA – gli strumenti o PORTALE intranet/internet o CONTACT CENTER interno e qualificato o SERVICE POINT in azienda

13 GRAZIE


Scaricare ppt "TORINO, 17 MARZO 2015. Per i lavoratori soluzioni e sostegni maggiore coinvolgimento più soddisfazione Per i lavoratori soluzioni e sostegni maggiore."

Presentazioni simili


Annunci Google