La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Statistica Descrittiva e Statistica Inferenziale STATISTICA DESCRITTIVA insieme dei metodi che concernono la raccolta, la presentazione, la definizione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Statistica Descrittiva e Statistica Inferenziale STATISTICA DESCRITTIVA insieme dei metodi che concernono la raccolta, la presentazione, la definizione."— Transcript della presentazione:

1 Statistica Descrittiva e Statistica Inferenziale STATISTICA DESCRITTIVA insieme dei metodi che concernono la raccolta, la presentazione, la definizione di un insieme di dati relativi ad una popolazione allo scopo di descriverne le caratteristiche in maniera adeguata STATISTICA INFERENZIALE insieme dei metodi che consentono, basandosi soltanto sulle valutazioni fatte sul campione, di stimare i parametri di uno o più caratteri di una popolazione

2 Inferenza Statistica NellInferenza Statistica sono quattro le componenti teoriche: la teoria dei campioni la teoria della probabilità la teoria della stima dei parametri la teoria della verifica delle ipotesi

3 Popolazione e Campione La rilevazione della variabile grado di istruzione su tutti i componenti della popolazione italiana residente sul territorio nazionale nellanno 2001, comporta unindagine estesa a tutte le unità che compongono la popolazione oggetto di studio. Questa è una rilevazione indicata con il termine CENSIMENTO ed è un tipico esempio di indagine sullintera popolazione Spesso non è possibile rilevare i dati relativi alle variabili in esame su tutte le unità statistiche (popolazione di riferimento) che compongono unampia collettività limitarsi a rilevazioni su un numero ridotto di individui o di entità (CAMPIONE)

4

5 Popolazione e campione Le informazioni sulle variabili esaminate in un campione estratto da una popolazione rappresentano la base per valutare le corrispondenti variabili nella popolazione Le teorie probabilistiche rappresentano lanello di congiunzione per determinare la probabilità che i dati provenienti dal campione riflettano con ragionevole certezzai risultati ottenibili dallintera popolazione

6 Definizioni Popolazione: composta da entità (animali, vegetali, uomini, cose etc.) che presentano caratteri comuni Campione: parte o frazione di una popolazione il campione, per rappresentare la popolazione dalla quale è tratto deve essere il più possibile rappresentativo e deve essere probabilistico

7 Campionamento non probabilistico e probabilistico Campionamento non probabilistico Prescinde da criteri di casualità nella scelta delle unità campionarie Es: Campionamento a scelta ragionata: sono selezionate quelle unità statistiche che a giudizio del ricercatore meglio rappresentano il fenomeno in esame svantaggi: mancanza di accuratezza dovuta alla selezione distorta e quindi impossibilità di generalizzare i risultati vantaggi: comodità, velocità di estrazione, costi bassi Campionamento probabilistico Ogni entità di cui è composta la popolazione di studio ha una probabilità nota di essere incluso nel campione Il campionamento probabilistico garantisce la rappresentatività della popolazione, mentre le valutazioni dai campioni non probabilistici non sono generalizzabili ai parametri della popolazione

8 Metodi di campionamento campionamento non probabilistico campionamento probabilistico campionamento casuale semplice campionamento stratificato campionamento sistematico campionamento a grappoli

9 Campionamento Casuale Semplice (CCS)senza ripetizione Le unità vengono estratte ad una ad una ed ogni singola unità estratta è rimossa dalla popolazione in esame. Si attribuisce quindi, di volta in volta, una probabilità proporzionale al numero di unità rimaste. La selezione si effettua fino al raggiungimento della numerosità campionaria prefissata.

10 CCS con ripetizione Ad ogni estrazione, lunità estratta viene di nuovo inserita nellurna. La struttura della popolazione resta così inalterata ed ogni unità mantiene la stessa probabilità di essere estratta

11 Campionamento Sistematico Se gli elementi N di una popolazione, sono compresi in ununica lista numerata e si può ritenere che siano elencati in maniera casuale, supponiamo di volerne estrarre un campione di numerosità n Le unità della popolazione sono considerate in sequenza Viene determinato il passo di campionamento: k = N / n Con campionamento casuale semplice si identifica la prima unità da selezionare tra le prime K e poi si selezionano le unità successive in base al passo di campionamento

12 Campionamento Sistematico data N =1000 stabilita n =100 Il passo di campionamento k K= 1000 / 100 = 10 Quindi, tra i primi 10 elementi della popolazione, sarà stato estratto in modo casuale il primo elemento del campione poi, scartando i 10 elementi successivi, selezioneremo il secondo e così via

13 Altri Metodi La scelta tra i metodi finora descritti presenta inconvenienti quando lindagine da intraprendere prevede una vasta mole di dati in questa circostanza è opportuno utilizzare altri metodi di campionamento, quali : il campionamento stratificato il campionamento a grappoli

14 Campionamento stratificato popolazione molto ampia (la scelta casuale semplice potrebbe non rispettare le densità dei residenti delle zone) Occorre creare delle subpopolazioni (strati) omogenee della popolazione stratificazione della popolazione, suddividendola in tanti sottoinsiemi, ognuno dei quali è omogeneo per i fattori da considerare. Il campione stratificato viene poi costituito riproducendo la struttura della popolazione e la casualità è rispettata, in quanto, nellambito di ciascuno strato, la selezione avviene utilizzando il metodo del CCS

15 Campione stratificato Dopo avere diviso i componenti della popolazione in strati, sulla base della caratteristica comune prescelta, sarà poi estratto un campione casuale semplice da ogni strato, in maniera indipendente, e saranno riuniti insieme i risultati dei singoli campionamenti per formare un unico campione dellampiezza stabilita. Se la numerosità della popolazione di uno strato è troppo piccola, rispetto a quella degli altri strati, invece dal campionamento stratificato uniforme si ricorre al campionamento stratificato proporzionale

16 Campionamento Stratificato Proporzionale Per un sondaggio di opinione tra gli studenti di una università, è necessario estrarre un campione tale da garantire a tutte le Facoltà di essere rappresentate in relazione al numero di iscritti. Supponiamo che in una Università gli studenti iscritti siano Lettere ha studenti, Ingegneria 1.500, Matematica 1.000, Medicina 3.000, Economia La numerosità campionaria calcolata n=1200. Ogni Facoltà rappresenta uno strato, occorre dunque estrarre da ciascuno strato un numero di studenti proporzionale al numero degli studenti iscritti in ciascuna Facoltà es. Letterex : 2000 = 1200 : x = 2000 *1200/10000 = 240 Ingegneriax : 1500 = 1200 : x = 1500 *1200/10000 = 180 Matematicax : 1000 = 1200 : x = 1000 *1200/10000 = 120 Medicinax : 3000 = 1200 : x = 3000 *1200/10000 = 360 Economiax : 2500 = 1200 : x = 2500 *1200/10000 = 300 Totale 1.200

17 Campione stratificato stratificare una popolazione significa ripartirla in sottopopolazioni sulla base di una caratteristica comune dette strati. VANTAGGI: 1) massimo controllo sulla selezione, pur mantenendola casuale 2) individuare sottopopolazioni il più possibile omogenee, rispetto a variabili oggetto di indagine, al fine di aumentare precisione nelle stime

18 Campionamento a grappoli Questo metodo si applica in una popolazione le cui unità sono raggruppate in sottoinsiemi di unità il più possibile eterogenei al loro interno, dette grappoli (ogni grappolo deve essere una miniatura della popolazione finita presa in esame) I grappoli possono essere definiti sulla base di raggruppamenti naturali, come: regioni, città, circoscrizioni elettorali, edifici, etc. Campionamento casuale a grappoli è un metodo che consiste nellestrarre, senza ripetizione e contemporaneamente, un certo numero di grappoli e nel prendere come unità campionarie tutti gli elementi appartenenti ai grappoli estratti

19 Campionamento a grappoli- esempio Indagine di mercato sulle abitudini dei consumatori di una certa regione: se volessimo sapere quale marca di acqua minerale preferiscono gli abitanti della Toscana, potremmo definire come grappolo linsieme di individui di uno stesso comune Il campionamento sarà poi realizzato estraendo casualmente un numero prefissato di comuni, e considerando appartenenti al campione tutti gli abitanti dei comuni estratti


Scaricare ppt "Statistica Descrittiva e Statistica Inferenziale STATISTICA DESCRITTIVA insieme dei metodi che concernono la raccolta, la presentazione, la definizione."

Presentazioni simili


Annunci Google