La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DALLE LINEE GUIDA dell’AZIONE EDUCATIVO- DIDATTICA al POF 2013/2014.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DALLE LINEE GUIDA dell’AZIONE EDUCATIVO- DIDATTICA al POF 2013/2014."— Transcript della presentazione:

1 DALLE LINEE GUIDA dell’AZIONE EDUCATIVO- DIDATTICA al POF 2013/2014

2 MACROPROGETTAZIONE D’ISTITUTO PER IL POF 2013/2014 = CORNICE ENTRO CUI INSERIRE OGNI PROGETTO

3 NORMATIVA DI RIFERIMENTO LINEE DI INDIRIZZO MIUR 22/11/12: PARTECIPAZIONE DEI GENITORI E CORRESPONSABILITA' EDUCATIVA DM 27/12/12 CM N. 8 6/3/13 BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI NOTA PROT. 5084/U USR PIEMONTE 31/05/2013: PIANO PER L’INCLUSIVITÀ DPR 8/3/2013 REGOLAMENTO VALUTAZIONE SCUOLE D. M /11/2012 INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

4

5 COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA

6 PROGETTO: RECUPERO/APPROFONDIMENTO DI ITALIANO PER CLASSI PARALLELE (classi prime sede e succursali) PROGETTO: RECUPERO classi 2 e 3 CORSI G-H in coll. PROF.SSA GASTALDI ORE CURRICOLARI DI LETTERE (estensione progetto classi aperte) PROGETTO: LATINO CLASSI SECONDE SUCC. TOLLEGNO (extracurricolare) PROGETTO: LATINO CLASSI TERZE SUCC. VIA TOLLEGNO (extracurricolare) PROGETTO: LATINO CLASSI SECONDE SEDE (extracurricolare) PROGETTO: LINGUA LATINA CLASSI TERZE SEDE (extracurricolare) PROGETTO : ITALIANO L2 -ALFABETIZZAZIONE - SEDE CENTRALE- SUCC SCARLATTI PROGETTO DI SCRITTURA CREATIVA CON LA COLLABORAZIONE DELLA PROF.SSA LEGGER: CLASSE III B PROGETTO DI SCRITTURA CREATIVA CON LA COLLABORAZIONE DELLA PROF.SSA LEGGER: CLASSE II G PROGETTO : GIOCHI LOGICO-LINGUISTICI CON LA COLLABORAZIONE DELLA PROF.SSA LEGGER: CLASSE I B

7 COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE

8 PROGETTO: INSEGNAMENTO A CLASSI APERTE PER FASCE DI LIVELLO PROGETTO: RECUPERO/APPROFONDIMENTO INGLESE CLASSI TERZE (extracurricolare) PROGETTO: CERTIFICAZIONI EUROPEE (KEY FOR SCHOOL- DELF A2- FIT A2 - extracurricolare) PROGETTO:CORSO DI LINGUA RUMENA PER ALLIEVI DI ORIGINE RUMENA (extracurricolare)

9 COMPETENZA MATEMATICA E COMPETENZE DI BASE IN CAMPO SCIENTIFICO E TECNOLOGICO

10 PROGETTO: RECUPERO /APPROFONDIMENTO MATEMATICA CLASSI 2^ E 3^ SUCC. TOLLEGNO PROGETTO: RECUPERO /APPROFONDIMENTO MATEMATICA CLASSI 1 – sede e succursali PROGETTO:OLIMPIADI MATEMATICHE PROGETTO: PI GRECO DAY PROGETTO: APPROFONDIMENTO DI ALGEBRA SUCC. TOLLEGNO CLASSI TERZE (extracurricolare) PROGETTO RECUPERO E CONSOLIDAMENTO ITALIANO E MATEMATICA CLASSI SECONDE E TERZE – peer education (extracurricolare)

11 COMPETENZA DIGITALE PROGETTO: LABORATORIO DI INFORMATICA

12 IMPARARE AD IMPARARE

13 ATTENZIONE AI PROCESSI DI APPRENDIMENTO (come imparano i nostri alunni, non solo che cosa imparano) METODO DI STUDIO APPRENDIMENTO PER COMPETENZE ELABORAZIONE DI ESPERIENZE DI APPRENDIMENTO IN SITUAZIONI DI REALTÀ: utilizzazione strumentale e contestualizzata nelle progettazioni di classe dei Progetti d’Istituto (ogni corso potrebbe “adottare” un progetto ed elaborare un percorso di apprendimento finalizzato alla creazione di un “prodotto” da esibire in un evento: Giornata della Memoria, 25 aprile, piastrella per la legalità…)

14 COMPRESENZE CORSI B e M PROGETTO: Compresenza Lettere e Matematica – proff. Barbiere/Camboni 2M PROGETTO: Scienze e Geografia in I M – proff. Camboni/Sonnessa PROGETTO: Lettere e Matematica I B proff. Perletto/Bardi 2PROGETTI: Storia e Matematica II B ( 1 per q.) – proff.Bonino/Tofani PROGETTO: Lettere e Matematica classi terze – scienze della terra e geografia astronomica – proff. Perletto/Cabras – Tofani/Barbiere/Sonnessa

15 COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE RIFERIMENTI NORMATIVI Legge 169/2008 Regolamenti attuativi della Riforma della Scuola Secondaria di Secondo Grado (DPR 89/2009; 87/2010; 88/2010; 89/2010) Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione allegate al D. M. 254/2012.

16 Inoltre… Circolare ministeriale 86 del 2010 Cittadinanza e Costituzione si articola in 1.una dimensione specifica con propri contenuti che devono trovare un tempo dedicato per essere conosciuti e gradualmente approfonditi 2.e in una dimensione educativa che attraversa e interconnette l’intero processo di insegnamento/apprendimento.

17 1.DIMENSIONE SPECIFICA PROGETTO: CITTADINANZA E COSTITUZIONE Classi prime: I DIRITTI UMANI B.Classi seconde L’UNIONE EUROPEA B.Classi terze LA COSTITUZIONE

18 2. DIMENSIONE EDUCATIVA PROGETTO: Consiglio di Circoscrizione dei ragazzi e delle ragazze (Circ.6) PROGETTO: L’importante è partecipare (elezione dei rappresentanti di classe componente studenti) PROGETTO: Adotta un monumento RETE PROGETTO: Dietro le sbarre, oltre le sbarre PROGETTO: DIARI DI VIAGGIO - CIFA onlus - PROGETTO: LINGUA MADRE PROGETTO: ATTIVITA’ ALTERNATIVA ALL’IRC - EDUCARE ALLA CONVIVENZA CIVILE E AL SENTIMENTO - ? PROGETTO in rete con la scuola primaria Sabin e il Sermig, rivolto alle classi prime e terze Una piastrella per la legalità Giornata della Memoria, 25 aprile, commemorazione delle vittime di mafia

19 Educazione alla salute PROGETTO: Parliamo di noi asl to 2 PROGETTO: Programma di prevenzione dei disturbi del rachide nell’età della crescita, mediante la Back School - classi prime

20 Educazione alla sicurezza Partecipazione alla Rete territoriale sicurezza Progetto: Informativa alunni sicurezza (con test finale)

21 ATTIVITA’ SPORTIVE PROGETTO: CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO - GRUPPO SPORTIVO RUGBY- GRUPPO SPORTIVO BASEBALL/SOFTBALL- PARTECIPAZIONE AI G.S.S. RUGBY - BASEBALL/SOFTBALL – PARTECIPAZIONE AL CAMPIONATO FEMMINILE DI RUGBY PROGETTO: CORSO DI SCHERMA CLASSI SECONDE SEDE PROGETTO: CORSO DI NUOTO CLASSI PRIME/TERZE SEDE PROGETTO: RICONOSCIMENTO SCUOLA VIOTTI COME CLUB DELLA FIR PARTITA DI CALCIO TRA ALUNNI VIOTTI E VICTORIA IVEST

22 La dimensione educativa di CITTADINANZA E COSTITUZIONE intercetta tutte le attività che i ragazzi svolgono insieme e il loro stesso stare a scuola

23 SENSO DI INIZIATIVA E DI IMPRENDITORIALITÀ L’alunno è al centro del suo percorso di apprendimento e deve essere spronato a mettere in campo tutte le sue risorse Obiettivo: massima autonomia

24 CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALI

25 PROGETTO: SPAZIO MUSICA (concerti, partecipazione a concorsi, animazione musicale di eventi, spettacoli musicali e teatrali) PROGETTO: VIOTTI SAX Ensemble PROGETTO: VIOTTI GUITAR Ensemble PROGETTO: SEZIONE POTENZIAMENTO MUSICA 1^C PROGETTO: ASPETTANDO IL NATALE E SAGGIO MUSICALE DI FINE ANNO CLASSI 3^ A-D-L PROGETTO: CONCORSO SULLA PACE LIONS “IL NOSTRO MONDO, IL NOSTRO FUTURO” CLASSI 1^- 2^-3^ CORSO F SEDE E SUCC. SCARLATTI Esposizione e mostre di cartelloni, disegni e altri prodotti artistici

26 TUTTO QUESTO PER CHI? PER TUTTI L’elaborazione del Piano per l’inclusione può diventare l’occasione per la costruzione di

27 La novità principale SUPERAMENTO DELLA CLASSE INTESA COME GRUPPO STABILE DI ALUNNI PERCHÉ? Per rispondere alle esigenze di TUTTI gli alunni Per perseguire l’obiettivo del miglioramento degli esiti formativi Per non arrendersi di fronte alle difficoltà Per non lavorare da soli

28 IN QUALI MATERIE? Inglese, seconda lingua straniera, italiano, matematica PER QUALI CLASSI? Per alcune classi nelle lingue straniere Per le classi prime in italiano e matematica COME? Mediante una suddivisione degli allievi in gruppi MOBILI di recupero e potenziamento Con l’alternanza dei docenti sui vari gruppi di alunni Con la valorizzazione dei docenti di sostegno, chiamati ad operare anche sui gruppi di potenziamento Con progettazione, monitoraggio e verifica da parte dei docenti coinvolti

29 PROGETTI DI SUPPORTO ALLA DIDATTICA INCLUSIVA GRIDI MAMRE


Scaricare ppt "DALLE LINEE GUIDA dell’AZIONE EDUCATIVO- DIDATTICA al POF 2013/2014."

Presentazioni simili


Annunci Google