La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Filosofia analitica del linguaggio: mod. ontologia esistenza e identità Francesco Orilia A.A. 2009-2010 I Semestre.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Filosofia analitica del linguaggio: mod. ontologia esistenza e identità Francesco Orilia A.A. 2009-2010 I Semestre."— Transcript della presentazione:

1 Filosofia analitica del linguaggio: mod. ontologia esistenza e identità Francesco Orilia A.A I Semestre

2 Lez. 16 9/11/09

3 Tesi difese da Meinong LA. Libertà d'assunzione: ad ogni insieme di proprietà corrisponde un oggetto che ha esclusivamente quelle proprietà LA garantisce il darsi di tutti gli oggetti verso i quali le nostre attività psichiche possono in linea di principio dirigersi Da LA segue che: ci sono oggetti incompleti ci sono oggetti impossibili ci sono oggetti contraddittori Inoltre LA, insieme a certi presupposti semantici sul funzionamento dei termini singolari genera: Tutti gli enunciati singolari analitici (come "il quadrato rotondo è rotondo") sono necessariamente veri

4

5 Le critiche di Russell a Meinong 1) violazione del principio di non contraddizione. – (a) il quadrato rotondo è rotondo – (b) il quadrato rotondo è quadrato – (c) 'quadrato' implica non-rotondo – (b) implica (d) il quadrato rotondo è non-rotondo – (d) implica (e) non è vero che il QR è rotondo 2) Problemi con la nozione di esistenza – (a) il quadrato rotondo esistente è esistente (enunciato analitico). MA: – (b) il quadrato rotondo esistente non esiste – (b) implica (c) non è vero che il QRE è esistente

6 Critica implicita Non solo Meinong viola il principio di non contraddizione, ma anche quello del terzo escluso Infatti, se x è un oggetto incompleto, secondo M., dobbiamo ammettere, per qualche proprietà P, che x è P nonché x è non-P Ma x è non-P implica non è vero che x è P

7 NB NC: non è vero che: x è P & non è vero che x è P TE: x è P oppure non è vero che x è P Abbiamo bisogno di un "ponte logico" che ci porti da 'x è non-P' (attribuzione della proprietà negativa non-P) a 'non è vero che x è P' (negazione dell'attribuzione della proprietà P)

8 Lez /11/09

9 La risposta di Meinong (1) La legge logica di non-contraddizione non vale per gli oggetti inesistenti (2) Bisogna distinguere tra 'esiste' ed 'è esistente' La tesi (1) necessita di una logica alternativa, "paraconsistente", a quella classica => Routley, Priest La tesi (2) ha bisogna di una distinzione tra tipi di predicazione (interna ed esterna, Castañeda) oppure di proprietà (nucleari ed extra-nucleari, Parsons)

10 Lez /11/09

11 DOMANDE PER L'ESAME Richieste di chiarimenti: Domanda 2: in cosa consiste il "paradosso" di Frege. Spiegare meglio in che modo viene fuori una (apparente) contraddizione Domanda 6: gerarchia dei sensi Domanda 4: esistenza secondo Meinong

12 Critiche alla conduzione del corso Critica: Ci voleva maggiore preavviso per il primo test Risposta: Era scritto nel programma che ci sarebbe stato un esame (facoltativo) "intermedio". Quindi direi che il preavviso c'era fin dall'inizio. Ad ogni modo, per chi proprio non se la sente possiamo metterci d'accordo su un'altra data. Inoltre per il futuro fisserò la data fin dall'inizio. Critica: usare il libro di testo a lezione Invito: se lo dimentico, chiedetemi in classe dove si parla nei libri di testo degli argomenti trattati in classe Critica: più chiarezza meno velocità/diapositive non comprensibili/non avevo la giusta preparazione e quindi gli argomenti trattati sono risultati incomprensibili Invito: bloccatemi quando opportuno e fate più domande (Auto-)critica: spesso non capisco niente ma è pur vero il "nostro non chiedere Invito: IDEM !!!!! Critica: Più esempi Invito: idem

13 Critiche alla conduzione del corso (cont.) Critica: alla risposta di chiarimenti il docente ripete l'argomento in modo uguale Invito: se capita, chiedere di spiegare con parole diverse, con esempi diversi, ecc. Critica: il corso è troppo distante dalle materie che si studiano negli altri corsi/argomenti troppo "pesanti" Invito: Sforzarsi di vedere questo come l'opportunità per un arricchimento e invitare il docente a tentare connessioni con argomenti trattati in altri corsi. Critica: a volte poco filosofico e troppo "linguistico" Invito: per quanto sia opportuno per chi fa filosofia spaziare su altre discipline (inclusa la linguistica), fare domande sulle connessioni con la filosofia, quando vi sembrano assenti Critica: perché non studiare altri tipi di linguaggio? Risposta/invito: è necessario SELEZIONARE avendo a disposizione 30 ore di lezione. MA: Fate richieste di approfondimento in classe. Critica: Leggere passi significativi dalle fonti Invito: Ottima idea, ma fatemelo notare se mi dimentico

14 Critiche alla conduzione del corso (cont.) (Super-)critica: non c'è alcun aspetto positivo nel corso, probabilmente perché la mente del docente Orilia non è parte di questo mondo, molto difficile seguire le lezioni senza avere una mente logica Risposta/invito: quando non si comunica per niente di solito ci sono responsabilità da entrambe le parti. Non partire dal presupposto di "non avere una mente logica" (come è possibile?), fare domande, partecipare (anche per aiutare la mente del docente a rientrare nel mondo!)


Scaricare ppt "Filosofia analitica del linguaggio: mod. ontologia esistenza e identità Francesco Orilia A.A. 2009-2010 I Semestre."

Presentazioni simili


Annunci Google