La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le attività istituzionali dellINVALSI Anna Maria Caputo Ricercatore Frascati, 8 novembre 2005.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le attività istituzionali dellINVALSI Anna Maria Caputo Ricercatore Frascati, 8 novembre 2005."— Transcript della presentazione:

1 Le attività istituzionali dellINVALSI Anna Maria Caputo Ricercatore Frascati, 8 novembre 2005

2 INVALSI Compito principale (dlgs 286/2004) è la gestione, in collaborazione con le istituzioni scolastiche e formative e con le Regioni, le Province e i Comuni, del Servizio nazionale di valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione (SNV).

3 INVALSI SNV – obiettivo, strumenti è di valutare lefficacia e lefficienza del sistema educativo di istruzione e formazione inquadrando la valutazione nel contesto internazionale; utilizzando rilevazioni periodiche e sistematiche dei livelli di apprendimento (conoscenze ed abilità) degli studenti e della qualità dellofferta formativa.

4 INVALSI SNV – modello base Valutazione esterna INVALSI Prove di apprendimento Questionario di Sistema Alunni Istituzione Scolastica Valutazione interna Istituzione Scolastica Azioni correttive Trasmissione risultati Trasmissione elaborazione

5 INVALSI SNV – caratteristiche del modello misurare, scuola per scuola, le conoscenze e le abilità degli studenti in alcune discipline (Direttiva n. 48/2005) per alcuni livelli (Direttiva n. 49/2005) mediante prove oggettive costruite da esperti; attivare nelle scuole un processo di miglioramento continuo, fornendo in modo tempestivo e riservato indicazioni sui livelli di apprendimento raggiunti e sui livelli nazionali, regionali e provinciali; raccogliere informazioni per conoscere lo stato della scuola italiana mediante un questionario di sistema e, solo per il I ciclo, di approfondire le tematiche legate allattuazione della riforma.

6 INVALSI SNV – il modello adottato considera due livelli di responsabilità: singola scuola; centrale (Ministero); due tipi di valutazione: esterna, di competenza di una autorità centrale che la attua attraverso linterpretazione dei dati raccolti dalle prove di apprendimento e dal questionario di sistema; interna, di competenza delle scuole che interpretano i dati della valutazione esterna nella loro realtà per adottare eventuali azioni correttive.

7 INVALSI SNV – attività scuola dati forniti in modo riservato alle singole scuole (sito dellINVALSI); lettura da parte della scuola; interpretazione dei risultati da parte della scuola rispetto al contesto in cui è inserita (composizione sociale, pof, iniziative proposte, ecc.); autovalutazione distituto.

8 INVALSI SNV – caratteristiche rilevazione valutazione di sistema a fine anno scolastico (invio del questionario di sistema alle istituzioni scolastiche a marzo); valutazione degli apprendimenti: ad inizio di anno scolastico in italiano, matematica e scienze nelle classi I e IV primaria, I secondaria di I grado e I e III della secondaria di II grado; obbligatorietà per le scuole del I ciclo statali e paritarie in quanto connessa allattuazione della riforma; facoltatività per le scuole del II ciclo da cui necessità di un campione nazionale; utilizzo di due prove diverse in matematica e scienze per le scuole del II ciclo per tenere conto dei vari indirizzi di studio.

9 INVALSI SNV – caratteristiche somministrazione prove contemporaneità su tutto il territorio nazionale: italiano: 29/11/2005; matematica: 30/11/2005; scienze: 01/12/2005; favorire forme e mezzi dintervento che possano garantire la trasparenza e laffidabilità dei dati; favorire il ricorso alla somministrazione informatica; anonimato delle prove per lINVALSI e riservatezza per le scuole.

10 INVALSI Altri compiti istituzionali (dlgs 286/2004) predisporre, per la scelta da parte del Ministro, le prove a carattere nazionale per lesame di Stato, sulla base degli OSA del corso ed in relazione alle discipline di insegnamento dellultimo anno di ciascun ciclo, e provvedere alla gestione delle stesse, secondo le disposizioni emanate in attuazione della legge n. 53 del 28 marzo 2003; svolgere attività di ricerca nellambito delle sue finalità istituzionali; studiare le cause dellinsuccesso e della dispersione scolastica con riferimento al contesto scolastico ed alle tipologie dellofferta formativa;

11 INVALSI Altri compiti istituzionali (segue) partecipare a progetti di ricerca europei ed internazionali nel campo della valutazione; svolgere attività di supporto e assistenza tecnica allamministrazione scolastica, alle regioni, agli enti territoriali e alle singole istituzioni scolastiche e formative per autonome iniziative di monitoraggio, valutazione ed autovalutazione; svolgere formazione del personale docente e dirigente della scuola sui processi di valutazione e di autovalutazione delle istituzioni scolastiche. Informazioni sulle attività in corso sono presenti sul sito:


Scaricare ppt "Le attività istituzionali dellINVALSI Anna Maria Caputo Ricercatore Frascati, 8 novembre 2005."

Presentazioni simili


Annunci Google