La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

16/11/2004Tommaso Boccali I primi 10 8 trigger di CMS Tommaso Boccali Scuola Normale Superiore Pisa Per CMS.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "16/11/2004Tommaso Boccali I primi 10 8 trigger di CMS Tommaso Boccali Scuola Normale Superiore Pisa Per CMS."— Transcript della presentazione:

1 16/11/2004Tommaso Boccali I primi 10 8 trigger di CMS Tommaso Boccali Scuola Normale Superiore Pisa Per CMS

2 16/11/2004Tommaso Boccali2 Outline Definizione della scala temporale Cosa sarà fisicamente presente in UX5 il giorno del primo fascio? Stato di precalibrazione raggiunto Trigger nel primo periodo Che dati saranno? Cosa fare di questi dati? Dove metterli, come gestirli…? Cosa impararci? Fisica?

3 16/11/2004Tommaso Boccali3 Definizioni Richiesta: L=10 31 cm -2 s -1, con 10 8 eventi su tape, crossing a 75 ns se 25 ns cambia poco, a parità di luminosità Per CMS, questo vuole dire: DAQ completa: 20XX: 100 kHz di uscita dal L1 (8 slice operative) 2007: solo 1 slice, quindi 12.5kHz uscita degli HLT a 100 Hz, salvati per l’offline 10 8 eventi a 100 Hz: 1x10 6 secondi, 15 giorni effettivi di presa dati L=10 31 cm -2 s -1 per 10 6 secondi fa 10 pb -1 di luminosità da LHC

4 16/11/2004Tommaso Boccali4 Schedule (ultima versione) US and UX area delivered to CMS May 04, Oct 04+ 1mo Magnet test on surface Aug 05 “Ready for crates in USC”Jul 05 Start Lowering CMS Dec 05 ECAL barrel EB+ installation Dec 05 ECAL: last EB- installation & cabling Nov 06 Tracker installation + cabling startAug 06 Beampipe InstallationJan 07 Det/Trig/DAQ Integration and CommissioningOct 06-May07*Aug 06- ? CMS ‘Working Detector’ ready to close for beamApr 07 CMS closed for beam : from mid May 07 * After Shutdown Pixel TrackerNov 07 (rfi Jul 07) EE/SE installation Nov 07 ( + end rfi May 07) ‘ready for installation’ milestones 3 mo ahead of installation start date (ex EB- and EE-) * from pre-beam machine ‘shakedown’ (see talk of R.Bailey) 1 Agosto 2007: primo fascio seguo la schedule ufficiale, considerando eventuali modifiche una traslazione di questa nel tempo

5 16/11/2004Tommaso Boccali5 Cosa sarà nel pozzo? Implicazioni della schedule: Se l’efficienza congiunta CMS+LHC è minore del 30%, l’acquisizione di 10 8 eventi non sarà conclusa fra agosto e novembre Quindi alcuni di questi potrebbero essere presi anche con i pixel e l’ECAL endcap in posizione Assumo di no…. Cosa sarà comunque presente nel pozzo:

6 16/11/2004Tommaso Boccali6 Tracker Tutte le strip (inner + outer) barrel/endcap Nessun pixel Numero di detector “buoni”: In principio tutti (15148) Numero di strip morte inferiore al 2% e già note e salvate in un database Fisiologico… In pratica l’assemblaggio degli endcap di Tracker è in ritardo, per cui potrebbe esserci un’ulteriore percentuale di detector non ben debuggati (10%?) Commissioning fatto durante la costruzione Inner Tracker + Outer Disks = a -20ºC Outer Barrel a temperatura ambiente Alcune parti (Outer/Inner Barrel) controllate con i cosmici in laboratorio Cosmic rack In generale, tutti i profili di rumore salvati su database Test di readout fatto su singoli control loop, ma tutti detector controllati

7 16/11/2004Tommaso Boccali7 ECAL Barrel ok Endcap solamente dopo novembre 2 EB half-barrels Each of 18 SuperModules 1700 crystals per SM Laser monitoring system 5kW of electronics per SM HV stable at ~10-4 PbWO4  APD temp. coeff.  want temp. stability ~0.1  C Ultimate goal of <1% σ(E)/E

8 16/11/2004Tommaso Boccali8 HCAL Endcap completamente costruito e pretestato in superficie (ongoing now) Barrel costruito in superficie, ma cablato nel pozzo (deve essere nel magnete) Outer costruito in superficie, ma cablato nel pozzo DAQ in locale funzionerà appena nel pozzo commissioning Allineamento iniziale fatto con fotogrammetria (1-2 mm) Calibrazione relativa in tempo fatta con fibre calibrate in lunghezza Mancherà la calibrazione globale rispetto al trigger, ma per questa servono i dati All’accensione test di funzionamento globale, è possibile anche senza fasci, con cosmici o laser

9 16/11/2004Tommaso Boccali9 Muoni - DT In superficie: data taking in self triggering mode per avere la mappa dei canali noisy e una prima sincronizzazione in tempo non fine Nel pozzo: commissioning appena arriva il cooling; timing del trigger di L1 Nulla di più di quello che si possa fare in superficie…

10 16/11/2004Tommaso Boccali10 Cosa manca al giorno 1 per il running? Allineamento inter camere Allineamento col tracker T 0 per ogni canale di readout Velocità di drift per ogni canale Canali noisy aggiornati

11 16/11/2004Tommaso Boccali11 Muoni – CSC/RPC RPC Camere presenti solo fino eta < 1.6 Limitazione su trigger L1 Superficie: DAQ local con i FED per misurare inefficienze Nel pozzo: Ancora local DAQ Sistema permanente con cromatografo usato per monitorare performance vs condizioni del gas CSC Elettronica presente solo fino a eta 2.1 (invece di 2.4) Test di camere, elettronica, cavi e servizi fatta  a Dubna  dopo la consegna al CERN, in SX5 in DAQ locale

12 16/11/2004Tommaso Boccali12 DAQ Staged, 12.5 kHz dal livello 1, 100 Hz su tape ~150 MB/s su disco Alcune calibrazioni possono essere fatte con una DAQ locale (tipo test beam), ma per molte altre è necessaria una DAQ globale: Tipicamente: locale quello che richiede un singolo sub- detector Globale: allineamento temporale tracker-muoni

13 16/11/2004Tommaso Boccali13 Magnete Magnet test a partire dall’agosto 2005 in superficie Ramp down a 4.2K ~ 1 mese, seguiti da 2 mesi di commissioning e da 1.5 mesi di mappatura del campo Richieste: 1% risoluzione Pt per 100 GeV  B/B~0.1%-0.5% (tracker volume) (circa 1% uniforme per costruzione)  B/B~0.4% calorimetri  B/B~1% muoni Come: Sonde di Hall + NMR Numero punti da sondare è soggetto di studi ora

14 16/11/2004Tommaso Boccali14 Prima del fascio - Tracker Allineamento dei moduli Prima del primo fascio Precisione di costruzione rispetto ai disegni ~ 1-2 mm, misurata da gantry + macchina di misura 3D Allineamento tramite laser che puntano su alcuni punti fissi ~ 100 um Praticamente utilizzabile solo per allineare sub detectors, non detectors all’interno di un sub detector

15 16/11/2004Tommaso Boccali15 Tracker Messa in tempo dei detector non possibile senza fascio Offset rispetto a (0,0,0) noto solo dalla geometria/lunghezza cavi Ma si può ricavare esperienza da run di cosmici timing completamente diverso Piedistalli e Noise acquisiti durante la costruzione – utili per confronto ma probabilmente non direttamente utilizzabili Campo magnetico Noise diverso per il diverso schema di grounding Mappa dei canali noisy, delle strip non collegate e degli short disponibile dalla costruzione, ma è probabile che qualche canale morto in più sia causato dal trasporto / montaggio in CMS Senza fascio… S/N noto Da lab: condizioni perfette Da commissioning Una volta capito bene il grounding Risoluzioni non direttamente perché misurate senza campo magnetico Inoltre la messa in tempo con i cosmici può non essere perfetta

16 16/11/2004Tommaso Boccali16 ECAL Tutti i cristalli sono precalibrati con una sorgente di 60 Co (fotoni da 1 MeV) LY = light yield a 8 X 0 LT = trasmissione longitudinale a 360 nm Verifica al Test beam: questo unico punto fisso permette una calibrazione in yield misurata a Test Beam ( GeV) interno al 5% 2005: ipotesi di precalibrazione a energie più alte su cosmici per alcuni supermoduli (1700 cristalli l’uno) al 2% 2006: se c’è fascio da SPS, allora alcuni supermoduli calibrati al 0.5% Precisione già ottimale… Test Beam LY – Labo LY corr

17 16/11/2004Tommaso Boccali17 HCAL Risultati dai test beam 1996 e 2002 Misurati shower profile, risposta e/ , linearità Alla fine, calibrazione da Test Beam e da Geant 4 Tunato su test beams adesso Simulazione già ok da molti punti di vista; dopo la calibrazione accordo MC/DT: Risoluzione in energia: 5% Separazione e/p: 5% linearità ~120%/sqrt(E)

18 16/11/2004Tommaso Boccali18 HCAL Vari metodi di calibrazione Megatile scanner: una sorgente 60 Co gamma collimata Misura lo yield relativo all’1% durante la costruzione Moving wire source: Monitoring continuo, all’1% Iniezione di luce (UV e blu): Usati per il timing e la linearità Sorgente radioattiva: Viene usata come tramite fra le calibrazioni test beam e la risposta di HCAL

19 16/11/2004Tommaso Boccali19 Muoni Allineamento: le risoluzioni intrinseche sono dell’ordine di 200um Ma poi il multiple scattering nel ferro fa si che l’estrapolazione della traccia sia molto peggio per muoni con Pt inferiore ai 200 GeV Allineamento precedente, senza magnete, non ha molto senso: Bon/Boff genera spostamenti dell’ordine del cm Metodo ottico: strutture rigide+ connessioni ottiche (laser, CCD) Posizione relativa camere ~ 150 um Allineamento temporale noto camera per camera; manca quello fra le camere per il quale serve il fascio

20 16/11/2004Tommaso Boccali20 Accendiamo il fascio… Tavole di trigger: Calorimetri dovrebbero potere già selezionare jet ad alto Pt Magari conosciuto male ma alto Muoni già preallineati a 150 um, più che sufficiente per “vedere” i primi muoni Una volta che siamo allineati in tempo Triggers casuali Necessari per studiare la fisica del minbias Trigger calorimetrici Trigger di Muoni

21 16/11/2004Tommaso Boccali21 Trigger – Alto livello? L1: Ok praticamente solo nel barrel (mancano ECAL e RPC) L2: vedi sopra HLT Prima approssimazione: non presente se non sono disponibili i pixel; nel tal caso è possibile solo prendere l’output del L2 e scalare a 100 Hz Ma in realtà qualcosa si può fare Pixel usati per Identificazione del corretto vertice del segnale Irrilevante a così bassa luminosità No pile-up: molto meno combinatorio nel tracking lo rende più veloce che negli studi a low lumi Comunque, vorremo misurare dove sia l’asse del fascio Raffinamento della misura di impulso dei muoni fattore 10 in risoluzione sul Pt col tracker complet, ma basta lo strip tracker e più tempo Isolamento Si può provare a fare qualcosa con il tracker, ma è lento Particle Id: distinguere e + da e - da gamma da jet

22 16/11/2004Tommaso Boccali22 Trigger ECAL Livello 1 in pratica non distingue fra e + e - e  Necessario tracker Distinzione jet-cluster em Reti neurali, anche senza tracker da variabili di shape Cosa posso fare senza pixel (tracker)? e + /e - /gamma Senza pixel non si può fare velocemente, ma probabilmente i primi layer delle strip possono dare una mano Oppure tracking inbound a partire da ECAL Non ancora studiato

23 16/11/2004Tommaso Boccali23 Trigger HCAL Molto più facile, visto che a nessun livello entra il tracker … Nominale?

24 16/11/2004Tommaso Boccali24 Muoni A parte la zona fiduciale ridotta (RPC+CSC), livelli 1 e 2 sono ok dopo un allineamento spaziale (facile) e temporale (più difficile) Se 75 ns è più facile Fatta massimizzando l’efficienza di trigger della camera sui dati, con campioni a doppio tag 2 giorni? Livello HLT: Tracker essenziale per discriminare muoni prompt da decadimenti (b, K …) Risoluzione molto migliorata Senza Pixel: Risoluzione ok con le strip, dato un tempo sufficiente L2 (10%) L3 (1%) Pt

25 16/11/2004Tommaso Boccali25 Cosa c’è di interessante in 20pb -1 ? Tante tracce Tante tracce ad alto Pt Saturiamo i 12.5 kHz richiedendo jet singoli con Pt>70 GeV Allineamento tracker Tanti muoni Saturiamo con muoni con Pt qualunque Nel senso, la soglia sarebbe 0, ma il muone devo poter raggiungere le camere (~3.5 GeV Barrel / GeV EndCap) Allineamento dei muoni, messa in tempo delle camere a mu Tanti (pseudo) elettroni/fotoni Saturiamo con elettroni ~ 10 GeV Tanti minbias Per calcolare/controllare le occupanze del Tracker Per calibrare ECAL/HCAL

26 16/11/2004Tommaso Boccali26 “Fisica” 1 milione di W, in particolare W in  e ee 0.5 milioni di Z; in particolare ~15000 Z to  e ee J/Psi in due  Ma problemi di triggering, dovremmo scendere a 3 GeV di Pt Ma anche tt ! Canale tt  bW bW  bl bjj channel (BR=2/9) 2000 eventi Lo posso fare senza btag?  (W) ~200 nb  (Z)~50 nb ; BR(ee,  )=3.4%  (tt)~1 nb  (J/Psi  )~50 nb  (bb)=500  b; BR(B  J/psi)*BR(J/Psi  )= 5x10 -5

27 16/11/2004Tommaso Boccali27 Tavole di trigger a HLT Non ancora studiate, ma qualche idea (10 31 ) Soglia single mu HLT ~10 GeV per avere 10 Hz Cambia poco per  da W, li prendo comunque tutti Ma faccio entrare praticamente 10 Hz di bJet Oppure soglia bassa, ma prescalato per fare entrare muoni da J/Psi Soglia single jet ~150 GeV ~10 Hz Studi di QCD, calibrazione HCAL+ECAL Single E/   GeV ~ O(10) Hz Oppure basso e prescalato per far entrare le eta e i  0 Soglia E T miss Jet a 50 GeV + E T miss 50 GeV ~10 Hz MinBias O(10) Hz

28 16/11/2004Tommaso Boccali28 HLT single Muon HLT single Jet HLT E T miss + Jet LL HLT di muon

29 16/11/2004Tommaso Boccali29 Dove li salviamo? Localmente nel pozzo Online Output buffer (disco) Input Buffer Offline Farm, dove si fa la ricostruzione (aggiunta delle info di RECO) CERN come Tier 1 Da qui, su nastro al CERN (backup) Su tutti gli altri Tier 1 Su disco + nastro Ai Tier 2 di riferimento, solo gli stream richiesti (disco) Dove li analizziamo? Al Tier1 del CERN solo le cose con feed back più rapido (allineamenti?) Ai Tier1 di riferimento per il Detector Calibrazioni Ai Tier 2 alcuni subsamples per debug Valutazione: 25% delle calibrazioni fatte al CERN Come/dove li studiamo? Quanta roba è? 100 milioni di eventi, 1.5 MB a evento = 150 TB Solo se il Tracker è in zero suppressed mode, altrimenti molto di più Come li prendiamo? Stream separati Stream = bit field del trigger Di sicuro importanti per muoni e ECAL, per il Tracker meno importante Computing model sta per essere approvato, CMS Week di Dicembre 2004

30 16/11/2004Tommaso Boccali30 Stream Muoni, ECAL, HCAL Bastano streams specifici+minbias Muoni Z  facile da prendere, possibile riconoscerli subito dopo l’allineamento ottico e quello temporale ECAL Servono minbias (random trigger) e Z  ee e W  e HCAL Pioni singoli, jet di QCD, minbias Tracker Streams generici, possibilmente con alto Pt (tracce dritte) Jet con Et alta minbias

31 16/11/2004Tommaso Boccali31 Validazione del trigger Come essere sicuri delle soglie dei trigger? Prendere ad ogni livello eventi in che passerebbero più di un trigger e studiare per esempio muoni e jet Applicare trigger simulato offline e controllare le efficienze Esempi: Di-muoni (J/Psi, Z, …) in cui entrambi dovrebbero passare il trigger Muoni e Jet Di-jet

32 16/11/2004Tommaso Boccali32 Cosa posso fare con questi eventi? Tracker Ricontrollare noisy channels con abbastanza statistica Danni nel montaggio Ricontrollare S/N e performance e salvare nuove reference Controllare occupancy Nessun FED deve saturare Cambiare soglie Allineare in tempo i detectors (rispetto a 0,0,0) Procedura già usata al test beam, massimizzando i segnali Allineare i detectors ~ 10  m Allineamento: è dimostrato che con un detector abbastanza “disallineato” le tracce si vedono lo stesso; questo è il punto di partenza per allineare Ma senza pixel, è possibile pensare ad allineamento con le tracce? Sì, è solo molto lento e difficile da far convergere Offline, per cui non è un problema enorme

33 16/11/2004Tommaso Boccali33 Tracker Allineamento temporale: cerco il massimo del segnale per tracce da jet ad alto Pt Allineamento spaziale: Già dimostrato che partendo da errori con sigma=1 mm (su tutti i detectors) e aumentando gli errori sugli hit, le tracce si vedono …

34 16/11/2004Tommaso Boccali34 Studio con i Pixel tracce per sensore

35 16/11/2004Tommaso Boccali35 Tracker – simulazioni sui pixel Prova di concetto Prendere 348 pixel det Facile, tutti punti 3D Fissarne uno come reference e considerare 6 gdl per ogni altro 2298 parametri (metà traslazioni, metà rotazioni) Iterare fino a 300 volte per avere la convergenza Cosa serve? Ordine di grandezza ~500 tracce per ogni detector Ogni traccia carica ~10 punti Da cui ~1 milione di tracce Metto un fattore 10 perché le tracce non riempiono uniformemente i detectors (outer ci passa poca roba…) 10M tracce ~ 1M di trigger, secondi, mezza giornata Stabilità termica su questo tempo scala? Tanta CPU offline

36 16/11/2004Tommaso Boccali36 ECAL Goal finale è un termine costante della risoluzione allo 0.5% TB2003 Con ~10k Z  ee e ~100k W  e non è pensabile calibrare tutti i canali, ma intercalibrare le diverse regioni del calorimetro (SuperModuli o Moduli) Considerando calibrazione media nel modulo Settare la scala assoluta di ECAL usando M Z Studi sulle eta e  0 Eta in 2 gamma Pt>3 GeV: 20  b, 2e8 eventi …  0 in 2 gamma Pt>3 GeV: 100  b, 1e9 eventi Elettronica finale (MPGA+FE

37 16/11/2004Tommaso Boccali37 W  e … Minimum bias dovrebbero permettere una intercalibrazione veloce se si sfrutta la simmetria in  di ECAL e si equalizza la risposta Calibrazione dei cristalli nello stesso  2% molto presto (fortunatamente I mb non mancano) Richiede la misura del tracker per l’elettrone e la conoscenza precisa del materiale del tracker. Effetti sistematici dovute alla bremsstrahlung variazione di E/p con  Poche decine di eventi a cristallo necessari Ma ~75000 cristalli Possibile strategia: calibrare prima regioni in piccoli intervalli di  (stesso materiale) con loose cuts e poi intercalibrare le regioni tra di loro con tagli più stringenti.

38 16/11/2004Tommaso Boccali38 HCAL Jet corrections (dovuti alla non linearità della risposta) Single particles Eventi bilanciati (gamma-jet, Z-jet, jet-jet) Uso uno dei due come reference, e impongo che la risposta dell’altro sia congruente Goal finale 120%/sqrt(E) per single pions Random trigger: 100Hz, 20M eventi sono meno di una settimana; ma in realtà vanno bene anche altri eventi; può essere guardata prima di HLT Una volta pre-calibrato con sorgenti + test beam Dati! Minimum bias Risposta media per torre da confrontare col MC e con torri a stessa 

39 16/11/2004Tommaso Boccali39

40 16/11/2004Tommaso Boccali40 Muoni Allineamento: Risoluzione intrinseca delle camere ~200  m Più o meno la stessa precisione si dovrebbe raggiungere con il sistema ottico Allineamento con tracce Solo con muoni con Pt>200 GeV Problematiche: Campo magnetico Materiale (multiple scattering) Stabilità Anche a bassa lumi nominale, circa un anno per raggiungere la stessa precisione Endcap: beam halo, muoni paralleli al fascio L2

41 16/11/2004Tommaso Boccali41 Databases Calibrazione / allineamento Il più vicino possibile a CMS (accanto alla HLT farm possibilmente) Dati da usare nell’HLT Poi copiati sul Tier 0 e replicati ai Tier1 Necessari anche durante l’analisi Stima = 90 TB /anno

42 16/11/2004Tommaso Boccali42 Data flow Configuration Conditions Calibration O ffline R econstruction C onditions DB ON line subset Equipment Configuration Conditions Create rec conDB data set Offline Reconstruction Conditions DB OFfline subset Master copy Bat 513 O nline M aster D ata S torage

43 16/11/2004Tommaso Boccali43 Fisica Abbiamo detto 10 pb -1, ma La maggior parte dei quali con detector molto scalibrato Praticamente nessuno con detector ben calibrato Tavole di trigger a dir poco singolari Random trigger per esempio Difficile fare della fisica In ogni caso, una volta raggiunta una luminosità ~10 33, si raccolgono 1 nb -1 /s, cioè ~100 pb -1 /giorno Stiamo parlando di 2 ore a bassa luminosità nominale!

44 16/11/2004Tommaso Boccali44 Fisica? Probabile: Sezioni d’urto W e Z Verificare MC... Fare una prima misura della luminosità partonica indipendente da tutto il resto (misura di PDF*Lumi) Da LHC ~20%?? (Difficilmente) possibile: coppie tt, ci si può fare qualcosa senza b tagging? Se non abbiamo altro si farà certamente... Improbabile: Neutralino 2 ? (2 leptoni) Gluino (Et miss) Purtroppo CMS non ha nulla sotto il fb-1 come risultati pubblicati, io direi di non dire nulla di queste cose Meno che meno l’Higgs Impossibile: Higgs...

45 16/11/2004Tommaso Boccali45 Per esempio … Higgs nella condizione più favorevole (~200 GeV) Anche se CMS fosse completo & perfettamente calibrato: 5 sigma (LL) scala a 10 fb -1 a 5/sqrt(1000) = 0.15 Sarebbe necessario un segnale che desse ~150 sigma con 10 fb -1

46 16/11/2004Tommaso Boccali46 Conclusioni? Il lavoro di comprensione di come “partire” sta cominciando adesso CMS sta organizzando dei “First Run Meeting” a cadenza per il momento mensile, poi settimanale 10 8 eventi: messaggio è Dobbiamo capire il detector La fisica da fare è poca e meno importante Certo, se poi non arrivassero altri dati per molto tempo, è comunque pensabile di dare un secondo sguardo a questi

47 16/11/2004Tommaso Boccali47

48 16/11/2004Tommaso Boccali48 Tracker Allineamento ~ detector x 6 gdl = numeri Eventuale sagitta… Calbrazione Silicon Strip 9M strip per ciascuna piedistalli, noise, una eventuale maschera; gain se vogliamo provare dE/dx Pixel 66M di pixel gain, pedestal : analog calibration noise, threshold : per la zero suppression

49 16/11/2004Tommaso Boccali49 ECAL quantity of data data from analysed byneeded by Data recording frequency start-up calibrations 1 value /crystal Construct. DB Construction DB ORCA, online farm, configuration DBonce calibrations from cosmic runs 1 value /crystal Test-beam analysis Test-beam analysis ORCA, online farm, configuration DBonce calibrations from physics runs 1 value /crystalPRS ORCA, online farm, configuration DB every time a new calibration is available Numero molto minore del tracker

50 16/11/2004Tommaso Boccali50 Tools HCAL TDR (1996) & SK (26-Sep-2000) A) Collimated Co 60 gamma source - every tile: light yield - during construction all tiles (100k tiles) B) Moving Co 60 gamma source: - full chain: gain - during CMS-open (manual) all tiles - during off beam time (remote) tiles in layer 0 & 9 C) UV Laser: - full chain: timing, gain-change - during off beam time tiles in layer 0 & 9 all RBX (readout box) D) Blue LED: - timing, gain change - during the off beam time all RBX (readout box) E) Test beam - normalization between GeV vs. ADC vs. A,B,C,D - ratios: elec/pion, muon/pion - before assembly a few wedges F) Monte Carlo - from testbeam to CMS G) Physics events -inter channel calibration min. bias events Isolated muons Isolated charged hadrons - jet energy scale  +jet, Z+jet balancing di-jets balancing di-jet mass W->jj in top decay -MET energy scale (2004) Z+multi jets (Z  ,  ) + H) QIE Card Linearity Test (2004) (YeonSie Chung)

51 16/11/2004Tommaso Boccali51 Calibration Scenario (HB/HE) HCAL TDR (1996) & SK (26-Sep-2000) 1) During manufacturing: (done) - collimated  source all tiles - moving source: all tiles. 2.1) After HB/HE assembled: moving  source: all tiles / 2 layer - UV laser: 2 layers/wedge. 2.2) With sample modules: test beam: a few wedges.. 3) Before closing the CMS: moving  source: all tiles - UV laser & blue LED: all RBX. 4) Beam off times: moving  source: 2layer/wedge - UV laser: 2layer/wedge - UV laser & blue LED: all RBX. 5) Beam on (in situ): physics events ECAL+HCAL Absolute calib. Accuracy of 2% for single particle Monitor for change with time Accuracy < 1% (same to HF) once/month (?) a few times/day (?) Slice Test in SX5 - all channels -

52 16/11/2004Tommaso Boccali52  Short term tests during installation: No time to make the whole CSC test program Fast DAQ connected to ME1/1 patch panel Main goals of the tests - to ensure, that: CSC registers the muons, No dead channels, No noisy channels, Slow control works After installation of cables in radial trays: Connectivity tests  Long term tests HV long term test CSC electronics burn-in test (water in cooling manifolds is needed)  Integrated tests (presumably) Slice test CSC spatial resolution test with CMS magnetic field

53 16/11/2004Tommaso Boccali53 RAL IN2P3 BNL FZK CNAF PIC ICEPP FNAL LHC Computing Model (simplified!!) Tier-0 – the accelerator centre Filter  raw data Reconstruction  summary data (ESD) Record raw data and ESD Distribute raw and ESD to Tier-1 Tier-1 – Permanent storage and management of raw, ESD, calibration data, meta-data, analysis data and databases  grid-enabled data service Data-heavy analysis Re-processing raw  ESD National, regional support USC NIKHEF Krakow CIEMAT Rome Taipei TRIUMF CSCS Legnaro UB IFCA IC MSU Prague Budapest Cambridge Tier-1 small centres desktops portables “inline” to data acquisition process -- high availability -- managed mass storage -- long-term commitment Santiago Weizmann Tier-2

54 16/11/2004Tommaso Boccali54

55 16/11/2004Tommaso Boccali55 Mappatura del campo magnetico Esperimento ad hoc con sonde di Hall e sonde a risonanza magnetica nucleare (NMR) Da effettuare prima della chiusura Inoltre alcune sonde NMR dovrebbero rimanere dentro il vacuum tank anche in presa dati, per monitoring online

56 16/11/2004Tommaso Boccali56 ECAL

57 16/11/2004Tommaso Boccali57 ECAL calib with eta

58 16/11/2004Tommaso Boccali58 Muon

59 16/11/2004Tommaso Boccali59 Muon L1

60 16/11/2004Tommaso Boccali60 HCAL


Scaricare ppt "16/11/2004Tommaso Boccali I primi 10 8 trigger di CMS Tommaso Boccali Scuola Normale Superiore Pisa Per CMS."

Presentazioni simili


Annunci Google