La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il fascismo tentò, attraverso il controllo delleducazione dei giovani, di organizzare il consenso. Lopera Nazionale Balilla si occupava delleducazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il fascismo tentò, attraverso il controllo delleducazione dei giovani, di organizzare il consenso. Lopera Nazionale Balilla si occupava delleducazione."— Transcript della presentazione:

1 Il fascismo tentò, attraverso il controllo delleducazione dei giovani, di organizzare il consenso. Lopera Nazionale Balilla si occupava delleducazione dei bambini dai 6 ai 14 anni. I balilla (ragazzi da 8 a 14 anni) e le piccole italiane (ragazze) venivano educati alla dottrina fascista e al culto di Mussolini con marce militari, esercitazioni, sfilate, parate. Fu creato l OMNI lopera nazionale maternità e infanzia, così che le donne si dedicassero alla casa e ai figli così da avere una popolazione numerosa pronta a servire la patria.

2 Mussolini e il cardinale Gasparri, l11 febbraio 1929 firmarono i patti lateranensi che prevedevano un trattato e un concordato cioè un accordo tra Stato e Chiesa. Con i patti lateranensi lItalia riconobbe: -la sovranità della Chiesa sullo Stato indipendente della città del Vaticano -il cattolicesimo come la sola religione dello Stato da insegnare obbligatoriamente nelle scuole pubbliche -il matrimonio religioso come equivalente a quello civile. In cambio il Vaticano riconobbe Roma come capitale del regno dItalia.

3 Nel 1926 lo stato iniziò ad intervenire sempre più pesantemente nella vita economica e si inaugurò la politica autarchica. Autarchia significa bastare a sé stessi. LItalia doveva divenire economicamente Autosufficiente cioè doveva essere in grado di produrre tutto ciò di cui aveva bisogno senza dipendere dalle importazioni dallestero. La propagando fascista cercò di convincere gli Italiani della necessità dellautarchia. Nessun prodotto straniero doveva essere acquistato. Il fascismo si fece molta propaganda, ma in realtà lautarchia indebolì fortemente leconomia.

4 Lo stato intervenne anche sulle banche e sullindustria imponendo al mondo del lavoro il corporativismo. Il diritto di sciopero e i sindacati liberi erano stati aboliti fin dal 1926, il fascismo condannava lo sciopero e la lotta di classe. Secondo Mussolini i datori di lavoro e i lavoratori dovevano collaborare. Questa posizione si chiama corporativismo infatti doveva essere realizzata attraverso le corporazioni : organizzazioni composte da lavoratori e imprenditori appartenenti allo stesso settore economico. Le corporazioni non funzionarono mai.

5 La politica estera fascista fu nazionalista e colonialista. Il primo obbiettivo del progetto fascista fu linvasione dell Etiopia che ebbe inizio nellottobre Francia e Inghilterra non potevano accettare linvasione ma non volevano neanche difenderla, così fecero approvare alla società delle nazioni delle sanzioni, cioè provvedimenti punitivi che però non ebbero nessuna efficacia perché l Italia riuscì a piegare lEtiopia. Il 5 maggio 1936 venne conquistata Addis Abeba e il 9 mussolini proclamò il ritorno dellimpero a Roma. La conquista non portò nessun vantaggio economico.

6 Dopo la vittoria in Etiopia Mussolini si avvicinò a Hitler e firmò il Patto dAcciaio nel Nellottobre 1936 si giunse alla firma di un patto di amicizia: lasse Roma-Berlino. La conseguenza più grave dellalleanza tra Hitler e Mussolini fu lintroduzione di leggi razziali contro gli Ebrei nel Queste leggi vietavano i matrimoni misti, impedivano agli Ebrei di frequentare la scuola pubblica, di fare servizio militare, di svolgere determinate professioni. Le leggi imitavano quelle introdotte da Hitler ma in Italia non esisteva una tradizione antisemita e le leggi indebolirono il consenso degli Italiani verso il fascismo.


Scaricare ppt "Il fascismo tentò, attraverso il controllo delleducazione dei giovani, di organizzare il consenso. Lopera Nazionale Balilla si occupava delleducazione."

Presentazioni simili


Annunci Google