La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il presente Powerpoint è un learning object interattivo creato dal Prof. NAVACH Andrea in occasione dei laboratori di formazione per docenti neoassunti,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il presente Powerpoint è un learning object interattivo creato dal Prof. NAVACH Andrea in occasione dei laboratori di formazione per docenti neoassunti,"— Transcript della presentazione:

1 Il presente Powerpoint è un learning object interattivo creato dal Prof. NAVACH Andrea in occasione dei laboratori di formazione per docenti neoassunti, a.s. 2014/2015. Il Powerpoint è stato pubblicato all’indirizzo:

2 B ENVENUTO NEL PERCORSO DI APPRENDIMENTO SULLA PRIMA GUERRA MONDIALE ELABORATO DAL TUO PROF. N AVACH ! A LLA FINE DI QUESTO PERCORSO CONOSCERAI : I L P ERIODO DELLA P RIMA G UERRA M ONDIALE I L UOGHI DOVE È STATA PRINCIPALMENTE COMBATTUTA LA P RIMA G UERRA M ONDIALE G LI E VENTI CHE HANNO COINVOLTO GIOVANISSIMI ITALIANI COME TE … R ISPONDI ALLE DOMANDE LUNGO IL PERCORSO, PORTA A TERMINE I COMPITI ! A LLA FINE, POTRAI GIUDICARE DA SOLO COSA HAI APPRESO, RISPONDENDO AD UN SEMPLICE QUESTIONARIO. S EI PRONTO ? C OMINCIA L ’ AVVENTURA !

3 S EI NATO NELL ’ ULTIMO ANNO DELL ’O TTOCENTO, IL S EI NOTO COME RAGAZZO DEL ’99. O GGI HAI COMPIUTO DICIOTTO (18) ANNI. I N CHE ANNO TI TROVI ? La prima Guerra Mondiale

4 N EL 1917, ESATTO … T I HANNO CONVINTO AD ANDARE IN GUERRA. “ PER DIFENDERE LA PATRIA ”, TI DICONO. ( A DIR LA VERITÀ, TI HANNO OBBLIGATO, PERCHÉ TI È ARRIVATA A CASA LA CARTOLINA PRECETTO, DOVE TI SCRIVONO CHE TI IMPRIGIONERANNO, O PEGGIO TI FUCILERANNO, SE NON ANDRAI A COMBATTERE.)

5 S EI NATO / A NEL COMUNE DI BASSANO DEL GRAPPA, “ CITTÀ MEDAGLIA D ’ ORO AL VALOR MILITARE ”. Sai che puoi visitarla ora? C’è una piccola telecamera (“webcam”) che riprende in diretta il Ponte degli Alpini a Bassano del Grappa. Le immagini sono aggiornate ogni 10 secondi… Clicca qui! W EBCAM SUL P ONTE DEGLI A LPINI D OVE SI TROVA BASSANO DEL GRAPPA ? C ERCA SU GOOGLE MAPS. HTTP :// WWW. GOOGLEMAPS. COM W EBCAM SUL P ONTE DEGLI A LPINI HTTP :// WWW. GOOGLEMAPS. COM

6 Ora guarda il seguente video su Youtube, che dura poco meno di tre minuti. Clicca qui: video

7 T RANIERO ! Tanti ragazzi del ‘99 sono morti, sconfitti a Caporetto dagli eserciti austriaco e tedesco. Altri vissero, per rivincere a Vittorio Veneto, ricacciando gli austriaci e i tedeschi. Da allora, si può dire che le Alpi ci separano dall’Austria.

8 Quella storica battaglia riempì di orgoglio gli italiani, che conoscevano il famoso canto alpino: IL PIAVE MORMORÒ: NON PASSA LO STRANIERO Clicca sull’icona qui in basso per ascoltarlo! La Leggenda del Piave Il Piave mormorava calmo e placido al passaggio dei primi fanti, il Ventiquattro Maggio: l'Esercito marciava per raggiunger la frontiera, per far contro il nemico una barriera... Muti passavan quella notte i fanti: tacere bisognava, e andare avanti ! S'udiva intanto dalle amate sponde, sommesso e lieve il tripudiar dell'onde. Era un presagio dolce e lusinghiero. Il Piave mormorò: "Non passa lo straniero!“ Ma in una notte triste si parlò di un fosco evento, e il Piave udiva l'ira e lo sgomento..... Ahi, quanta gente ha visto venir giù, lasciare il tetto, poichè il nemico irruppe a Caporetto! Profughi ovunque! Dai lontani monti, venivano a gremir tutti i suoi ponti. S'udiva allor, dalle violate sponde, sommesso e triste il mormorio dell'onde: come un singhiozzo, in quell'autunno nero, il Piave mormorò:"Ritorna lo straniero!“ E ritornò il nemico, per l'orgoglio, per la fame: volea sfogare tutte le sue brame… Vedeva il piano aprico, di lassù: voleva ancora sfamarsi, e tripudiare come allora... No! - disse il Piave. - No! - dissero i fanti, - mai più il nemico faccia un passo avanti! - Si vide il Piave rigonfiar le sponde! E come i fanti combattevan le onde... Rosso del sangue del nemico altero, il Piave comandò: " Indietro, và, straniero!” Indietreggiò il nemico fino a Trieste, fino a Trento… […]

9 Erich Maria Remarque (si legge: REMARK) era nato nel 1898, quindi era un ragazzo del’98. Era tedesco, e scrisse un romanzo: Niente di nuovo sul fronte occidentale (libro che verrà messo al bando e bruciato dai Nazisti nel 1933). Il giovane protagonista del suo romanzo scrive: “io sono giovane, ho vent’anni: ma della vita non conosco altro che la disperazione, la morte, il terrore, e […] un abisso di sofferenze. […] Che faranno i nostri padri, quando un giorno sorgeremo e andremo davanti a loro a chieder conto? Che aspettano essi da noi, quando verrà il tempo in cui non vi sarà guerra? Per anni la nostra occupazione è stata di uccidere, è stata la nostra prima professione nella vita. Il nostro sapere della vita si limita alla morte”.

10 Bertolt Brecht, è stato un drammaturgo, poeta e regista teatrale tedesco. Anche lui era un ragazzo del ‘98, e ha scritto questa poesia. drammaturgopoetaregista teatrale tedesco Q UELLI CHE STANNO IN ALTO Si sono riuniti in una stanza. uomo che sei per la via lascia ogni speranza. I governi firmano patti di non aggressione. Piccolo uomo, firma il tuo testamento. (da B. Brecht, Breviario tedesco, in “Poesie e canzoni”, Einaudi, Torino 1984)

11 1.In quali anni fu combattuta la Prima Guerra Mondiale? 2.Che età avevano i più giovani soldati che combatterono la Prima Guerra Mondiale, passati alla storia come i ragazzi del ‘99? 3.In quale regione d’Italia si trova Bassano del Grappa? 4.Lo scrittore tedesco Erich Maria Remarque ha scritto un romanzo che parla di: a) La Prima Guerra Mondiale celebrata dai generali b) La crudeltà della Prima Guerra Mondiale vista dagli occhi di un diciannovenne 5) Che è successo a Caporetto? 6) Gli Austriaci riuscirono a superare il fiume Piave? 7) Che è successo a Vittorio Veneto? 8) Apri il programma di scrittura Word e salva sul Desktop un documento dal titolo: “Grande Guerra – Considerazioni di CONGNOME NOME”, scrivendo il tuo cognome e nome. Nel documento devi scrivere almeno cinque righe. Ripensa al video, ai brani e alle poesie che hai letto. Quali sono le tue considerazioni sulla guerra? Quali emozioni ti suscitano il pensiero che sia stata combattuta da giovanissimi contadini, operai, insomma dalle fasce più deboli del popolo italiano? 9) Manda il documento in allegato (in inglese: “attached”) all’indirizzo di posta elettronica del tuo Prof: La mail deve avere come Oggetto: Considerazioni sulla Grande Guerra di COGNOME NOME CLASSE (ad esempio: Considerazioni sulla Grande Guerra di Rossi Mario 3°C) La tua verifica!

12 Complimenti! Se sei riuscito a rispondere alle domande, e se riceverò una mail entro il giorno XX/xx/2015, puoi stare certo che otterrai il massimo dei voti! I migliori auguri dal tuo Prof. ANDREA NAVACH


Scaricare ppt "Il presente Powerpoint è un learning object interattivo creato dal Prof. NAVACH Andrea in occasione dei laboratori di formazione per docenti neoassunti,"

Presentazioni simili


Annunci Google