La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Alessandria E.- Galeazzo N.- Tarditi D. Musica : LA BOH È ME DI PUCCINI Storia (la Belle Epoque ) Innovazioni Tecnologiche ( Acciaio ) Innovazioni Scientifiche.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Alessandria E.- Galeazzo N.- Tarditi D. Musica : LA BOH È ME DI PUCCINI Storia (la Belle Epoque ) Innovazioni Tecnologiche ( Acciaio ) Innovazioni Scientifiche."— Transcript della presentazione:

1

2 Alessandria E.- Galeazzo N.- Tarditi D.

3 Musica : LA BOH È ME DI PUCCINI Storia (la Belle Epoque ) Innovazioni Tecnologiche ( Acciaio ) Innovazioni Scientifiche ( Atomo ) Arte ( Art Nouveau) Letteratura (Decadentismo) Geografia (New York)

4 L'opera è il termine italiano di utilizzo internazionale per un genere teatrale e musicale in cui l'azione scenica è abbinata alla musica e al canto. Le caratteristiche sono: Il testo letterario appositamente composto, che contiene le battute pronunciate dai personaggi e le didascalie, è denominato libretto. I cantanti sono accompagnati da un complesso strumentale di dimensioni variabili, anche da una grande orchestra sinfonica I soggetti rappresentati sono vari e possono corrispondere a taluni sottogeneri: serio, buffo, giocoso, semiserio, farsesco. L'opera si articola in vari "numeri musicali", che includono sia momenti d'assieme (duetti, terzetti, concertati, cori) sia assoli (arie, ariosi, romanze, cavatine)

5 SI DIVIDE IN : Opera seria È un genere tipico dell'opera italiana. Si contrappone storicamente al genere dell'opera buffa. I temi portanti dell'opera seria sono il dramma e le passioni umane. Melodramma giocoso Si sviluppò a Napoli nella prima metà del XVIII secolo come opera comica. Un dramma giocoso ha un intreccio sentimentale o patetico concluso da un lieto fine e si colloca quindi a metà strada tra l'opera seria e l'opera buffa. Opera semiseria È un genere operistico in cui convivono personaggi, forme e stili tratti dall'opera seria e dall'opera buffa. Storicamente il genere semiserio si affermò in Italia negli ultimi decenni del Settecento Opera semiseria L'opera semiseria è un genere operistico in cui convivono personaggi, forme e stili tratti dall'opera seria e dall'opera buffa. Storicamente il genere semiserio si affermò in Italia negli ultimi decenni del Settecento Farsa È genere operistico diffuso tra il XVIII secolo e le prime tre del XIX secolo principalmente a Venezia e a Napoli. Si trattava normalmente di un'opera di carattere buffo con un solo atto, a volte rappresentata insieme a dei balletti Opera buffa Si sviluppò a Napoli nella prima metà del XVIII secolo come opera comica e da lì migrò a Roma e nel nord Italia

6 -Giacomo Antonio Domenico Michele Secondo Maria Puccini, nato a Lucca il 22 dicembre 1858, è stato un compositore italiano. -Da quattro generazioni i Puccini erano maestri di cappella del Duomo di Lucca. -Nel 1880 si perfezionò presso il Conservatorio di Milano, che era considerato il centro principale del teatro operistico e non si poteva aver successo nell'opera se non passando per Milano. -Nel1884, Puccini aveva iniziato una convivenza con Elvira Bonturi, e tra il 1886 e il 1887 la famiglia visse a Monza. -Tra la fine del’800 e all’inizio del’900, collaborò con il giornalista e drammaturgo Luigi Illica e il professore Giusepe Giacosa. - A Bruxelles, il 29 novembre 1924 Puccini morì

7 La bohème è un'opera lirica in quattro quadri, che fu completata nel dicembre Ispirato al romanzo di Henri Murger «Scènes de la vie de bohome». I protagonisti sono: Musetta e Marcello, Mimì e Rodolfo, che sono un gruppo di giovani artisti spensierati, che costituiscono lo sfondo dei diversi episodi in cui si snoda la vicenda, ambientata a Parigi nel L’amore estroverso di Musetta e Marcello contrasta con l’amore più intimo e forse più profondo di Mimì e Rodolfo.; ma le scene di gelosia coinvolgono parallelamente entrambe le storie e fungono da raccordo. La prima rappresentazione fu al «Teatro Regio» di Torino, il 1 Febbraio 1896, la critica ufficiale si dimostrò all’inizio piuttosto ostile, me dovette presto allinearsi all’acclamazione del pubblico LA BOH È ME

8 È una corrente letteraria sviluppatasi in Europa tra la fine 1880 e inizio 1900, il cui termine indica i poeti che vivono fuori dalle norme comuni. I massimi esponenti sono: Oscar Wilde, Giovanni Pascoli, Gabriele D’Annunzio, Italo Svevo e Luigi Pirandello Le caratteristiche sono: Dare senso di angoscia e solitudine Esaltazione dell’individualismo Rivelare l’impossibilità di comunicazione L’esaltazione dell’arte come espressione della vita

9 OSCAR WILDE -Oscar Fingal O'Flahertie Wills Wilde, nato a Dublino il 16 ottobre 1854, è stato un poeta, aforista, scrittore, drammaturgo, giornalista e saggista. -Oscar era figlio di due personaggi notevoli: il padre, Sir William, un celebre oftalmologo irlandese, e la madre, Jane Francesca Elgee, una poetessa. -Nel 1873 per il profitto conseguito ebbe una borsa di studio e successivamente Wilde fece parte dell’università di Oxford, dove studiò i classici greci. -Nel 1871 si sposò con Constance Lloyd, ma si lasciarono poiché lui continuava a frequentare uomini. -Nel 1895 fu condannato per 2 anni in prigione per aver violato la legge penale che codificava le regole morali in materia sessuale. - A Parigi, il 30 novembre 1930, Wilde morì.

10 Nacque in Europa tra fine '800 e inizio '900. Il suo ruolo, inizialmente, era migliorare la qualità estetica dei prodotti commerciati dopo che la produzione industriale era ormai diffusa. È uno stile che influenza e influenzava non solo scultura, pittura, architettura, oggettistica e artigianato, ma anche arredamento urbano (lampioni, edicole, pensiline…), interni (soffitti, ringhiere, poste, finestre, scale…), oggetti di uso quotidiano e decorazioni delle facciate dei palazzi. In questo stile prevalgono linee curve, sinuose e slanciate, le spirali, i decori ispirati alle forme del mondo vegetale, per questo viene anche definito “floreale”. Osterreichische Galerie a Vienna Bayerisches National Museum a Monaco ART NOUVEAU

11 ... o in alcune città come : Praga : chiamato Jugendistil Barcellona : chiamato Modernismo Milano : chiamato Liberty o Stile Floreale Sagrada familia ( SPAGNA ) ( OGGI ) Capolavoro dell ' architett o Antoni Gaudí

12 Parigi : chiamato Art Nouveau Vienna : chiamato Sezessionistil Londra : chiamato Modern Style

13 La Belle Époque è un periodo storico europeo che va dalla fine dell’800 fino all'inizio del’900 Essa nasce in parte da una realtà storica e in parte da un sentimento di nostalgia. Dalla fine dell‘800 le invenzioni e i progressi della tecnica e della scienza furono senza paragoni rispetto alle epoche passate. I benefici che queste scoperte apportarono agli standard di vita furono notevoli e tutte contribuirono ad un miglioramento delle condizioni di vita e al diffondersi di un senso di ottimismo. Questa espressione ebbe fortuna perché esprimeva la contrapposizione fra l’epoca precedente e l’epoca successiva alla guerra, cioè tra il periodo della libertà e il periodo della perdita della libertà. La Belle Époque indicava la vita brillante nelle grandi capitali europee, le numerose esperienze artistiche, ma soprattutto esprimeva l’idea che il nuovo secolo, cioè il Novecento, sarebbe stata un’epoca di pace e di benessere… LA BELLE EPOQUÉ

14 Resta inteso che la Belle Époque era tale solo per chi se la poteva permettere. Il progresso aveva infatti un prezzo: il benessere di alcuni si basava sul disagio di moltissimi. Tuttavia, i lavoratori, durante la Belle Époque, cominciarono a godere di qualche vantaggio grazie alle loro durissime lotte, ma grazie anche alla logica stessa dell'economia di mercato. In base a questo, infatti, se si vuole guadagnare di più bisogna produrre e vendere di più. Gli imprenditori, quindi, man mano che la produzione scendeva, accettarono di concedere aumenti dei salari. Dopo aver creato nuovi mercati nelle colonie, costringendole ad acquistare dall'Occidente i prodotti lavorati, misero anche in moto una crescita esponenziale dei loro mercati interni. Per realizzare compiutamente questo allargamento del mercato si provvide anche rapidamente alla crescita della distribuzione; beni di consumo come abiti, calzature, mobili, utensili domestici, che prima erano prodotti artigianalmente e venduti da piccoli commercianti al dettaglio cominciarono a essere offerti da una rete commerciale sempre più ampia. In appoggio a questa massiccia strategia di vendita nasceva la pubblicità. … MA ERA PER TUTTI COSÌ? …

15 IN QUESTO SECOLO DI PACE… …ANCHE NUOVE INVENZIONI ! COME: L ' illuminazione elettrica : 1880 Thomas Edison brevetta la lampada ad incandescenza con filamento di carbonio. La radio : Maxwell scrisse la teoria per la descrizione del fenomeno delle onde elettromagnetiche Hertz mise in pratica la teoria e generò onde elettromagnetiche usando dei semplici circuiti elettrici nei quali venivano create delle scariche elettriche ad alta frequenza. l ’ automobile : già durante l'epoca storica del Rinascimento erano stati ideati e disegnati modelli di carri in grado di spostarsi da soli. D'altro canto, questi progetti vivevano solo sulla carta. Dei prototipi furono costruiti solo verso la fine del XVIII secolo. ll cinema : Iil cinema nasce alla fine del XIX° secolo. Per definire le ricerche che hanno portato all'invenzione del cinema da parte dei fratelli Lumière

16 ACCIAIO Acciaio è il nome dato ad una lega composta principalmente da ferro e carbonio, con un massimo di carbonio del 1,7%, oltre tale limite, le proprietà del materiale cambiano e la lega metallica assume la denominazione di ghisa. Gli acciai sono leghe sempre plastiche a caldo, cioè fucinabili, a differenza delle ghise. In base al tasso di carbonio gli acciai si dividono in: extra dolci: carbonio compreso tra lo 0,05% e lo 0,15%; dolci: carbonio compreso tra lo 0,15% e lo 0,25% semidolci: carbonio compreso tra lo 0,25% e lo 0,40% semiduri: carbonio compreso tra lo 0,40% e lo 0,60% duri: carbonio compreso tra lo 0,60% e lo 0,70% extraduri: carbonio compreso tra lo 0,80% e lo 0,85%

17 Situata nello Stato omonimo, è la città più popolosa degli Stati Uniti, nonché uno dei centri economici e culturali più importanti del continente americano e del mondo intero. Sorge su un'area di circa 785 km² alla foce del fiume Hudson, sull'Oceano Atlantico. Situata sulla cosiddetta Baia di New York,in parte sulla terraferma e in parte su isole, è amministrativamente divisa in cinque distretti : Manhattan, Bronx, Queens, Brooklyn e Staten Island. Di essi, uno è sulla terraferma (il Bronx, situato a nord di Manhattan); tre si trovano su isole: Staten Island, di fronte al New Jersey; Queens e Brooklyn, rispettivamente nell'estremità nord- occidentale e sud-occidentale dell'isola di Long Island e uno, Manhattan, sull'appendice inferiore della penisola su cui si trova anche il Bronx, ma che da esso è separato dall'Harlem River, fiume- canale che collega l'Hudson all'East River. L'area metropolitana di New York si trova all'intersezione di tre Stati (New York, New Jersey e Connecticut). L'intero agglomerato urbano conta abitanti, mentre quello metropolitano è di abitanti, che la rendono la 3^ e la 6^ città più popolosa. NEW YORK

18

19 La statua della Libertà è un monumento simbolo di New York e degli interi Stati Uniti d'America. Svetta all'entrata del porto sul fiume Hudson al centro della baia di Manhattan, sulla rocciosa Liberty Island. Fu progettata dal francese Frédéric Auguste Bartholdi; è costituita da una struttura reticolare interna in acciaio rivestita da 300 fogli di rame sagomati e rivettati insieme, che poggia su un basamento granitico grigio-rosa di provenienza sarda e domina la baia di New York. Con i suoi 93 metri d'altezza essa risulta perfettamente visibile fino a 40 chilometri di distanza. Raffigura una donna che indossa una lunga toga e sorregge fieramente in una mano una fiaccola (simbolo del fuoco eterno della libertà), mentre nell'altra stringe un libro recante la data del giorno dell'Indipendenza americana (4 luglio 1776); ai piedi vi sono delle catene spezzate (simbolo della liberazione dal potere del sovrano dispotico) e in testa vi è una corona, le cui sette punte rappresentano i sette mari. LA STATUA DELLA LIBERTÀ

20 L’atomo è la parte più piccola di un elemento ed è composto da altre particelle più piccole: Elettroni: hanno massa trascurabile e hanno una carica negativa Protoni: hanno massa circa 2000 volte maggiore rispetto agli elettroni e hanno una carica positiva Neutroni: hanno una massa simile ai protoni e hanno una carica neutra L ’ ATOM O

21 La tavola periodica degli elementi è lo schema con il quale vengono ordinati gli elementi chimici sulla base del loro numero atomico Z e del numero di elettroni presenti nell'orbitale atomico più esterno. La tavola periodica degli elementi è stata ideata dal chimico russo Mendeleev nel 1869, inizialmente contava numerosi spazi vuoti, previsti per gli elementi che sarebbero stati scoperti in futuro, alcuni nella seconda metà del Novecento. LA TAVOLA PERIODICA DEGLI ELEMENTI

22 I gruppi (o famiglie) raggruppano gli elementi che si trovano sulla stessa colonna della tavola periodica. I gruppi sono indicati numericamente da 1 a 18 dalla colonna più a sinistra (i metalli alcalini) alla colonna più a destra (i gas nobili) e comprendono gli elementi che hanno la stessa configurazione elettronica esterna (cioè il modo in cui gli elettroni si dispongono attorno al nucleo). I periodi (o serie) raggruppano gli elementi che si trovano sulla stessa riga della tavola periodica. I periodi comprendono gli elementi che hanno lo stesso numero di orbitali atomici. …Da cosa è formata la Tavola Periodica deglio Elementi?

23 THE END


Scaricare ppt "Alessandria E.- Galeazzo N.- Tarditi D. Musica : LA BOH È ME DI PUCCINI Storia (la Belle Epoque ) Innovazioni Tecnologiche ( Acciaio ) Innovazioni Scientifiche."

Presentazioni simili


Annunci Google