La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Organizzazione servizio ass. sociale Variabili politiche Variabili economiche Variabili culturali fam.estesa famiglia utente altri servizi volontar i scuola.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Organizzazione servizio ass. sociale Variabili politiche Variabili economiche Variabili culturali fam.estesa famiglia utente altri servizi volontar i scuola."— Transcript della presentazione:

1 organizzazione servizio ass. sociale Variabili politiche Variabili economiche Variabili culturali fam.estesa famiglia utente altri servizi volontar i scuola lavoro amici AMBIENTE SOCIALE:

2 AMBIENTE SOCIALE: AMBIENTE SOCIALE: La conoscenza del territorio facilita l'adozione di un approccio globale e va realizzata a diversi livelli: La conoscenza del territorio facilita l'adozione di un approccio globale e va realizzata a diversi livelli: Profilo territoriale Profilo territoriale Profilo demografico Profilo demografico Profilo occupazionale Profilo occupazionale Profilo dei servizi Profilo dei servizi Profilo istituzionale Profilo istituzionale Profilo psicosociale Profilo psicosociale Profilo storico e antropologico culturale. Profilo storico e antropologico culturale.

3 Profilo territoriale: Profilo territoriale: aspetti geografici e territoriali, nei suoi dati strutturali (confini, morfologia), aspetti geografici e territoriali, nei suoi dati strutturali (confini, morfologia), tipo di rete di comunicazione presente (strade, ferrovie, areoporti, porti,) tipo di rete di comunicazione presente (strade, ferrovie, areoporti, porti,) collocazione degli insediamenti produttivi, collocazione degli insediamenti produttivi, degrado ambientale, edilizio, congestione degrado ambientale, edilizio, congestione caratteristiche della struttura urbana, individuando la presenza di case degradate, di edilizia popolare e residenziale, di case sfitte, di spazi abitativi impropri, di spazi verdi attrezzati e non, di aree di possibile aggregazione caratteristiche della struttura urbana, individuando la presenza di case degradate, di edilizia popolare e residenziale, di case sfitte, di spazi abitativi impropri, di spazi verdi attrezzati e non, di aree di possibile aggregazione in zone non urbane sarà importante conoscere le concentrazioni di nuclei abitativi, le case isolate. in zone non urbane sarà importante conoscere le concentrazioni di nuclei abitativi, le case isolate.

4 Profilo demografico A livello della popolazione vanno analizzati: A livello della popolazione vanno analizzati: i dati generali sui residenti, divisi per sesso, età, occupazione, provenienza, grado di istruzione; i dati generali sui residenti, divisi per sesso, età, occupazione, provenienza, grado di istruzione; tipologie familiari (famiglie di diritto, famiglie di fatto; separazioni, divorzi; famiglie unipersonali, mononucleari, famiglia di coppia, famiglia con figli, famiglia ricostituite, numerosità familiare e numero dei figli; tipologie familiari (famiglie di diritto, famiglie di fatto; separazioni, divorzi; famiglie unipersonali, mononucleari, famiglia di coppia, famiglia con figli, famiglia ricostituite, numerosità familiare e numero dei figli; movimento naturale della popolazione con i diversi tassi (natalità, mortalità, nuzialità, durata media di vita…), lindice di popolamento e il movimento migratorio. movimento naturale della popolazione con i diversi tassi (natalità, mortalità, nuzialità, durata media di vita…), lindice di popolamento e il movimento migratorio.

5 Profilo occupazionale Profilo occupazionale tipi di attività presenti sul territorio (agricoltura, commercio, industria, terziario), tipi di attività presenti sul territorio (agricoltura, commercio, industria, terziario), sviluppo della dinamica dell'occupazione (popolazione attiva e non, tassi di occupazione, disoccupazione, prima occupazione, lavoro interinale, a tempo determinato…) sviluppo della dinamica dell'occupazione (popolazione attiva e non, tassi di occupazione, disoccupazione, prima occupazione, lavoro interinale, a tempo determinato…) quali sbocchi lavorativi si offrano per i giovani, le donne, le categorie più deboli, progetti speciali quali sbocchi lavorativi si offrano per i giovani, le donne, le categorie più deboli, progetti speciali attività sommerse, lavoro nero, lavoro sottopagato. attività sommerse, lavoro nero, lavoro sottopagato.

6 Profilo dei servizi Profilo dei servizi Tipologia e numero dei servizi presenti (socio-educativi, socio- assistenziali e sanitari, ricreativo- culturali, pubblici, privati e del privato sociale) Tipologia e numero dei servizi presenti (socio-educativi, socio- assistenziali e sanitari, ricreativo- culturali, pubblici, privati e del privato sociale) Censimento delle associazioni, individuando la tipologia e le caratteristiche delle iniziative Censimento delle associazioni, individuando la tipologia e le caratteristiche delle iniziative

7 Profilo istituzionale Profilo istituzionale presenza delle diverse istituzioni nellambito del territorio presenza delle diverse istituzioni nellambito del territorio enti locali (Comune, Provincia, Regione, Consorzi, Comunità montane, ASL) enti locali (Comune, Provincia, Regione, Consorzi, Comunità montane, ASL) decentramento burocratico dello Stato (Prefettura, Questura, Finanza, Polizia, ecc… ) decentramento burocratico dello Stato (Prefettura, Questura, Finanza, Polizia, ecc… ) istituzioni economiche, politiche, educative, religiose istituzioni economiche, politiche, educative, religiose particolarmente significativa potrà rivelarsi linformazione sul tipo di amministrazione presente nei Comuni o loro consorzi e nelle ASL, analizzando: particolarmente significativa potrà rivelarsi linformazione sul tipo di amministrazione presente nei Comuni o loro consorzi e nelle ASL, analizzando: scelte di politica sociale effettuate in quellambito scelte di politica sociale effettuate in quellambito aree o le fasce di problemi maggiormente coperte dai servizi e quelle più trascurate. aree o le fasce di problemi maggiormente coperte dai servizi e quelle più trascurate. partecipazione dei cittadini: prevista, favorita, tenuta in considerazione e con quali forme e tipo di risposta della popolazione. partecipazione dei cittadini: prevista, favorita, tenuta in considerazione e con quali forme e tipo di risposta della popolazione.

8 Profilo psicosociale: (per analizzare la comunità come) (per analizzare la comunità come) un insieme di gruppi e delle loro relazioni, cogliendone il grado di apertura/chiusura, il livello di interazione e integrazione, la capacità di collaborazione un insieme di gruppi e delle loro relazioni, cogliendone il grado di apertura/chiusura, il livello di interazione e integrazione, la capacità di collaborazione reti di solidarietà, gruppi di volontariato e di selfhelp, reti di solidarietà, gruppi di volontariato e di selfhelp, processi di rifiuto, emarginazione, isolamento processi di rifiuto, emarginazione, isolamento presenza di soggetti significativi (leader positivi o negativi) nellambito della comunità presenza di soggetti significativi (leader positivi o negativi) nellambito della comunità

9 Profilo storico e antropologico culturale. Profilo storico e antropologico culturale. Se la dimensione storica aiuta a comprendere levoluzione della comunità, la lettura antropologica offre un utile strumento per conoscere la cultura della comunità e in particolare il sistema dei valori e dei modelli. Se la dimensione storica aiuta a comprendere levoluzione della comunità, la lettura antropologica offre un utile strumento per conoscere la cultura della comunità e in particolare il sistema dei valori e dei modelli.

10 ISTITUZIONE ISTITUZIONE Sistema cui l'assistente sociale appartiene come professionista. Sistema cui l'assistente sociale appartiene come professionista. Politica sociale dellente Politica sociale dellente Mission Mission Vincoli e risorse Vincoli e risorse Storia del servizio Storia del servizio Organigramma formale e informale Organigramma formale e informale Richieste implicite ed esplicite degli amministratori Richieste implicite ed esplicite degli amministratori Canali di comunicazione Canali di comunicazione Alleanze, coalizioni Alleanze, coalizioni Regole esplicite ed implicite Regole esplicite ed implicite Miti Miti Posizione del servizio rispetto a sistemi interni ed esterni Posizione del servizio rispetto a sistemi interni ed esterni

11 AREE SIGNIFICATIVE SU CUI CENTRARE LA RACCOLTA DELLE INFORMAZIONI: AREE SIGNIFICATIVE SU CUI CENTRARE LA RACCOLTA DELLE INFORMAZIONI: DATI ANAGRAFICI DATI ANAGRAFICI del richiedente del richiedente della famiglia propria ed estesa (genogramma) della famiglia propria ed estesa (genogramma) RICHIESTA RICHIESTA ELEMENTI RELATIVI AL CONTESTO ELEMENTI RELATIVI AL CONTESTO AMBIENTALE E SOCIALE (ecomappa) AMBIENTALE E SOCIALE (ecomappa) INVIANTE o SEGNALANTE INVIANTE o SEGNALANTE INFORMAZIONI SUL PROBLEMA INFORMAZIONI SUL PROBLEMA ASPETTATIVE DELLUTENTE ASPETTATIVE DELLUTENTE

12 ANALISI DELLA RICHIESTA E DEFINIZIONE DEL CONTESTO Il tipo di richiesta tende a determinare il tipo di contesto su cui si apre la relazione, MA MA PRIMA DI ARRIVARE AD UNA DEFINIZIONE E NECESSARIO ATTIVARE UN PROCESSO DI DECODIFICA DELLA DOMANDA

13 I DIVERSI CONTESTI RELAZIONALI INFORMATIVO INFORMATIVO CONSULENZIALE CONSULENZIALE ASSISTENZIALE ASSISTENZIALE CONTROLLO CONTROLLO VALUTATIVO VALUTATIVO

14 INVIANTE: è colui che invia lutente la servizio perché possa trovare una risposta al suo bisogno. Linvio può essere : funzionale disfunzionale funzionale disfunzionale Disinteressato Meta Meta Invischiato Invischiato Partecipe Antagonista Partecipe Antagonista Aggressivo Aggressivo Colpevolizzante Colpevolizzante Generico Generico


Scaricare ppt "Organizzazione servizio ass. sociale Variabili politiche Variabili economiche Variabili culturali fam.estesa famiglia utente altri servizi volontar i scuola."

Presentazioni simili


Annunci Google