La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CUP CUMULATIVO E RAPPORTI CON ALTRI SISTEMI INFORMATICI Ministero dell’Economia e delle Finanze Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e Coesione Segreteria.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CUP CUMULATIVO E RAPPORTI CON ALTRI SISTEMI INFORMATICI Ministero dell’Economia e delle Finanze Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e Coesione Segreteria."— Transcript della presentazione:

1 CUP CUMULATIVO E RAPPORTI CON ALTRI SISTEMI INFORMATICI Ministero dell’Economia e delle Finanze Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e Coesione Segreteria CIPE

2 CUP CUMULATIVO Nella riunione CIPE del 29 settembre 2004, è stato deliberato di istituire il “CUP cumulativo”, di seguito descritto. In effetti, nel processo di confronto e collaborazione con il sistema delle autonomie locali, sono emerse richieste di integrazioni della delibera CIPE 143/2002, finalizzate essenzialmente alla semplificazione amministrativa. Anche la struttura di supporto CUP ha ricevuto richieste e suggerimenti dello stesso tenore

3 In particolare, fra le richieste che sono risultate molto frequenti e condivisibili, una riguarda la possibilità di dare un unico codice a più interventi caratterizzati da: - ridotta dimensione (in delibera si è fissato il limite, per ciascuno degli interventi, di €), - appartenenza ad un unico complesso d’interventi, definito con specifico atto amministrativo, - il costo complessivo dei progetti, compresi nel suddetto singolo atto amministrativo, non deve superare un certo importo (stabilitop in delibera in 1 milione di €), - riguardare un unico settore economico beneficiario. Questa delibera consente di richiedere in questi casi non tanti codici quanti sono gli interventi, ma un unico CUP: “CUP cumulativo”.

4 Esempio: Aiuti La regione … stanzia euro, tramite DGR n. xx/2002, ai sensi della L.R. n. yy/1999: NUOVE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI INTERVENTO REGIONALE PER L’AMPLIAMENTO, COMPLETAMENTO E SISTEMAZIONE DI EDIFICI SCOLASTICI PER LE SCUOLE MATERNE, ELEMENTARI E MEDIE. Al termine dell’istruttoria, sono ammesse a contributo 36 domande per un totale di finanziamento regionale pari a 661,377 euro.

5 Prima della delibera 24/2004, per ognuna delle iniziative agevolate è stato richiesto un CUP: H82G DGR. N. 2306/2002, L.R. 59/99, scuola materna Maria Ausiliatrice; ESERCIZIO ,29326,207 C47B Dgr. n. 2306/2002, L.R. n. 59/1999: scuole materna ed elementare Albanello e media De Amicis; esercizio ,435 16,495 C77B Dgr. n. 2306/2002, L.R. n. 59/1999: scuola materna Maria Immacolata; esercizio ,0679,342 ……….…………..……………………………………………………….. Totale finanziamenti pubblici661,377 H77B Dgr. n. 2306/2002, L.R. n. 59/1999: scuola materna SS Redentore; esercizio ,55918,415

6

7 Ricorso al CUP Cumulativo: 1.ridotta dimensione (ciascuno degli interventi dovrebbe essere inferiore ai €) 2.appartenenza ad un unico complesso d’interventi, definito con specifico atto amministrativo 3.il costo complessivo dei progetti, compresi nel suddetto singolo atto amministrativo, non dovrebbe superare il milione di €. Ognuno degli interventi ha finanziamento < € DGR. N. 2306/2002 Totale finanziamento pubblico: 661,377 L – Pubblica Amministrazione e Difesa; Assicurazione sociale obbligatoria 751 – Amministrazione Pubblica ; Politica Economica e Sociale L – Pubblica Amministrazione e Difesa; Assicurazione sociale obbligatoria 75 – Pubblica Amministrazione e Difesa; Assicurazione sociale obbligatoria riguardare un unico settore economico beneficiario. 4.

8 CUP Cumulativo: Se, ad esempio, solo due interventi superano la soglia di finanziamento di €: 1.é possibile richiedere un CUP cumulativo per tutti gli interventi che rispettano tutte le condizioni, 2.é necessario per le due iniziative - che non rispettano la prima condizione - richiedere un proprio CUP

9 COLLABORAZIONE CON ALTRI SISTEMI INFORMATICI Si sta da tempo lavorando con altri sistemi informatici al fine di semplificare per quanto possibile l’attività amministrativa. L’obiettivo è di strutturare il rapporto fra i vari sistemi in modo da consentire all’utente di inserire i dati relativi al progetto una sola volta: provvederanno poi i sistemi a scambiarsi i dati nei modi necessari.

10 Ad esempio, con l’Osservatorio Centrale dei Lavori Pubblici si sta lavorando per semplificare l’attività delle stazioni appaltanti, consentendo di immettere i dati progettuali nel sistema / nei sistemi una sola volta: sono poi i sistemi che, come accennato, si scambiano i dati di reciproco interesse.

11 Al momento, si sta procedendo, fra l’altro, allo studio dell’unificazione dei sistemi di classificazione presenti nei due ambienti. Sono stati individuati inoltre tre problemi – e sono all’esame alcune possibili soluzioni : - come comportarsi per i progetti relativi a manutenzioni ordinarie (per i quali è obbligatorio il CUI, ma non è obbligatorio il CUP), - come comportarsi per progetti che generano più appalti (quindi ad un CUP corrispondono più CUI), o per appalti che si riferiscono a più progetti (e quindi ad un CUI corrispondono più CUP), - come comportarsi per gli interventi di finanza di progetto “pura”, cioè senza intervento finanziario pubblico, diretto o indiretto (quindi con CUP non obbligatorio e con CUI obbligatorio).

12 Sono in corso anche incontri con altri sistemi, quali: l’Osservatorio della Sanità, il sistema degli Accordi di programma quadro, il sistema del Ministero delle attività produttive per gli incentivi ex lege 488/92 e la programmazione negoziata, il Monit.


Scaricare ppt "CUP CUMULATIVO E RAPPORTI CON ALTRI SISTEMI INFORMATICI Ministero dell’Economia e delle Finanze Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e Coesione Segreteria."

Presentazioni simili


Annunci Google