La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Carlo Crespellani Porcella Progetto POR 2000-2006 : Progettazione ambientale Democrazia partecipativa Drawing Hands by M. C. Escher, 1948, Lithograph.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Carlo Crespellani Porcella Progetto POR 2000-2006 : Progettazione ambientale Democrazia partecipativa Drawing Hands by M. C. Escher, 1948, Lithograph."— Transcript della presentazione:

1 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Democrazia partecipativa Drawing Hands by M. C. Escher, 1948, Lithograph. Democrazia rappresentativa Democrazia partecipativa Carlo Crespellani Porcella Una proposta di Legge Regionale Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013 Carlo Crespellani Porcella

2 Progetto POR : Progettazione ambientale Messa a punto Progettazione Mobilitazione Sperimentazione Presa di coscienza Esperienze reali Dove siamo? Regioni Toscana Emilia Lazio Comuni Carlo Crespellani Porcella Siamo nella fase progettuale in cui dobbiamo mettere a punto una proposta concreta che avvii un serio percorso verso la sperimentazione e la realizzazione della partecipazione a livello regionale Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

3 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Cronistoria della Proposta di Legge 11 Dic 1012 Proposta di Legge Popolare per una LEGGE DI PARTECIPAZIONE nella REGIONE AUTONOMA della SARDEGNA Perché una terza proposta? Proposta Popolare Spunti L.R. Toscana Obbligatorietà oltre i 50Ml Governance, Organizzazione.e Risorse Team di supporto Metodologico e Tecnol.co (TMT) Il Garante PP Ripensare Metodi e Ambienti Tecnologici 14 Feb 2013 PROPOSTA DI LEGGE N. 460 presentata dai Consiglieri regionali LOTTO - DIANA Giampaolo - AGUS - BARRACCIU - BRUNO - COCCO Pietro - CORDA - CUCCA - CUCCU - ESPA - MANCA - MELONI Marco - MELONI Valerio - MORICONI - PORCU - SANNA Gian Valerio - SABATINI - SOLINAS Antonio ( Stefano Sotgiu) Norme per la promozione della partecipazione dei cittadini alla elaborazione delle politiche pubbliche regionale e locali PROPOSTA DI LEGGE N. 484 presentata dai Consiglieri regionali PIRAS - PITTALIS - AMADU - CONTU Mariano Ignazio - FLORIS Rosanna - GALLUS - GRECO - LOCCI - LUNESU - MURGIONI - PERU - RANDAZZO - RODIN - SANJUST - SANNA Paolo Terzo - STOCHINO - TOCCO Norme in materia di partecipazione popolare alla elaborazione delle politiche regionali Sperimentazione Processo Partecipativo Noi siamo qui Esperienze Locali Corso Politica Forum Idee a La Collina, OST Circolo Copernico Studio Media Civici al Senato (mag) Workshop I Codici della Democrazia Milano (sett) Proposta di Legge Popolare Carlo Crespellani Porcella Questa proposta popolare nasce dalle due esistenti in Consiglio e da una ristrutturazione, alla luce di diverse esperienze Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

4 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Proposta di Legge come programma politico Proposta di Legge Popolare per una LEGGE DI PARTECIPAZIONE nella REGIONE AUTONOMA della SARDEGNA Candidato Sperimentazione Processo Partecipativo Noi siamo qui Commitment sul tema strutturale dell Innovazione politica Strategia reale (non demagogica) per la partecipazione Candidato Politica economica Lavoro e occupazione Sviluppo Turismo Innovazione Industria Scuola Formazione professionale Programma dei candidati alla Presidenza della Regione Elementi distintivi della proposta politica Impegno per una Legge sulla partecipazione (questa o altra, o nessuna, questa con dei distinguo …) Cultura Sanità e servizi sociali Carlo Crespellani Porcella I candidati alla Presidenza della Regione potranno affermare come intendono posizionarsi su questo tema Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

5 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Democrazia partecipata Metodi e tecnologie Struttura Legge Biodiversità e democrazia Democrazia liquida e viscosa Conclusione Carlo Crespellani Porcella Questa presentazione ha la funzione di esplicitare i temi chiave correlati alla legge atrraverso sei sezioni

6 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale democrazia partecipata sarda Sardegnasecondote.it, Cappellacci lancia la democrazia partecipata sarda Anche in Sardegna arriva un esempio di democrazia partecipata, che consente di avvicinare le decisioni politiche ai cittadini. Nasce "Sardegna secondo te", la piattaforma di e-democracy della Regione Sardegna, attiva da oggi. "Uno spazio di incontro... 17/06/2013 Democrazia partecipata…sorda Quesiti e petizioni proposte dallalto Temi predefiniti Petizioni chiuse Discussioni deboli Scarsa partecipazione Percepita di parte Carlo Crespellani Porcella Lesperienza Sardegnasecondote.it ci lascia molto scettici sullefficacia di un modello basato su quesiti che nascono dallalto in cui non esiste ascolto, informazione, confronto, elaborazione condivisa. Si parla di Democr. Part. è vero, ma… Dove sono? Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

7 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Evoluzione del rapporto tra Politico e cittadino Informare Passivo Consultare Coinvolgere Cooperare Capacitare (empower) Vi teniamo informati Vi ascoltiamo, abbiamo bisogno dei vostri commenti e informazioni Le vostre opinioni sono tenute in considerazione, ma senza impegno Abbiamo bisogno delle vostre opinioni, ci impegniamo a tenerne conto Metteremo in atto le vostre scelte Scala della partecipazione e delle relative promesse Fonte: elaborazione da S.Arnstein 1969 Attivo Proattivo involved committed informed Cittadinanza attiva Politico Cittadino Carlo Crespellani Porcella

8 Progetto POR : Progettazione ambientale Progressione partecipativa e strumenti Trasparenza, evidenza condivisione pubblica Eventi, Web Conference Streaming Video Live Contenuti Open Data&Esplorazione Progetti 3D Passivo Fonte: CCresp Attivo Proattivo Interazione Quesiti Votazioni Twitter Cooperazione Potenziamento e contribuzione Responsabilizzazione Applicazioni e contenuti di collaboratione Informato Controllo Coinvolto Decisioni e Valutazioni Contributivo Collaborazione Coordinamento Costruzione di Contenuti & Eventi Monitoraggio Gruppi di lavoro ristretti Condivisioni estese Valutazioni Consolidamento & Contaminazione delle Idee Needs Statistics Background Processi e retroazioni Carlo Crespellani Porcella Come il cittadino, come soggetto senza cariche politiche, progressivamente partecipa alla vita politica

9 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Democrazia partecipata Metodi e tecnologie Struttura Legge Biodiversità e democrazia Democrazia liquida e viscosa Conclusione Carlo Crespellani Porcella Questo capitolo vuole creare unanalogia che vede la democrazia matura come un ecosistema dentro cui devono essere presenti diverse nicchie biologiche espressione di una pluralità di manifestazioni democratiche Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

10 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Democrazia partecipativa: dove siamo? Art.4 comma l: Favorire la prassi di ascolto e interlocuzione, le nuove forme di scambio e comunicazione tra le istituzioni e la società, tra le amministrazioni e i cittadini (soggetti individuali e collettivi) garantendo la partecipazione sociale in senso ampio secondo le diverse forme di espressione dirette e online, che integrino e armonizzino le forme di: democrazia rappresentativa democrazia diretta (proposte popolari e referendum) democrazia pluralistica (corporativa e associativa) autonomia di base informali e indipendenti le pratiche di autogestione di attività e servizi di interesse collettivo e di sussidiarietà sociale partecipazione rappresentativa diretta pluralistica partecipativa Carlo Crespellani Porcella Come la luce bianca è ricca quando è composta da tutte le lunghezze donda, anche la qualità della democrazia si manifesta attraverso la pluralità di modalità espressive Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

11 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Biodiversità e granularità nella democrazia Istituzionale individuale collettiva partecipativa Carlo Crespellani Porcella La democrazia partecipativa si deve manifestare lungo tutto lo spettro : individuale, collettiva, istituzionale Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

12 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Soggetti individuali e collettivi Comunità virtuali e di apprendimento Carlo Crespellani Porcella Per comprendere come i singoli cittadini possono partecipare in modo profondo alle dinamiche partecipative è necessario capire «come» i soggetti collettivi devono strutturarsi ed essere soggetti chiave: siano partiti, gruppi di interesse, gruppi di base e a maggior ragione soggetti collettivi che si esprimono nei processi partecipativi Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

13 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Evoluzione della concezione dei soggetti collettivi La molteplicità, leterogeneità di ogni individuo e lampliamento delle esperienze condivisibili, porta allo sviluppo dinamico delle comunità virtuali Soggetto collettivo come somma di soggetti individuali omogenei Soggetto collettivo composto da soggetti eterogenei Soggetti collettivi coesistenti composti dinamicamente da soggetti eterogenei su singoli aspetti e per interessi specifici e momentanei Comunità dellera industriale Comunità nellera dei servizi Comunità virtuali e on-demand Fonte: Storia delle Telecomunicazioni University Press Firenze – C. Crespellani Attico e superattico delle telecomunicazioni Carlo Crespellani Porcella Levoluzione dei soggetti collettivi dimostra la necessità di rivedere modello rappresentativo, necessario ma non sempre efficace Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

14 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale La rappresentanza: criticità Comunità dellera industriale (territoriale, tematica, di categoria) Comunità nellera dei servizi (di interesse, di scopo) Comunità virtuali e on-demand (di istanza) Campione significativo Rappresentante politico Territorio + idea politica peso e rilevanza sociale Unistanza ( esigenza, decisione …) è significativa o meno in funzione delle suo peso e rilevanza sociale Carlo Crespellani Porcella Lattuale rappresentante politico è una figura funzionale in un contesto di comunità in era industriale. Ora è necessario anche altro Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

15 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Particolari soggetti collettivi di riferimento Dimensione partecipativa Completezza archivi Facilità di accesso Velocità di consultazione Comunità di Apprendimento Istanza di partecipazione Scambio di opinioni ed esperienze Istanza di Partecipazione in equilibrio con le esigenze di certificazione delle informazioni Fonte : elaborazione riprendendo Stefano Micelli (13) Comunità di Interesse Comunità di Partecipazione Dimensione informativa Comunità di Pratica Circolarità del sapere Progettualità e creatività Legami stabili e profondi Coinvolgimento Disponibilità a mettere in discussione la propria idea Carlo Crespellani Porcella Elemento fondamentale per rispondere al dinamismo della società è avere contesti collettivi di apprendimento reale, in cui non si persegue lo scontro funzionale finalizzato a costruirsi un consenso politico, ma dove tutto si basa sullapprendimento condiviso Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

16 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Equilibrio ed interazione tra le componenti della società istituzionale individuale collettiva partiti Processi partecipativi politica Raccolta istanze e ascolto strutturato Elaborazione strategie e priorità Confronto e rielaborazione Piani strategici e operativi Decisioni Gestione dellazione e dei problemi Controllo e valutazione Raccolta istanze e ascolto strutturato Elaborazione strategie e priorità Confronto e rielaborazione Piani strategici e operativi Decisioni Gestione dellazione e dei problemi Controllo e valutazione Circolo Sergio Atzeni - 27 settembre 2013 Carlo Crespellani Porcella Come il Bianco è frutto di un equilibrio delle componenti Rosso verde e blu, i processi partecipativi devono equamente manifestarsi lungo tutte le tre componenti della società e nelle diverse fasi di costruzione del pensiero e dellazione politica pa

17 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Azione: Coordinamento Collaborazione Decisione Sintesi Elaborazione mappa confronto Mappa idee Costruzione di soluzioni Argomentazioni Analisi condivisa Gestione dei conflitti nelle forme di democrazia partecipativa e rappresentativa dissenso consenso dissenso Struttura partecipativa Struttura rappresentativa Confronto apprendimento Confronto scontro Carlo Crespellani Porcella La cultura del confronto dialettico e creativo del processo partecipativo porta ad esplicitare le aree di consenso e a indirizzare il dissenso già nelle prime fasi e a fare le scelte precocemente rispetto alla politica rappresentativa. Si evitano così scelte non sedimentate della politica tradizionale, quelle che poi generano rigetto da parte della collettività (vedi TAV) Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

18 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Democrazia partecipata Metodi e tecnologie Struttura Legge Biodiversità e democrazia Democrazia liquida e viscosa Conclusione Carlo Crespellani Porcella La democrazia rappresentativa, diretta e deliberativa si devono armonizzare. Nascono nuove modalità di concepire e gestire la delega che può diventare temporanea e tematica (democrazia liquida), controllando il passaggio multiplo di mano (dem. viscosa) Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

19 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Democrazia deliberativa laspetto partecipativo e consensuale Nel lessico anglosassone il verbo to deliberate viene utilizzato ponendo in risalto laspetto partecipativo e consensuale rispetto al momento della mera decisione: questultima, singola tappa di un processo più ampio, si qualifica per il carattere dialogico del confronto. Fonte : Fabiola De Toffol e Alessandra Valastro - Dizionario di Democrazia Partecipativa: Carlo Crespellani Porcella

20 Progetto POR : Progettazione ambientale Fasi di un processo di un bilancio partecipativo Raccolta proposte (definizione agenda) Valutazione proposte (Analisi, fattibilità …) Votazione priorità Controllo e verifiche (monitoraggio) Realizzazione decisione analisi Consenso Dissenso consenso Valutazione pluralità di visioni Convergenza operazionale confronto riscontro Fase deliberativa Fase esecutiva Carlo Crespellani Porcella La democrazia partecipativa deve incidere sia sulla fase deliberativa sia sulla fase esecutiva Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

21 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Democrazia rappresentativa, partecipativa sui temi nazionali Cittadini Democrazia rappresentativa Democrazia diretta o partecipativa Assenza di deleghe Delega del mandato Politici Partecipazione attiva 1.Raccolta proposte 2.Valutazione proposte 3.Votazione priorità Partiti Legislativo Esecutivo Camera delle Regioni e della Democrazia partecipativa Camera dei Deputati Governo Camera dei Territori Società civile Carlo Crespellani Porcella Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

22 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Cittadini Partiti Democrazia rappresentativa Democrazia diretta o partecipativa Democrazia rappresentativa, partecipativa e liquida Democrazia liquida Delega variabile: reversibile e tematica Assenza di deleghe Delega del mandato Politici Carlo Crespellani Porcella Democrazia viscosa: delega che al passare di mano riduce il suo peso Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

23 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Democrazia partecipata Metodi e tecnologie Struttura Legge Biodiversità e democrazia Democrazia liquida e viscosa Conclusione Carlo Crespellani Porcella Vediamo la struttura della legge Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

24 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Struttura proposta di Legge Regionale CAP I Principi Obiettivi Pluralità e coesistenza forme e modelli partecipativi Coesione sociale Prassi di ascolto e interlocuzione Nuove professionalità Evoluzione comunicaz pubblica Premialità EELL Regione catalizzatore per condivisione Soggetti Titolati Cittadini, soggetti con interesse Oggetto Grandi interventi Scelte di indirizzo Bilancio Partecipativo Opere minori, istanze proposte Tempi e Processi 2-4 mesi CAP II Organizzazione e Risorse assegnate Il Garante dei processi partecip. Carta partecipativa Patto Partecipativo Il Team dei Metodi e Tecnologie Budget Compiti amm.vi Comm.ne Autority Ente Responsabile CAP III Gestione Attività nei Proc Partecipativi Operation Grandi Interventi 5Mio: Dibattito Pubblico Scelte di Indirizzo: Congressi e h-OST Bilancio partecipativo Opere minori, istanze proposte Soggetti promotori: Giunta, Consiglio, EELL Gruppi, Scuole Univ., Garante, CAP IV Stimolo ai processi partecipativi Forme di sostegno Supporto metodol. e tecnico incondizionato Assegnazione risorse Criteri di priorità Ammissione e modalità di sostegno Formazione CAP V Processi partecipativi e rapporti fra istituzioni coinvolte Protocollo Regione ed EELL Diffusione contributi Spese ammissibili Norma finanziaria Carlo Crespellani Porcella Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

25 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Struttura proposta di Legge: ruoli e responsabilità Consiglio Regionale Garante PP Comitato di Autority TMT Team Metodologie e Tecnologie Proponenti Presidente Esperti Metodologie Resp Tecnico Team tecnici Amministrazione Segreteria Assistente Segreteria Cittadini, comunità locali, comunità trasversali, aggregazioni dinamiche Proposte e Richieste Processo partecipativo Carlo Crespellani Porcella Regione Autonoma della Sardegna Lindipendenza dalla macchina regionale e larticolazione tra TMT e Garante favoriscono processi trasparenti e poco burocratici Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

26 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Struttura proposta di Legge: ruoli e responsabilità Consiglio Regionale Garante PP Comitato di Autority TMT Team Metodologie e Tecnologie Comuni, Province, Consorzi, EE.LL. Scuole Giunta, Consiglio Reg, Assessorati Privati Associazioni, Presidente Esperti Metodologie Resp Tecnico Team tecnici Amministrazione Segreteria Assistente Segreteria Cittadinanza Politica Media Cittadini, comunità locali, comunità trasversali, aggregazioni dinamiche Proposte e Richieste Processo partecipativo Supporto metodologico e tecnologico Sostegno economico Carlo Crespellani Porcella Regione Autonoma della Sardegna Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

27 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Struttura proposta di Legge: chi sottopone a chi Opere minori, istanze e proposte Grandi interventiScelte di indirizzo Bilancio Partecipativo Valore di >50 Mio Anche con i costi di gestione di 5 anni Obbligatorietà Dibattito Pubblico Riforme Istituzionali, Proc. Partec. e Comunic. Ambiente, Territorio, Sostenibilità Sviluppo Economia e Turismo Coesione, Sviluppo sociale, Diritti e Doveri Istruzione, Formazione e Innovazione Fonti e utilizzo delle Energie Mobilità sostenibile e Trasporti Piano Strategico e Bilancio Carlo Crespellani Porcella Ogni tipologia di azione partecipativa è una proposta di una parte della società alle altre Altro format che potrà essere sperimentato e messo in produzione alla luce delle esperienze (es micro petizioni e votazioni per questioni locali) Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

28 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Dalla deliberazione alla votazione si Indispensabile Contrario Daccordo Inaccetabile Contrario Daccordo Preferita no Non voto bianca Pluralità di sistemi di votazione La deliberazione come metodo di concertazione creativa : Dallesperienza comune di apprendimento e di conoscenza alla convergenza dellanalisi, allelaborazione delle soluzioni: Cumulare visioni condivise e ridefinire costantemente i fattori distintivi da sottomettere solo alla fine a consultazione Carlo Crespellani Porcella Partecipazione NON è decidere semplicemente, ma elaborare un percorso e identificare la modalità più adatta di decidere Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

29 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale La delega: dallopportunità alla sua gestione Interesse Competenza Tempo Dalla Democrazia diretta a quella liquida Dalla Democrazia liquida a quella viscosa Innovazione Management Economia Urbanistica Trasporti Pianificazione Formazione Scuola Energia Riduzione della delega selvaggia….. Carlo Crespellani Porcella Il tema della delega mette in campo il significato del supporto da parte di chi è competente (disciplinare, interdisciplinare, capacità…) Solo dopo si capirà come gestire la delega Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

30 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Democrazia partecipata Metodi e tecnologie Struttura Legge Biodiversità e democrazia Democrazia liquida e viscosa Conclusione Carlo Crespellani Porcella I metodi partecipativi sono tanti, diversi, si ha bisogno di competenze per utilizzarli e farli evolvere al meglio, soprattutto tenendo conto delle innovazioni determinate dai media civici e dalle architetture correlate Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

31 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Metodi partecipativi: modello ibrido? Nuove prospettive Attività ed eventi in presenza Attività ed eventi oline Open Space Technology Consensus Building Dibattito pubblico Bilanci partecipativi Per Coinvolgimento Raccolta istanze e priorità Esplorazione soluzioni alternative Gestione conflitti Codecisioni Raccolta proposte Processi deliberativi strutturati Votazioni … Per Raccolta, analisi esplorazione interpretazione dati e informazioni Raccolta istanze, priorità, valutazioni Gestione del processo Integrazione proposte Strutturazione delle argomentazioni Sistemi di votazione evoluti Scritture norme e leggi condivise Problem setting Problem solving Tracking Follow on progetti Liquidfeedback Airesis ePart Ideario Cagliari … Carlo Crespellani Porcella Oltre alle opportunità date dai metodi in presenza e dalle esperienze online, nasce una terza area di grandi opportunità che si manifestano nel cosiddetto III spazio (presenza-online sincroni ) e da combinazioni diacroniche Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

32 Collect Theme (proposal) H-OST Hybrid Open Space Technology Workgroup in Presenza Sintesi 1 mese Documentazione Workgroup online Online Proposte Votazioni In Presenza Online Da OST (Open Space Technology) a Hybrid-OST OST Open Space Technology gg Collect Theme Sintesi Adesioni Regole OST Workgroups In Presenza 32 Carlo Crespellani Porcella Un esempio è lapplicazione dellOpen Space Technology, da evento in presenza ad evento ibrido online e presenza alternati Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

33 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Democrazia Parlamentare Sistema democratico e rapporto con i Media Fonte: Storia delle Telecomunicazioni University Press Firenze – C. Crespellani Attico e superattico delle telecomunicazioni Democrazia Mass mediatica Democrazia Post mass-mediatica Televisione Quotidiani Radio Web 2.0 III spazio Media abilitanti Web Democrazia liquida viscosa (rappresentativa e deliberativa) IperDemocrazia Carlo Crespellani Porcella La democrazia si è caratterizzata ed è evoluta nel tempo per il suo particolare rapporto con i media Gli attuali media, se indirizzati correttamente favoriranno levoluzione della democrazia verso possibili forme più mature Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

34 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Web Oggetti, Artefatti Digitali Relazioni interpersonali Content sharing Generazione Media e Positioning Civic Media Mass Media Radio TV Cinema Pubblicità Relazioni sociali OldMedia Editoria Forum Fonte: Storia delle Telecomunicazioni University Press Firenze – C. Crespellani Attico e superattico delle telecomunicazioni Transazioni E-business e-government e-commerce e-procurement e-democracy Blog+ Blog- Contents Social Media (asyncronous) Social Events (syncronous) Informazioni & Knowledge Website Portali Piattaforme elearning Civic Media (syncr & asyncr) Web 2.0 Carlo Crespellani Porcella La neonata area civic media caratterizza meglio il potenziale del modello web 2.0 dove lutente svolge un ruolo centrale Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

35 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Web 2.0 Web Oggetti, Artefatti digitali Relazioni umane polarizzate Blog+ Social networks (Facebook, Myspace LinkedIn, Netlog) Content sharing Chat IM Generazione Media e Positioning Civic Media Mass Media Radio TV Cinema Pubblicità Relazioni umane OldMedia Editoria Forum Fonte: Elaborazione da Storia delle Telecomunicazioni University Press Firenze – C. Crespellani Attico e superattico delle telecomunicazioni Wiki Microblogging (Twitter) User Generated Contents (Youtube Flikr) Website portali E-commerce E-learning Web TV Streaming live Performing Media (webinar) e-deliberative & e-voting Platforms (Liquidfeedback Airesis) Blog- Social Media E-collaboration Le applicazioni civic media hanno funzionalità di e- deliberative, e-voting ma trova sinergie anche come le-collaboration,

36 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Integrare e mantenere indipendenti le diverse applicazioni e le funzioni – servizi dei media civici Modello architetturale piattaforma civica nazionale User(civic) interface Visual Search Mobilitazioni e-Deliberation Comunicazione massmedia e online Integrazione PA e-Voting Petizioni Rappresentazione grafica Linked Opendata Gestione Leggi Emendamenti Bilanci Partecip. Hybrid Open Space Technology Referendum Monitoraggio territoriale Media Civici Piattaforme Liquidfeedback, Airesis, OpenDCN … Sistemi di identificazione e Gestione identità Sistemi di votazione Accessibilità : Bring your own device (BYOD) (laptops, tablets, and smart phones)Sicurezza Trasparenza Consultazioni Commissioni esperti Sistemi di collaborazione condivisione risorse ed eventi Sistemi di collaborazione condivisione risorse ed eventi Carlo Crespellani Porcella Relazioni tra civic media e funzioni complementari Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

37 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Integrare e mantenere indipendenti le diverse applicazioni e le funzioni – servizi dei media civici Modello architetturale piattaforma civica nazionale User(civic) interface Mobilitazioni e-Deliberation Comunicazione massmedia e online Quotidiani Blog Websites Social Media Repositories eNews Integrazione PA ( Parlam, Regioni, Comuni…) e-Voting Petizioni Anagrafiche Documentazione Gest. patrim. Immobiliare e risorse territoriali GIS Visual Search Rappresentazione grafica Visualizzazione con mappe per: Categorie e Relazioni Cluster e Pesi su argomenti, valutazioni, petizioni, Strutture argomentative e valutative su chat, forum, blog, percorsi deliberativi ecc. Visual Data Repository di Dati eNews Linked Opendata Gestione Leggi Emendamenti Bilanci Partecip. Hybrid Open Space Technology Referendum Monitoraggio territoriale Media Civici Piattaforme Liquidfeedback, Airesis, OpenDCN … Sistemi di identificazione e Gestione identità Identità individuali: autocertif,/verifiche Identità soggetti collettivi Sistemi di identificazione e Gestione identità Identità individuali: autocertif,/verifiche Identità soggetti collettivi Sistemi di votazione (palese, segreta) online e ibrida Gestione deleghe Sistemi di votazione (palese, segreta) online e ibrida Gestione deleghe Accessibilità : Bring your own device (BYOD) (laptops, tablets, and smart phones)Sicurezza : H.i Availability – Data Integr. - Policiees Trasparenza : Opendara, opensource accessibilità risorse duplicazioni e controlli multipli Consultazioni Commissioni esperti Sistemi di collaborazione condivisione risorse ed eventi Sistemi di collaborazione condivisione risorse ed eventi Carlo Crespellani Porcella Non esiste civic media maturo senza adeguata accessibilità allinformazione rappresentata visivamente, comprensibile, accattivante, interfacce coerenti, link con dati e appl.ni della PA, motori ricerca semantici, servizi di identità, sicurezza ecc, Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

38 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Democrazia partecipata Metodi e tecnologie Struttura Legge Biodiversità e democrazia Democrazia liquida e viscosa Conclusione Carlo Crespellani Porcella Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

39 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Tra il vuoto e il pieno di partecipazione…. Carlo Crespellani Porcella La partecipazione,, che comporta il coinvolgimento massivo della società,dei singoli, delle comunità va costruita. A partire dal vuoto partecipativo fino ad arrivare alla pienezza, cosa possiamo trovare in mezzo? …. Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

40 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Grazie dellattenzione Carlo Crespellani Porcella democraziadeliberativa.wordpress.com...cè la mobilitazione, lo sgomento, limmobilismo, la presa di coscienza … Si trovano manifestazioni di interesse, mobilitazione, ma anche disorientamento. Cè la presa di coscienza che però necessita

41 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Milano, 14 aprile 2002Cagliari / Sardegna 2013 infine … la progettazione della partecipazione Carlo Crespellani Porcella di progettare quanto serve perché la partecipazione sia efficace. Ricordando il giorno che a Milano un aereo è entrato in modo dirompente nel palazzo… della Regione. Tutti sono andati lì a vedere, sgomento e immobilismo, Poi la riscostruzione Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

42 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale democraziadeliberativa.wordpress.com Carlo Crespellani Porcella Grazie dellattenzione Carlo Crespellani Porcella Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013

43 Carlo Crespellani Porcella Progetto POR : Progettazione ambientale Carlo Crespellani Porcella Assemblea Stati Generali dellInnovazione - Pisa,12 settembre 2013 Piani Complessità e approccio olistico Items Gestione e monitoraggio interventi Progetti Caratteristiche e priorità iniziative Raccolta e selezione idee Proposte (problemi e soluzioni) Stesura Leggi o Programmi Tracking e gestione processo deliberativo Consultazioni pubbliche Expert Check Livello Regionale o Nazionale Livello Urbano o Vasta Area Problem Setting Problem Solving Problem Determination (analisi causali, correlazioni) Decisioni e Co-decisioni Valutazioni Priorità Budget Commitment Raccomandazioni Accesso dati e info Contributi (White papers, Multimedia 3D, Articoli,,Budget tools) Decisioni politico-ammin. - Decisioni cittadini Co-decisioni Collection Analisys Sintesys Decision ->Action Interazione diffusa Distinzione azioni e processi partecipativi Sviluppo linee di indirizzo Elaborazioni progettuali Analisi alternative Raccolta segnalazioni Analisi e monitoraggio Priorità e correlazioni


Scaricare ppt "Carlo Crespellani Porcella Progetto POR 2000-2006 : Progettazione ambientale Democrazia partecipativa Drawing Hands by M. C. Escher, 1948, Lithograph."

Presentazioni simili


Annunci Google