La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SISTEMA REGIONALE DISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE OBIETTIVI Favorire la continuazione degli studi e ridurre la dispersione scolastica Fare conseguire.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SISTEMA REGIONALE DISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE OBIETTIVI Favorire la continuazione degli studi e ridurre la dispersione scolastica Fare conseguire."— Transcript della presentazione:

1 SISTEMA REGIONALE DISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE OBIETTIVI Favorire la continuazione degli studi e ridurre la dispersione scolastica Fare conseguire una qualifica professionale nellambito del quadro delle qualifiche regionali, nazionali Costruire, in sussidiarietà, un sistema di istruzione e formazione professionale regionale Giorgio Siena - Luosi (Mirandola)

2 Accordo fra USR-ER e Regione ER per lattuazione delle linee guida per il raccordo fra il sistema di IP e IeFP ai sensi della Conferenza Unificata del 16 dicembre 2010 Gli istituti professionali, previa specifica delibera degli OO.CC. in via sussidiaria, anche se non esclusiva, erogano la qualifica professionale triennale secondo il quadro delle qualifiche regionali/europee utilizzando lautonomia e le quote di flessibilità del 25 % per raccordare il percorso di istruzione professionale al fine di costruire il sistema di istruzione e formazione professionale. Offerta integrativa sussidiaria per la qualifica Collaborazione operativa e progettuale fra Istituti ed Enti Accreditati Raccordo con il percorso di qualifica Giorgio Siena - Luosi (Mirandola )

3 Legge 3/2001 di modifica del titolo V della Costituzione, art. 117 e 118 DL n. 226/2005 Rilascio di qualifiche e diplomi professionali. Legge n. 299 del 2006 e DM 139/2007 concernenti lobbligo distruzione Legge 53/2003 Delega al Governo per le norme generali sullistruzione e livelli essenziali in materia di istruzione e formazione professionale. DL n.7 del 2007 art.13 convertito in Legge n. 40 del 2007 su riordino e potenziamento dellistruzione tecnica e professionale D.P.R. 15 marzo 2010, n. 87, Regolamento recante norme per il riordino degli istituti professionali, a norma dellart. 64, DL n.112/2008 convertito in Legge n.133/2008 DPR 275/1999 Regolamento dellautonomia scolastica Legge Regionale n.7 /2010 art.35.. acceso alla formazione professionale. Accordo in Conferenza Stato Regioni del 29 Aprile del 2010 e del 16 Dicembre 2010 Ri ferimenti normativi del sistema di IeFP Giorgio Siena - Luosi (Mirandola)

4 Orientamento e percorsi Giorgio Siena - Luosi (Mirandola ) Lasciano la scuola dopo il primo anno (estetista o parrucchiera o apprendistato)??? Diploma nellistruzione professionale IP Qualifica nella formazione professionale regionale FP Qualifica regionale nellIeFP Qualifica e diploma nellIeFP

5 Istruzione Superiore Formazione Professionale IV ° Anno Diploma di qualifica Istruzione e Formazione Professionale Istruzione Professionale Istruzione e Formazione Professionale 1° Anno 2° Anno 3° Anno 4° Anno 5° Anno Esame integrativo Esame di Stato Esame di qualifica Anno integrativo per lEsame di Stato Istruzione e Formazione Professionale Hardware dellIeFP Giorgio Siena - Luosi (Mirandola) Scrutinio Esame di qualifica

6 Software dellIeFP I tre ambiti di esistenza del sistema IeFP Recupero e consolidamento della formazione di base e generale Alfabetizzazione linguistica Comprensione Logica di base Metodo di studio Sostegno motivazionale e tutoraggio Orientamento Competenze per la qualifica regionale di: 1. Addetto alle vendite 2. Operatore amministrativo segretariale Diploma dei servizi commerciali Giorgio Siena - Luosi (Mirandola) Competenze di base e prevenzione della dispersione Competenze professionali Passaggi fra Istituto Professionale ed Enti di Formazione: reciproco riconoscimento dei crediti

7 Istruzione Professionale del biennio Assi culturali del Biennio Linguistico Matematico Storico sociale Scientifico - Tecnologico Competenze linguistico comunicative, multilinguaggi e multimedialità Coerenza logica Processi matematici Relazione fra scienza tecnica e lavoro Storicità dellevoluzione della società: commercio, consumi, lavoro.. Giorgio Siena - Luosi (Mirandola)

8 Lalternanza scuola-lavoro IP/IeFP Laboratorio dello stage Capire per situazioni e problemi Cooperare Percorsi didattici pluridisciplinari Competenz a e Sapere induttivo Giorgio Siena - Luosi (Mirandola)

9 Filiera dei servizi commerciali Sistema dei servizi amministrativi pubblici e privati Il consumatore/utente e la rete dei servizi Il percorso di 5 anni - IP Giorgio Siena - Luosi (Mirandola)

10 Storia Diritto Economia Scienze Giorgio Siena - Luosi (Mirandola) Saper essere Esperienza Competenza Legalità, patto sociale e regolamenti Sicurezza, salute ed igiene del lavoro Partecipazione alla vita civile delle diverse culture e delle diverse abilità Etica e valore del lavoro. Cooperazione Beni e servizi finanziari

11 Storia Diritto Geografia Scienze Giorgio Siena - Luosi (Mirandola ) Ricerca Esperienza Competenza Rapporto uomo e natura Il contesto territoriale e la sua organizzazione Marketing del territorio

12 FlessibilitàFlessibilità - curvatura Giorgio Siena - Luosi (Mirandola) Flessibilità organizzativa anche su base pluriennale dellorario Flessibilità organizzativa riguardo il gruppo classe Flessibilità didattica Flessibilità curriculare Flessibilità del 25% sul totale delle materie Materie riducibili al 50% e oltre con il consiglio di non eliminare del tutto alcuna materia Software dellIeFP Interventi di raccordo per la qualifica

13 Software dellIeFP I tre ambiti di esistenza del sistema IeFP Coprogettazione in regime sussidiario mediante autonomia scolastica e flessibilità curriculare Progettazione didattica delle unità di competenza Formazione e didattica delle competenze Progetto simul-impresa o impresa formativa simulata Alternanza scuola - lavoro Laboratorio delle discipline Percorsi pluridisciplinari Problem solving Peer education Cooperative learning Giorgio Siena - Luosi (Mirandola) Accordi con la FPOpzioni metodologiche

14 Risorse dellIeFP Organico docenti e ATA Risorse finanziarie per la: formazione dei docenti Coprogettazione Alternanza S/L accompagnamento ? Altro 5 milioni di euro di finanziamento regionale con fondi propri dei quali il 20% per la formazione dei docenti Giorgio Siena - Luosi (Mirandola ) Risorse umane e finanziarie Finanziamenti Regionali previsti

15 Istruzione Professionale ed Enti Accreditati Giorgio Siena - Luosi (Mirandola ) Primo anno di avvio del sistema IeFP in sussidiarietà con la Istruzione Professionale Coprogettazione per ambito settoriale a livello regionale e successivamente territoriale (provinciale). Interventi tempestivi per garantire il recupero delle competenze di base; interventi motivazionali per prevenire gli abbandoni. Percorsi personalizzati Metodologie laboratoriali Collaborazioni attive

16 Costruzione ipotetica di una qualifica es: operatore alle vendite Stage aziendale Impresa formativa simulata Accompagnamento Recupero Tutoring Servizio cassa Front-office Organizzazione e logistica Esecuzione di procedure Comunicazione Comprensione L1 – L2 Logica semplice Procedimenti Matematica Competenze di cittadinanza Storia e diritto Competenze di base Competenze di qualifica 25% Alternanza scuola lavoro Motivazione Orientamento


Scaricare ppt "SISTEMA REGIONALE DISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE OBIETTIVI Favorire la continuazione degli studi e ridurre la dispersione scolastica Fare conseguire."

Presentazioni simili


Annunci Google