La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Attività di Domotizzazione Residenza Universitaria «A. Caponnetto» Polo Scienze Sociali Università di Firenze Via Miele, 3.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Attività di Domotizzazione Residenza Universitaria «A. Caponnetto» Polo Scienze Sociali Università di Firenze Via Miele, 3."— Transcript della presentazione:

1 Attività di Domotizzazione Residenza Universitaria «A. Caponnetto» Polo Scienze Sociali Università di Firenze Via Miele, 3

2 Contatti Sig.ra Maria Gabriella GIORGI Università di Siena Dott. Giuseppe CIOFFI DSU Toscana - Coordinatore Servizio Residenze Sig.ra Daria GRAZIANI DSU Toscana - Servizio Residenze Sig.ra Barbara INNOCENTI DSU Toscana - Servizio Tecnico

3 Contatti Dott. Riccardo Locatelli Sena Facility Management Dott. Frullanti (Siena)

4 Budget Disponibile Il budget e tutte le attività amministrative sono in carico all’università di Siena 2013: € 2014: ?? (da verificare) Procedura: Lettera di Intenti alla ditta GLOBAL che si occupa della manutenzione all’interno delle residenze universitarie

5 Appartamento 204 Appartamento posto al 2° piano della residenza composto da: Ingresso Corridoio con cucina integrata 1 camera per studenti disabili 2 camere «normo-attrezzate» 1 bagno per studenti disabili 1 bagno «normo-attrezzato»

6 Accesso all’appartamento Per accedere all’appartamento si compie il seguente percorso Portineria della Residenza Porta automatica con badge (o apertura dal banco portineria) Ascensore Percorso di circa 20m lungo i ballatoi, solo parzialmente riparati, del 2° piano

7 SITUAZIONE ATTUALE

8 CAMERA CUCINA BAGNO Pianta dell’appartamento Ingresso

9 Ingresso nell’appartamento Per i residenti: ingresso tramite badge Per gli ospiti: campanello con avvisatore acustico e luminoso posto nel corridoio/cucina Il campanello ha solo l’avvisatore acustico e non c’è citofono. Inoltre il campanello è posto dietro la porta, in posizione scomoda. Potrebbe essere utile l’inserimento di un sistema di apertura automatica della porta.

10 Ingresso nell’appartamento

11 Porta badge In teoria il funzionamento è il seguente: Inserendo il badge nel corridoio (foto slide precedente) si possono controllare le luci delle sole parti comuni dell’appartamento (corridoio, cucina) Inserendo il badge nelle camere si possono controllare le luci dell’intero appartamento

12 Camera Arredamento: Letto Armadio basso Libreria alta Scrivania con barra poggia piedi Impianti: Porta badge 1 punto luce comandato (plafoniera su parete sopra letto) 1 presa telefonica (non attiva) Motorizzazione tapparella Condizionatore/pompa di calore con termostato a muro Rilevatore di fumo

13 Camera

14 Bagno Arredamento: Lavabo con bordo sagomato anatomico WC alto con doppio comando dell’acqua (su cassa acqua e a muro) Doccia Specchio Maniglione (regolabile) per il WC Maniglioni a muro Scaffale alto accanto allo specchio Impianti: 1 punto luce comandato centrali (2 faretti a soffitto) 1 punto luce comandato allo specchio Termosifone non controllabile Cordicella per allarme in doccia

15 Bagno

16 Cucina Arredamento: Piano di lavoro (lungh. 2 m) con 1 lavabo (vasca + piattaia) e 2 fornelli elettrici Moduli bassi con frigorifero e cassettiera a 3 cassetti Moduli alti con dispensa (un’anta) e piattaia (2 ante) Tavolo piccolo con 2 sedie Bidoni per il riciclo Veneziana alla finestra Impianti: Termosifone non controllabile Rilevatore di fumo Presa telefonica

17 Cucina

18 Possibile soluzione Cassettiera Tavolo Termosifone Forno Frigo

19 Corridoio Impianti Luce di emergenza Luce rossa del campanello

20 Dispositivi di comunicazione 2 prese telefoniche (funzionante in cucina e disattivata in camera) Accesso alla rete WiFi di Unifi

21 VALUTAZIONE E SUGGERIMENTI

22 Premessa Si applicano i principi dell’Universal Design Si prendono in considerazione le categorie di disabilità motorie e sensoriali.

23 Acceso all’alloggio L’alloggio è posto al 2° piano di un edificio di recente costruzione (terminato nel 2005) ma con evidenti segni di usura. L’accesso all’alloggio non presenta particolari difficoltà. I vani di passaggio, pur esposti all’esterno, sono abbastanza riparati ed ampi. L’ingresso dei residenti nell’appartamento avviene tramite badge. L’ingresso degli ospiti tramite l’uso del campanello che ha un feedback sonoro e visivo (nel corridoio/cucina) ma è sprovvisto di citofono. Sarebbe opportuno replicarne il feedback visivo anche all’interno della camera. Se possibile, inserire un videocitofono con riproduzione video accanto alla porta di ingresso (eventualmente anche in camera). L’ideale sarebbe l’uso di un impianto di videocitofonia-IP.

24 Camera La camera è abbastanza ampia ed è munita di impianti di controllo ambientale tramite badge (luce e riscaldamento). Le tapparelle sono motorizzate. Si consiglia di sostituire l’arredamento con uno più adatto: libreria bassa, appendiabito, scrivania ergonomica. E’ necessario attivare la presa telefonica a muro. E’ necessario inserire la luce di segnalazione del campanello. E’ necessario inserire un pulsante di allarme. Le prese sotto la scrivania ed accanto alla porta vanno alzate e poste a circa 1m di altezza dal pavimento.

25 Bagno Il bagno è ampio (dim. 1,70x2,20) e ben organizzato. Manca il sedile ribaltabile nella doccia. Non è presente bidet o doccetta flessibile accanto al WC. Gli appendiabiti andrebbero abbassati. La mensola posta sopra il termosifone andrebbe abbassata. E’ consigliabile inserire un rilevatore di allagamento per eventuali perdite di acqua.

26 Bagno

27 Cucina - 1 L’arredamento della cucina andrebbe interamente sostituito, con le seguenti caratteristiche: Abbassamento del piano di lavoro (80 cm ca.) Pensili con ripiani abbassabili Centralizzazione del lavabo (o inversione della posizione della vasca) Piano cottura parallelo al piano di lavoro (meglio a induzione) Cappa con comandi sul piano di lavoro Spostamento a lato dei fornelli Tavolo più ampio e alto 80 cm

28 Cucina - 1

29 Cucina - 2 La veneziana alla finestra, solo parzialmente funzionante, deve essere riparata. E’ consigliabile inserire un rilevatore di allagamento per eventuali perdite di acqua. Le prese di corrente e quella telefonica tra il piano di lavoro ed il termosifone vanno alzate e poste ad 1 m di altezza dal pavimento

30 Interruttori Tutti gli interruttori/attuatori (campanello, luci, tapparella della camera) delle zone dell’appartamento destinate agli studenti disabili andrebbero sostituiti con dispositivi a sfioramento per facilitarne l’uso in caso di difficoltà agli arti superiori.

31 Dotazioni di sicurezza Nell’alloggio sono presenti 2 rilevatori di fumo (in camera ed in cucina), una cordicella per allarme in bagno, una luce di emergenza in corridoio. Sarebbe opportuno: Inserire un pulsante di allarme in camera Sostituire l’attuale luce di emergenza con un dispositivo che consenta di prelevare una torcia portatile Attivare la presa telefonica in camera

32 Fonti di riferimento In generale architettoniche-e-disabilita/18727-barrarch09-spazi-interni Bagni regole-essenziali-e-riflessioni one.pdf?phpMyAdmin=P5C8Axj5Pvy67fZrS6VipyKKvK2


Scaricare ppt "Attività di Domotizzazione Residenza Universitaria «A. Caponnetto» Polo Scienze Sociali Università di Firenze Via Miele, 3."

Presentazioni simili


Annunci Google