La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INFERENZA STATISTICA STATISTICA DESCRITTIVA. Statistica inferenziale PopolazioneCampione Statistica inferenziale Probabilità

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INFERENZA STATISTICA STATISTICA DESCRITTIVA. Statistica inferenziale PopolazioneCampione Statistica inferenziale Probabilità"— Transcript della presentazione:

1 INFERENZA STATISTICA STATISTICA DESCRITTIVA

2 Statistica inferenziale PopolazioneCampione Statistica inferenziale Probabilità

3 Popolazione finita e suoi parametri Una Popolazione finita è un insieme di unità su cui si può osservare un certo carattere. (es: tutti i pazienti di un reparto) I parametri della popolazione sono delle costanti che descrivono aspetti caratteristici della distribuzione del carattere nella popolazione stessa. Esempio di parametro: media della popolazione Varianza della popolazione

4 Popolazione Campione rappresentativo Stima campionaria Parametro della popolazione Il campione statistico è quel sottoinsieme particolare della popolazione o universo, individuato in essa in modo da consentire, con un rischio definito di errore, la generalizzazione allintera popolazione.

5 Il campione rappresentativo riproduce in miniatura la popolazione Procedimento casuale Campione rappresentativo Il campione casuale è estratto con procedimento tale che tutte le unità della popolazione hanno la stessa probabilità di essere estratte Con ricollocamento (estrazioni indipendenti) Senza ricollocamento o in blocco (estrazioni indipendenti se n/N<0.05)

6 Campioni casuali Lestrazione casuale dei campioni dalla popolazione può essere con ripetizione: una volta estratta ununità viene rimessa dentro la popolazione e quindi potrebbe essere nuovamente estratta; senza ripetizione: una volta estratta ununità questa viene messa da parte e quindi non può essere estratta più di una volta. Due campioni non ordinati di uguale numerosità sono diversi tra loro se almeno ununità del primo campione non è contenuta nel secondo campione. Nei campioni ordinati conta invece anche lordine con cui si presentano le diverse unità.

7 Schema senza ricollocamento o in blocco Lo spazio campionario, ovvero linsieme di tutti i possibili campioni è: BA CA CB DA DB DC EA EB EC ED Vi sono in tutto =10 campioni, dati dalle combinazioni senza ripetizione di 5 elementi a 2 a 2. Due campioni differiscono solo per la natura degli elementi Schema con ricollocamento o ripetizione Lo spazio campionario, ovvero linsieme di tutti i possibili campioni è: AA AB AC AD AE BA BB BC BD BE CA CB CC CD CE DA DB DC DD DE EA EB EC ED EE Vi sono in tutto 5 2 =25 campioni, dati dalle disposizioni con ripetizione di 5 elementi a 2 a 2. Due campioni differiscono sia per lordine sia per la natura degli elementi Problema: Da una popolazione composta da 5 unità statistiche si voglia estrarre un campione casuale di numerosità 2.

8 Metodi di campionamento Campioni probabilistici Campione casuale semplice Campione sistematico Campione stratificato A due o più stadi Campione a grappoli Campioni non probabilistici Per quote Campioni di unità già disponibili Campioni di volontari

9 Si deve disporre di un elenco degli elementi della popolazione da campionare Per individuare le n unità del campione tra gli N della Popolazione si sceglie dallelenco una unità ogni K (=N/n). Il seme iniziale è una qualunque unità scelta a caso fra le prime K. Campionamento sistematico Si voglia estrarre un campione di 10 unità da una popolazione di Si sceglie un passo di 1000/10=100. Supponiamo che il numero scelto a caso tra 1 e 100 sia 77. Le unità campionate sono le seguenti: 77; 177; 277;377;477;577;677;777;877;977

10 Supponiamo di avere una popolazione di 7448 unità stratificate per sesso e classe di età Campionamento stratificato La popolazione è divisa in strati internamente omogenei e quindi si procede con campionamento casuale da ciascuno strato.

11

12 126=0.25*500 53=0.11*500

13 Nel campionamento casuale a grappoli la popolazione viene suddivisa in sottoinsiemi detti grappoli. Si selezionano, con unestrazione casuale senza ripetizione, un certo numero di grappoli e si prendono come unità campionarie tutte le unità appartenenti ai grappoli estratti. Nel campionamento casuale a due stadi la popolazione viene suddivisa in un certo numero di grappoli. Al primo stadio si estrae senza ripetizione un certo numero di grappoli. Da ciascuno di questi si estrae con ripetizione (secondo stadio) un certo numero di unità. Campionamento casuale a grappoli e a stadi primo stadiosecondo stadio Unità primarieUnità secondarie

14 Le indagini sulle famiglie dellIstat seguono un piano di campionamento in cui i comuni (unità primarie) vengono stratificati e scelti a caso (I° stadio) e da ogni comune campionato viene scelto un campione di famiglie (2° stadio) Piani di campionamento complessi


Scaricare ppt "INFERENZA STATISTICA STATISTICA DESCRITTIVA. Statistica inferenziale PopolazioneCampione Statistica inferenziale Probabilità"

Presentazioni simili


Annunci Google