La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

17.01.2004Avvocato Fabrizio d'Agostini 1 NOTE INTRODUTTIVE GENERALI SULLA LEGISLAZIONE DEL LAVORO A cura dell’ Avv. Fabrizio d’Agostini.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "17.01.2004Avvocato Fabrizio d'Agostini 1 NOTE INTRODUTTIVE GENERALI SULLA LEGISLAZIONE DEL LAVORO A cura dell’ Avv. Fabrizio d’Agostini."— Transcript della presentazione:

1 Avvocato Fabrizio d'Agostini 1 NOTE INTRODUTTIVE GENERALI SULLA LEGISLAZIONE DEL LAVORO A cura dell’ Avv. Fabrizio d’Agostini

2 Avvocato Fabrizio d'Agostini 2 ARGOMENTI TRATTATI 1. Diritto del lavoro: nozioni e fonti 2. Tipologie del rapporto di lavoro: SUBORDINATO SUBORDINATO AUTONOMO AUTONOMO PARASUBORDINATO PARASUBORDINATO

3 DEFINIZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO E’ prestatore di lavoro subordinato chi si obbliga mediante retribuzione a collaborare nell’impresa, prestando il proprio lavoro intellettuale o manuale alle dipendenze e sotto la direzione dell’imprenditore È quella prestazione lavorativa svolta alle dipendenze del datore di lavoro che ha come corrispettivo una retribuzione Codice Civile Art. 2094

4 Avvocato Fabrizio d'Agostini 4 FONTI DEL DIRITTO DEL LAVORO Costituzione della Repubblica - rapporti economici - Artt. 35 – 47 In particolare : artt. 35,36,37 Art. 36 : Retribuzione; Codice Civile Artt – 2129 Tirocinio 2130 – 2134 Legislazionesociale Legislazione sociale Orarioriposoferie Orario – riposo – ferie Dlgs66/03 D. lgs. 66/03 Orario; riposo - ferie Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro Contratto Individuale Usi

5 Avvocato Fabrizio d'Agostini 5 ART. 36 della Costituzione Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa. La durata massima della giornata lavorativa è stabilita dalla legge. Il lavoratore ha diritto al riposo settimanale e a ferie annuali retribuite, e non può rinunciarvi.

6 Avvocato Fabrizio d'Agostini 6 FONTI DEL DIRITTO DEL LAVORO Costituzione della Repubblica - rapporti economici - Artt. 35 – 47 In particolare : artt. 35,36,37 Art. 36 : Retribuzione; Codice Civile Artt – 2129 Tirocinio 2130 – 2134 Legislazionesociale Legislazione sociale Orarioriposoferie Orario – riposo – ferie Dlgs66/03 D. lgs. 66/03 Orario; riposo - ferie Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro Contratto Individuale Usi

7 IL CONTRATTO COLLETTIVO è il contratto stipulato dai sindacati che rappresentano i datori di lavoro ed i lavoratori, per regolare i rapporti di lavoro di una data categoria professionale livelli del contratto nazionale aziendale locale regola gli aspetti generali efficacia corporativi post corporativi ex art. 39 Costituzione erga omnes limitata alle parti erga omnes regola in mejus gli aspetti particolari

8 Il contratto individuale di lavoro negozio giuridico con il quale un soggetto si obbliga a prestare la propria attività lavorativa in favore di un altro soggetto, in posizione di subordinazione, verso un corrispettivo contratto di scambio a titolo oneroso atto costitutivo del rapporto di lavoro efficacia limitata ai soggetti stipulanti trova limiti nel contratto collettivo nelle disposizioni di legge in assenza del contratto individuale, prevalgono gli usi, se più favorevoli al prestatore di lavoro contratto lavoratore datore di lavoro retribuzione art C.c. art C.c.

9 ELEMENTI DEL RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO subordinazione collaborazione con l’impresa tempo della prestazione personalità della prestazione onerosità continuità assoggettamento del lavoratore al potere organizzativo, direttivo e disciplinare del datore di lavoro inserimento organico del lavoratore nella struttura dell’impresa “l’imprenditore è il capo dell’impresa e da lui dipendono gerarchicamente i suoi collaboratori” il lavoratore è tenuto ad osservare un orario di lavoro il lavoratore è tenuto a svolgere personalmente l’attività lavorativa che gli è stata affidata rapporto con prestazioni corrispettive attività lavorativa permanenza del vincolo anche in caso di prestazioni discontinue riconducibili ad un unico rapporto retribuzione art C.c.

10 Elementi distintivi del lavoro subordinato Principali criteri di distinzione tra lavoro subordinato ed autonomo indicilavoro subordinatolavoro autonomo oggetto della prestazione attività lavorativaopera come "risultato" rischio della produzione a carico datore di lavoroa carico del lavoratore subordinazione presenteassente organizzazione del lavoro datore di lavoropropria orario di lavoro prestabilitonon previsto luogo di lavoro presso struttura aziendalepresso l'incaricato * presenza dipendenti nosi prestazione di lavoro a favore di una sola dittaa favore di più ditte compenso periodicoa compimento d'opera In ogni caso occorre fare riferimento al concreto atteggiarsi del rapporto dal momento del suo installarsi a quello del successivo svolgimento non rilevando il mero ricorso al “nomen iuris”. * Elemento, comunque, non decisivo.

11 Tipologie di lavoro : elementi distintivi tra professionista e collaboratore esercita per professione abituale, ancorché non esclusiva, senza vincoli di subordinazione, attività diverse da quelle rientranti nell’esercizio di attività agricole e commerciali. L’attività professionale è regolamentata dalla legge con iscrizione in appositi albi o elenchi rende prestazioni di servizio con caratteristiche di collaborazione coordinata e continuativa o a progetto se resa in forma abituale se resa in forma non abituale e in assenza, per espressa volontà delle parti, del vincolo della subordinazione pur in presenza della continuità della prestazione e delle direttive programmatiche del committente attività autonoma attività parasubordinata professionista collaboratore

12 Il rapporto di lavoro occasionale* il rapporto di lavoro occasionale deve essere connesso, per definizione, a situazione di contingenza circostanza particolare accidentale casuale Tipologie di lavoro dipendente - autonomo : particolarità * N.B. Circa il concetto di occasionalità di lavoro autonomo e di lavoro subordinato, disciplinato dalla nuova normativa in materia di lavoro, si rinvia alla circolare n. 1/04 del Ministero del Lavoro e all’articolo a commento pubblicato sulla E-dispensa MAP del

13 Avvocato Fabrizio d'Agostini 13


Scaricare ppt "17.01.2004Avvocato Fabrizio d'Agostini 1 NOTE INTRODUTTIVE GENERALI SULLA LEGISLAZIONE DEL LAVORO A cura dell’ Avv. Fabrizio d’Agostini."

Presentazioni simili


Annunci Google