La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto co-finanziato dallUnione Europea Ministero dellInterno Dipartimento per le Libertà Civili e lImmigrazione Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto co-finanziato dallUnione Europea Ministero dellInterno Dipartimento per le Libertà Civili e lImmigrazione Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini."— Transcript della presentazione:

1 Progetto co-finanziato dallUnione Europea Ministero dellInterno Dipartimento per le Libertà Civili e lImmigrazione Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Associazione Nazionale Comuni Italiani Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 1° Giornata – Modulo B (ottobre 2010)

2 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 2 Il fenomeno migratorio in Italia tra esigenze di sicurezza e necessità di semplificazione amministrativa. Conoscere i fattori fondamentali per incrementare lefficacia e lefficienza dellorganizzazione comunale. Modulo B: La registrazione anagrafica del cittadino immigrato presupposto per lesercizio di diritti e il rispetto di doveri. Lintegrazione delle banche dati pubbliche e lesigenza della corretta ed univoca identificazione

3 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 3 LA REGOLARITÀ DEL SOGGIORNO In materia di stranieri il nostro ordinamento si fonda sul principio della REGOLARITÀ DEL SOGGIORNO Inizialmente essere regolarmente soggiornanti significava possedere un permesso di soggiorno valido. Solo chi aveva un permesso di soggiorno in corso di validità poteva iscriversi allanagrafe. Oggi non è più così !

4 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 4 Art. 6 comma 7 D. Lgs , n. 286 Art. 15 comma 1 DPR , n. 394 FISSANO UN PRINCIPIO FONDAMENTALE Le iscrizioni e le variazioni anagrafiche dello straniero regolarmente soggiornante sono effettuate alle medesime condizioni dei cittadini italiani, nei casi e secondo i criteri previsti dalla legge e dal regolamento anagrafico REGOLARITÀ DEL SOGGIORNO

5 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 5 E la condizione fondamentale per lapplicazione della disciplina anagrafica (iscrizioni e variazioni) agli stranieri alle medesime condizioni degli italiani. Il concetto di regolarità del soggiorno non coincide puramente e semplicemente con il possesso di un titolo di soggiorno. Al contrario, vi coincide sempre meno e deve essere ricavato da unanalisi complessiva del sistema. REGOLARITÀ DEL SOGGIORNO

6 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 6 CHI È REGOLARMENTE SOGGIORNANTE ? Art. 5 D. Lgs. n. 286/1998 Possono soggiornare nel territorio dello stato gli stranieri entrati regolarmente ai sensi dellart. 4 che siano muniti di carta o di permesso di soggiorno … Ai fini anagrafici … La regolarità del soggiorno deve essere valutata distintamente per gli stranieri: già iscritti in anagrafe non ancora iscritti in APR, ma in possesso di permesso scaduto e ricevuta per il rinnovo non iscritti in APR ma rientranti in una delle casistiche previste dalle circolari che regolano casi specifici (es. lavoro subordinato, ricongiungimento familiare, ecc. ….)

7 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 7 STRANIERI E ANAGRAFE Le iscrizioni, le mutazioni e le cancellazioni anagrafiche dei cittadini stranieri si effettuano nei casi e alle stesse condizioni dei cittadini italiani. Esiste, poi, un motivo di cancellazione riservato solamente ai cittadini stranieri; è quello previsto dallart. 11 comma 1 lett. c) d.P.R. n. 223/1989 e cioè per mancato rinnovo del titolo di soggiorno Questo motivo di cancellazione non è applicabile ai comunitari !!!

8 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 8 ISCRIZIONE PER NASCITA Anche per i neonati stranieri liscrizione in anagrafe si effettua per nascita, sulla base della comunicazione dellufficiale di stato civile (art. 12 DPR 223/1989) entro il termine di tre giorni (art. 17 D.P.R. 223/1989). Liscrizione anagrafica per nascita, dunque, non può essere subordinata allinserimento del nato nel titolo di soggiorno del genitore. Questo orientamento, sostenuto vigorosamente da Anusca e dallIstat (circolare n. 47/2002) è stato confermato dal Consiglio di stato con argomentazioni solide (parere n. 5453/03 del ) riprese dal Ministero dellinterno con circolare DCSD n. 32 DECORRE DAL GIORNO DELLA NASCITA !

9 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 9 Il neonato sarà iscritto: a)nellanagrafe del comune di residenza dei genitori b)nellanagrafe del comune di residenza della madre, qualora i genitori, regolarmente residenti, siano iscritti in comuni diversi c)nellanagrafe del comune di residenza del padre, qualora solo questi sia iscritto in anagrafe d)nel comune dove si trova listituto o la persona cui il nato viene affidato. ISCRIZIONE PER NASCITA

10 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 10 Lunico caso in cui il nato non viene iscritto in APR è quello della nascita occasionale in Italia da genitori stranieri, ovvero della nascita da genitori irregolari o, comunque da genitori dei quali nessuno sia iscritto in anagrafe In questo caso, lufficiale dello stato civile iscriverà latto di nascita, ma non potrà inviare la comunicazione di nascita a nessun ufficio danagrafe per liscrizione in Apr Leventuale situazione di clandestinità dei genitori potrà essere solo presunta dallufficiale di stato civile, che, pertanto, non dovrà fare alcuna segnalazione. Quandanche lufficiale di stato civile, abbia notizia, per conoscenza personale, della situazione di clandestinità dei genitori, senza avere elementi formali a conferma di ciò, non è tenuto a fare nessuna segnalazione. ISCRIZIONE PER NASCITA

11 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 11 ABITUALITÀ DELLA DIMORA REGOLARITÀ DEL SOGGIORNO IDENTIFICAZIONE ISCRIZIONE PER IMMIGRAZIONE

12 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 12 LISCRIZIONE ANAGRAFICA DEGLI STRANIERI Il primo problema che si pone per lufficiale danagrafe di fronte a qualsiasi cittadino, italiano o straniero, è quello di: Accertare lidentità della persona Art. 6, comma 3, del d.P.R. n. 223/1989 sancisce lobbligo, per tutti coloro che rendono le dichiarazioni anagrafiche, di comprovare la propria identità mediante lesibizione di un documento di riconoscimento.

13 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 13 LISCRIZIONE PER IMMIGRAZIONE DALLESTERO Art. 14 del regolamento anagrafico: vale per tutti, italiani e stranieri ! Chi trasferisce la residenza dallestero deve comprovare allatto della dichiarazione la propria identità mediante lesibizione del PASSAPORTO o altro documento equipollente. Se il trasferimento concerne anche la famiglia, il cittadino straniero o apolide deve esibire atti autentici che ne dimostrino la composizione, rilasciati dalle competenti autorità del Paese di provenienza. Il cittadino italiano deve esibire documenti rilasciati dalle autorità consolari.

14 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 14 LEGALIZZAZIONE DI FIRME DI ATTI DA E PER L'ESTERO ARTICOLO 33 D.P.R. 445/2000 Le firme sugli atti e documenti formati all'estero da autorità estere e da valere nello Stato sono legalizzate dalle rappresentanze diplomatiche o consolari italiane all'estero. […] Le firme sugli atti e documenti formati nello Stato e da valere nello Stato, rilasciati da una rappresentanza diplomatica o consolare estera residente nello Stato, sono legalizzate a cura delle prefetture Sono fatte salve le esenzioni dall'obbligo della legalizzazione e della traduzione stabilite da leggi o da accordi internazionali.

15 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 15 LISCRIZIONE ANAGRAFICA DEGLI STRANIERI Oltre alla prova documentata della propria identità, sono due i requisiti fondamentali richiesti al cittadino straniero per poter ottenere liscrizione allAPR e cioè: Per laccertamento della dimora abituale si agisce con gli stessi criteri utilizzati per i cittadini italiani La dimora abituale La regolarità del soggiorno (che non coincide sempre e necessariamente con il possesso di un titolo di soggiorno in corso di validità)

16 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 16 LISCRIZIONE PER IMMIGRAZIONE DALLESTERO Al momento della richiesta di iscrizione anagrafica il cittadino straniero deve esibire: Permesso o carta di soggiorno Passaporto o documento equipollente (es. titolo di viaggio). In mancanza (assoluta) di passaporto, il permesso di soggiorno può valere anche come documento equipollente Documenti originali, tradotti e legalizzati, comprovanti lo stato civile e la composizione del nucleo familiare Codice fiscale (D.M ) In pratica

17 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 17 I cittadini stranieri non ancora iscritti in APR, in attesa di RINNOVO del permesso di soggiorno, devono essere considerati regolarmente soggiornanti. Perciò, potranno essere ISCRITTI in anagrafe dietro esibizione della ricevuta della richiesta di rinnovo e della fotocopia del titolo scaduto. Direttiva Ministero interno LISCRIZIONE PER IMMIGRAZIONE DALLESTERO Iscrizione degli stranieri con P.d.S. scaduto Tuttavia...

18 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 18 Il mancato rispetto del termine di 20 giorni per la conclusione del procedimento di rinnovo del P.d.S. non incide sulla piena legittimità del soggiorno stesso e sul godimento dei diritti ad esso connessi, se: la domanda di rinnovo è stata presentata prima della scadenza del P.d.S. o entro 60 giorni dalla scadenza dello stesso; [è stata verificata la completezza della documentazione prescritta a corredo della richiesta di rinnovo;] è stata rilasciata dallufficio la ricevuta attestante lavvenuta presentazione della richiesta di rinnovo. Gli effetti dei diritti esercitati, nelle more del rinnovo del permesso di soggiorno, cessano solo in caso di mancato rinnovo, revoca o annullamento del permesso in questione. DIRETTIVA MINISTERO INTERNO

19 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 19 CIRC. MIN. INTERNO N. 42 DEL Si può procedere alliscrizione anagrafica nei confronti dei cittadini extracomunitari: mai inseriti nei registri della popolazione residente o cancellati per irreperibilità e ricomparsi successivamente Nella comunicazione che il Comune trasmetterà alla competente Questura, andrà evidenziato che si tratta di una iscrizione effettuata ai sensi della Direttiva del , ciò anche al fine dell adozione dei conseguenti provvedimenti a condizione che: la domanda di rinnovo sia stata presentata prima della scadenza del P.d.S. o entro 60 giorni dalla scadenza dello stesso, sia stata rilasciata dall ufficio la ricevuta attestante lavvenuta presentazione della richiesta di rinnovo

20 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 20 Convenzione di New York diritti del fanciullo ( ) Convenzione dellAja sulla protezione dei minori ( ) Art. 34 L. 184/1983 ISCRIZIONE MINORI IN ATTESA DI ADOZIONE Direttiva Min. interno/politiche per la famiglia La Comm. adozioni internazionali, nellautorizzare lingresso e la residenza in Italia del minore, valuta le ragioni di ordine e sicurezza pubblica, di legittimità dellingresso e del successivo soggiorno del minore medesimo Ai fini del soggiorno del minore straniero adottato o affidato a scopo di adozione NON è richiesto il permesso di soggiorno

21 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 21 Se ladozione è pronunciata allestero e il T.d.M. si limita a riconoscerne lefficacia in Italia, (art. 35 e segg. della L. 184/1983) liscrizione in anagrafe può essere effettuata direttamente con lattribuzione dello status di figlio, purché il Tribunale, al momento della richiesta di iscrizione anagrafica del minore, abbia già riconosciuto gli effetti del provvedimento straniero. Se ladozione deve perfezionarsi dopo larrivo del minore in Italia, il T.d.M. riconosce il provvedimento come affido preadottivo: il minore sarà iscritto come convivente Lufficiale danagrafe, se vi sono le condizioni necessarie (dimora abituale), dovrà iscrivere il minore con le generalità desunte dal passaporto, anche se questo riporta già il cognome del padre adottivo. ISCRIZIONE MINORI IN ATTESA DI ADOZIONE Direttiva Min. interno/politiche per la famiglia

22 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 22 LISCRIZIONE PER IMMIGRAZIONE DALLESTERO Iscrizione nelle more del rilascio del I° P.d.S. per lavoro subordinato Direttiva : diritti dello straniero nelle more del rilascio del primo P.d.S. per lavoro subordinato Il lavoratore straniero che ha sottoscritto presso lo Sportello Unico per limmigrazione il contratto di soggiorno, nelle more del rilascio del P.d.S. per motivi di lavoro può legittimamente esercitare i diritti da esso derivanti. Fra tali diritti deve essere compreso quello alliscrizione anagrafica

23 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 23 Oltre al passaporto e agli altri documenti attestanti gli status personali, liscrizione deve essere subordinata allesibizione: a) del contratto di soggiorno stipulato presso lo Sportello Unico per limmigrazione; b) della ricevuta rilasciata dallufficio postale attestante lavvenuta presentazione della richiesta di permesso; c) della domanda di rilascio del permesso di soggiorno per lavoro subordinato presentata allo Sportello Unico. Documenti per liscrizione anagrafica ISCRIZIONE NELLE MORE DEL RILASCIO DEL I° P.D.S. PER LAVORO SUBORDINATO

24 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 24 LISCRIZIONE PER RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE Circolare n. 43 del In analogia con quanto già disposto per i lavoratori subordinati, si può procedere alliscrizione anagrafica dello straniero che abbia chiesto il P.d.S. per motivi familiari nelle more del suo rilascio. A tal fine dovrà essere esibita la seguente documentazione: Il VISTO DI INGRESSO La RICEVUTA rilasciata dallUfficio postale attestante lavvenuta presentazione della richiesta Fotocopia non autenticata del NULLA OSTA al ricongiungimento rilasciato dallo Sportello unico

25 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 25 LISCRIZIONE PER COESIONE FAMILIARE circolare del Min. interno del 2 agosto 2007 Questa ipotesi riguarda il cittadino straniero, entrato in Italia con visto rilasciato per motivi diversi dal ricongiungimento familiare (ad es. visto turistico), e che chiede il permesso di soggiorno per coesione familiare. In tal caso, poiché manca il nulla osta al ricongiungimento, liscrizione anagrafica può essere effettuata solo previa esibizione del permesso di soggiorno, non potendo, fino a diversa disposizione ministeriale, trovare applicazione la procedura prevista dalla circ. n. 43/2007.

26 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 26 Per i discendenti da avo italiano che intendono avviare in Italia la procedura per il riconoscimento della cittadinanza italiana jure sanguinis la ricevuta della dichiarazione di presenza costituisce titolo utile ai fini delliscrizione anagrafica. Resta tuttavia necessario dimostrare il requisito della residenza in Italia Pertanto, per poter ottenere il riconoscimento della cittadinanza è necessaria la preventiva iscrizione anagrafica per residenza, accertata nei modi e con le procedure previste dalla legge e dal regolamento anagrafico. LISCRIZIONE DI DISCENDENTI DA AVO ITALIANO per il riconoscimento della cittadinanza iure sanguinis Circolare n. 32 del

27 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 27 Ai fini delliscrizione anagrafica dei soggetti provenienti da Paesi che non applicano lAccordo Schengen e che intendono chiedere il riconoscimento della cittadinanza italiana jure sanguinis, è sufficiente – ai fini della dimostrazione della regolarità del soggiorno – lesibizione del timbro Schengen apposto sul documento di viaggio dallautorità di frontiera. Coloro che provengono da Paesi che applicano lAccordo Schengen dovranno esibire copia della dichiarazione di presenza resa al Questore entro 8 giorni dallingresso, ovvero della dichiarazione resa ai gestori di esercizi alberghieri e di altre strutture ricettive LISCRIZIONE DI DISCENDENTI DA AVO ITALIANO per il riconoscimento della cittadinanza iure sanguinis Circolare n. 52 del

28 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 28 La procedura di iscrizione anagrafica prevista per il riconoscimento della cittadinanza italiana jure sanguinis si applica anche al riacquisto della cittadinanza italiana ai sensi dellart. 13, comma 1, della legge 5 febbraio 1992, n. 91 LISCRIZIONE PER IL RIACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA Circolare n. 14 del

29 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 29 Richiedenti asilo: sono persone che, trovandosi fuori dal Paese in cui hanno residenza abituale, non possono o non vogliono tornarvi per il timore di essere perseguitate per motivi di razza, religione, nazionalità, appartenenza a un determinato gruppo sociale o per le loro opinioni politiche. Possono richiedere asilo nel nostro Paese presentando una domanda di riconoscimento dello "status di rifugiato". Rifugiati (o, più diffusamente, rifugiati politici) sono persone fuggite o espulse a causa di discriminazioni politiche, religiose o razziali dal loro Paese e che trovano ospitalità in un Paese straniero. Giuridicamente, sono coloro che hanno ottenuto il riconoscimento dello "status di rifugiato" in seguito all'accoglimento della loro domanda. LISCRIZIONE DEI CITTADINI STRANIERI SOGGETTI A PROTEZIONE INTERNAZIONALE

30 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 30 La protezione sussidiaria. In applicazione della normativa europea, il decreto legislativo 19 novembre 2007, n.251, ha previsto come status di protezione internazionale, oltre lo status di rifugiato, anche quello di protezione sussidiaria. Tale status è riconosciuto a colui che pur non possedendo i requisiti per ottenere lo status di rifugiato non possa essere rinviato nel Paese di origine o, per lapolide, nel Paese di residenza, in quanto sussiste il fondato timore che possa subire un grave danno alla sua vita o alla sua incolumità. Al titolare dello status di protezione sussidiaria la Questura rilascia un permesso con motivo protezione sussidiaria. LISCRIZIONE DEI CITTADINI STRANIERI SOGGETTI A PROTEZIONE INTERNAZIONALE

31 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 31 Liscrizione anagrafica dei cittadini stranieri soggetti a protezione internazionale è subordinata al possesso del permesso di soggiorno La sola ricevuta della domanda di permesso non è sufficiente ai fini delliscrizione anagrafica I cittadini stranieri richiedenti asilo – rifugiati – in stato di protezione sussidiaria sono, spesso privi di passaporto o documenti equipollenti LISCRIZIONE DEI CITTADINI STRANIERI SOGGETTI A PROTEZIONE INTERNAZIONALE In questo caso allufficiale danagrafe si pongono due problemi: Lidentificazione e quindi il diritto alliscrizione anagrafica La registrazione dei dati personali

32 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 32 LISCRIZIONE DEI CITTADINI STRANIERI SOGGETTI A PROTEZIONE INTERNAZIONALE Identificazione e diritto alliscrizione anagrafica Lart. 14 del d.P.R. n. 223/1989 prevede che la persona (italiano o straniero), che fa istanza di iscrizione anagrafica per provenienza dallestero, presenti il passaporto (o altro titolo di viaggio previsto da specifiche convenzioni o accordi internazionali) e, allorquando il trasferimento concerna anche la famiglia, atti autentici che ne dimostrino la composizione, rilasciati dalle competenti autorità dello Stato di provenienza se straniero o apolide, o dalle autorità consolari se cittadino italiano. È possibile iscrivere un cittadino straniero soggetto a protezione internazionale (richiedente asilo, rifugiato o i stato di protezione sussidiaria) privo di passaporto o documento equipollente, in deroga alle disposizioni dellart. 14 del d.P.R. n. 223/89

33 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 33 LISCRIZIONE DEI CITTADINI STRANIERI SOGGETTI A PROTEZIONE INTERNAZIONALE A tale categoria di persone si dovranno applicare, anche in materia anagrafica, norme e principi appositamente previsti in relazione al loro status di persone soggette a protezione internazionale; se così non fosse, a tali persone verrebbero negati, nella maggior parte dei casi, il fondamentale diritto alliscrizione anagrafica e i diritti connessi a tale iscrizione. Il permesso di soggiorno, solo per questa particolare categoria di cittadini stranieri, potrà supplire alla mancanza di passaporto come documento di riconoscimento e identificazione utile ai fini delliscrizione anagrafica Pertanto:

34 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 34 LISCRIZIONE DEI CITTADINI STRANIERI SOGGETTI A PROTEZIONE INTERNAZIONALE Convenzione di Ginevra del 1951 Art. 25 (Assistenza amministrativa), commi 2 e 3: Le autorità indicate nel paragrafo 1 rilasciano o fanno rilasciare ai rifugiati, sotto il loro controllo, i documenti o gli attestati che sono normalmente rilasciati a uno straniero dalle sue autorità nazionali o per il loro tramite. 3. I documenti o gli attestati in tal modo rilasciati sostituiscono gli atti ufficiali rilasciati a stranieri dalle loro autorità nazionali o per il loro tramite e fanno fede fino a prova del contrario. Art. 27 Documenti didentità Gli Stati Contraenti rilasciano documenti didentità a tutti i rifugiati che risiedono sul loro territorio e non possiedono un titolo di viaggio valido. Riferimenti normativi

35 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 35 LISCRIZIONE DEI CITTADINI STRANIERI SOGGETTI A PROTEZIONE INTERNAZIONALE …Per quanto riguarda lo specifico caso dei rifugiati politici, dei richiedenti asilo e simili, questi cittadini di norma sono sprovvisti di passaporto; ciò tuttavia, non può pregiudicare il diritto alliscrizione anagrafica qualora i predetti siano regolarmente soggiornanti ed a condizione, valida per tutti i cittadini, italiani o stranieri, che possano essere identificati. A tal fine, mancando un passaporto o documento equipollente, si ritiene possa procedersi alla loro identificazione mediante il titolo di soggiorno, che a mente dellart. 1 lett. c del DPR 445/2000 riveste la natura di documento di riconoscimento in quanto documento munito di fotografia del titolare e rilasciato, su supporto cartaceo, magnetico o informatico, da una pubblica amministrazione italiana o di altri Stati, che consenta l'identificazione personale del titolare. Pertanto, i dati ricavabili dal permesso di soggiorno, in mancanza di idonea documentazione o prova contraria, devono essere registrati agli atti anagrafici, sempre sulla base delle considerazioni sopra espresse in materia di definizione e di valore dei documenti di riconoscimento, di cui agli articoli 1 e 35 del citato d.P.R. 445/2000… Min. interno - risposta a quesito del

36 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 36 LISCRIZIONE DEI CITTADINI STRANIERI SOGGETTI A PROTEZIONE INTERNAZIONALE Ministero dellinterno – Commissione Nazionale per il Diritto dAsilo – nota prot. n. 1409/CS del , indirizzata al comune di Pordenone e, p.c. allICS – Ufficio Rifugiati ONLUS di Trieste: Pertanto, la certificazione della Commissione che ha riconosciuto lo status agli interessati, unitamente ai relativi permessi di soggiorno rilasciati dalla Questura di residenza possono sostituire, a parere della scrivente, a tutti gli effetti la documentazione che non può essere richiesta alle Autorità del loro Paese. La registrazione dei dati personali La disposizione è condivisibile per quanto riguarda i rifugiati e i richiedenti asilo; meno giustificata per gli stranieri soggetti a protezione sussidiaria.

37 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 37 LISCRIZIONE DEI CITTADINI STRANIERI SOGGETTI A PROTEZIONE INTERNAZIONALE I cittadini stranieri soggetti a protezione internazionale hanno diritto: Alliscrizione anagrafica ancorchè privi di passaporto o documento equipollente, a condizione che siano in possesso del permesso di soggiorno Alla registrazione dei loro status personali e familiari desunti dal permesso di soggiorno e/o dalla certificazione della Commissione Nazionale per il Diritto dAsilo In conclusione...

38 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 38 LISCRIZIONE PER IMMIGRAZIONE DA ALTRO COMUNE Il cittadino straniero non decade dalliscrizione anagrafica nella fase di rinnovo del permesso di soggiorno (art. 7 DPR 223/1989 come modificato dal DPR 334/2004 ). Ciò significa che ai fini delliscrizione per provenienza da altro comune non è indispensabile che il cittadino straniero sia in possesso di un titolo di soggiorno in corso di validità, ma è sufficiente che esibisca la ricevuta comprovante lavvenuta presentazione, nei tempi e nelle forme previste, della domanda di rinnovo del permesso di soggiorno, corredata dalla copia di questultimo titolo (circ. n. 12/2005 DCSD).

39 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 39 LA CANCELLAZIONE DALLAPR La cancellazione dei cittadini stranieri per morte per trasferimento di residenza in altro comune o allestero per trasferimento del domicilio in altro comune per le persone senza fissa dimora; NON presenta particolarità di rilievo rispetto alla cancellazione dei cittadini italiani INVECE…

40 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 40 Lart. 15, comma 3 del DPR n. 394/99 ha sostituito lart. 11 comma 1 lett. c) del regolamento anagrafico e prevede che i cittadini stranieri debbano essere cancellati Per irreperibilità accertata Per effetto del mancato rinnovo della dichiarazione di dimora abituale da rendersi entro 60 giorni dal rinnovo del permesso di soggiorno, trascorsi sei mesi dalla scadenza, previo avviso da parte dellufficio, con invito a provvedere nei successivi 30 giorni LA CANCELLAZIONE PER IRREPERIBILITÀ E PER MANCATO RINNOVO DEL PERMESSO DI SOGGIORNO

41 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 41 Malgrado la norma si esprima in modo diverso, la cancellazione per irreperibilità del cittadino straniero deve avvenire alle stesse identiche condizioni della cancellazione dei cittadini italiani e cioè a seguito di ripetuti accertamenti, opportunamente intervallati. CANCELLAZIONE PER IRREPERIBILITÀ ACCERTATA

42 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 42 CANCELLAZIONE PER VIOLAZIONE DEGLI OBBLIGHI DI CUI ALLART. 7 COMMA 3 DEL DPR 223/1989 Lufficiale danagrafe, trascorsi sei mesi dalla scadenza del titolo di soggiorno, deve invitare il cittadino straniero, con raccomandata AR, a rinnovare la dichiarazione di dimora abituale, corredata dal permesso di soggiorno rinnovato (Art. 11 comma 1 lett. c come modificato dallart. 1 comma 28 della Legge n. 94/2009) Se lo straniero non provvede nei 30 giorni successivi allinvito lufficiale danagrafe deve cancellarlo con apposito provvedimento Se il cittadino straniero si è attivato per il rinnovo NON si potrà procedere alla cancellazione !!! ATTENZIONE !

43 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 43 La libertà di circolazione e soggiorno è un DIRITTO primario e individuale conferito a ciascun cittadino comunitario dal possesso della cittadinanza dellUnione e rappresenta il principio cardine dellUnione europea Le limitazioni e le condizioni per lesercizio di tale diritto sono previste dal Trattato e dalle relative disposizioni applicative La cittadinanza dellUnione dovrebbe costituire lo status fondamentale dei cittadini comunitari quando esercitano il loro diritto di circolazione e soggiorno ISCRIZIONE ANAGRAFICA DEI CITTADINI COMUNITARI I principi fondamentali Direttiva n. 2004/38/CE

44 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 44 LO STATO DI APPLICAZIONE DELLA DIRETTIVA Le Linee guida della Commissione europea Guida ad una migliore trasposizione e applicazione della direttiva 2004/38/CE Il 2 luglio 2009 è stato adottato un documento (cc.dd.Linee Guida) contenente orientamenti interpretativi su alcuni aspetti problematici emersi in sede di applicazione della Direttiva 2004/38/CE e delle disposizioni di recepimento emanate da ciascuno Stato membro: Guida ad una migliore trasposizione e applicazione della direttiva 2004/38/CE. Le indicazioni contenute nelle Linee guida sono state in parte già recepite con circolare del Min. interno – DCSD - n. 18 del 21 luglio 2009 che contiene chiarimenti copertura dei rischi sanitari sulla copertura dei rischi sanitari risorse economiche sufficienti al soggiorno sulla nozione di risorse economiche sufficienti al soggiorno registro della popolazione temporanea sulliscrizione nel registro della popolazione temporanea

45 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 45 I PRINCIPI FONDAMENTALI NELLE LINEE GUIDA Accanto ad indicazioni su specifiche questioni (risorse, copertura dei rischi sanitari, ordine e sicurezza pubblica ecc.) le Linee guida enunciano numerosi principi fondamentali in materia di circolazione e soggiorno nellintento di rafforzare tale diritto. La libera circolazione dei cittadini rappresenta una delle libertà fondamentali del mercato interno ed è il fulcro del progetto europeo Il diritto alla libera circolazione è uno dei pilastri dellUnione europea e, conseguentemente, ogni deroga a tale principio devessere interpretata in modo rigoroso. Tuttavia, il diritto alla libera circolazione allinterno dell´Unione non è illimitato e comporta alcuni obblighi a carico dei beneficiari, tra i quali il rispetto delle legge dello Stato membro ospitante. Linee guida

46 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 46 A CHI SI APPLICA IL D. LGS. N. 30/2007 ? a QUALSIASI CITTADINO dell'Unione che si rechi o soggiorni in uno Stato membro diverso da quello di cui ha la cittadinanza ai suoi FAMILIARI ai sensi dell'art. 2, punto 2, che accompagnano o raggiungono il cittadino medesimo Inoltre… Il D. lgs. n. 30/2007 si applica ai cittadini di Norvegia, Islanda, Liechtenstein, Svizzera, Repubblica di San Marino, Principato di Monaco, Andorra e Città del Vaticano

47 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 47 I CITTADINI STRANIERI - LA CERTIFICAZIONE DPR n. 223/89, art. 33: Lufficiale danagrafe rilascia a chiunque ne faccia richiesta, fatte salve le limitazioni di legge, i certificati concernenti la residenza e lo stato di famiglia. Ogni altra posizione desumibile dagli atti anagrafici, ad eccezione delle posizioni previste dal comma 2 dellart. 35, può essere attestata e certificata … Che cosè un certificato DPR n. 445/2000, Art. 1, comma 1, lett. f): CERTIFICATO: il documento rilasciato da una amministrazione pubblica avente funzione di ricognizione, riproduzione o partecipazione a terzi di stati, qualità personali e fatti contenuti in albi, elenchi o registri pubblici o comunque accertati da soggetti titolari di funzioni pubbliche

48 Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini di Paesi Terzi Programma di Formazione Integrata per il superamento dellemergenza e linnovazione dei processi organizzativi di accoglienza ed integrazione dei cittadini stranieri e comunitari 48 Ai cittadini stranieri devono essere rilasciati tutti i certificati e gli attestati desunti dagli atti anagrafici e dello stato civile, esattamente come per i cittadini italiani. Anche per questo motivo, occorre fare molta attenzione al momento delliscrizione anagrafica dei cittadini stranieri, poiché tutti i dati registrati in anagrafe saranno poi oggetto di certificazione. I certificati non hanno mai valore probatorio assoluto, ma limitato; fanno fede fino a prova contraria. I CITTADINI STRANIERI - LA CERTIFICAZIONE


Scaricare ppt "Progetto co-finanziato dallUnione Europea Ministero dellInterno Dipartimento per le Libertà Civili e lImmigrazione Fondo Europeo per lIntegrazione di Cittadini."

Presentazioni simili


Annunci Google