La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CERIS-CNR 1956-2006 1976-2006 l’industria La filiera delle biotecnologie in Italia: un’analisi microeconomica Piercarlo Frigero e Giampaolo Vitali (Università.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CERIS-CNR 1956-2006 1976-2006 l’industria La filiera delle biotecnologie in Italia: un’analisi microeconomica Piercarlo Frigero e Giampaolo Vitali (Università."— Transcript della presentazione:

1 CERIS-CNR l’industria La filiera delle biotecnologie in Italia: un’analisi microeconomica Piercarlo Frigero e Giampaolo Vitali (Università di Torino e Ceris-Cnr) Moncalieri, settembre 2006 XXX Convegno di Economia e Politica Industriale Per tornare allo sviluppo Vecchi e nuovi protagonisti dell’industria italiana

2 CERIS-CNR l’industria 2  La filiera produttiva  La filiera tecnologica  L’analisi empirica: la tipologia delle imprese  L’analisi empirica: gli indicatori di bilancio  Conclusioni Indice della ricerca

3 CERIS-CNR l’industria 3 Caratteristiche della filiera biotec  Pervasività della tecnologia: genomica, proteomica, biologia molecolare, farmacologia molecolare, nanotecnologia, elettronica, chimica, ecc.  Diversi comparti produttivi: farmaci per uomo, farmaci per animali, fitofarmaci, difesa ambientale, diagnostica, nuovi materiali, bioinformatica, apparecchiature e strumenti  Diversi mercati: beni finali e/o intermedi per sanità pubblica, per imprese, per consumatori finali

4 CERIS-CNR l’industria 4 Ricerca pura: Discovery Sviluppo Pre clinico Sviluppo Clinico Produzione e commercializzazione LE FASI INNOVATIVE DELLA FILIERA Genetica,biologia molecolare, farmacologia molecolare,ecc. Analisi in vitro e in vivo su animali Farmacovigilanza I fase clinica II fase clinica III fase clinica Registrazione 0 anni 5 anni 10 anni 12 anni 20 anni + max 5 di estensione del brevetto

5 CERIS-CNR l’industria 5 PMI DI RICERCA E SPIN-OFF UNIVERSITARI SPIN-OFF INDUSTRIALI GRANDI IMPRESE ITALIANE IL POSIZIONAMENTO DELLE IMPRESE MULTINAZIONALI ESTERE Dimensioni dell’impresa Ricerca biologia molecolare farmacologia molecolare Analisi in vitro e in vivo su animali Farmacovigilanza I fase clinica II fase clinica III fase clinica Registrazione 0 anni 5 anni 10 anni 12 anni 20 anni + max 5 di estensione del brevetto

6 CERIS-CNR l’industria 6 L’analisi empirica: la caratterizzazione delle imprese Origine Origine: - Imprese già esistenti (nel biotec o in altri settori) - Nuove imprese - Spin-off industriali - Spin-off accademici Posizionamento lungo la filiera Posizionamento lungo la filiera: -Impresa integrata (ciclo completo) -Solo ricerca -Solo commercio Tipologia dimensionale Tipologia dimensionale: -PMI -Grandi imprese italiane -Multinazionali estere

7 CERIS-CNR l’industria 7 Numero di imprese per posizionamento nella filiera

8 CERIS-CNR l’industria 8 Numero di imprese per modello di origine

9 CERIS-CNR l’industria 9 Numero di imprese per dimensione

10 CERIS-CNR l’industria 10 L’analisi empirica: gli indicatori tradizionali di bilancio  Difficoltà nell’uso degli indicatori tradizionali, basati su ricavi, profitti, investimenti materiali

11 CERIS-CNR l’industria 11 Valore della produzione / costi totali nelle diverse tipologie di imprese

12 CERIS-CNR l’industria 12 % valore della produzione / costi totali Per dimensione di impresa Grande impresa MNE PMI

13 CERIS-CNR l’industria 13 % valore della produzione / costi totali per modello di origine Spin-off acc. Imprese esistenti nuove imprese spin-off ind.

14 CERIS-CNR l’industria 14 % valore della produzione / costi totali Per posizione nella filiera Integrata Solo Solo commerciale ricerca

15 CERIS-CNR l’industria 15 Altri ricavi / costi totali nelle diverse tipologie di imprese

16 CERIS-CNR l’industria 16 % Altri ricavi / costi totali per dimensione di impresa Grande impresa MNE PMI

17 CERIS-CNR l’industria 17 % altri ricavi / costi totali per dimensione di impresa Integrata Solo Solo commerciale ricerca

18 CERIS-CNR l’industria 18 L’analisi empirica: gli indicatori di bilancio utilizzati  Scelta di utilizzare indicatori basati sui costi: costi per acquisto di beni intermedi, costi per acquisto di servizi  Ruolo degli investimenti e degli asset immateriali  Costruzione di un valore aggiunto “allargato” alle consulenze e collaborazioni esterne

19 CERIS-CNR l’industria 19 L’analisi empirica: i risultati  Le imprese di ricerca, gli spin-off accademici, gli spin-off industriali, le PMI  sono tipologie di imprese che presentano indicatori molto differenti da quelli  delle imprese multinazionali estere, delle grandi imprese italiane, delle imprese integrate, delle imprese solo commerciali

20 CERIS-CNR l’industria 20 Valore aggiunto “allargato” nelle diverse tipologie di imprese

21 CERIS-CNR l’industria 21 Acquisto di beni intermedi / costi totali nelle diverse tipologie di imprese

22 CERIS-CNR l’industria 22 % acquisto beni intermedi / costi totali Per dimensione di impresa Grande impresa MNE PMI

23 CERIS-CNR l’industria 23 % acquisti di beni intermedi / costi totali Per modello di origine Spin-off acc. Imprese esistenti Nuove imprese Spin-off ind.

24 CERIS-CNR l’industria 24 Acquisto di beni intermedi / costi totali per posizione nella filiera Integrata Solo Solo commerciale ricerca

25 CERIS-CNR l’industria 25 Servizi di terzi / costi totali nelle diverse tipologie di imprese

26 CERIS-CNR l’industria 26 % Acquisto di servizi / costi totali Per dimensione di impresa Grande impresa MNE PMI

27 CERIS-CNR l’industria 27 % acquisto servizi / costi totali Per posizione nella filiera Integrata Solo Solo commerciale ricerca

28 CERIS-CNR l’industria 28 Immobilizzazioni immateriali / totale immobilizzazioni

29 CERIS-CNR l’industria 29 L’analisi empirica: stima delle risorse umane  costo del lavoro + costo dei servizi di terzi  stima il costo totale delle risorse umane a disposizione / CdL medio nel farmaceutico = unità di lavoro equivalenti

30 CERIS-CNR l’industria 30 Unità di lavoro equivalente nelle diverse tipologie di imprese

31 CERIS-CNR l’industria 31 Conclusioni  Gli indicatori non convenzionali confermano l’eterogeneità dei modelli di business  Le imprese di ricerca, gli spin-off accademici, gli spin-off industriali, le PMI sono le tipologie più difficili da studiare  Le politiche industriali devono affrontare il trade- off tra creazione di nuove imprese (humus biotec) e crescita delle imprese esistenti (leader di nicchia)  Con imprese maggiormente strutturate probabilmente si avrebbero migliori effetti in termini di sviluppo economico e sociale


Scaricare ppt "CERIS-CNR 1956-2006 1976-2006 l’industria La filiera delle biotecnologie in Italia: un’analisi microeconomica Piercarlo Frigero e Giampaolo Vitali (Università."

Presentazioni simili


Annunci Google