La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Un buon esempio di Programmazione del CICLO INTEGRATO DI SMALTIMENTO DEI RIFIUTI BITONTO 13 OTTOBRE 2004 A cura del Dott. STEFANO SELLERI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Un buon esempio di Programmazione del CICLO INTEGRATO DI SMALTIMENTO DEI RIFIUTI BITONTO 13 OTTOBRE 2004 A cura del Dott. STEFANO SELLERI."— Transcript della presentazione:

1 Un buon esempio di Programmazione del CICLO INTEGRATO DI SMALTIMENTO DEI RIFIUTI BITONTO 13 OTTOBRE 2004 A cura del Dott. STEFANO SELLERI

2 OBIETTIVI PERSEGUITI: SVILUPPO DI UNA NUOVA IMPIANTISTICA DI TRATTAMENTO E SMALTIMENTO AMBIENTALMENTE SOSTENIBILE; GARANTIRE LUNGA AUTONOMIA AL BACINO TERRITORIALE; APPLICAZIONE DEL CONCETTO GUIDA DI CICLO INTEGRATO DEI RIFIUTI.

3 Comuni del Bacino Per un totale di abitanti

4 Impianti per il trattamento rifiuti

5 RACCOLTA E SELEZIONE OBIETTIVO DI ATTUAZIONE DI UN CICLO INTEGRATO PER IL RECUPERO E LA VALORIZZAZIONE DEL RIFIUTO MEDIANTE LA REALIZZAZIONE DI NUOVI IMPIANTI

6 Approvato ampliamento vasca n.7 x circa mc ovvero AUTONOMIA MASSIMA DI 3 ANNI Prevista chiusura a fine anno 2006 Possibile ampliamento per un volume di altri mc. da realizzarsi in due fasi, con la prima fase di circa mc. entrata in produzione entro fine anno 2006, per non incorrere in emergenze di smaltimento rifiuti per il territorio servito. Autonomia di smaltimento dellampliamento per ulteriori anni nel frattempo è possibile ipotizzare l entrata in servizio del termovalorizzatore. In studio la realizzazione di una fase di pretrattamento della frazione organica per garantire il rispetto del D.Lgs. n. 36/2003, unitamente alla raccolta differenziata dellumido DISCARICA Località Cà dei Ladri COMPOSTAGGIO Località Tana Termini TERMOVALORIZZATORE Possibile località: Cà dei Ladri Autorizzata la realizzazione del nuovo impianto di compostaggio di Tana Termini per ton/anno. Avviamento dellimpianto previsto per fine anno 2005, per la produzione di compost di qualità (per florovivaismo-agricoltura). A seguito dellavviamento del impianto, inizio della raccolta differenziata dellumido nei grossi centri urbani ed utenze privilegiate (mense, mercati, vivaisti, ecc.) Studio di fattibilità per un impianto da ton/anno a servizio del bacino COSEA e di Pistoia. Produzione di energia elettrica e di energia termica a servizio della zona industriale di Silla presente e di futuro sviluppo. Possibile impiantistica: impianto classico per RSU con possibile conversione futura a CDR; impianto classico per CDR; gassificatore e/o tecnologie innovative per RSU e CDR Tempistica prevedibile: 6-8 anni per tutto liter di realizzazione di VIA, progetto, approvazione e costruzione. Limpianto proposto offrirà autonomia di smaltimento per oltre 30 anni dalla sua realizzazione. SVILUPPO INDUSTRIALE PREVISTO PER GLI IMPIANTI DI RECUPERO E SMALTIMENTO RIFIUTI PROSPETTIVE A BREVE E LUNGO TERMINE

7 ESEGUITI NEL 2003 Studio preliminare di fattibilità tecnico-economica ed analisi del bacino di utenza che ha portato alla valutazione di una potenzialità futura per ton/anno Analisi della localizzazione geografica nel contesto viabilità, servizi e comparto industriale Analisi del mercato e delle migliori tecnologie in termine di termovalorizzazione dei rifiuti, in collaborazione con ENEA PROGRAMMATI PER IL 2004 Realizzazione di uno STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE per la verifica della completa compatibilità ambientale del sito prescelto Analisi di dettaglio tecnico-economica in merito alla scelta della tipologia di impianto (termovalorizzatore per CDR oppure misto per RSU+CDR, oppure gassificatore) Analisi di dettaglio sul bacino di utenza potenziale urbano + industriale + servizi (es. ospedaliero), comprensivo della vicina area di Pistoia STUDI PER LA FATTIBILITA' DEL PIANO INDUSTRIALE E DEL TERMOVALORIZZATORE

8 Vasca 6 esercizio Vasca 7 In costruzione Adeguamento 3° settore Impianto recupero biogas

9 Vasca 6 esaurita Vasca 7 esercizio Adeguamento 3° settore Impianto Pretrattamento

10 Vasca 6 esaurita Vasca 7 esaurita Nuova discarica mc Impianto Pretrattamento

11 Vasche 6 e 7 recupero Nuova discarica mc Utilizzata per circa mc. Impianto Pretrattamento Termovalorizzatore

12 Nuova discarica esaurita Impianto Pretrattamento Termovalorizzatore

13 discarica recupero Impianto Pretrattamento Termovalorizzatore Nuova discarica mc.

14 discarica recupero Impianto Pretrattamento Termovalorizzatore Recupero con nuova utilizzazione mc lordi

15 CONCLUSIONI Lavvio dellutilizzo della nuova discarica da mc. nella seconda metà del 2006 è condizione imprescindibile per lattuazione del Piano Industriale. Per poter utilizzare la nuova discarica, a partire dalla seconda metà del 2006, è essenziale iniziare le attività propedeutiche fin dalla fine della primavera 2004, allo scopo di completare la progettazione, la procedura di V.I.A., liter autorizzativo, realizzare gli appalti e le opere di predisposizione della discarica in tempo per la sua messa in produzione. Linizio di dette attività è subordinato allavvio delle procedure di competenza della Provincia di Bologna entro la primavera Nello stesso periodo prenderanno avvio gli studi e alle analisi preliminari di dettaglio per la definizione del Termovalorizzatore. Contestualmente sarà realizzata la progettazione e avviata la richiesta di procedura di V.I.A. per la nuova discarica.


Scaricare ppt "Un buon esempio di Programmazione del CICLO INTEGRATO DI SMALTIMENTO DEI RIFIUTI BITONTO 13 OTTOBRE 2004 A cura del Dott. STEFANO SELLERI."

Presentazioni simili


Annunci Google