La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Qualità della vita in Italia. Vent'anni di studi attraverso l’indagine Multiscopo dell’ISTAT – Roma, 27-28 gennaio 2015 La crescente complessità dei tempi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Qualità della vita in Italia. Vent'anni di studi attraverso l’indagine Multiscopo dell’ISTAT – Roma, 27-28 gennaio 2015 La crescente complessità dei tempi."— Transcript della presentazione:

1 Qualità della vita in Italia. Vent'anni di studi attraverso l’indagine Multiscopo dell’ISTAT – Roma, gennaio 2015 La crescente complessità dei tempi di vita quotidiana. Una lettura dei dati delle indagini sull’Uso del tempo Mary Fraire, Elio Ascoli Marchetti, Maria Clelia Romano

2 Qualità della vita in Italia. Vent'anni di studi attraverso l’indagine Multiscopo dell’ISTAT – Roma, gennaio 2015 “Strategies and devices designed to help us “save time” are therefore commonplace and actually make it possible to achieve more with the same time resources. However, they may also accentuate our sensation of speed” (Boixadós, Anglès, et al., 2012). Lo stile di vita è definito non solo da quello che facciamo ma anche dalla velocità con cui lo facciamo! “The Network society or the information and knowledge society not only involves changes in technology, economy or education, but also in our behavioural patterns; in a word, in our lifestyles” (Boixadós, Anglès, et al., 2012) Una delle sfide che la società tecnologica ci pone è usare il tempo in maniera efficiente e produttiva (Hassan, 2010; Parkins & Craig, 2006).

3 Qualità della vita in Italia. Vent'anni di studi attraverso l’indagine Multiscopo dell’ISTAT – Roma, gennaio 2015 “Time management is important” “Successful men and women are known for managing their time effectively” “Begin to arrange a time efficient schedule for your life today” La percezione di un ritmo accelerato di vita è stato identificato come uno dei fattori che incidono negativamente sulla salute degli individui e sulla qualità della vita percepita (Friedman et al., 1996; Gleick, 1999; Roxburgh, 2004).

4 Qualità della vita in Italia. Vent'anni di studi attraverso l’indagine Multiscopo dell’ISTAT – Roma, gennaio 2015 “It is literally doing multiple things at once” “It is task switching; spending a certain amount of time doing one thing and then moving onto the next despite not finishing the first thing” (E.Hallowell) 1.E’ possibile usare i dati delle indagini TUS per misurare il RITMO della vita quotidiana? il MULTITASKING? 2. Cosa è cambiato negli ultimi decenni? 3. Quali strategie adottiamo per rispondere ad una società che cambia? 4. Quali relazioni tra indicatori di complessità e qualità della vita percepita?

5 Qualità della vita in Italia. Vent'anni di studi attraverso l’indagine Multiscopo dell’ISTAT – Roma, gennaio 2015 Cos’altro possono dirci le indagini TIME USE? Possono aiutarci a capire, oltre che il modo in cui riempiamo le nostre giornate, anche la complessità e il ritmo della vita quotidiana e i cambiamenti che hanno subito negli ultimi venti anni? N. medio di episodi giornalieri N. medio di episodi giornalieri con più di un’attività Grado di complessità, eterogeneità, multitasking, etc. etc. Cosa si fa? A che ora? Per quanto tempo? In quali giorni? In quali fasce orarie? Dove? Con chi? ……………. Durate medie generiche Durate medie specifiche Percentuale di persone che svolgono una determinata attività

6 Qualità della vita in Italia. Vent'anni di studi attraverso l’indagine Multiscopo dell’ISTAT – Roma, gennaio 2015

7 Cosa sono gli episodi? “Time interval where is no change in any of dimensions measured in the diary” (Rydenstam & Wadeskog, 1998) Episodio 1 (30 min)10:00-10:30cucinoascolto musicacasa Episodio 2 (10min)10:30-10:40cucino casa Episodio 3 (40 min)10:40-11:00cucinoguardo la tvcasa Episodio 4 (60 min)11:00-12:00Stiroguardo la tvcasa Due ore possono riempirsi di un n. di episodi variabile, compreso tra 1 (della durata di due ore) e un max di 12 episodi (ciascuno della durata di 10 min) Attività principale Attività contemp. Luogo n. interv. di 10 min AP+AC+Luogo

8 Qualità della vita in Italia. Vent'anni di studi attraverso l’indagine Multiscopo dell’ISTAT – Roma, gennaio 2015 Cosa è cambiato in venti anni? Il n. medio di episodi è cresciuto dai 20 del 1988 ai 25 del 2008 Il mosaico che si va a formare è di dimensioni date (24 ore) ……..ma AUMENTANO LE TESSERE CHE LO COMPONGONO L’incremento è generalizzato e trasversale alle principali variabili socio demografiche e al tipo di giorno

9 Qualità della vita in Italia. Vent'anni di studi attraverso l’indagine Multiscopo dell’ISTAT – Roma, gennaio 2015 …tuttavia possiamo individuare i soggetti per i quali l’intensità del fenomeno è maggiore

10 Qualità della vita in Italia. Vent'anni di studi attraverso l’indagine Multiscopo dell’ISTAT – Roma, gennaio 2015 …se facciamo un focus sulla popolazione occupata UominiDonne ,022,722,427,3 n. medio di episodi Occupati per sesso, numero di episodi del diario e anno di rilevazione 3,7 4,6 Uomini occupatiDonne occupate Donne casalinghe episodi2,11,30,5 0,40, episodi23,013,710,07,1 9,44, episodi43,528,233,417,6 34,214, episodi21,425,628,623,6 32,025, episodi7,317,516,518,9 14,922,2 31 e più episodi2,813,811,132,2 9,132,6

11 Qualità della vita in Italia. Vent'anni di studi attraverso l’indagine Multiscopo dell’ISTAT – Roma, gennaio 2015 Nei diari delle donne occupate in coppia con figli si contano 29,6 episodi, ben 6 in più di quelli che si ritrovano nei diari degli uomini in coppia con figli (23,4) Istat (2008), Conciliare lavoro e famiglia. Una sfida quotidiana, Argomenti, n. 33. Istat (2008), Time Use in Daily Life. A Multidisciplinary Approach to the Time Use's Analysis, Argomenti, n. 35.Time Use in Daily Life Strategia di conciliazione? N.medio episodi giornalieri degli occupati per sesso e ruolo in famiglia

12 Qualità della vita in Italia. Vent'anni di studi attraverso l’indagine Multiscopo dell’ISTAT – Roma, gennaio aumentano le attività svolte (si fanno più cose in un giorno): da 11,2 a 11,8 AP 2. aumenta la mobilità sul territorio e i luoghi frequentati (da 3,9 a 4,5) ….ma ovviamente entro certi limiti (il genere umano svolge determinate attività! e le 24 ore restano un vincolo!) ……….quindi oltre che maggiore frammentarietà anche maggiore eterogeneità nell’uso del tempo….. Perché aumentano gli episodi? (1)

13 Qualità della vita in Italia. Vent'anni di studi attraverso l’indagine Multiscopo dell’ISTAT – Roma, gennaio aumentano le attività congiunte Gli episodi in cui si fanno più attività contemporaneamente passano da 3,6 del 1988 a 5,4 del 2008 (M da 3,2 a 4,5 – F da 4,0 a 6,3) Nel 2008 trascorriamo 170 minuti al giorno facendo almeno due attività in contemporanea (Uomini occ. 148’ – Donne occ. 185’) Perché aumentano gli episodi? (2) N.medio di episodi della giornata degli occupati per ruolo in famiglia – Anno 2008

14 Qualità della vita in Italia. Vent'anni di studi attraverso l’indagine Multiscopo dell’ISTAT – Roma, gennaio 2015 E’ plausibile immaginarne la rilevazione nell’ambito di questo tipo di indagine? Contro: difficile rilevabilità, burden statistico…. Pro: maggiore capacità informativa!! Nessuna informazione sul multitasking delle ore di lavoro!

15 Qualità della vita in Italia. Vent'anni di studi attraverso l’indagine Multiscopo dell’ISTAT – Roma, gennaio 2015 Chi fa più cose (più episodi, più attività congiunte, etc.) avverte di più la mancanza di tempo, tuttavia….. …… non necessariamente ciò si traduce con una minore soddisfazione per la vita in generale Persone molto o abbastanza soddisfatte della vita in generale per sesso e n. di episodi giornalieri

16 Qualità della vita in Italia. Vent'anni di studi attraverso l’indagine Multiscopo dell’ISTAT – Roma, gennaio 2015 ……… o con una più frequente sensazione di stress. Persone che dichiarano di sentirsi stressate sempre o spesso per n. di episodi giornalieri e sesso

17 Qualità della vita in Italia. Vent'anni di studi attraverso l’indagine Multiscopo dell’ISTAT – Roma, gennaio 2015 Bisognerebbe anche capire quanta parte di questi cambiamenti sono dovuti a mutamenti strutturali della popolazione e quanta a reale mutamento degli stili di vita. L’ipotesi è che i principali mutamenti nella struttura della popolazione (in primis, invecchiamento della popolazione, incremento dell’istruzione, incremento dell’occupazione femminile) abbiano agito in senso contrario (la giornata degli anziani è meno ricca, quella degli occupati non accuratamente rilevata nelle indagini TUS), e che quindi di fatto i cambiamenti comportamentali reali siano sottostimati nella nostra analisi. Work in progress che necessita di ulteriori approfondimenti Qualche considerazione (1)

18 Qualità della vita in Italia. Vent'anni di studi attraverso l’indagine Multiscopo dell’ISTAT – Roma, gennaio 2015 Gli indicatori che abbiamo presentato possono darci una prima idea del ritmo della vita quotidiana e del grado di complessità che le caratterizza. E’ possibile individuare le tipologie di soggetti per le quali la quotidianità è più varia e dinamica. Così come i soggetti per i quali si sono registrati negli ultimi 20 anni mutamenti di maggiore rilievo. Anche l’analisi del multitasking nella sua doppia accezione presenta spunti di riflessione interessanti, non solo circa l’entità del fenomeno, ma anche circa le funzioni che assolve (strategia di conciliazione? di compensazione di attività obbligate?) Qualche considerazione (2) I dati TUS hanno un enorme potenziale informativo, possono aiutarci a conoscere la struttura, oltre che la composizione delle 24 ore

19 Qualità della vita in Italia. Vent'anni di studi attraverso l’indagine Multiscopo dell’ISTAT – Roma, gennaio 2015 GRAZIE PER L’ATTENZIONE!


Scaricare ppt "Qualità della vita in Italia. Vent'anni di studi attraverso l’indagine Multiscopo dell’ISTAT – Roma, 27-28 gennaio 2015 La crescente complessità dei tempi."

Presentazioni simili


Annunci Google