La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Esercitazione: dimensionamento di una LAN Concetti di base del Networking Ing. A. Stile – Ing. L. Marchesano – 1/10.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Esercitazione: dimensionamento di una LAN Concetti di base del Networking Ing. A. Stile – Ing. L. Marchesano – 1/10."— Transcript della presentazione:

1 Esercitazione: dimensionamento di una LAN Concetti di base del Networking Ing. A. Stile – Ing. L. Marchesano – 1/10

2 Ad un’organizazione è stato assegnato il seguente indirizzo di rete: x/24 (questa notazione indica che i primi 24 bit della subnet mask sono tutti uguali ad 1) L’organizazione è strutturata in 3 divisioni (Commerciale, Amministrazione, Produzione) e si vuole assegnare ad ognuna di queste una propria sottorete. Determinare gli indirizzi IP di ciascuna sottorete, selezionandoli tra tutti quelli disponibili. 2/10

3 Essendo la subnet mask assegnata, è opportuno rapresentarla in formato binario, ovvero: Osservando la subnet mask, ci si rende subito conto che è possibile utilizzare solo gli ultimi 8 bit dell’indirizzo assegnato. Cerchiamo di capire quanti di questi 8 bit bisogna utilizzare per identificare ciascuna delle tre sottoreti Il numero di bit necessari è dato dal primo intero non inferiore al log 2 (numero di sottoreti) 3/

4 Nel nostro caso bisogna trovare il primo intero non inferiore al log 2 3, che è pari a 2. Quindi per identificare ciascuna sottorete, andremo ad utilizzare i primi 2 bit degli otto disponibili, ovvero i bit 25 e 26 dell’indirizzo assegnato. Questi 2 bit ci permettono di ottenere 4 combinazioni che potrebbero essere allocate nel seguente modo: 00Commerciale 01Amministrazione 10Produzione 11… 4/10

5 A questo punto è possibile calcolare: Indirizzi di rete: | Commerciale (0 + 0) = | Amministrazione (64 + 0) = | Produzione ( ) = 128 5/10

6 È possibile, inoltre, calcolare: Indirizzi di broadcast: | Commerciale (0 + 63) = | Amministrazione ( ) = | Produzione ( ) = 191 6/10

7 Delle tre sottoreti così ottenute, andiamo a dimensionare, ad esempio, quella relativa all’Amministrazione Con 6 bit disponibili, è possibile gestire 2 6 =64 indirizzi IP. In realtà, questi indirizzi non sono tutti utilizzabili perché l’indirizzo di rete e l’indirizzo di broadcast di tale sottorete sono già allocati 7/10

8 Detto ciò, gli indirizzi disponibili hanno gli ultimi 6 bit che vanno da a Pertanto, gli indirizzi andranno da: | (64 + 1) = 65 a | ( ) = 126 8/10 Per le altre sottoreti da dimensionare, si effettua un discorso analogo

9 Osservazione ! La rete di partenza, contraddistinta dall’indirizzo x, avendo gli ultimi 8 bit liberi, dispone di 2 8 =256 indirizzi totali. In realtà, considerando che per ogni rete bisogna riservare sempre due indirizzi, di 256 indirizzi ne sono disponibili solo 256-2= 254 Ognuna delle 3 sottoreti create disporrà di 64 indirizzi totali, che in realtà diventano 64-2=62. È facile constatare che gli indirizzi disponibili sono in tutto: 3 * 62 = 186 È evidente che la creazione di sottoreti comporta una diminuzione degli indirizzi IP disponibili Nel caso in questione, si sono sprecati 254 – 186 = 68 indirizzi IP. 9/10

10 The end… Qualche domanda??? 10/10


Scaricare ppt "Esercitazione: dimensionamento di una LAN Concetti di base del Networking Ing. A. Stile – Ing. L. Marchesano – 1/10."

Presentazioni simili


Annunci Google