La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Antonio Messeni Petruzzelli DMMM,Politecnico di Bari, Italia Gestione dell’Innovazione I Meccanismi di Protezione dell’Innovazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Antonio Messeni Petruzzelli DMMM,Politecnico di Bari, Italia Gestione dell’Innovazione I Meccanismi di Protezione dell’Innovazione."— Transcript della presentazione:

1 Antonio Messeni Petruzzelli DMMM,Politecnico di Bari, Italia Gestione dell’Innovazione I Meccanismi di Protezione dell’Innovazione

2 Innovare  Alterare l’ordine delle cose stabilite per fare cose nuove  Introdurre sistemi e criteri nuovi, o anche, un singolo fatto imposto nell’ambito di un rinnovamento radicale di una prassi

3 Perché Innovare L’innovazione è diventato il fattore determinante del successo competitivo, fondamentale per mantenere e acquisire posizioni di leadership nel mercato

4 Innovazione & Impresa  Creare valore per i consumatori attraverso strategie basate sull’innovazione di prodotto/processo  Appropriarsi del valore generato dall’innovazione, generando così redditività

5 Appropriabilità 1/2 La capacità dell’impresa di acquisire e trattenere per sé le rendite generate dai processi innovativi

6 Appropriabilità 2/2  Grado di imitabilità: facilità e rapidità con cui le imprese concorrenti riescono ad imitare l’innovazione  Efficacia dei meccanismi di protezione adottati

7 Imitabilità  Conoscenza tacita: difficilmente codificabile in documenti e formule  Conoscenza socialmente complessa: generata dai complessi processi di interazione che si stabiliscono fra individui

8 Regimi di Appropriabilità Imitabilità Facile Difficile Efficacia dei meccanismi di protezione BassaAlta DEBOLEMODERATO FORTE

9 Regimi di Appropriabilità - 1 Imitabilità Facile Difficile Efficacia dei meccanismi di protezione BassaAlta FORTE

10 Sistemi Proprietari Sono basati sul possesso esclusivo della tecnologia da parte dell’impresa e su una strategia di protezione attuata mediante meccanismi di protezione

11 Vantaggi della Protezione  Rendite monopolistiche  Protegge la proprietà intellettuale dai concorrenti  Attrae finanziatori, partner strategici e clienti  Riduce i rischi dell’innovazione  Aumenta l’efficacia del brand  Garantisce il controllo architetturale

12  Windows è il sistema dominante nel mercato dei personal computer  Funge da interfaccia tra hardware e software  Ciò garantisce a Microsoft il controllo architetturale sul percorso evolutivo dei pc Il Caso Microsoft

13  Brevetti: proteggono le invenzioni  Marchi: proteggono parole o simboli  Copyright: protegge il diritto d’autore Meccanismi di Protezione

14 I Brevetti È un titolo di proprietà (intellettuale) a tutela dell’inventore che concede a chi l’ha ottenuto il diritto esclusivo di realizzare l’invenzione e disporne secondo le norme vigenti

15 Esempi

16 I Brevetti e l’Italia  Invenzioni industriali: nuovi metodi o processi di lavorazione relativi ad una macchina, un prodotto, o un risultato della ricerca con un’applicazione industriale  Modelli di utilità: invenzioni che conferiscono ad una macchina, strumento, una particolare efficacia e comodità di impiego  Modelli e disegni: invenzioni con particolari forme o combinazioni di linee e colori  Nuove varietà vegetali: invenzione o scoperta di una varietà vegetale nuova e diversa da quelle conosciute Codice della Proprietà Intelletuale (settembre 2004)

17 Organizzazioni  Ufficio Brevetti e Marchi (Italia)  European Patent Office (EPO)  U.S. Patent & Trademark Office (USPTO)  Japanese Patent Office (JPO)  World Intellectual Property Organization (WIPO)

18 Il Processo di Brevettazione  Verifica della novità e originalità della domanda di brevetto (3-6 mesi)  Pubblicazione della domanda di brevetto e del rapporto di ricerca (18 mesi)  Concessione del brevetto (3-4 anni)

19 Costi & Tempi  Un brevetto dura mediamente 20 anni  Prevede un costo medio complessivo di registrazione presso l’EPO e presso dieci paesi europei di 31mila €

20 IndustryEFF 1 PDI 2 Drugs Plastic products Medical Instruments Semiconductors Petroleum refining Aircraft and parts Computers Effectiveness of patents to prevent duplication (1 to 7 scale, mean response) 2 Percentage of product innovations for which patents considered effective in protecting competitive advantage, mean response Efficacia dei Brevetti

21 Un Brevetto EPO

22 Brevetti e Valore dell’Innovazione Fonte: Giuri et al. (2007, p. 1121)

23 I Marchi Un marchio commerciale (trademark) è costituito da una parola, una frase, un simbolo, un disegno o un qualsiasi elemento distintivo della provenienza di un bene

24 Il Copyright È una forma di protezione applicabile alle opere soggette a diritto d’autore. La protezione è automaticamente garantita nel momento in cui un’opera nuova ed originale viene creata, scritta o incisa

25 Informazioni di proprietà esclusiva di un’impresa, ignote al suo esterno  Genera un vantaggio distintivo per l’impresa  Conserva il suo valore rimanendo confidenziale Segreto Industriale

26 Italia: un paese che non tutela Fonte: Intellectual Property European Innovation Scoreboard-2008 (EC)

27 Perché?  Poca attenzione delle politiche pubbliche (EU vs Italia 0.56) e private (EU vs. Italia 0.55) verso la R&S  Costo del brevetto  Scarsa valutazione del brevetto come asset strategico  Difficile protezione legale

28 I Brevetti in Puglia: Quanto Fonte: Elaborazione ARTI su dati EP-CESPRI ( ) 0,8% 1,6%

29 I Brevetti in Puglia: Dove Fonte: Elaborazione ARTI su dati EP-CESPRI ( )

30 I Brevetti in Puglia: Chi Fonte: Elaborazione ARTI su dati EP-CESPRI ( )

31 Il Caso Geox “Non è sufficiente creare per avere successo. Bisogna investire in innovazione e tutelare le idee. In Italia c’è grande creatività, ma manca la capacità di gestirla” Mario Moretti Polegato CEO, Geox

32 La Storia  1993: durante un viaggio negli USA per promuovere i vini di famiglia nasce l’idea della “scarpa che respira” e il primo brevetto  1995: Polegato corteggia invano le principali imprese del settore calzaturiero per entrare nel mercato (Fila, Diadora, Timberland, Adidas)  1999: l’innovazione continua. Geox entra nel settore dell’abbigliamento, aprendo l’era del “total look che respira”  2000: inizia il processo di internazionalizzazione, che porterà punti di vendita multimarca e 800 monomarca  2004: Geox viene quotata alla Borsa di Milano contando oltre 5000 dipendenti

33 I Numeri Fatturato Crescita Utile netto Patrimonio netto Quota di export Scarpe prodotte (milioni) Geox shop Brevetti EPO 91,6147,6180, % 61%22%33% 3,4 7,319,430,7 11,2 18,63844,2 10% 18%25%35% 2,4 3,84,76, Fonte:

34 L’Innovazione Il gruppo Geox ha costituito un laboratorio di ricerca dove 15 esperti, tra ingegneri, chimici e fisici, operano a stretto contatto con le università di Padova, Oslo, Monaco e con il CNR di Milano “Sono la tecnologia e l’innovazione le fonti del vantaggio di differenziazione. Questa resta per noi la strada maestra, la bussola per crescere e vincere la competizione sleale” Mario Moretti Polegato CEO, Geox

35 Il Successo “Ho avuto successo perché ho creduto nella mia idea. Contano le idee non i capannoni...Bisogna però attrezzare la creatività, anche attraverso la registrazione di un brevetto” Mario Moretti Polegato CEO, Geox

36 Il Mercato dei Brevetti I processi di innovazione si stanno sempre più spostando da modelli di tipo firm-centric a soluzioni di natura network-centric, caratterizzati da una maggiore apertura dell’imprese verso l’ambiente esterno Una delle attività principalmente adottate dalle imprese per identificare innovazioni sviluppate al di là dei propri confini è quella del patent scouting, ossia ricercare in brevetti depositati da altre imprese, ma anche da singoli inventori

37 Gli Intermediari dell’Innovazione Cercare e Valutare: fase di ricerca e valutazione delle idee Sviluppare e Perfezionare: l’idea viene sviluppata per “costruire” un prodotto market-ready Market: vendita del brevetto e sfruttamento delle royalties

38 Principali Operatori 1/2 INTELLECTUAL VENTURES (2000) Fondata da Nathan Myhrvold, capo della Ricerca & Sviluppo in Microsoft Invention capitalist: investe nella creazione e nello sviluppo di nuove invenzioni. Incorpora un team di scienziati che operano in 30 aree tecnologiche Le idee possono essere inventate e brevettate in-house, oppure acquisite e sviluppate da inventori esterni, per poi essere proposte sul mercato Attività: licensing, open-source, joint venture, vendita diretta, difesa legale

39 Principali Operatori 2/2 OCEAN TOMO (2003) Impianto strutturale degli innovation capitalist Sfrutta gli asset intangibili vendendoli in apposite aste, riservate a brevetti, marchi e business methods. Riesce a eliminare i rischi legati allo sviluppo dei prodotti Le aste costituiscono una piattaforma dove il venditore, dal piccolo inventore alle grandi società, può capitalizzare al meglio la proprietà intelletuale


Scaricare ppt "Antonio Messeni Petruzzelli DMMM,Politecnico di Bari, Italia Gestione dell’Innovazione I Meccanismi di Protezione dell’Innovazione."

Presentazioni simili


Annunci Google