La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dal Repertorio allOsservatorio dei consumi: scenari di utilizzo Tavola rotonda D.ssa Mara Vezzani Componente CUD Responsabile Servizio Farmaceutico Regione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dal Repertorio allOsservatorio dei consumi: scenari di utilizzo Tavola rotonda D.ssa Mara Vezzani Componente CUD Responsabile Servizio Farmaceutico Regione."— Transcript della presentazione:

1 Dal Repertorio allOsservatorio dei consumi: scenari di utilizzo Tavola rotonda D.ssa Mara Vezzani Componente CUD Responsabile Servizio Farmaceutico Regione del Veneto Coordinatore del Coordinamento Regionale sul Farmaco

2 Organizzazione Regione del Veneto 1CTRDM Commissione Tecnica Regionale dei Dispositivi Medici 5 CTDM Commissioni Tecniche Dispositivi Medici di Area Vasta 25 Nuclei per lappropriatezza dimpiego dei Dispositivi Medici

3 CTRDM La DGR n del istituisce la Commissione Tecnica Regionale dei Dispositivi Medici (CTRDM) Il Decreto n. 80 del 30 giugno 2008 definisce la Composizione della CTRDM e della Rete dei Responsabili della Dispositivo Vigilanza. La DGR n del 4 agosto 2009 approva il regolamento per il funzionamento Commissione Tecnica Regionale dei Dispositivi Medici (CTRDM)

4 Commissione Tecnica Regionale per i Dispositivi Medici CTRDM (DGR n /12/2007) La CTRDM svolge una funzione di coordinamento delle Commissioni Tecniche per i Dispositivi Medici di Area Vasta, al fine di istituire una rete integrata tra Aziende e Regione sull'Health Technology Assessment e la Vigilanza. Aree di competenza: 1.la valutazione, secondo la metodologia dellHealth Technology Assessment, dei dispositivi medici; 2.la sorveglianza del rischio connesso allimpiego dei dispositivi medici, mediante azioni di vigilanza sugli incidenti, mancati incidenti e recall; 3.la valutazione epidemiologica delluso dei dispositivi medici, mediante lattivazione di un osservatorio sui consumi degli ospedali veneti e la promozione di indagini o studi osservazionali su specifici ambiti di interesse.

5 CTDM - Nuclei Appropriatezza dimpiego DM INTERFACCIA Rete a sostegno delle Commissioni di Area Vasta per diffondere la cultura dellHealth Tecnology Assessment a livello aziendale e territoriale Aziende Sanitarie Segreterie Commissioni Area Vasta

6 Progetto - MiniHTA Progetto di attuazione di un programma di valutazione ed informazione sui dispositivi medici sul modello del Mini HTA Percorso Applicativo Analisi Impatto Nuove Tecnologie e loro Costi sullorganizzazione di 2 Aziende Ospedaliere Padova e Verona È un progetto che si propone di mettere a disposizioine degli utilizzatori valutazioni aggiornate e complete sulla efficacia, sicurezza, rapporto costo-efficacia e impatto sullorganizzazione sanitaria di nuovi Dispositivi Medici. Mancando un Flusso Strutturato dei Consumi

7 Uniformità di linguaggio Confrontabilità dei prodotti Semplificazione dei processi dacquisto Appropriatezza duso Tracciabilità dei dispositivi medici e segnalazione degli incidenti o mancati incidenti Perché il Repertorio?

8 REPERTORIO CTRDM Commissioni Area Vasta DM Fabbricanti Fornitori Nuclei per Appropriatezza Impiego DM Direzioni Strategiche AULSS E AO Clinici/Società Scientifiche Responsabili Dispositivo Vigilanza Direzioni Mediche Provveditorati Centro Regionale Acquisti Linguaggio Uniforme

9 Uniformità e Confrontabilità Miglioramento della conoscenza e della sensibilità degli operatori verso la segnalazione di incidenti e mancati incidenti DM Ottimizzazione nellutilizzo delle risorse (informazioni continuamente aggiornate – comparabilità) Miglioramento dellappropriatezza Aumento conoscenza del prodotto

10 Trasparenza nei processi dacquisto e semplificazione per le procedure di gara Possibilità di organizzare osservatori prezzi /contratti Costruire capitolati di gara con informazioni precise e puntuali Valutazioni secondo la metodologia dellHealth Tecnology Assessment Perché Flusso dei Consumi e Contratti DM?

11 Gare regionali di DM Percorso Metodologico Attuale (1/2) Presupposto Dati essenziali Strumento per la raccolta consumi

12 Esempio Tracciato Record Raccolta consumi Azienda Sanitaria Codice classificazi one dispositivi medici Descrizione codifica nazionale dispositivi medici Descrizione del prodotto (usato dall'Aziend a Sanitaria) Ragione/ denominazi one sociale fornitore Codice prodot to del fornito re Denominaz ione commercia le del prodotto Caratteristich e varie di prodotto nelle varie unità di misura Quantità acquistat a nelle varie unità di misura Prezzo ultimo acquist o Dati amministrati vi vari M MEDICAZIONI IN IDROCOLLOIDI ASSOCIATI AD ALTRE SOSTANZE M MEDICAZIONI IN GEL IDROFILO PURO ……

13 Gare Regionali di DM Percorso Metodologico (2/2) Analisi dettagliata dei dati di consumo da parte del Gruppo Tecnico, composto da professionalità specialistiche al fine di: -Uniformare i dati di consumo raccolti in un unico Disomogeneità dei dati di consumo delle linguaggioCRITICITAaziende sanitarie e errata attribuzione da parte delle stesse della CND -Rendere confrontabili i dati stessi -Consultazione del Repertorio dei ATTRAVERSODispositivi Medici attraverso la CND per la verifica dei prodotti presenti - Consultazione delle schede tecniche ed eventuali altre documentazioni tecniche a disposizione del CRAS nonché reperibili nel Repertorio dei Dispositivi Medici -Decidere le caratteristiche di prodotto di maggiore ATTRAVERSO Indagine da parte del gruppo tecnico delle diffusionecaratteristiche di prodotto che garantiscano omogeneità e concorrenzialità e, quindi, predisposizione dei lotti di gara e descrizione delle specifiche tecniche. Tabella riepilogativa dei lotti di gara predisposti, da compilarsi a cura delle aziende sanitarie con la previsione annuale dei quantitativi di prodotto Lavori Gruppo Tecnico Strumento Raccolta Fabbisogni

14 La gara è stata espletata dallULSS n 21 di Legnago per le Aziende Sanitarie del Veneto. Il gruppo tecnico regionale, incaricato di omogeneizzare e standardizzare i prodotti sulla base dellanalisi dei consumi storici delle Aziende, ha ritenuto rilevante considerare, nella fase di predisposizione del capitolato tecnico, solo tipologie di dispositivi in grado di garantire alloperatore la totale sicurezza. La fase del dialogo tecnico con le principali ditte fornitrici in Italia è stato particolarmente rilevante ai fini sia della determinazione di una base dasta che fosse in linea con i prezzi di mercato, ma pure per garantire concorrenzialità dal punto di vista del livello di qualità di prodotto richiesto. Sui prezzi di mercato pagati in relazione a prodotti analoghi è stato ottenuto un risparmio complessivo pari al 20,34 %. Gara Regionale per Fornitura di Sistemi di Prelievo Sottovuoto per i Servizi Di Laboratorio Analisi

15 Le caratteristiche dei lotti di prodotto ed i dati economici di gara sono i seguenti: LOTTO IMPORTO A BASE D'ASTA TRIENNALE IMPORTO DI AGGIUDICAZIONE TRIENNALERISPARMIO 1- Sistemi di prelievo sottovuoto: a)AGHI BUTTERFLY CON DISPOSITIVI DI PROTEZIONE E ADATTATORI LUER CON GUIDE (o HOLDER o CAMICIE) b)AGHI CON GUIDE (o HOLDER o CAMICIE) E DISPOSITIVO DI PROTEZIONE , , , Provette per chimica clinica: a)PROVETTE CON ATTIVATORE DELLA COAGULAZIONE b)PROVETTE CON SEPARATORE DI SIERO E ATTIVATORE DELLA COAGULAZIONE c)PROVETTE CON SEPARATORE DI PLASMA E LITIO EPARINA d)PROVETTE CON LITIO EPARINA e)PROVETTE CON INIBITORE DELLA GLICOLISI , , , Provette per ematologia e coagulazione: a)PROVETTE CON K2-EDTA b)PROVETTE CON SODIO CITRATO 3.2% o M , , , Sistemi di raccolta e provette per urine: a)PROVETTE PER URINE CON FONDO CONICO E CILINDRICO (A U) b)CONTENITORE PER LA RACCOLTA DELLE URINE CON CAMPIONAMENTO SOTTOVUOTO INCORPORATO c)CONTENITORE STERILE IN CONFEZIONE SINGOLA PER LA RACCOLTA DELLE URINE CON CAMPIONAMENTO SOTTOVUOTO INCORPORATO , , ,37 TOTALE , , ,27 Gara Regionale per Fornitura di Sistemi di Prelievo Sottovuoto per i Servizi Di Laboratorio Analisi

16 Strumenti flessibili e snelli per una interazione più efficace ed efficiente nella gestione dei rapporti tra utilizzatori e mercato Possibili Aree di Miglioramento dopo implementazione Flusso Consumi e Contratti DM Velocizzazione delle tempistiche delle procedure di analisi e verifica dopo espletamento della gara Performance clinica Efficacia e sicurezza Efficienza dei sistemi organizzativi

17 Ottimizzazione nellInvestimento delle Risorse Globali Riduzione dei TempiRiduzione dei Costi Maggiori risorse dedicate allo studio ed analisi delle tecnologie innovative e più avanzate

18 D.ssa Mara Vezzani Componente CUD Responsabile Servizio Farmaceutico Regione del Veneto Coordinatore del Coordinamento Regionale sul Farmaco Si ringrazia per lattenzione riservata!


Scaricare ppt "Dal Repertorio allOsservatorio dei consumi: scenari di utilizzo Tavola rotonda D.ssa Mara Vezzani Componente CUD Responsabile Servizio Farmaceutico Regione."

Presentazioni simili


Annunci Google