La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le Indicazioni nazionali per la scuola dellinfanzia, primaria e secondaria di 1° grado Corso di formazione CISEM Elena Vaj - Adriana Lafranconi Gruppo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le Indicazioni nazionali per la scuola dellinfanzia, primaria e secondaria di 1° grado Corso di formazione CISEM Elena Vaj - Adriana Lafranconi Gruppo."— Transcript della presentazione:

1 Le Indicazioni nazionali per la scuola dellinfanzia, primaria e secondaria di 1° grado Corso di formazione CISEM Elena Vaj - Adriana Lafranconi Gruppo di ricerca sulla riforma Università di Bergamo Milano, 13 febbraio 2004

2 Ruolo, funzione e contenuti delle Indicazioni Nazionali Il ruolo e la funzione delle Indicazioni Nazionali per la stesura dei PPAE/PSP La natura prescrittiva Larticolazione dei contenuti I vincoli e le risorse Cosa non sono

3 Che cosa sono le Indicazioni Nazionali Documento esterno alla scuola Esplicitano i livelli essenziali di prestazione del servizio che tutte le istituzioni scolastiche del Sistema Educativo Nazionale di Istruzione e Formazione sono tenute ad assicurare al fine di garantire il diritto personale, sociale e civile allistruzione e alla formazione di qualità degli allievi

4 Perché indicare i livelli essenziali combinato disposto di: artt. 4, 8, 13 del Dpr. 275/99 : Autonomia didattica Definizione dei curricoli Ricerca metodologica Comma m) art. 117 della L.C. 3/01 determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale; Legge 53/03

5 Chi le elabora e ogni quanto tempo esperti organi tecnici del Ministero dellIstruzione altri Ministeri Conferenza Stato-Regioni (a regime) verifiche periodiche scientifiche e didattiche ravvicinate (inizialmente) dopo un quadriennio (a regime) Prescrittività e giusto equilibrio INDICAZIONIINDICAZIONI D.L. 23 gennaio 2004

6 Identificazione della natura pedagogica dellidentità istituzionale del grado di scuola a cui esse sono destinate Come e perché il grado di scuola preso in considerazione corrisponde ai bisogni educativi e conoscitivi delletà evolutiva dei ragazzi che lo frequentano Che cosa contengono: 1- la natura e lidentità della scuola

7 OG da promuovere in modo particolare nel grado di scuola considerato OG che fanno parte integrante dei livelli essenziali di prestazione Che cosa contengono: 2- Obiettivi Generali del processo formativo (art. 8, Dpr. 275/99) Variano a seconda dei gradi di scuola Sono legittimati dallart. 8 del Dpr. 275 Riconfermano lintegralità della persona

8 Obiettivi di apprendimento da raggiungere alla conclusione di un determinato periodo didattico Che cosa contengono: 3 - Gli obiettivi specifici di apprendimento (art. 8, Dpr. 275/99) Riferimento per il Servizio Nazionale di Valutazione Diritto di chi apprende e delle famiglie Ostacolo alla frammentazione e la polarizzazione del sistema Chiarezza dei traguardi Strumenti per promuovere la miglior maturazione possibile di tutti i ragazzi

9 Funzione strumentale Elencazione, non tabella di marcia Conoscenze e abilità da interpretare, ordinare ed organizzare in obiettivi formativi alla luce: delle capacità di ogni singolo ragazzo delle teorie e delle pratiche pedagogiche ritenute dal docente scientificamente più affidabili e didatticamente più convenienti. Ispirazione per progettare le U.A. e per arrivare agli obiettivi formativi Che cosa contengono: 4- Dagli Osa agli obiettivi formativi attraverso le Unità di apprendimento

10 Dpr. 275/99, comma 1, punto g) obbligo per il Ministero di tracciare gli indirizzi generali circa la valutazione degli alunni e il riconoscimento dei crediti e dei debiti formativi comma 3 dellart.10 « con decreto del Ministero della P.I. sono adottati i nuovi modelli per le certificazioni, le quali indicano le conoscenze, le competenze, le capacità acquisite e i crediti formativi riconoscibili, compresi quelli relativi alle discipline e alle attività realizzate nellambito dellampliamento dellofferta formativa o liberamente scelte dagli alunni» PORTFOLIOPORTFOLIO Criteri per la compilazione Che cosa contengono: 5- i criteri per la compilazione del Portfolio delle competenze

11 Che cosa contengono: 6 – i vincoli organizzativi e lindicazione delle risorse i criteri per la definizione dellorganico distituto Lorario annuale delle lezioni Per la scuola: Attività educative e didattiche unitarie Docente con funzioni di tutor Valutazione esterna (prove INVALSI)

12 Punto di riferimento, con il Profilo, per la predisposizione dei documenti interni alla scuola: POF Piani di Studio Personalizzati Portfolio delle competenze Strumento per valorizzare la reciproca libertà di tutti i soggetti che cooperano nella educazione e formazione La responsabilità dello Stato, degli Enti territoriali, delle istituzioni scolastiche, dei docenti e delle famiglie nella progettazione di unofferta formativa integrata lallievo con i suoi ritmi e tempi di apprendimento


Scaricare ppt "Le Indicazioni nazionali per la scuola dellinfanzia, primaria e secondaria di 1° grado Corso di formazione CISEM Elena Vaj - Adriana Lafranconi Gruppo."

Presentazioni simili


Annunci Google