La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CONSORZI DI BONIFICA E IMPRESE AGRICOLE UNA RISORSA PER IL TERRITORIO LAVORI EFFETTUATI PRESSO IL CONSORZIO DI BONIFICA IN DESTRA DEL FIUME SELE – SALERNO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CONSORZI DI BONIFICA E IMPRESE AGRICOLE UNA RISORSA PER IL TERRITORIO LAVORI EFFETTUATI PRESSO IL CONSORZIO DI BONIFICA IN DESTRA DEL FIUME SELE – SALERNO."— Transcript della presentazione:

1 CONSORZI DI BONIFICA E IMPRESE AGRICOLE UNA RISORSA PER IL TERRITORIO LAVORI EFFETTUATI PRESSO IL CONSORZIO DI BONIFICA IN DESTRA DEL FIUME SELE – SALERNO DA COLTIVATORI DIRETTI, IMPRESE E COOPERATIVE AGRICOLE

2 Gli investimenti per la riduzione del rischio idrogeologico (1365 interventi per un fabbisogno di oltre 4 miliardi di euro) consentirebbero di Risparmiare ingenti risorse per interventi di riparazione Effettuare investimenti per la sicurezza Aumentare loccupazione e le prospettive di crescita delle attività economiche insediate sui territori che richiedono certezze anche sotto il profilo della sicurezza idrogeologica

3 I consorzi di bonifica sono impegnati nelle manutenzioni con le risorse che provengono dai contributi dei consorziati da stanziamenti degli enti pubblici Soprattutto le autonomie locali sono interessate alla qualità dell'ambiente, all'uso sostenibile delle risorse naturali ed alla messa in sicurezza del territorio Il sostegno delle attività di manutenzione ambientale nel territorio, soprattutto delle aree interne e montane, ha riflessi immediati sulle zone di pianura

4 COINVOLGIMENTO DEGLI IMPRENDITORI AGRICOLI Favorisce il mantenimento della presenza sul territorio delle attività economiche e di presidio Consente integrazioni al reddito agricolo, che nelle aree interne presenta maggiori criticità Crea occupazione Migliora il grado di soddisfazione dei cittadini che abitano nei territori Facilita la comprensione e la condivisione del ruolo dei consorzi di bonifica

5 ART. 15 D. LGS. 228/2004 Tra le funzioni istituzionali dei Consorzi rientrano manutenzione della funzionalità dei canali di scolo, di bonifica e di irrigazione salvaguardia dellassetto idrogeologico del territorio sistemazione e manutenzione del territorio e del paesaggio La disposizione prevede che tali attività possano essere svolte anche stipulando, in deroga alle norme vigenti in materia di contratti pubblici, convenzioni con gli imprenditori agricoli, singoli o associati che le realizzano con lutilizzazione prevalentemente delle attrezzature e risorse aziendali normalmente utilizzate in azienda

6 ART.15 D.LGS.228/2004 REQUISITI PER LE IMPRESE AGRICOLE SINGOLE O ASSOCIATE ISCRIZIONE AL REGISTRO DELLE IMPRESE UTILIZZAZIONE PREVALENTE DELLE ATTREZZATURE E RISORSE AZIENDALI NORMALMENTE UTILIZZATE IN AZIENDA DEROGA UTILIZZABILE FINO A IMPORTO ANNUALE (COMPLESSIVO PER TUTTI I CONTRATTI STIPULATI AI SENSI DELLART.15) NON SUPERIORE A EURO NEL CASO DI IMPRENDITORI SINGOLI E EURO NEL CASO DI IMPRENDITORI IN FORMA ASSOCIATA

7 VANTAGGI PER LE IMPRESE AGRICOLE I vantaggi per le imprese agricole sono duplici come operatori possono integrare i redditi agricoli e sfruttare completamente le attrezzature aziendali come consorziati beneficiano di una migliore funzionalità degli impianti consortili per cui versano i relativi contributi

8 DEROGABILITÀ ALLA NORMATIVA VIGENTE I Consorzi di bonifica operano con flessibilità nella disciplina contrattuale tenendo conto delle esigenze specifiche della singola opera e di contemperare gli interessi pubblici che vengono in considerazione: regolarità e trasparenza nellesecuzione dellopera o nellattività consentirne la realizzazione agli imprenditori agricoli

9 TIPOLOGIA DEI LAVORI Interventi possono interessare sia la parte collinare (idraulica forestale), sia la parte pianeggiante dei corsi dacqua e dei canali consortili consistendo nel taglio della vegetazione arborea arbustiva ed erbacea nella manutenzione ordinaria delle opere idrauliche nella realizzazione di opere di ingegneria naturalistica

10 Il Consorzio di Bonifica in Destra del fiume Sele si estende su circa Ha interessando il territorio: - Comuni: -Acerno, Battipaglia, Bellizzi, Campagna, Castiglione dei Genovesi, Contursi Terme, Eboli, Giffoni sei casali, Giffoni valle piana, Montecorvino Pugliano, Montecorvino Rovella, Olevano sul Tusciano, Pontecagnano Faiano, Salerno, San Cipriano Picentino, San Mango Piemonte. -Provincia: Salerno IL COMPRENSORIO CONSORTILE

11 Impianti di sollevamento IDROVORO in gestione al Consorzio: Impianto idrovoro Foce Sele (l/s 8.000). Foce Sele Impianto idrovoro Aversana (l/s 8.000) Aversana Impianto idrovoro Asa (l/s 3.600) Asa Canali pubblici di BONIFICA in gestione al Consorzio: Km 255,700 di cui: Collettori di bonifica (km 71,200) Colatori di bonifica (km 184,500) LE COMPETENZE DEL CONSORZIO Canali pubblici di IRRIGAZIONE a pelo libero in gestione al Consorzio: Km 199,296 di cui: Canale Principale di irrigazione (Km 22,00) Canali derivatori a pelo libero (Km 77,296) Rete terziaria a canalette (Km 100,00) Rete pubblica di IRRIGAZIONE tubata in gestione al Consorzio: Km 720,00 Impianti di sollevamento IRRIGUI in gestione al Consorzio: Boscariello. Castrullo. Bacino Nord Bacino Sud Vasca "D" Padula Grande Piopparelle Campo Eminente Corno D'Oro Asa Campolongo

12 LA RETE SCOLANTE DEL CONSORZIO

13 Il Consorzio di Bonifica effettua diverse tipologie di lavori, differenziate in base alle opere interessate. LE TIPOLOGIE DEGLI INTERVENTI Tipologia Manutenzione della rete distributrice irrigua in canalette Manutenzione della rete di bonifica Manutenzione della rete irrigua tubata Imprese agricole non associate Imprese agricole associate Personale consortile Imprese agricole non associate Imprese agricole associate Personale consortile

14 Manodopera alle dirette dipendenze del Consorzio Lunghi tempi per lesecuzione dei lavori Le operazioni di manutenzione su un territorio così vasto comportano varie difficoltà LE SCELTE DEL CONSORZIO Basso numero di dipendenti Grande numero di dipendenti Lunghi periodi di inattività (periodo invernale) con aggravio di oneri fissi

15 Manodopera alle dirette dipendenze del Consorzio Lunghi tempi per lesecuzione dei lavori Le operazioni di manutenzione su un territorio così vasto comportano varie difficoltà LE SCELTE DEL CONSORZIO Basso numero di dipendenti Grande numero di dipendenti Lunghi periodi di inattività (periodo invernale) Utilizzo di coltivatori diretti, imprese agricole singole o associate e cooperative forestali (EVENTUALI) Rapidità nellesecuzione dei lavori Ottima conoscenza del territorio e delle problematiche Elasticità nella quantità di lavoratori da utilizzare Ottimizzazione dei periodi di esecuzione (tanti lavori nel periodo estivo)

16 Canali con vegetazione che limita il deflusso idrico Andando ad operare si sono riscontrate numerose problematiche LE PROBLEMATICHE INCONTRATE Opere idrauliche danneggiate, con compromissione dellofficiosità Rifiuti nei canali e sulle relative pertinenze

17 In base al territorio sul quale vengono effettuati i lavori, il Consorzio adotta prezzi diversificati, in base alle difficoltà che si possono incontrare nelle varie zone. I PREZZARI DIFFERENZIATI Sulla base dei prezzari ufficiali, ed attraverso laccordo con le associazioni di categoria, possono essere stilati listini da applicare per i vari lavori ImpreseColtivatori diretti Esempio: Decespugliamento di scarpate fluviali invase da rovi, arbusti e erbe infestanti, con utilizzo di mezzi meccanici dotato di braccio decespugliatore, ecc. /mq 0.44 Esempio: Trinciatura meccanica della vegetazione erbacea ed arbustiva presente sullintera larghezza degli argini /mq 0.17

18 Possono essere illustrati esempi sul tipo di quelli che seguono

19 ARGINATURA IN TERRA

20 INTERVENTI DI INGEGNERIA NATURALISTICA

21 LE ZONE UMIDE E LE AREE PROTETTE Problematiche: - Zone difficilmente accessibili; - Lavorazioni in aree di particolare valenza ambientale ; Professionalità richieste: - Manodopera specializzata; - Conoscenza del territorio; - Attrezzature adeguate AREE PROTETTE ( ha 3000) di cui: CRATERE PALUSTRE ( ha 110) OASI DI PROTEZIONE FAUNISTICA DI SERRE PERSANO (ZONA UMIDA DI IMPORTANZA INTERNAZIONALE – SITO RAMSAR)

22 Ripristino di aree naturali LE AREE PROTETTE Realizzazione centro accoglienza visitatori

23 INTERVENTI DI MANUTENZIONE DELLA FUNZIONALITÀ DELLA RETE SCOLANTE E RETE IRRIGUA a) – Fondi Consortili ANNO ,54 ANNO ,00 TOTALE ,54 b) – Fondi Pubblici ANNO ,00 ANNO ,00 ANNO ,00 ANNO ,80 ANNO ,00 ANNO ANNO ,48 TOTALE ,28 TOTALE COMPLESSIVO ,82

24 Utilizzo dei coltivatori diretti, delle imprese e cooperative agricole LE RICADUTE POSITIVE Alto numero di coltivatori e famiglie coinvolte Stretto rapporto Consorzio-territorio Basso costo con prezzi diversificati Favorevole impatto economico, anche sullindotto Ricaduta economico - sociale su tutto il territorio Recupero della viabilità secondaria e della sentieristrica Ottimizzazione della gestione delle risorse economiche Interventi su una porzione più ampia del territorio Risvolti favorevoli dal punto di vista turistico e naturalistico

25 GLI EFFETTI DEGLI INTERVENTI MANUTENTIVI Miglioramento del deflusso idrico Ripristino della regimazione delle acque Miglioramento dei tempi di corrivazione Mitigazione del trasporto solido Diminuzione dei residui vegetali


Scaricare ppt "CONSORZI DI BONIFICA E IMPRESE AGRICOLE UNA RISORSA PER IL TERRITORIO LAVORI EFFETTUATI PRESSO IL CONSORZIO DI BONIFICA IN DESTRA DEL FIUME SELE – SALERNO."

Presentazioni simili


Annunci Google