La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso integrato di Matematica, Informatica e Statistica Informatica di base Linea 1 Daniela Besozzi Dipartimento di Informatica e Comunicazione Università.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso integrato di Matematica, Informatica e Statistica Informatica di base Linea 1 Daniela Besozzi Dipartimento di Informatica e Comunicazione Università."— Transcript della presentazione:

1 Corso integrato di Matematica, Informatica e Statistica Informatica di base Linea 1 Daniela Besozzi Dipartimento di Informatica e Comunicazione Università degli Studi di Milano Corsi di Laurea in Biotecnologie (primo anno interfacoltà)

2 Prima lezione di laboratorio (parte del Capitolo 2) 2Informatica di base – Linea 1 “L’esplorazione è la vera essenza dello spirito umano” (F. Borman)

3 Prima parte: Interfaccia tra uomo e computer 3Informatica di base – Linea 1

4 Interfaccia uomo-computer Insieme di componenti software Permette all’utente di interagire con il computer Sfrutta alcune periferiche comuni a molti computer: – monitor – tastiera – mouse –... 4Informatica di base – Linea 1

5 Interfacce a caratteri Un tempo l’unica interfaccia era un terminale in cui gli utenti digitavano i comandi 5Informatica di base – Linea 1

6 Interfacce grafiche I computer moderni rendono disponibili delle interfacce più semplici (e rapide?) da usare Tutti i sistemi operativi moderni hanno interfacce grafiche (GUI= Graphical User Interface) – Es: Suse Linux 6Informatica di base – Linea 1

7 Interfaccia uomo-computer Scopo: rendere l’utilizzo delle applicazioni – più semplice – più rapido – più divertente (?) Basato su due idee principali: – metafora – coerenza 7Informatica di base – Linea 1

8 Metafora Alcuni comportamenti dell’interfaccia ricordano oggetti del mondo reale. Es: – scrivania, pulsanti, cestino Possiamo aspettarci alcuni comportamenti e funzioni analoghe a quelle del mondo reale: – sulla scrivania ci sono gli oggetti che ci servono per lavorare – i pulsanti si schiacciano per far succedere qualcosa – nel cestino si buttano i documenti che non servono più 8Informatica di base – Linea 1

9 Interfacce coerenti Molti componenti delle interfacce hanno comportamento simile, indipendentemente dal programma in cui vengono utilizzate: – Es: cliccando su un pulsante, si richiede di eseguire un’azione – Quale azione? Dipende dal programma e dal pulsante! 9Informatica di base – Linea 1

10 “Cliccare?” …capiamoci Con “click” o “cliccare”: – intendiamo un click con il tasto sinistro del mouse Con “doppio click”: – intendiamo due click in rapida successione con il tasto sinistro del mouse Con “click con il destro” – intendiamo un click con il tasto destro del mouse Con “digitare” – intendiamo premere un pulsante sulla tastiera 10Informatica di base – Linea 1

11 Drag and drop (trascina) Con “trascina qualcosa in un posto” – intendiamo cliccare con il tasto sinistro del mouse su un oggetto, tenere premuto e spostare il puntatore del mouse fino al posto indicato, e quindi rilasciare il tasto sinistro Con “trascina qualcosa in un posto con il destro” – intendiamo la stessa cosa, ma fatta con il tasto destro 11Informatica di base – Linea 1

12 Feedback Le componenti dell’interfaccia ci danno un feedback, cioè ci fanno capire quali sono le conseguenze di un’azione: – es: modifica dell’aspetto di un pulsante, suono, clessidra, … 12Informatica di base – Linea 1

13 I menù Interfaccia comune a quasi tutte le applicazioni Permette di accedere a (quasi) tutti i comandi e le funzionalità di un’applicazione: – i comandi sono generalmente raggruppati in base alla categoria delle operazioni (es. FILE e MODIFICA) Come si presenta: – menù e sottomenù – menù a tendina e menù pop-up – input aggiuntivi e comandi non abilitati – scorciatoie 13Informatica di base – Linea 1

14 I menù 14Informatica di base – Linea 1 scorciatoia comando non abilitato input aggiuntivo

15 I menù 15Informatica di base – Linea 1

16 I menù 16Informatica di base – Linea 1

17 I menù 17Informatica di base – Linea 1

18 I menù 18Informatica di base – Linea 1

19 Avete capito cosa sono le componenti delle interfacce? Un altro esempio: la barra di scorrimento (o slider) – come si presentano? – come si possono usare? – come modificano il loro aspetto? 19Informatica di base – Linea 1

20 Adesso sta a voi! Aprite il programma WordPad – se a casa non usate Windows, c’è sicuramente un programma analogo installato sul vostro computer Identificate tutte le componenti dell’interfaccia che riuscite ad identificare: – descrivete il loro aspetto e il loro comportamento Annotate tutto in WordPad 20Informatica di base – Linea 1

21 Esempio di cosa dovete scrivere in WordPad 21Informatica di base – Linea 1 “Aspetto: spazio bianco con una freccetta nera sulla destra, rivolta verso il basso.” “Comportamento: cliccando sulla freccetta viene visualizzato un elenco di opzioni. Cliccando su un’opzione, questa viene mostrata nello spazio bianco e l’elenco si richiude.” “Funzione: scegliere un’opzione tra molte”

22 Cosa NON dovete scrivere La funzione dello strumento all’interno del programma che state usando: – Es: “Impostando la dimensione del carattere a 40 il testo viene mostrato più in grande”  NO!… – …perché questa è la funzionalità in questo programma. In un programma diverso, la stessa componente di interfaccia può avere funzioni diverse. Ma l’aspetto e il comportamento non cambiano!  il concetto chiave è: “facciamo un po’ di astrazione!” 22Informatica di base – Linea 1

23 Cosa avete trovato? Pulsanti Liste Pulsanti a discesa 23Informatica di base – Linea 1

24 Cosa avete trovato? Pusanti di scelta univoca Caselle di testo 24Informatica di base – Linea 1

25 Cosa avete trovato? Caselle numeriche Checkbox (caselle di scelta) Altro? 25Informatica di base – Linea 1

26 Esercizio per casa Proseguite con questo esercizio, però ora considerate anche altri programmi installati sulla vostra macchina: – confrontate le interfacce di WordPad, BloccoNote, Microsoft Word e OpenOffice Writer – che differenze/analogie notate immediatamente nelle interfacce di questi programmi? – guardate un po’ più a fondo… Es: ci sono delle scorciatoie che sono sempre uguali? 26Informatica di base – Linea 1

27 Esercizio per casa Provate ora ad usare questi programmi, scrivendo in ognuno un foglio di testo, e identificate altre componenti dell’interfaccia – E’ possibile modificare (personalizzare) l’aspetto visualizzato dell’interfaccia? – Quali funzioni sono presenti in un programma ma non in un altro? 27Informatica di base – Linea 1

28 Seconda parte: Il file system 28Informatica di base – Linea 1

29 Cos’è un file? Un file (termine inglese per "archivio") in informatica è: un insieme di informazioni codificate, organizzate come una sequenza (di byte), immagazzinate come un singolo elemento su una memoria di massa all'interno del “File System” esistente su quella particolare memoria di massa Fonte: Wikipedia 29Informatica di base – Linea 1

30 File, come lo vediamo? Se usate l’interfaccia a caratteri (il terminale): Con interfacce grafiche: – icona – anteprima 30Informatica di base – Linea 1

31 File, le proprietà Per ogni file vengono memorizzate informazioni aggiuntive, dette proprietà del file Alcuni esempi di proprietà: – il nome – dimensione: quante sono le informazioni che il file contiene? – data di creazione – data di modifica 31Informatica di base – Linea 1

32 La dimensione dei file 1 Byte (1B) = 8 bit 1 KiloByte (1KB) = 1000 B 1 MegaByte (1MB) = 1000 KB 1 GigaByte (1GB) = 1000 MB 1 TeraByte (1TB) = 1000 GB SMS (≈100B) Documento di testo (≈10 KB) Foto in bassa definizione (≈100 KB) Floppy Disk (1,44 MB) Foto in alta definizione (≈2 MB) Canzone in formato MP3 (≈5 MB) CD (700 MB) Film in formato AVI (≈1 GB) DVD (≈ 4 GB) Blu Ray (≈ 54 GB) Hard Disk attuale (≈ 200 GB)

33 Cosa si memorizza nei file? Tutte le informazioni che devo essere memorizzate in modo persistente vengono archiviate sotto forma di file – (salvo qualche rarissima eccezione) Due categorie principali: – programmi: file eseguibili altri file – documenti utente 33Informatica di base – Linea 1

34 Tipi di file Come può il sistema operativo decidere cosa fare quando l’utente “apre” un file? – ad ogni file può essere associato un tipo Il tipo di file è indicato dall’estensione: – è la parte finale del nome del file, separata dal resto del nome da un punto – esempio: un file di testo ha estensione “.txt” 34Informatica di base – Linea 1

35 Tipi di file, esempio per Windows Se il tipo di file è “.exe” il file è “executable”, cioè è un programma: – quando l’utente apre il file, il sistema operativo esegue il programma che è contenuto in quel file Se il tipo di file è un altro, il sistema operativo cerca l’applicazione associata a quel file: – se la trova, esegue l’applicazione associata e apre il file – se non la trova, chiede all’utente cosa fare 35Informatica di base – Linea 1

36 Organizzazione dei file In un computer ci possono essere centinaia di migliaia di file Per evitare confusione è necessario suddividere i file: – strutturazione in cartelle Cartella (o directory): strumento per la strutturazione logica dei file – non influenza il modo in cui i file vengono memorizzati all’interno del disco 36Informatica di base – Linea 1

37 Il file system E’ la componente di un sistema operativo che si occupa di gestire i file File suddivisi in una struttura gerarchica “ad albero”. Es: – cartella “Documents and Settings” – sottocartelle contenute in “Documents and Settings” (“Admin”, “Sergio”, …) – sottocartelle contenute in “Sergio” (“Cookies”, “Desktop”, …) – ecc. 37Informatica di base – Linea 1

38 Il percorso assoluto di un file Il percorso assoluto di un file è l’indirizzo completo della cartella (ed eventuali sottocartelle) che contiene il file, più il nome del file Es: se il file “leggimi.txt” si trova nella cartella “prova” nell’unità “C”, il suo percorso assoluto è: C:\prova\leggimi.txt 38Informatica di base – Linea 1

39 I link (o collegamenti) Quando si visualizza il contenuto di una cartella, vengono mostrate le cartelle e i file presenti all’interno di quella cartella E’ possibile creare dei collegamenti a file o cartelle: – permette di aprire un file o una cartella che non si trova nella posizione correntemente visualizzata 39Informatica di base – Linea 1

40 I link (o collegamenti). Esempio Creo un collegamento al file: C:\prova\readme.txt Posiziono il collegamento nella posizione: C:\documenti\Sergio\Desktop\ Quando visualizzo il contenuto della cartella: C:\documenti\Sergio\Desktop\ posso aprire il file C:\prova\readme.txt 40Informatica di base – Linea 1

41 Esercitazione, gestione delle cartelle Crea una cartella in Z:, chiamala “ciao” All’interno crea un file di testo “prova.txt” – Vedi l’estensione del file? cerca l’opzione per visualizzare (o nascondere) le estensione dei file noti – Qual è il percorso assoluto del file? cerca l’opzione per visualizzare il percorso completo – Quali sono le proprietà del file che hai creato? prova a selezionare la voce “nascosto” cerca l’opzione per la visualizzazione dei file nascosti 41Informatica di base – Linea 1

42 Esercitazione, gestione dei file Quanti file ci sono in tutto nell’hard disk “C”? Quanto spazio occupano in totale? Funzione di ricerca dei file: – utilizza la funzionalità di ricerca di un file per trovare un file che si chiama sunset.jpg – qual è l’indirizzo assoluto di questo file? 42Informatica di base – Linea 1

43 Esercitazione, tipi di file Apri il file “prova.txt” con un doppio click – quale applicazione viene lanciata? Ora prova ad aprire lo stesso file, però usando un’applicazione diversa (Es. OpenOffice Writer) – riesci a fare in modo che questa applicazione venga associata sempre al tipo di file.txt? Partendo dalle risorse del computer e navigando tra le cartelle, trova un file eseguibile (con estensione “.exe”) 43Informatica di base – Linea 1

44 Esercitazione, tipi di file Crea un documento di OpenOffice Writer e salvalo Prova ad aprire il file con blocco note: – cosa succede? Prova ad aprire il file con WordPad: – cosa succede? 44Informatica di base – Linea 1

45 Esercitazione, link Crea un collegamento al file che hai appena creato e mettilo sul desktop: – prova ad usare il link Crea una cartella “hola” dentro “ciao” Crea un link a “hola” e mettilo sul desktop: – prova ad usarlo – cancella la cartella “hola” – prova di nuovo ad usare il link a “hola”. Cosa succede? 45Informatica di base – Linea 1

46 Link Dal menù “start” di Windows puoi accedere a molti link ai programmi Trova il percorso assoluto del file eseguibile che lancia OpenOffice Writer 46Informatica di base – Linea 1

47 Copia di file e cartelle Dal cestino, ripristina la cartella “hola” Copia il file “prova.txt” nella cartella “hola” Apri il file nella cartella “hola”, modificalo, poi salvalo e chiudi il file Sposta il file “prova.txt” dalla cartella “ciao” alla cartella “hola” – cosa succede? (non sovrascrivere) – rinomina il file “prova.txt” nella cartella “hola” – riprova a spostare il file 47Informatica di base – Linea 1

48 Forse non sai che... Il trascinamento con il tasto destro del mouse velocizza le operazioni sui file e sulle cartelle: – prova a trascinare un file o una cartella con il destro e vedi cosa succede I link ai programmi accessibili attraverso il menù “start” si possono personalizzare esplorando la cartella che li contiene: – vedi se riesci a farlo Il desktop è una cartella: trova il suo percorso 48Informatica di base – Linea 1

49 Esercizio per “casa” Esporta in formato PDF il file che hai creato con OpenOffice Writer: – prova a riaprire il file che hai creato – qual è il vantaggio di salvare in questo formato? Salva il file in formato.odt Ora chiudi OpenOffice Writer e prova ad aprire il file appena salvato con Microsoft Word 49Informatica di base – Linea 1

50 Esercizio per “casa” (cont.) Apri di nuovo il file con OpenOffice Writer, e ora salva il file in formato.doc – prova ad aprire di nuovo con Microsoft Word Consiglio: svolgi questo esercizio in un laboratorio dell’Università dove è installato OpenOffice – oppure installalo anche a casa, è gratuito! (http://it.openoffice.org/) 50Informatica di base – Linea 1


Scaricare ppt "Corso integrato di Matematica, Informatica e Statistica Informatica di base Linea 1 Daniela Besozzi Dipartimento di Informatica e Comunicazione Università."

Presentazioni simili


Annunci Google