La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Amministrazione da Remoto di Windows Server 2003.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Amministrazione da Remoto di Windows Server 2003."— Transcript della presentazione:

1 Amministrazione da Remoto di Windows Server 2003

2 Strategia dei Tool di Gestione Metodi di Gestione Out of bandRemote ConsoleRemote GUIAutomated/preset EMS (Remote Serial) Cmd Line / Simple scripting WMIC Para-programming/ Complex scripting Terminal Server MMC Web Admin Telnet Policy RIS Automated setup Attenzione agli Amministratori Pre-built.exe Pre-built.vbs Batch files Redirection / Piping WMIC aggiunge estensibilità Programmatori o Amministrtori sofisticati Costruzione di propri tool con script API Oggetti Win32 COM Interfaccie di scripting WMI e ADSI Command Line Tools Program

3 Web Interface for Remote Admin

4 Windows Command Line Program Scenari duso della Shell dei Comandi Gestione locale di sistemi Gestione remota di sistemi Connessioni Telnet ad un sistema remoto e uso di tool Uso di script e batch per la gestione automatizzata di sistemi

5 Standard per la Command Line Sintassi dei comandi standard e consistente (es. /? per avere lhelp) Compatibili con Telnet e Terminal Services Supporto dei codici di errore per Stdin, Stdout, Stderr, Error Uso dei WMI provider ovunque possibile Gestione remota dei sistemi con uso di Universale Naming Convention (\\server01) Possibile luso di credenziali alternative nelle connessioni remote Possibilità di accesso 1-molti via batch o con script WSH Supporto della redirezione delloutput

6 Servizio Telnet In tutte le versioni di Windows Server Interoperabile con altri versioni di OS (grazie ad NVT: Network Virtual Translation) Accesso in CLI ai sistemi remoti Possibilità di gestione di qualsiasi parte dellOS Basso sovraccarico sui sistemi destinatari Buono per la gestione di singoli sistemi Consente lesecuzioine di comandi, batch o script a caratteri (cscript.exe) per lautomazione dei processi Microsoft stà provando tutti i nuovi tool per CLI per assicurarne la compatibilità con Telnet

7 Servizio Telnet Usa autenticazione NTLM per default (no password in chiaro) Dialogo C/S in chiaro Amministrabile con Tlntadmn.exe o modificando il registry Administrators possono fare logon per default Altri utenti fanno logon se inseriti nel gruppo TelnetClients Passaggio da modo sessione a modo comandi con Ctrl+]

8 Servizio Telnet Principali parametri configurabili HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\TelnetServer\1.0\ AllowTrustedDomain = 1 (0) DefaultShell = cmd.exe ListenToSpecificIpAddr = INADDR_ANY MaxFailedlogin = 3 MaxConnections = 2 IdleSessiohnTimeout = 3600

9 Principali tool CLI SchTasks.exe – nuovo tool per la programmazione delle attività Piena automazione della programmazione dei task Rimpiazza AT.exe che resta disponibile Shutdown.exe – per lo spegnimento dei sistemi indicando la ragione (reboot reason collector) scritto nei log il motivo dello spegnimento SC.exe – tool per il controllo dei servizi: Gestione, arresto/riavvio, diagnostica di tutti i servizi Win32 ® Prn*.vbs – 6 tool per la gestione delle stampanti (script WMI) NetDom.exe – aggiunte le funzioni di get/set del nome macchina. Usabile per rinominare i sistemi in DOMINIO NetSH.exe – aggiunto un nuovo tool per la diagnostica della rete

10 Principali tool CLI GPResult – usa il nuovo WMI provider per le RSOP per mostrare le impostazioni delle policy LogMan, ReLog, TypePerf, TraceRpt – 4 tool per il Performance Log EventQuery, EventCreate, EventTriggers – 3 tool per levent Event Log (per lesecuzione di script in base a trigger sugli eventi) Diskpart.exe, FSutil.exe – 2 tool per la gestione dei dischi (partizionamento) e per la gestione del file system

11 I tool DS* per la gestione di AD Tool pensati per eseguire operazioni anche complesse su AD da command line o da batch Dsadd.exe Aggiunge oggetti alla directory Dsget.exe Mostra le proprietà di oggetti nella directory Dsmod.exe Modifica gli attributi selezionati di un oggetto presente nella directory Dsmove.exe Muove un ogetto dal suo container attuale in un nuova posizione nella directory Dsrm.exe Rimuove un ogetto o una completa struttura dalla directory Dsquery.exe Interroga Active Directory alla ricerca di oggetti che corrispondono a specifici criteri di ricerca

12 LDIFDE Per aggiungere/modificare oggetti in Active Directory Per esportare intere gerarchie di oggetti Oggetti da aggiungere o modificare sono passati con un file di testo attributi indicati su righe diverse con copie Attributo: Valore oggetti indicati con blocchi di attributi separati da linee bianche

13 LDIFDE – file di import DN: CN=ITsupp,CN=Users,DC=Contoso,DC=Com changeType: add CN: ITsupp description: Gruppo di supporto IT UsersobjectClass: group sAMAccountName: ITsupp DN: CN=Finance,CN=Users,DC=Contoso,DC=Com changeType: add CN: Finance description: Finance UsersobjectClass: group sAMAccountName: Finance

14 CSVDE Tool CLI per limport e lexport di oggetti da Active Directory Usa file delimitati da virgole Una riga per ogni oggetto da importare La prima riga è lintestazione: indica gli attributi presenti nelle righe successive Non consente la modifica di oggetti già presenti in Active Directory csvde [-i] [-f file csv] [-k]

15 CSVDE – file di import DN,objectClass,sAMAccountName,sn,givenName,userPrincipalName "CN=Scott Bishop, OU=Employees,DC=contoso,DC=com", o.com

16 WMIC Interfaccia CLI di WMI Diposnibili solo in XP Pro e Windows Server 2003 Consente laccesso a varie sorgenti di dati di gestione senza scrivere una linea di codice Imposta/prende informazioni locali o da sistemi remoti (uno o molti con un unico comando)

17 Uso di WMIC Due modalità duso: Scripting/batch C:\> wmic process Interattivo wmic:root\cli> process Esempi duso interattivo: >OS get name, locale, bootdevice >OS where name=sun call shutdown os get /all /format:htable

18 Altri esempi duso di WMIC >PRODUCTS >path win32_ >path win32_processor get MaxClockSpeed >process where (processID>300) list brief >/node:"computer1","computer2 >Process Where Description="WinLogon.exe" Get VirtualSize /EVERY:5 >SERVICE WHERE CAPTION='TELNET' CALL STARTSERVICE >NICCONFIG WHERE index=1 CALL EnableStatic (" "),(" ") >NICCONFIG WHERE index=1 CALL SetGateways(" "," "),(1,2)

19 WMIC un esempio complesso WMIC ntevent where "eventtype c:\applicationlogs.htm

20 Windows Script Host (WSH) Due motori di scripting: CSCRIPT.exe per CLI (consigliato da me) WSCRIPT.exe per la GUI Interpretano gli stessi linguaggi – Visual Basic Scripting Edition, JScript, linguaggi di terze parti (es. Perl), Windows 2003 Resource Kit contiene molti esempi di script Gli script per la gestione dellinfrastruttura si appoggiano a WMI, ADSI, oggetti COM, ecc. Molti tool nuovi sono scritti in VBscript (es. PRN*.vbs)

21 WSH 5.6 Remotizzabili (DCOM) FunctionName CommandLine,[MachineName] ex. Execute "c:\foo.ws \\machine2 Integrazione con la Command line object.Exec (strCommand, [bWaitOnReturn]) Piping verso lo scripts (es. dir | filter.vbs ) Supporto più sicuro Windows File Protection per gli script di OS Firma digitale degli script msdn.microsoft.com/scripting per maggiori informazioni

22 Per maggiori informazioni Online Help: Riferimento dei comandi: ntcmds.chm Help dei support tool: suptools.chm Uso c:\>HH helpfilename.chm per lavvio da cmd WSH, VBScript e JScript - Windows Resource Kit Command Line Newsgroup microsoft.public.Win2000.cmdprompt.admin Infrastruttura di gestione httpmanagement

23 © Microsoft Corporation. All rights reserved. This presentation is for informational purposes only. Microsoft makes no warranties, express or implied, in this summary.


Scaricare ppt "Amministrazione da Remoto di Windows Server 2003."

Presentazioni simili


Annunci Google