La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sistema cardiocircolatorio Cuore Cuore Organo cavo, che sotto limpulso di un muscolo (miocardio) compie delle contrazioni che pompano il sangue nei vasi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sistema cardiocircolatorio Cuore Cuore Organo cavo, che sotto limpulso di un muscolo (miocardio) compie delle contrazioni che pompano il sangue nei vasi."— Transcript della presentazione:

1

2 Sistema cardiocircolatorio Cuore Cuore Organo cavo, che sotto limpulso di un muscolo (miocardio) compie delle contrazioni che pompano il sangue nei vasi Vasi sanguigni arterievene capillari Complesso di tubicini flessibili di vario diametro che trasportano il sangue dal cuore al resto dellorganismo (arterie) e viceversa (vene), scambiando le sostanze con i vari organi e tessuti (capillari) Sangue Sangue Fluido composto da una parte liquida (plasma) e da una parte corpuscolare (globuli rossi, globuli bianchi, piastrine); trasporta lossigeno, lanidride carbonica e altre sostanze disciolte

3 Composizione del sangue Globuli rossi Globuli rossi Sono le cellule più numerose e conferiscono il colore rosso; sono ricchi di emoglobina, una sostanza cui si legano lossigeno e lanidride carbonica; vengono prodotti dal midollo osseo Globuli bianchi Contengono gli anticorpi necessari allorganismi per fronteggiare lattacco di organismi patogeni esterni Piastrine Piastrine Si occupano della coagulazione del sangue, riparando i danni dei vasi sanguigni Plasma Plasma È la parte liquida; disciolte in esso viaggiano molte sostanze (es. glucosio, grassi, ecc…)

4 Il sistema circolatorio Arterie Vene

5 Il cuore Pericardio Arteria polmonare Aorta Vasi coronarici

6 Sezione del cuore

7 La circolazione sanguigna Piccola circolazione Grande circolazione

8 Le arterie Vasi sanguigni caratterizzati da pareti molto spesse ed elastiche, ricoperte da uno strato muscolare. Nelle arterie scorre il sangue ossigenato, di colore rosso vivo, pompato ad alta pressione dalla contrazione del cuore (sistole)

9 Arterie del tronco

10 Arterie dellarto superiore ed inferiore

11 Patologie delle arterie Aterosclerosi malattia delle pareti delle arterie, in cui lo strato più interno si ispessisce a causa della deposizione di grassi, e provoca uno restringimento che ostacola il passaggio del sangue. Trombosi provocano la sofferenza o necrosi dei tessuti privati del flusso di sangue: coronarie infarto del miocardio art. cerebrali ictus arti inf trombosi arteriosa acuta art mesenteriche (intestino) infarto mesenterico Arteriti infiammazione della parete delle arterie Embolie ostruzione delle arterie dovute ad un embolo vagante. polmoni embolia polmonare cervello ictus embolico Aneurismi dilatazione delle arterie per alterazioni delle pareti

12 Le vene Vasi sanguigni caratterizzati da pareti sottili e poco elastiche. Nelle vene scorre il sangue di ritorno, di colore rosso scuro, risucchiato dalla dilatazione del cuore (diastole)

13 Vene del tronco

14 Vene dellarto superiore ed inferiore

15 Patologie delle vene Varici sfiancamento della parete della vena, che diventa più lunga, dilatata e tortuosa. Colpiscono: arti inferiori ano emorroidi esofago spesso conseguenza indiretta di una patologia epatica Flebiti infiammazione della parete delle vene Tromboflebiti formazione di un trombo su una parete venosa già infiammata

16 SISTOLE Contrazione del cuore = SISTOLE (contrazione dei ventricoli) massima pressione sistolica = massima DIASTOLE Rilassamento del cuore = DIASTOLE (dilatazione dei ventricoli) minima pressione arteriosa = minima La pressione sanguigna

17 Situazione normale Frequenza Frequenza Adulti = bpm Bambini = 120 bpm Atleti = bpm Pressione Massima = mmHg Minima = mmHg

18 Principali patologie Palpitazioni Palpitazioni Crisi ipertensiva Crisi ipertensiva Angina pectoris Angina pectoris Infarto del miocardio Infarto del miocardio Shock cardiogeno Shock cardiogeno Arresto cardiaco Arresto cardiaco

19 Le sofferenze cardiache Tachicardia > 90 bpm Tachicardia > 90 bpm Bradicardia < 60 bpm Fibrillazione ventricolare contrazioni disordinate, Fibrillazione ventricolare contrazioni disordinate, rapide e poco efficaci rapide e poco efficaci Asistolia assenza del battito Asistolia assenza del battito Polso irregolare o debole Polso irregolare o debole

20 Palpitazioni Definizione Definizione Sensazione soggettiva Sensazione soggettiva di incremento della frequenza cardiaca, può non corrispondere alla tachicardia Cause aritmia cardiaca (es. fibrillazione cardiaca) crisi dansia ipertiroidismo

21 Palpitazioni Sintomi Sintomi senso di cuore in gola dolore precordiale dispnea vertigini sudorazione profusa ipotensione Cosa fare Cosa fare chiamare il 118, specificando il sospetto far sedere, o sdraiare, il pz e rassicurare misurare i parametri vitali (PA e FC) nellattesa rivalutare regolarmente i parametri

22 Crisi ipertensiva Definizione Definizione Condizione di incremento della pressione arteriosa al di sopra dei valori normali Costituisce unemergenza solo se sintomatica o molto elevata (> 200/100) Cause mancata assunzione della terapia dolore stato ansioso

23 Segni e sintomi Segni e sintomi asintomatica cefalea nausea e vomito dolore toracico dispnea disturbi visivi Cosa fare Cosa fare chiamare il 118, se sintomatica far sedere il pz e rassicurare misurare i parametri vitali (PA e FC) somministrare: nifedicor gtt sublinguali nellattesa rivalutare regolarmente i parametri Crisi ipertensiva

24 Angina pectoris Definizione Definizione Ridotto apporto di ossigeno al miocardio, cioè al muscolo del cuore, per il restringimento o locclusione parziale di un vaso Sintomi dolore costrittivo e puntorio, è transitorio e risponde bene ai farmaci vasodilatatori (es. carvasin) regredisce con il riposo e si accentua con lo sforzo il pz cerca di non affaticarsi

25 Infarto del miocardio Definizione Definizione Necrosi (morte) delle cellule del miocardio dovuta a totale e prolungata assenza di irrorazione sanguigna a causa dellocclusione delle arterie coronarie. Sintomi tipici dolore retrosternale, costrittivo e puntorio, è costante e risponde poco o nulla ai farmaci irradiazione al braccio sx e al collo, ma che può arrivare anche alla bocca dello stomaco compare raramente sotto sforzo e non regredisce con il riposo pallore, dispnea, debolezza e sudorazione fredda spesso sintomi gastrointestinali: nausea, vomito (simulano unindigestione) il pz è irrequieto

26 Infarto del miocardio Definizione Definizione Necrosi (morte) delle cellule del miocardio dovuta a totale e prolungata assenza di irrorazione sanguigna a causa dellocclusione delle arterie coronarie. Sintomi tipici dolore costante che risponde poco o nulla ai farmaci compare raramente sotto sforzo e non regredisce con il riposo pallore, dispnea, debolezza e sudorazione fredda spesso sintomi gastrointestinali: nausea, vomito (simulano unindigestione) il pz è irrequieto

27 Infarto del miocardio il dolore può mancare specialmente in: il dolore può mancare specialmente in: Anziani Diabetici può avere sedi diverse: al centro del torace, irradiato alle braccia (spt al sx) in mezzo alle scapole alla bocca dello stomaco al collo e alla mandibola

28 Cosa fare Cosa fare chiamare il 118, specificando il sospetto far sedere il pz e rassicurare misurare i parametri vitali (PA e FC) somministrare: aspirina 300 mg ossigeno nellattesa rivalutare regolarmente i parametri Infarto del miocardio

29 Angina pectoris e Infarto del miocardio Fattori di rischio Fattori di rischio ipertensione arteriosa diabete mellito ipercolesterolemia ipertrigliceridemia fumo familiarità per cardiopatia ischemica

30 Comparazione AnginaInfarto Dolore retrosternale acuto-pulsanteDolore retrosternale grave, marcato; pz immobile riposonon regrediscearto sup sx, collo, mascelle, mandibola, spalle, parte sup addome come angina ma più acutoda 3 a 15 min non recede con movimento, respiro, tosse da 30 min a diverse orerapidodispnea. tossebreve durataprofusa, freddaaritmia, arresto cardiaco, edema polmonare angina pre-infartuale, infarto Sintomi Irradiazione Regressione Durata Respiro Sudorazione Evoluzione

31 Avvertenza Data la collocazione del dolore, questo può essere sintomo tanto di problemi respiratori che cardiaci. Per assicurarsene e quindi stabilire la gravità della situazione, è necessario fare eseguire al pz un respiro profondo Il dolore derivato da complicanze cardiache non subisce alcuna variazione dallattività respiratoria

32

33

34 L'apparato respiratorio ha il compito di rifornire di ossigeno le cellule e di eliminare l'anidride carbonica prodotta nel nostro organismo. E' costituito da due organi respiratori, i polmoni, che sono in connessione con l'ambiente esterno mediante le " vie respiratorie " che assicurano il passaggio dell'aria. Lapparato respiratorio

35 Le vie respiratorie sono costituite dal naso e dalle fosse nasali, dalla faringe, laringe, trachea e bronchi. L'aria penetra nelle vie respiratorie attraverso il naso e la bocca e raggiunge le unità più piccole dell'apparato respiratorio, gli alveoli polmonari. E' in questi " sacchi " che avviene E' in questi " sacchi " che avviene lo scambio tra ossigeno dell'aria e il lo scambio tra ossigeno dell'aria e il sangue che circola nei capillari.

36 Le narici Le narici L'aria penetra nelle vie aeree attraverso le narici o la bocca. E' importante, e preferibile, respirare attraverso il naso in quanto l'aria all'interno di esso viene depurata, riscaldata e umidificata, a contatto con la mucosa, prima di giungere nelle delicate strutture respiratorie. La faringe La faringe Costituisce il collegamento tra le vie respiratorie superiori e quelle inferiori. La laringe La laringe Viene chiamata anche " organo della fonazione ". Infatti, nella laringe sono situate due pieghe elastiche, le corde vocali, che vibrano sotto l'azione della colonna d'aria espirata. A questa stessa colonna d'aria le corde vocali trasmettono le vibrazioni che costituiscono la voce. Lapparato respiratorio La tracheaLa trachea La trachea ha la forma di un tubo cilindrico ed è lunga circa cm. Contiene anelli cartilaginei che consentono di mantenere ben aperto il condotto per il passaggio dell'aria.

37 I bronchiI bronchi La struttura bronchiale ricorda quella di un albero. Dalla trachea inizia una prima diramazione: i due grandi bronchi destinati ai polmoni destro e sinistro. I due rami principali si suddividono all'interno dei polmoni in bronchi secondari e poi, via via sempre più piccoli, in bronchioli terminali che fanno giungere l'aria fino agli alveoli polmonari. All'interno dei bronchi c'è la mucosa ricoperta di ciglia, che ondeggiando spingono verso l'esterno le particelle estranee; ci sono le ghiandole, che producono muco e, infine, la muscolatura esterna che all'occorrenza restringe il calibro del bronco per limitare l'afflusso di aria. I bronchi, e non per caso, sono stati definiti le strade dell'aria. E' attraverso questi "tubicini" flessibili che l'ossigeno necessario per l'organismo giunge ai polmoni. Come si mantengono in efficienza Come si mantengono in efficienza Esistono diversi elementi che, col tempo, possono ridurre le capacità difensive dei bronchi, primi tra tutti il fumo di sigaretta e l'inquinamento atmosferico. Il perché è chiaro: negli anni le sostanze presenti nella sigaretta e nello smog mettono sotto "stress " le ghiandole mucose e le ciglia. Le prime cominciano a produrre Lapparato respiratorio

38 I polmoni I polmoni I polmoni, adibiti allo scambio tra sangue e aria, sono due organi voluminosi, di consistenza spugnosa, situati nella cavità toracica. La struttura interna del polmone è costituita dalle sottili terminazioni delle vie respiratorie, i bronchioli respiratori, che terminano in una tipica struttura a grappolo costituita dagli alveoli polmonari. I polmoni sono situati a ciascun lato del cuore e delimitati inferiormente dal diaframma, un ampio muscolo che consente, assieme ai muscoli intercostali, l'espansione e il rilassamento del tessuto elastico polmonare.

39 I polmoni 2 I polmoni 2 L'aria che entra dal naso o dalla bocca attraverso i bronchi giunge fin nell'unità operativa dei polmoni, l'alveolo. Nelle immediate vicinanze degli alveoli scorre una fitta rete di vasi capillari anch'essi con le pareti molto sottili. I gas possono passare facilmente dagli alveoli ai capillari e viceversa, ed è in questo modo che avvengono gli scambi tra aria e sangue,che consentono in ultima analisi la sopravvivenza dell'organismo.Ovviamente questo meccanismo risente delle condizioni del corpo e si adatta di conseguenza. Quando abbiamo fatto uno sforzo, per esempio, l'ossigeno può mancare. E' per questo che viene "il fiatone" che non è altro che un meccanismo di iperventilazione tale da consentire un maggior afflusso di aria ai polmoni e quindi di ossigeno all'organismo. Lapparato respiratorio

40 Inspirazione ed Espirazione Il continuo scambio fra aria esterna che penetra nei polmoni e aria interna che viene eliminata nell'ambiente prende il nome di ventilazione polmonare. L'inspirazione, l'espirazione e la breve pausa che si verifica fra i due movimenti costituiscono un atto respiratorio. Meccanismo della respirazione

41 Ogni atto respiratorio comporta una serie di cambiamenti nella gabbia toracica che è formata dallo sterno e dalle costole. Se mettiamo una mano sulle costole e inspiriamo profondamente, sentiamo le costole sollevarsi. Espirando, le sentiamo invece abbassarsi.

42 inspirazioneDurante l'inspirazione, i muscoli del torace si contraggono facendo sollevare le costole, mentre il diaframma si abbassa. In questo modo, lo spazio all'interno della gabbia toracica aumenta e la pressione dell'aria in essa contenuta diminuisce. I polmoni, che sono organi passivi, e cioè incapaci di movimenti propri, si dilatano e si riempiono d'aria. espirazioneDurante l'espirazione, i muscoli del torace si rilassano facendo abbassare le costole, mentre il diaframma si solleva. Lo spazio all'interno della gabbia toracica diminuisce e la pressione dell'aria in essa contenuta aumenta. I polmoni si comprimono e si svuotano dell'aria, che, dopo aver percorso all'indietro le vie aeree, viene eliminata nell'ambiente esterno. Meccanismo della respirazione frequenza degli atti respiratori La frequenza degli atti respiratori, cioè il numero di atti compiuti in un minuto, dipende dall'età e dall'attività fisica che si sta svolgendo. Infatti, la frequenza respiratoria è maggiore dopo uno sforzo fisico e diminuisce con l'età: nel neonato essa è di atti respiratori, nell'adulto di

43 Situazione normale Frequenza ( Frequenza (cioè il numero di atti compiuti in un minuto) Adulti = atti/min Bambini = atti/min Volume a riposo = 0.5 litri per atto (10l/min) sotto sforzo = 3.5 litri per atto

44 Principali patologie ostruzione da corpo estraneo asma bronchiale edema polmonare enfisema polmonare intossicazione annegamento eventi traumatici infiammazioni (polmoniti, pleuriti…)

45 Possibili cause

46 Le sofferenze respiratorie dispnea alterazione del normale sistema respiratorio ipossia fame daria apnea arresto respiratorio temporaneo asfissia arresto respiratorio prolungato bradipnea rallentamento del ritmo respiratorio tachipnea aumento della frequenza respiratoria polipnea atti respiratori rapidi e profondi

47 Sintomatologia generale

48 Dispnea Definizione Definizione Discrepanza tra le esigenze respiratorie e il reale apporto di ossigeno Cause asma riacutizzato bronchite cronica polmonite edema polmonare acuto embolia polmonare pneumotorace

49 Dispnea Sintomi Sintomi respiro frequente e superficiale impegno muscoli accessori (del collo e delle spalle) cianosi sudorazione profusa tosse confusione ed agitazione Trattamento Trattamento ossigeno

50 Asma Definizione Definizione Infiammazione cronica delle vie aeree respiratorie dovuta a predisposizione genetica o allergica. I bronchi si restringono, rendendo difficoltoso il passaggio daria. Sintomi respiro sibilante ansia ipertensione tachicardia Trattamento Trattamento utilizzo dei farmaci del pz (broncodilatatori spray)

51 Enfisema polmonare Definizione Definizione Perdita di elasticità o distruzione della parete degli alveoli che produce un anomalo aumento del contenuto di aria nei polmoni. È causato principalmente dallinquinamento e dal fumo di sigaretta. Sintomi riacutizzazioni cicliche espettorazioni insufflazioni aumentate

52 Edema polmonare acuto Definizione Definizione Rapido accumulo di liquido interstiziale nei polmoni, dovuto a scompenso cardiaco Sintomi suoni gorgoglianti dispnea emissione di schiuma riempimento capillare ridotto

53 Ostruzione da corpo estraneo Definizione Definizione Blocco del passaggio dellaria ad opera di un corpo solido, compresa la lingua, posto nelle vie aeree superiori Sintomi rantoli apnea senso di morte imminente Trattamento Trattamento Rimozione del corpo estraneo Iperestensione del capo o decubito laterale di sicurezza

54 Manovra di Hemlich Su pz cosciente

55 Manovra di Hemlich Su pz incosciente

56 Iperestensione del capo


Scaricare ppt "Sistema cardiocircolatorio Cuore Cuore Organo cavo, che sotto limpulso di un muscolo (miocardio) compie delle contrazioni che pompano il sangue nei vasi."

Presentazioni simili


Annunci Google