La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Guido Cavalcanti Voi che per li occhi mi passaste ‘l core.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Guido Cavalcanti Voi che per li occhi mi passaste ‘l core."— Transcript della presentazione:

1 Guido Cavalcanti Voi che per li occhi mi passaste ‘l core

2 e destaste la mente che dormia, guardate a l ’ angoscia vita mia, che sospirando la distrugge amore. E’ vèn tagliando di sì gran valore, che ‘ deboletti spiriti van via : riman figura sol en segnoria e voce alquanta, che parla dolore. Questa vertù d ’ amor che m ‘ ha disfatto da ‘ vostr ‘ occhi gentil ‘ presta si mosse : un dardo mi gittò dentro dal fianco. Sì giunse ritto ‘ l colpo al primo tratto, che l’anima tremando si riscosse Veggendo morto ‘ l cor nel lato manco.

3 Parafrasi 1-4 Voi che attraverso gli occhi mi trafiggeste il cuore e svegliaste la mente che dormiva, prestate attenzione alla mia vita angosciosa, che Amore distrugge in sospiri. 1-4 Voi che attraverso gli occhi mi trafiggeste il cuore e svegliaste la mente che dormiva, prestate attenzione alla mia vita angosciosa, che Amore distrugge in sospiri. 5-8 Egli avanza ferendo con così gran forza che le deboli funzioni vitali se ne vanno: in balìa rimangono solo l’aspetto esterno e poca voce, che parla dolore. 5-8 Egli avanza ferendo con così gran forza che le deboli funzioni vitali se ne vanno: in balìa rimangono solo l’aspetto esterno e poca voce, che parla dolore Questa forza d’amore che mi ha distrutto provenne rapida dai vostri occhi nobili mi lanciò una freccia nel fianco Questa forza d’amore che mi ha distrutto provenne rapida dai vostri occhi nobili mi lanciò una freccia nel fianco Il colpo giunse così centrato al primo lancio, che l’anima si svegliò vedendo il cuore morto nel fianco sinistro Il colpo giunse così centrato al primo lancio, che l’anima si svegliò vedendo il cuore morto nel fianco sinistro.

4 SPIEGAZIONE POESIA SPIEGAZIONE POESIA L’amore devasta la vita del autore: lo sguardo della donna attraversa i suoi occhi arrivando fino al cuore come la freccia di un potente guerriero. Come il cuore ferito a morte il poeta viene pervaso da sentimenti di angoscia e di tristezza: la sua anima ormai non può più trovare pace. L’amore devasta la vita del autore: lo sguardo della donna attraversa i suoi occhi arrivando fino al cuore come la freccia di un potente guerriero. Come il cuore ferito a morte il poeta viene pervaso da sentimenti di angoscia e di tristezza: la sua anima ormai non può più trovare pace.

5 Sonetto endecasillabo Voi che per li occhi mi passaste ‘ l core A e destaste la mente che dormia, B guardate a l ’ angoscia vita mia, B che sospirando la distrugge amore. A INCROCIATE QUARTINE INCROCIATE QUARTINE E’ vèn tagliando di sì gran valore, A che ‘ deboletti spiriti van via : B riman figura sol en segnoria B e voce alquanta, che parla dolore. A Questa vertù d ’ amor che m ‘ ha disfatto E da ‘ vostr ‘ occhi gentil ‘ presta si mosse : F un dardo mi gittò dentro dal fianco. G RIPETUTE TERZINE RIPETUTE TERZINE Sì giunse ritto ‘ l colpo al primo tratto, E che l’anima tremando si riscosse F Veggendo morto ‘ l cor nel lato manco. G

6 Voi che per li occhi mi passaste ‘ l core Giallo = sinalèfe e destaste la mente che dormia, verde = Sinèresi guardate a l ’ angoscia vita mia, Marrone = Piano che sospirando la distrugge amore. E’ vèn tagliando di sì gran valore, che ‘ deboletti spiriti van via : riman figura sol en segnoria e voce alquanta, che parla dolore. Questa vertù d ’ amor che m ‘ ha disfatto da ‘ vostr ‘ occhi gentil ‘ presta si mosse : un dardo mi gittò dentro dal fianco. Sì giunse ritto ‘ l colpo al primo tratto, che l’anima tremando si riscosse Veggendo morto ‘ l cor nel lato manco.

7 Figure retoriche ed Enjambement Voi che per li occhi mi passaste ‘ l core e destaste la mente che dormia, guardate a l ’ angoscia vita mia, che sospirando la distrugge amore. E’ vèn tagliando di sì gran valore, che ‘ deboletti spiriti van via : riman figura sol en segnoria e voce alquanta, che parla dolore. Questa vertù d ’ amor che m ‘ ha disfatto da ‘ vostr ‘ occhi gentil ‘ presta si mosse : un dardo mi gittò dentro dal fianco. Sì giunse ritto ‘ l colpo al primo tratto, che l’anima tremando si riscosse Veggendo morto ‘ l cor nel lato manco. Iperbole : esagera poiché lo sguardo non può Trapassare il cuore EnjambementEnjambementEnjambement Alliterazione : ripete la lettera “ r “ Enjambement


Scaricare ppt "Guido Cavalcanti Voi che per li occhi mi passaste ‘l core."

Presentazioni simili


Annunci Google