La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

145a Assemblea ITALE07/01/201445a Assemblea ITALE 46a Assemblea ITALE Immagine sede evento Esperienze di gestione del prestito con tecnologia RFID: Università

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "145a Assemblea ITALE07/01/201445a Assemblea ITALE 46a Assemblea ITALE Immagine sede evento Esperienze di gestione del prestito con tecnologia RFID: Università"— Transcript della presentazione:

1 145a Assemblea ITALE07/01/201445a Assemblea ITALE 46a Assemblea ITALE Immagine sede evento Esperienze di gestione del prestito con tecnologia RFID: Università degli Studi di Padova Alessandra Barbierato, Marina Corbolante Firenze, 1 dicembre 2011

2 245a Assemblea ITALE07/01/201445a Assemblea ITALE Agenda Cosè RFID Configurazioni in Aleph Costi e criticità del servizio Linizializzazione dei tag La postazione di autoprestito alla Biblioteca del Dip. di Fisica La postazione Staff Personalizzazioni e statistiche

3 345a Assemblea ITALE Cosè RFID - 1 RFID è lacronimo di Radio Frequency IDentification è una tecnologia per rilevare a distanza e identificare contenuti informativi (riferiti a persone, animali, oggetti) tramite onde radio è costituito da due micro dispositivi che comunicano tra loro senza fili, scambiandosi informazioni:

4 445a Assemblea ITALE il tag o etichetta: un microchip, cioè una memoria dati, con un circuito radio e una piccola antenna che capta / manda una radiofrequenza un lettore di RFID fisso o portatile che, oltre al circuito radio e allantenna, deve avere la capacità di gestire i dati, quindi è provvisto di un microprocessore e di unalimentazione Cosè RFID - 2

5 545a Assemblea ITALE Cosè RFID - 3 Il telepass altro non è che un tag RFID, più complesso di quello che apponiamo sui libri: ha unalimentazione autonoma che garantisce un raggio di azione di 100 metri

6 645a Assemblea ITALE Vantaggi di RFID velocizza tutte le operazioni (riduzione dei tempi di attesa) i tag hanno un tempo di identificazione e verifica di decimi/centesimi di secondo è possibile la lettura contemporanea di più codici sono possibili diverse distanze di lettura, in funzione delle esigenze (con frequenze e tag diversi) consente la riscrittura dei contenuti (i tag sono riscrivibili) richiede un limitato intervento degli operatori i tag sono resistenti in ambienti ostili è possibile lapplicazione di metodi di autenticazione e crittografia garantisce una maggiore affidabilità e resistenza alla contraffazione (ad es. rispetto al barcode che è fotocopiabile)

7 745a Assemblea ITALE RFID in biblioteca RFID viene adottato in biblioteca per: la gestione del prestito (sia assistito che self-service) la gestione degli scaffali (libri fuori posto e controllo inventari) il controllo degli accessi (barriere anti-taccheggio e conta persone integrato)... i tag RFID si trovano sul mercato presso diversi fornitori e vanno tutti bene luso del codice a barre (letto da una penna scanner che trasforma la combinazione di barre in numero) continua a essere utile, se i documenti circolano in tutto il sistema bibliotecario un documento o una tessera RFID non può far suonare altri antifurti nei negozi

8 845a Assemblea ITALE RFID: gestione integrata in biblioteca

9 945a Assemblea ITALE Standard - 1 ISO (RFID in libraries ) standardizza il modello di dati immessi nel microchip ha sostituito il Danish Data Model, mettendo così fine alla babele sui data model per tag in biblioteca: prende molto dal Danish e lo rende ufficiale definisce i dati obbligatori e opzionali allinterno dei tag ISO riguarda le vicinity card si riferisce alla comunicazione tra il tag e il lettore: descrive le caratteristiche del chip e linterfaccia di comunicazione opera sulla frequenza 13,56 MHz e offre una distanza di lettura di 1 – 1,5 metri

10 1045a Assemblea ITALE Standard - 2 agli albori di questa tecnologia, gli ILS non erano in grado di parlare con le periferiche RFID e quindi di leggere e scrivere sui tag nel M sviluppò il metodo SIP (Standard Interchange Protocol) che consentiva agli sviluppatori di aprire i loro gestionali alle periferiche RFID nel 1997 SIP è diventato SIP2, lo standard de facto per lautoprestito 3M intanto sta sviluppando SIP3 in realtà oggi SIP2 è già un metodo sorpassato: NCIP (NISO Circulation Interchange Protocol - z39.83) è il candidato a sostituirlo

11 1145a Assemblea ITALE RFID a Padova indagine di mercato nel 2006 sono state consultate quattro ditte Bibliotheca era lunica azienda, tra quelle valutate (con lolandese NEDAP), a garantire la totale integrazione con Aleph il loro gate antitaccheggio conteggia i documenti che dovessero uscire senza la preventiva disattivazione del sistema EAS attuali postazioni a Padova (tutte con la ditta Bibliotheca): 5 postazioni autoprestito + staff: Fisica, Ingegneria dellInformazione, Geoscienze, Francese, Scienza Politiche 7 postazioni solo staff (prestito assistito): Ingegneria Centrale, Ingegneria Meccanica, Agraria, Matematica, Teatro e Spettacolo, Consorzio di Rovigo, Scienze Farmaceutiche

12 1245a Assemblea ITALE Precauzioni: logistica e privacy Logistica: varchi: distanza di 1 m. luno dallaltro e di 2,5 m. dalla postazione staff distanza di 1 m. dalla postazione staff alla postazione di autoprestito niente pareti o pannelli metallici o quadri elettrici nelle vicinanze Privacy: il tag può contenere informazioni sensibili o che comunque possono essere utilizzate in altri contesti, rendendolo potenzialmente pericoloso per la privacy nel caso di Padova, non si ravvisano problematiche legate alla privacy, poiché non rimane traccia nel tag dei prestiti effettuati

13 1345a Assemblea ITALE Configurazioni - 1) Postazioni staff Server tab_rfid: definisce quali campi z30 espandere nel microchip tab_rfid_translate: mette in relazione i media type con Z30-material ovviamente ogni IP va in: server_ip_allowed e tab_attr_sublibrary Client alephcom/tab/alephcom.ini [RfidMedia] Vendor=Bibliotheca circ/tab/circ.ini, catalog/tab/catalog.ini, acq/tab/acq.ini [RfidMedia] ActivateReader=Y SuccessMessage=Y mettere in circ/bin e catalog/bin alcuni file di BiblioChip: BiblioChip.dll, BiblioChip.ini FeCom.dll. FeIsc.dll, FeUsb.dll

14 1445a Assemblea ITALE Configurazioni - 2) Autoprestito alephe/proc/sip2_server alephe/aleph_start alephe/aleph_startup xxx50/tab/tab_sip2.conf xxx50/tab/tab_sip2_translate xxx50/tab/tab_check_circ lIP della macchina di autoprestito va inserito in: server_ip_allowed tab_attr_sublibrary

15 1545a Assemblea ITALE Costi del servizio hardware: varchi postazioni staff macchina di autoprestito tag eventualmente: lettore d'inventario e docking station software: sw di Bibliotheca per varchi, postazioni staff, macchine di autoprestito installazione gg/uomo e assistenza in caso di malfunzionamenti licenze Ex Libris SIP2 per lautoprestito integrazione col Aleph (configurazioni dei client e del server SIP2) costi organizzativi volontario per linizializzazione dei tag (o un addetto della ditta) obsolescenza di hw e sw (meglio il leasing?)

16 1645a Assemblea ITALE Criticità – 1) Postazioni staff lantitaccheggio non è del tutto efficace perché: basta passare il volume sopra le porte oppure attraversare le porte col libro piatto in orizzontale se le porte, essendo unuscita di sicurezza, sono messe a una notevole distanza luna dallaltra, restano 10 cm. al centro non coperti dallantenna la vulnerabilità dei tag, cioè: la possibilità di mascherare il segnale (con carta stagnola); nei libri con le copertine argentate il microchip non funziona la possibilità di rimuovere il tag talvolta se cè un altro libro vicino, il sistema si confonde e dà in prestito il libro sbagliato

17 1745a Assemblea ITALE Criticità – 2) Autoprestito In fase di restituzione, non rileva la presenza di prenotazioni non si sa come trattare le penali: sia le transazioni di cassa, nel caso di libri sollecitati via SMS sia la sospensione dellutente dal prestito (blocco locale) In fase di rinnovo, rileva la presenza di prenotazioni (la macchina blocca il rinnovo, se il libro è prenotato) ma dà un messaggio generico e poco chiaro Non gestisce i prestiti festivi e notturni

18 1845a Assemblea ITALE Inizializzazione dei tag Applicazione dei tag al materiale con codice a barre un software fornito dallazienda permette di trasferire velocemente il codice a barre dalletichetta cartacea al tag si può lavorare a scaffale con un carrello attrezzato (non sono richieste competenze particolari) Applicazione dei tag al materiale privo di codice a barre è necessario stampare un file topografico da Aleph si deve verificare la correttezza delle collocazioni a scaffale un software fornito dallazienda permette di trasferire i dati dal file topografico al tag si può lavorare a scaffale con un carrello attrezzato

19 1945a Assemblea ITALE Dove collocare i tag RFID nei libri? Il corretto posizionamento garantisce durabilità e conservazione dei tag. Garantisce inoltre il funzionamento del lettore portatile di inventario. L'area per l'apposizione del tag è la terza di copertina. La posizione è verticale (per i tag 5x8 cm) a 3 cm dal taglio inferiore e 2 cm dalla cucitura interna, per evitare sia possibili interferenze con gli scaffali di metallo, sia piegature che potrebbero determinare la rottura dell'antenna di alluminio.

20 2045a Assemblea ITALE E se non è possibile rispettare le indicazioni? Nessun limite si riscontra nel posizionare i tag nella seconda di copertina o in altre pagine, la cosa importante è che scelta una posizione questa venga mantenuta per tutti i documenti della biblioteca. Anche i pochi casi in cui si è dovuto posizionare il tag orizzontalmente (es. in presenza di CD) non hanno dato alcun problema di lettura.

21 2145a Assemblea ITALE Come si inizializza un libro? (1) Si apre il programma che permette di trasferire le informazioni dal barcode al tag. Si appoggia il libro sul carrello attrezzato con antenna RFId e si legge il barcode con il lettore ottico

22 2245a Assemblea ITALE Come si inizializza un libro? (2) Si controlla che il codice che compare nel campo Item ID corrisponda al barcode. Nel caso contrario, si ripete loperazione. E anche possibile attivare solo lantitaccheggio con un software apposito.

23 2345a Assemblea ITALE Postazione di autoprestito (self-check) La postazione di autoprestito (self- check) è costituita da un computer con monitor touch-screen; lettore RFId; stampante; componenti software specifici; struttura di supporto per le apparecchiature. Funzioni principali: Prestito, rinnovo e restituzione Stampa ricevute Statistiche esportabili

24 2445a Assemblea ITALE Fasi dellautoprestito

25 2545a Assemblea ITALE 1.Autenticazione Le possibilità di autenticazione sono: Banda magnetica letta da apposito lettore aggiunto; Barcode letto da un dispositivo a laser.

26 2645a Assemblea ITALE Autenticazione con tessera sanitaria LUniversità di Padova ha scelto luso della tessera sanitaria perché: La tessera sanitaria è posseduta da tutti; Risolvere il problema delle nuove matricole a 7 cifre; Uso futuro di tessere con barcode contenente il codice fiscale; Non modificare dopo poco tempo il sistema di autenticazione; Abituare subito gli utenti a questa modalità; Utenti di enti convenzionati (INFN); Utenti esterni.

27 2745a Assemblea ITALE Autenticazione con tessera Aleph Per utenti stranieri e per utenti non in possesso della tessera sanitaria si ricava il codice fiscale dal sito ufficiale lo si inserisce nel profilo dellutente in Aleph (ID ulteriori > campo ID02), si produce una tessera con barcode (Informazioni utente globale > Lettera > CARD appositamente configurata).

28 2845a Assemblea ITALE 2.Riconoscimento del libro/dei libri Sullapposita area del piano è possibile appoggiare più libri, che vengono letti contemporaneamente.

29 2945a Assemblea ITALE 3.Conferma del prestito E possibile configurare il self- check in modo che registri direttamente il prestito senza la conferma da parte dellutente. La conferma è utile nel caso in cui un utente si accorga di aver preso più libri di quanti ne abbia diritto, quindi può scegliere quali prendere effettivamente in prestito.

30 3045a Assemblea ITALE 4.Stampa della ricevuta e del resoconto La ricevuta contiene la data di scadenza del prestito; Il resoconto contiene tutti i prestiti attivi per lutente, le relative scadenze e le eventuali prenotazioni.

31 3145a Assemblea ITALE 5.Fine delle operazioni di autoprestito Con il tasto Uscita si esce dal proprio profilo e si concludono le operazione di autoprestito.

32 3245a Assemblea ITALE Restituzione E possibile effettuare anche la restituzione, ma abbiamo scelto di non implementarla perché: Non evidenzia eventuali prenotazioni, quindi bisognerebbe fare nuovamente la restituzione nella staff station; Con biblioteca aperta 24 ore su 24 cè il problema di dove far lasciare i libri.

33 3345a Assemblea ITALE Postazione del personale / Staff station Installata su un pc del personale della biblioteca. Funzioni: Restituzione dei libri; Prestito di libri non inizializzati; Prestito a utenti al momento senza tessera; Smagnetizzazione e rimagnetizzazione dei tag (es. prestito ILL; tag da apporre su altri oggetti); Inizializzazione dei nuovi acquisti dal modulo Catalogazione; Monitoraggio dei tag che hanno fatto suonare i varchi (BiblioGateTracker).

34 3445a Assemblea ITALE Personalizzazione delle configurazioni (1) Dal file config.xml di BiblioSelfCheck per: Traduzione dei messaggi e dei tasti; Area informazioni compilata con il regolamento del prestito di Polo; Compilazione delle ricevute con dati della biblioteca utili allutente: nome della biblioteca, indirizzo, , orari. Sostituzione dello sfondo con le immagini delle fasi dellautoprestito. Ulteriore inserimento di un salvaschermo con le stesse immagini.

35 3545a Assemblea ITALE Personalizzazione delle configurazioni (2) Da Bibliocockpit, software installato su un server centrale al CAB che gestisce da remoto le attrezzature presenti nelle varie biblioteche: Traduzione dei messaggi e dei tasti; Area informazioni compilata con il regolamento del prestito di Polo; Compilazione delle ricevute con dati della biblioteca utili allutente: nome della biblioteca, indirizzo, , orari.

36 3645a Assemblea ITALE Personalizzazione delle configurazioni (2.1) Area delle informazioni

37 3745a Assemblea ITALE Personalizzazione delle configurazioni (2.2) Testo delle ricevute

38 3845a Assemblea ITALE Statistiche passaggi Passaggi degli utenti attraverso i varchi (BiblioGateTracker in Staff station)

39 3945a Assemblea ITALE Statistiche prestiti da Aleph Circolazione > Servizi > Report > Report dei log della circolazione (cir21) ed estrarre i log delle transazioni effettuate tramite self- check per il proprio Polo.

40 4045a Assemblea ITALE Statistiche prestiti da Bibliocockpit

41 4145a Assemblea ITALE07/01/201445a Assemblea ITALE 46a Assemblea ITALE Immagine sede evento GRAZIE! Firenze, 1 dicembre 2011


Scaricare ppt "145a Assemblea ITALE07/01/201445a Assemblea ITALE 46a Assemblea ITALE Immagine sede evento Esperienze di gestione del prestito con tecnologia RFID: Università"

Presentazioni simili


Annunci Google