La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Procurement Training Program Etica & Procurement Area Etica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Procurement Training Program Etica & Procurement Area Etica."— Transcript della presentazione:

1 Procurement Training Program Etica & Procurement Area Etica

2 Perché formarsi sul Procurement? I sistemi di Procurement stanno subendo profonde modificazioni sia nelle grandi imprese che nella Pubblica Amministrazione. Il mercato italiano evidenzia una domanda consistente di professionalità adeguate nell’area del Procurement, con competenze sia nelle moderne strutture organizzative del business che nei sistemi tecnologici di supporto. Il Master anche in questa nuova edizione ha affinato ulteriormente lo sviluppo dei curricula e delle competenze per venire incontro alle crescenti richieste di formazione strategica di carattere Interdisciplinare.

3 L’Università di Roma “Tor Vergata” è stata vincitrice del premio “MEF Consip Master in e-Procurement”, bando di gara competitivo, indetto dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e da Consip nel 2004 e riservato agli Atenei italiani, per l’istituzione di un Master universitario in e-procurement. La facoltà di Economia di Tor Vergata è riconosciuta a livello mondiale come Centro di Eccellenza sui temi del Procurement. Ha ospitato nel 2006 la II° International Public Procurement Conference a cui hanno aderito relatori da più di 75 paesi del mondo. Gustavo Piga e Giancarlo Spagnolo, (Presidente Consip e Direttore Ufficio Studi Consip dal 2002 al 2005), docenti presso il Master, sono gli autori del volume “Handbook of Procurement” pubblicato dalla Cambridge University Press (insieme al Professor Nicola Dimitri dell’Università di Siena), citato dal Parlamento Europeo nel workshop organizzato a Bruxelles il 6 marzo Perché formarsi a Tor Vergata?

4 Obiettivi della Formazione I pacchetti formativi sui temi del Procurement rispondono alle esigenze di:  creare professionisti esperti in procurement management, in grado di operare sia nel settore pubblico che nel settore privato; arricchire i profili professionali esperti in acquisti acquisendo competenze interdisciplinari;  fornire opportunità di crescita professionale a giovani brillanti e motivati e sviluppare capacità manageriali moderne. Il Master si propone di formare profili in grado di dare soluzione ai problemi che nascono in contesti fortemente dinamici sui piani della tecnologia e dei mercati, nei quali creatività e doti di leadership debbono essere coniugati con la capacità di affrontare problemi complessi di natura strategica, gestionale e organizzativa. Una particolare enfasi verrà data all’area etica di deontologia professionale.

5 L’Offerta Formativa Sono presenti 10 Aree Formative nel corso di 12 mesi (ogni area formativa si sviluppa nell’arco di un mese; una settimana frontale e tre on-line). L’impegno formativo comprende: 300 ore in modalità frontale (30 ore al mese erogate nel corso di un’unica settimana con lezioni dal Lunedì al Venerdì); 200 ore in modalità on-line, Sono previsti: seminari di approfondimento; casi di studio, allo scopo di presentare problemi reali e indicare le strategie più idonee alla loro soluzione; attività di laboratorio informatico ed esercitazioni; momenti di discussione comune.

6 Obiettivi e Finalità Il modulo si propone di analizzare l’importanza che i comportamenti etici assumono nei rapporti con i fornitori di beni e servizi, mettendo in evidenza l’effetto, economico e giuridico, che essi hanno sulla gestione delle Società e degli Enti. Inoltre, vengono trattate le problematiche inerenti i conflitti di interessi che possono nascere nei rapporti tra i responsabili della funzione acquisti e i fornitori, al fine di individuare gli strumenti più idonei a gestire tali conflitti Struttura, Obiettivi e Finalità ■introduzione ■Etica per il Business ■Problematiche Etiche e D.Lgs.231/01 ■Le iniziative verdi ■Conflitto di interessi

7 Calendario Lezioni data 05/07/ /07/ /07/ /07/ /07/ Problematiche Etiche e D.Lgs. 231/01Ambrogio Conflitto di interessiDi Carlo Conflitto di interessiDi Carlo Conflitto di interessiDi Carlo Problematiche etiche e D.Lgs. 321/01Bruno Le iniziative VerdiCapparelli Etica per il Business Etica per il BusinessHinna ora introduzionePiga Attività Didattica: 05/07/2010 – 09/07/2010 LezioniMateriaDocente Modulo : Etica & Procurement 10/09/2010Esame VII° modulo Becchetti 07/07/ le iniziative VerdiCapparelli 12/07/2010 – 10/09/2010 Forum di pacchetto FAD

8 Introduzione – Piga Programma del corso: La lezione passerà in rassegna alcune delle più importanti tematiche che concernono la questione della corruzione nel mondo degli appalti e delle gare di fornitura. Argomenti:  Corruzione o incompetenza?  Dalla corruzione soft a quella hard;  La trasparenza ed i suoi fallimenti;  Controlli: sì o no?;  “Bid rigging” o manipolazione delle offerte;  Distorsione dei ranking di qualità;  Distorsione della qualità della fornitura;  Centralizzazione e corruzione;  Corruzione via collusione;  Codici etici e comportamenti;  Un caso di studio.

9 Etica per il Business – Prof. Becchetti Programma del corso: L’etica e l’economia non sono due discipline separate come in alcuni casi sembra ritenersi. L’aspetto normativo dell’economia (analisi dei problemi) presuppone un’ipotesi a priori antropologica sulle caratteristiche della persona che ha effetti sull’interpretazione dei fatti. L’aspetto normativo (le scelte di policy) è definito sulla base di una scala di priorità che di per sé implica la scelta di un’etica. La finalità del corso è quella di rivelare questa profonda integrazione tra le due sfere affrontando i temi oggi di frontiera in questo campo come quelli della responsabilità sociale dell’impresa, dell’impatto dell’integrazione globale dei mercati sulle scale di valore, della finanza e del consumo socialmente responsabile. Le implicazioni dirette dell’integrazione tra etica ed economia sono molteplici anche nello specifico settore dell’e-procurement (si pensi al rapporto tra prezzo e qualità nelle gare d’asta). Nella parte conclusiva del corso si illustrano attraverso la teoria dei giochi alcuni circoli virtuosi che legano etica delle relazioni, cooperazione e produttività d’impresa dimostrando, contrariamente a quanto si crede, che, se si è in grado di individuare alcune dimensioni cruciali del rapporto, etica ed efficienza possono andare di pari passo. Gli argomenti: Fondazione antropologiche dell’individuo nelle diverse scienze sociali e confronto con il paradigma dell’homo oeconomicus; Le sfide del nuovo contesto economico e della globalizzazione dei mercati all’etica; L’impatto del sistema economico sulle diverse dimensioni della persona (consumatore, azionista, lavoratore, portatore di relazioni); La responsabilità sociale d’impresa: fondamenti teorici. Costi e benefici potenziali per l’impresa; La responsabilità sociale d’impresa: risultati empirici sulla performance aziendale e su quella finanziaria; L’economia della responsabilità sociale e la finanza etica; Valore dei beni relazionali, capitale sociale e produttività aziendale; Il modello della “trust game corporation”.

10 Etica per il Business – Prof. Hinna Programma del corso: L'obiettivo delle lezioni è stato quello di declinare la Rsi in contesti diversi ed in dimensioni e tipologie di aziende diverse. Dopo aver illustrato ad uno ad uno i singoli strumenti della RSI, si è cercato di contestualizzare ciascuno di essi nella funzione acquisti e vendite utilizzano la rete e non. Gli argomenti: RSI e procurement definizione di RSI; RSI - etica ed economia; Gli strumenti della RSI con particolare riferimento a: codice etico bilancio sociale standard di qualità e standard sociali rating; Focus su la funzione acquiste e la funzione vendite aspetti relativi a: filiera attività Onlus delle aziende codice di comportamento controllo dei codici segnalazioni ed istruttoria; “Evoluzione prossima futura“.

11 Problematiche Etiche e D.Lgs. 231/01 – Dott. Bruno Il Modello come sistema integrato; I nuovi rischi introdotti; Il Piano delle attività e della Formazione; Le verifiche ispettive; Stato di adeguamento al D.Lgs.231/01 sintesi delle indagini effettuate; Il D.Lgs. 231/01 come stimolo all’Etica in azienda; Problematiche operative connesse alle attività di Procurement; Conclusioni e dibattito.

12 Le iniziative verdi – Dott.sa Capparelli Programma del corso: I temi della sostenibilità impattano in modo significativo sulle dinamiche macroeconomiche e microeconomiche della crescita. Le risorse economiche ed in particolar modo le risorse energetiche pongono nuove sfide per lo sviluppo sostenibile. Non sono più trascurabili i contenimenti degli impatti ambientali in quanto determinano un miglior utilizzo delle risorse e dell’’energia, considerando i requisiti “ambientali” anche in termini di “nuovi equilibri” economici. Gli argomenti:  Il quadro macroeconomico di riferimento e gli studi di settore in campo energetico, nel settore alimentare e nei trasporti  La politica comunitaria nella sostenibilità ambientale  Gli acquisti pubblici verdi (green public procurement) e le fonti normative europee e nazionali  L’approccio al ciclo di vita e i risparmi energetici La costruzione di un appalto “verde” nel Green IT  Gli indicatori economici ed ambientali

13 Conflitto di interessi – Prof. Emiliano Di Carlo Programma del corso: Il corso si propone di trattate le problematiche inerenti i conflitti di interessi che possono nascere nei rapporti tra i responsabili della funzione acquisti e i fornitori, al fine di individuare gli strumenti più idonei a gestire tali conflitti. Gli argomenti:  Definizione di conflitto di interessi.  Il conflitto di interessi nel settore pubblico e nel settore privato.  Il conflitto di interessi apparente, potenziale e reale.  Conflitto di interessi e responsabilità sociale d’impresa  I codici etici e la gestione dei conflitti di interessi nei rapporti con i fornitori  Funzione attiva e passiva di consegna donazioni e liberalità  Indipendenza reale e apparente  Conflitto di interessi e comportamento opportunistico  I pesi della bilancia del conflitto di interessi  I costi e i benefici delle scelte in conflitto di interessi  Individuare e gestire il conflitto di interessi. Il ruolo del codice etico  Bilancio di esercizio e trasparenza delle operazioni con parti correlate in  conflitto di interessi.  Corporate governance e conflitto di interessi: il ruolo degli amministratori  indipendenti nelle società a controllo pubblico e privato.  Gestione del conflitto di interessi in Consip, ENI, Enel.

14 Problematiche Etiche e D.Lgs. 231/01 – Dott. Ambrogio Programma del corso: Presentazione D.lgs.231/01 e norme correlate; I Modelli organizzativi in generale (aspetti legali); L’Organo di Vigilanza – collocazione organizzativa; Le Sanzioni; La giurisprudenza; L’Esperienza di costruzione ed avvio del Modello; Conclusioni legali.

15 Tariffe acquisto Moduli Il costo del modulo si intende per persona che frequenti il solo modulo “Etica & Procurement”. E’ prevista la possibilità di sconti per discenti che frequentano ulteriori moduli nonché per istituzioni che inviino più discenti. Costo per discente: 750 euro

16 Come saperne di più Informazioni Direttore Prof. Gustavo Piga Segreteria e sede didattica Facoltà di Economia, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Via Columbia 2, Roma; tel / Sig. ra Roberta Marta fax: 06/ Segreteria dei Corsi di Perfezionamento Tel 06/ web site: Come raggiungerci:


Scaricare ppt "Procurement Training Program Etica & Procurement Area Etica."

Presentazioni simili


Annunci Google