La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Giambattista Vico Giambattista Vico (Napoli, 23 giugno 1668 – Napoli, 23 gennaio 1744) è stato un filosofo, storico e giurista italiano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Giambattista Vico Giambattista Vico (Napoli, 23 giugno 1668 – Napoli, 23 gennaio 1744) è stato un filosofo, storico e giurista italiano."— Transcript della presentazione:

1 Giambattista Vico Giambattista Vico (Napoli, 23 giugno 1668 – Napoli, 23 gennaio 1744) è stato un filosofo, storico e giurista italiano.

2 ETEROGENESI DEI FINI Rifarsi alla mente umana per comprendere la storia non è sufficiente: si vedrà, attraverso il corso degli avvenimenti storici, che la stessa mente dell'uomo è guidata da un principio superiore ad essa che la regola e la indirizza ai suoi fini che vanno al di là o contrastano con quelli che gli uomini si propongono di conseguire; così accade che, mentre l'umanità si dirige al perseguimento di intenti utilitaristici e individuali, si realizzino invece obiettivi di progresso e di giustizia secondo il principio della eterogenesi dei fini. « Pur gli uomini hanno essi fatto questo mondo di nazioni...ma egli è questo mondo, senza dubbio, uscito da una mente spesso diversa ed alle volte tutta contraria e sempre superiore ad essi fini particolari ch'essi uomini si avevan proposti »( Giambattista Vico) La storia umana in quanto opera creatrice dell'uomo gli appartiene per la conoscenza e per la guida degli eventi storici ma nel medesimo tempo lo stesso uomo è guidato dalla Provvidenza che prepone alla storia divina.

3 STORICISMO Con il termine S. si indicano due cose distinte. La prima è un modo di atteggiarsi proprio delle scienze umane: queste, a differenza delle scienze della natura o delle scienze esatte, si basano, secondo questa prospettiva, sulla storia; comprenderle, comprendere un concetto che ne fa parte, significa dunque ricostruire un pezzo della loro storia. L'iniziatore di questo atteggiamento è Giovanbattista Vico ( ), al quale appartiene l'affermazione secondo la quale "verum ipsum factum", cioè la verità di qualcosa è identica al modo in cui è stata fatta: la conseguenza è che possiamo davvero conoscere solo le cose che dipendono da un processo nel quale siamo implicati in quanto esseri umani. Ogni cosa che è possibile conoscere rimanda così al suo processo di formazione, a differenza delle scienze che non si basano su concetti di questo tipo, e non hanno bisogno della storia per essere comprese.

4 Filosofia della Storia La storia non è un succedersi di eventi slegati gli uni dagli altri, ma deve avere in sé un ordine fondamentale e delle leggi che la governano. La storia si muove nel tempo, ma sul fondamento di un ordine universale ed eterno, trascendente rispetto alla storia particolare delle singole nazioni. Tale "storia ideale eterna" costituisce la norma verso cui la storia concreta deve elevarsi. Essa è tripartita: a un'età degli dei, caratterizzata dai "bestioni" o uomini primitivi (privi di capacità riflessiva, ma dotati di forti sensi), seguono un'età degli eroi (caratterizzata dal predominio della fantasia sulla riflessione razionale) e un'età degli uomini, o della ragione dispiegata. La scansione di queste tre età rappresenta il ciclo dell'incivilimento dell'uomo.

5 Ciclicità storica L'incivilimento è l'esito di una eterogenesi dei fini, cioè della collaborazione di due menti, l'umana e la divina (sotto forma di Provvidenza), i cui fini diversi conducono al medesimo risultato. La ragione dispiegata, che è propria della terza età storica, è in grado di chiudersi e ribellarsi alla Provvidenza, ma in tal modo provoca l'arresto dell'incivilimento e la caduta nella barbarie della ragione. Il processo di incivilimento può assumere così un carattere ciclico, perché, quando una civiltà riprecipita nella barbarie, le forme mentali delle tre età storiche si ripresentano secondo la loro scansione. Questa dottrina dei ricorsi storici ci mostra come la civiltà raggiunta non debba mai essere considerata come una conquista definitiva.

6 Riferimenti bibliografici De antiquissima Italorum sapientia ex linguae latinae originibus eruenda (1710) De uno universi iuris principio et fine uno (1720), I Principi di scienza nuova intorno alla comune natura delle nazioni (editi in tre edizioni, nel 1725, nel 1730 e nel 1740).


Scaricare ppt "Giambattista Vico Giambattista Vico (Napoli, 23 giugno 1668 – Napoli, 23 gennaio 1744) è stato un filosofo, storico e giurista italiano."

Presentazioni simili


Annunci Google