La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di Basi di Dati Progettazione di Database: Esercizi Home page del corso:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di Basi di Dati Progettazione di Database: Esercizi Home page del corso:"— Transcript della presentazione:

1 Corso di Basi di Dati Progettazione di Database: Esercizi Home page del corso:

2 Esercizio 0 Si vuole realizzare una base di dati per la gestione di un’agenzia immobiliare  L’agenzia tratta immobili. Ogni immobile dispone di un indirizzo (univoco), un data di vendita, una metratura, un prezzo.  Gli immobili appartengono a clienti dell’agenzia. Di ogni cliente si vuole memorizzare nome, cognome, data di nascita, indirizzo di residenza (strada, via, CAP)  Di ogni immobile si vogliono memorizzare le proposte di acquisto. Le proposte hanno una data, un prezzo, una validita’ ed un nome di compratore.

3 Esercizio 1 Decidere la cardinalita’ delle seguenti relazioni.  Ogni cliente dispone di almeno un account. Ogni account e’ collegato al piu’ ad un cliente. CLIENTE ACCOUNT TITOLARE (?,?)

4 Esercizio 1 Decidere la cardinalita’ delle seguenti relazioni.  Ogni cliente dispone di almeno un account. Ogni account e’ collegato al piu’ ad un cliente. CLIENTE ACCOUNT TITOLARE 1,N 0,1

5 Esercizio 1 Decidere la cardinalita’ delle seguenti relazioni.  Un cliente puo’ disporre o meno di un’assicurazione sulla vita. Ogni assicurazione e’ associata ad uno ed un solo cliente intestatario. CLIENTE ASSICURAZIONE INTESTATARIO (?,?)

6 Esercizio 1 Decidere la cardinalita’ delle seguenti relazioni.  Un cliente puo’ disporre o meno di un’assicurazione sulla vita. Ogni assicurazione e’ associata ad uno ed un solo cliente intestatario. CLIENTE ASSICURAZIONE INTESTATARIO (0,1)(1,1)

7 Esercizio 1 Decidere la cardinalita’ delle seguenti relazioni.  Un ristorante puo’ avere piu’ fornitori. Ogni fornitore puo’ servire piu’ ristoranti. RISTORANTE FORNITORE GESTIONE (?,?)

8 Esercizio 1 Decidere la cardinalita’ delle seguenti relazioni.  Un ristorante puo’ avere piu’ fornitori. Ogni fornitore puo’ servire piu’ ristoranti. RISTORANTE FORNITORE GESTIONE (1,N)

9 Esercizio 2 Modellare con uno schema E-R il caso seguente.  Un cinema e’ identificato da un indirizzo (via, nr civico, citta’) e da un nome. Dispone di un recapito telefonico. Ogni cinema e’ composto da un certo insieme di sale. Ogni sala dispone di un nome (univoco per quel cinema), una capienza massima e di un numero di uscite.

10 Esercizio 2 Modellare con uno schema E-R il caso seguente.  Un condominio e’ composto di appartamenti. Ogni appartamento dispone di un numero interno, una scala ed una metratura. Gli appartamenti possono essere di due tipi: uffici o abitazioni. Dei primi si vuole sapere il nome della societa’ proprietaria ed il numero di persone che vi operano. Dei secondi si vuole conoscere la rendita catastale e la classe di certificazione energetica. Inoltre, per le abitazioni si vuole conoscere la lista degli inquilini (nome/cognome/codice fiscale/anno nascita) che vi abitano. Gli inquilini possono essere proprietari o affittuari. Dei primi si vuole memorizzare la quota annua di spese condominiali.

11 Esercizio 2 Considerando la seguente tabella dei volumi:  Numero medio di appartamenti: 20  Numero medio di inquilini per appartamento: 4 E le seguenti operazioni sui dati:  Inserire un nuovo inquilino ed associarlo ad un dato appartamento. (10 volte/anno)  Per ogni appartamento, visualizzare la informazioni di tutti gli inquilini con meno di 50 anni presenti. (200 volte/anno). Q. Definire il costo dello schema E-R.

12 Esercizio 2 Considerando la seguente tabella dei volumi:  Numero medio di appartamenti: 20  Numero medio di inquilini per appartamento: 4 E le seguenti operazioni sui dati:  Inserire un nuovo inquilino ed associarlo ad un dato appartamento. (10 volte/anno)  Per ogni appartamento, visualizzare la informazioni di tutti gli inquilini con meno di 50 anni presenti. (200 volte/anno). Q. Come posso ottimizzare lo schema?

13 Esercizio 2.b (per casa) Modellare con uno schema E-R il caso seguente. Si vuole progettare una base di dati per gestire uno store online di applicazioni mobili. Ogni applicazione dispone di un nome (univoco), una categoria, un anno di pubblicazione, una dimensione ed un prezzo. Inoltre, per ciascuna app si vuole tenere traccia della lista di aggiornamenti rilasciati. Ogni aggiornamento dispone di un numero (progressivo per quell’app), una data, una dimensione, ed una descrizione. Si vogliono poi gestire le informazioni relative agli utenti che possono accedere allo store. Ogni utente dispone di un identificativo (univoco), un’ ed un recapito telefonico. Sono previste due categorie di utenti: sviluppatori ed acquirenti. Ogni app e’ associata ad un utente sviluppatore che ne ha curato la realizzazione e l’upload sul sito. Gli utenti sviluppatori dispongono di Partita Iva e Codice Fiscale, e possono essere a loro volta di due tipi: software house o programmatori singoli. Delle prime si vuole memorizzare nome e sede legale (via/ncivico/citta’/cap). Dei secondi si vuole memorizzare nome, cognome, ed anno di nascita. Gli utenti acquirenti possono fare acquisti di app presenti nello store. A tal proposito, essi dispongono di una o piu’ carte di credito, di cui si vogliono memorizzare numero, data di scadenza, e tipologia (es. VISA). Si vuole tenere traccia dello storico degli acquisti operati da ciascun acquirente. Ogni acquisto dispone di un codice (univoco) ed una data, puo’ includere piu’ prodotti (ossia piu’ app mobili) ed e’ collegato ad una carta di credito dell’acquirente. Infine, si vuole fornire la possibilita’ agli utenti (sia acquirenti sia sviluppatori) di inserire commenti sulle applicazioni presenti nello store. Ogni commento dispone di una data, un testo, ed una valutazione (un numero tra 0 e 5), e’ inserito da un utente, e fa riferimento ad un’ app mobile dello store.

14 Esercizio 3 Si vuole realizzare una base di dati per la gestione di un programma di eventi teatrali.  Il programma e’ composto da eventi. Ogni evento ha un nome, un’edizione, una data e si tiene in una o piu’ sale del teatro.  Ogni sala e’ identificata da un codice univoco e caratterizzata da nome, indirizzo e capienza massima, numero di posti a sedere.  Gli eventi sono di due tipi: concerti o rappresentazioni teatrali.  Per le rappresentazioni, si vuole tenere traccia del nome dell’opera e del direttore.  Ogni concerto e’ identificato da un codice numerico, ha un titolo ed una descrizione, ed e’ composto da un certo numero di pezzi.  Ogni pezzo ha un titolo, uno o piu’ autori ed una data di composizione CONTINUA 

15 Esercizio 3  Ogni pezzo e’ eseguito da un esecutore.  Ogni esecutore ha un codice univoco ed un nome. Inoltre, per ogni esecutore, si vuole tenere traccia dei concerti predentemente eseguiti in quel teatro  Gli esecutori possono essere di due tipi: solisti ed orchestre  Per l’orchestra si vuole tenere traccia del nome del direttore, dell’insieme degli strumenti, e del nome di ciascun componente dell’orchestra. Costruire il modello E-R del sistema descritto …

16 Esercizio 4  Tradurre l’E-R nel modello relazionale …

17 Esercizio 5  Tradurre l’E-R nel modello relazionale …

18 Esercizio 6  Tradurre l’E-R nel modello relazionale …

19 Esercizio 7 PAZIENTE R1 CURA R3 FARMACO R2 MEDICO (0,N) (1,1) (1,N) (0,N) (1,1) (0,N) Pazienti Cure (3 in media per Paziente) - 20 Medici Farmaci - Ogni cura e’ composta in media da 5 farmaci Nome Cognome NomePrezzo Codice NomeCognome Data Inizio Composizione Reparto Durata Determinare il costo dell’operazione (10v/gg):  Dato un paziente, visualizzare tutte le le informazioni relative ad i farmaci assunti in ogni cura (  =2, w I =1).

20 Esercizio 7 PAZIENTE R1 CURA R3 FARMACO R2 MEDICO (0,N) (1,1) (1,N) (0,N) (1,1) (0,N) Pazienti Cure (3 in media per Paziente) - 20 Medici Farmaci - Ogni cura e’ composta in media da 3 farmaci Nome Cognome NomePrezzo Codice NomeCognome Data Inizio Composizione Reparto Durata Determinare il costo dell’operazione (1v/gg):  Dato un paziente ed una cura, aggiungere un farmaco ad una cura (  =2, w I =1).

21 Esercizio 7 PAZIENTE R1 CURA R3 FARMACO R2 MEDICO (0,N) (1,1) (1,N) (0,N) (1,1) (0,N) Pazienti Cure (3 in media per Paziente) - 20 Medici Farmaci - Ogni cura e’ composta in media da 3 farmaci Nome Cognome NomePrezzo Codice NomeCognome Data Inizio Composizione Reparto Durata Determinare il costo dell’operazione (1v/gg):  Rimuovere un medico, e tutte le cure da lui prescritte (  =2, w I =1).

22 Esercizio 7 PAZIENTE R1 CURA R3 FARMACO R2 MEDICO (0,N) (1,1) (1,N) (0,N) (1,1) (0,N) Pazienti Cure (3 in media per Paziente) - 20 Medici (ognuno prescrive in media 15 cure) Farmaci - Ogni cura e’ composta in media da 3 farmaci Nome Cognome NomePrezzo Codice NomeCognome Data Inizio Composizione Reparto Durata  Tradurre lo schema E-R nel modello relazionale.

23 Esercizio 7 PAZIENTE R1 CURA R3 FARMACO R2 MEDICO (0,N) (1,1) (1,N) (0,N) (1,1) (0,N) Pazienti Cure (3 in media per Paziente) - 20 Medici (ognuno prescrive in media 15 cure) Farmaci - Ogni cura e’ composta in media da 3 farmaci Nome Cognome NomePrezzo Codice NomeCognome Data Inizio Composizione Reparto Durata  Come cambia la traduzione se si elemina l`attributo Reparto dell`entita’ MEDICO?

24 Esercizio 8 (NORMALIZZAZIONE) Dato il seguente schema, valutare se esso puo’ generare RINDONDANZE LOGICHE o meno. ComuneRegionePrefisso BolognaEmilia-Romagna051 MilanoLombardia02 PiacenzaEmilia-Romagna0523 CastroBergamo035 CastroLecce0832 CosenzaCalabria0984

25 Esercizio 8 (NORMALIZZAZIONE) Dato il seguente schema, valutare se esso puo’ generare RINDONDANZE LOGICHE o meno. NomeFilmRegistaNascita RegistaCopiaCollocazione Odissea nello spazio Kubrik26/7/19281HC1234 C’era una volta in America Leone3/1/19291LF3434 Il PadrinoCoppola7/4/19391LF2312 Odissea nello spazio Kubrik26/7/19282LF6437 Barry LyndonKubrik26/7/19281HC1212 Il PadrinoCoppola7/4/19392HC2144

26 Esercizio 9 (NORMALIZZAZIONE) Dato il seguente schema: R(ABCDE), con le seguenti dipendenze funzionali : A  B, A  C, D  E a) Verificare ( formalmente ) se ADE e’ superchiave o meno della relazione R. b) Verificare ( formalmente ) se ADE e’ CHIAVE o meno della relazione R. Giustificare la risposta.

27 Esercizio 9 (NORMALIZZAZIONE) Dato il seguente schema: R(ABCDE), con le seguenti dipendenze funzionali : A  B, A  C, D  E c) La relazione e’ in forma normale di Boyce e Codd ( FNBC )? E’ in terza forma normale ( 3FN )? d) Nel caso la relazione non risulti in 3FN, decomporla in terza forma normale.

28 Esercizio 10 (NORMALIZZAZIONE) Dato il seguente schema: R(ABCDE), con le seguenti dipendenze funzionali : F={C  AB, BC  DE, D  B} a) La relazione e’ in forma normale di Boyce e Codd ( FNBC )? E’ in terza forma normale ( 3FN )? b) Nel caso la relazione non risulti in 3FN, decomporla in terza forma normale.

29 PRODUZIONE (CodiceComponente, Fornitore, CodiceProdotto, PrezzoProdotto, SedeProduzione, ResponsabileSede)  CodiceComponente Fornitore  SedeProduzione  CodiceProdotto  PrezzoProdotto SedeProduzione  SedeProduzione  ResponsabileSede  Se effettuo la decomposizione in: R1 (CodiceComponente, Fornitore, SedeProduzione) R2 (CodiceProdotto, PrezzoProdotto, SedeProduzione) R3 (SedeProduzione,ResponsabileSede) Q.1  R1, R2 ed R3 sono in terza forma normale? Esercizio 11 (NORMALIZZAZIONE)

30 PRODUZIONE (CodiceComponente, Fornitore, CodiceProdotto, PrezzoProdotto, SedeProduzione, ResponsabileSede)  CodiceComponente Fornitore  SedeProduzione  CodiceProdotto  PrezzoProdotto SedeProduzione  SedeProduzione  ResponsabileSede  Se effettuo la decomposizione in: R1 (CodiceComponente, Fornitore, SedeProduzione) R2 (CodiceProdotto, PrezzoProdotto, SedeProduzione) R3 (SedeProduzione,ResponsabileSede) Q.2  La decomposizione conserva le dipendenze? Esercizio 11 (NORMALIZZAZIONE)

31 PRODUZIONE (CodiceComponente, Fornitore, CodiceProdotto, PrezzoProdotto, SedeProduzione, ResponsabileSede)  CodiceComponente Fornitore  SedeProduzione  CodiceProdotto  PrezzoProdotto SedeProduzione  SedeProduzione  ResponsabileSede  Se effettuo la decomposizione in: R1 (CodiceComponente, Fornitore, SedeProduzione) R2 (CodiceProdotto, PrezzoProdotto, SedeProduzione) R3 (SedeProduzione,ResponsabileSede) Q.3  La decomposizione e’ senza perdita di informazioni? Esercizio 11 (NORMALIZZAZIONE)

32 PRODUZIONE (CodiceComponente, Fornitore, CodiceProdotto, PrezzoProdotto, SedeProduzione, ResponsabileSede)  CodiceComponente Fornitore  SedeProduzione  CodiceProdotto  PrezzoProdotto SedeProduzione  SedeProduzione  ResponsabileSede  Se effettuo la decomposizione in: R1 (CodiceComponente, Fornitore, SedeProduzione) R2 (CodiceProdotto, PrezzoProdotto, SedeProduzione) R3 (SedeProduzione,ResponsabileSede) Q.4  Decomporre lo schema in Terza Forma Normale (TFN). Esercizio 11 (NORMALIZZAZIONE)


Scaricare ppt "Corso di Basi di Dati Progettazione di Database: Esercizi Home page del corso:"

Presentazioni simili


Annunci Google