La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

REGIONE SICILIANA Una lettura dellevoluzione degli indicatori demografici ai fini della programmazione regionale GIUSEPPE NOBILE

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "REGIONE SICILIANA Una lettura dellevoluzione degli indicatori demografici ai fini della programmazione regionale GIUSEPPE NOBILE"— Transcript della presentazione:

1 REGIONE SICILIANA Una lettura dellevoluzione degli indicatori demografici ai fini della programmazione regionale GIUSEPPE NOBILE Regione Siciliana – Servizio Statistica ed Analisi Economica Il Censimento della popolazione febbraio 2013 Prefettura di Palermo Sala Dalla Chiesa - Via Cavour Palermo

2 REGIONE SICILIANA La Sicilia degli ultimi decenni*: uneconomia sempre più di domanda; un sistema produttivo sempre più di servizi la discesa della popolazione verso la costa; un processo di inurbamento nei grandi centri Sistema insediativo e strutture economiche * Regione Siciliana – Direzione della programmazione, Sistemi urbani e contesti territoriali, Ipotesi di regionalizzazione dello sviluppo siciliano, Palermo, 1992, pag. 37

3 REGIONE SICILIANA Economia di domanda e di servizi

4 REGIONE SICILIANA Inurbamento e abbandono delle aree interne Sicilia – Popolazione per ampiezza demografica dei comuni e per litoraneità degli insediamenti

5 REGIONE SICILIANA Inurbamento e abbandono delle aree interne

6 REGIONE SICILIANA Censimento 2011 le tendenze si confermano? Ampiezza demografica dei comuni (N o abitanti) – Censimento 2011

7 REGIONE SICILIANA Il confronto La popolazione per ampiezza dei comuni La variazione più significativa è quella dei comuni fra e abitanti

8 REGIONE SICILIANA Il ruolo degli indicatori demografici

9 REGIONE SICILIANA Il confronto – Indice di vecchiaia Il valore minimo è quello dei comuni fra e abitanti

10 REGIONE SICILIANA Il confronto – Indice di dipendenza Enea, Anchise e Ascanio G.L. Bernini (Museo di Villa Borghese – Roma)

11 REGIONE SICILIANA Il confronto – Indice di dipendenza La tendenza è allaumento della dipendenza degli anziani ed alla riduzione della dipendenza dei giovani

12 REGIONE SICILIANA Il confronto – Indice di dipendenza dei giovani Dato il peso relativamente maggiore delle relative classi detà, lindice ha un maggior valore nei comuni mila abitanti

13 REGIONE SICILIANA Il confronto – Indice di dipendenza degli anziani Dato il peso relativamente minore delle relative classi detà, lindice ha il minor valore nei comuni mila abitanti

14 REGIONE SICILIANA Il confronto – Indice di dipendenza totale Lindice totale rimane sostanzialmente stabile per landamento contrastante delle sue componenti

15 REGIONE SICILIANA Il confronto – Indice di sostituzione dei ritirati dal lavoro Nei piccoli comuni si registra il valore più basso di giovani per 100 ritirati dal lavoro

16 REGIONE SICILIANA Il confronto – Indice di ricambio generazionale

17 REGIONE SICILIANA Il quadro dinsieme degli indicatori 2011

18 REGIONE SICILIANA L a realtà del sistema produttivo Fonte: ASIA 2010

19 REGIONE SICILIANA Il dinamismo dei medi centri urbani Una spiegazione è nel congestionamento delle grandi città di PA e CT che ha indotto il trasferimento della popolazione più giovane nei comuni circonvicini

20 REGIONE SICILIANA Grazie per lattenzione Conclusioni La dimensione demografica dei grandi centri vede nel 2011un arretramento a favore dei centri urbani medi In questa fascia sembra anche concentrarsi una popolazione relativamente più giovane e dinamica La più agevole posizione dei giovani nei piccoli centri, in quanto a opportunità di sostituire i ritirati dal lavoro, si scontra con il più fragile tessuto economico di queste aree


Scaricare ppt "REGIONE SICILIANA Una lettura dellevoluzione degli indicatori demografici ai fini della programmazione regionale GIUSEPPE NOBILE"

Presentazioni simili


Annunci Google