La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Demos - Storia e Scenari - Lezione 61 LEZIONE 6 La transizione sanitaria del Novecento CORSO DI DEMOGRAFIA – Storia & Scenari Giuseppe A. Micheli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Demos - Storia e Scenari - Lezione 61 LEZIONE 6 La transizione sanitaria del Novecento CORSO DI DEMOGRAFIA – Storia & Scenari Giuseppe A. Micheli."— Transcript della presentazione:

1 Demos - Storia e Scenari - Lezione 61 LEZIONE 6 La transizione sanitaria del Novecento CORSO DI DEMOGRAFIA – Storia & Scenari Giuseppe A. Micheli

2 Demos - Storia e Scenari - Lezione 62 Argomenti di questa lezione In questa lezione discuteremo dei seguenti argomenti: 1.Evoluzione delle cause di morte lungo il Evoluzione dei parametri di sopravvivenza 3.Invecchiamento dal basso e dallalto 4.Convergenze e divaricazioni territoriali

3 Demos - Storia e Scenari - Lezione 63 Il punto di partenza a inizio Novecento Già intorno a fine 800 erano quasi scomparse le grandi epidemie. Il quadro nosologico era però ancora dominato dalle malattie infettive e dell'apparato respiratorio. A inizio del 900 colpivano a tutti i paralleli europei, anche se con una netta differenziazione geografica: "Le gastroenteriti dominavano la patologia italiana (15% della mortalità totale) e dei paesi del sud e invece costituivano una quota meno significativa al nord (5-7%) dominato invece dalla tubercolosi. Le malattie gastrointestinali erano un indicatore del ri­tardo di sviluppo sociale e di igiene ma trovavano anche al sud condi­zioni climatiche favorevoli alla loro diffusione; viceversa la tubercolosi, che affligge particolarmente le età giovanili e adolescenziali, pena­lizzava soprattutto i paesi in cui il processo avanzato di urbanizza­zione e industrializzazione costituiva un terreno propizio alla sua propagazione" (Caselli, 1991). Infezioni e epidemie non dominarono solo la vita dei nostri avi dei secoli scorsi: essi la facevano da padrone al tempo dei nostri padri.

4 Demos - Storia e Scenari - Lezione 64 La transizione sanitaria ristretta e allargata Omran (1971) definisce la transizione sanitaria del Novecento come il terzo atto di una transizione epidemiologica di più lungo respiro, contraddistinto da una riduzione delle morti per cause esogene (che sfuggono al controllo delluomo) sostituite da cause sociali di mor- te, riconducibili a modi e stili con cui la società stessa si organizza. Nel 1991 la Health Transition Review estende lambito della tran- sizione sanitaria– al di là dello stato di salute della popolazione - allevoluzione delle risposte che la società dà a quello stato di salute: strategie sanitarie preventive mirate non solo alla prevenzione indivi- duale ma a una riprogettazione delle condizioni sociali di vita e a una politica di contrasto dei grandi fattori sociali di rischio (vedi politiche nazionali di prevenzione di massa delle malattie cardiovascolari).

5 Demos - Storia e Scenari - Lezione 65 Quattro stadi della nosografia [A] Malattie infettive, degli apparati respiratorio e intestinale [B] Malattie degli apparati cardiovascolare e circolatorio [C] Neoplasie [D] AD [E] Diabete, Epatiti, Suicidi, Traumatismi giovanili

6 Demos - Storia e Scenari - Lezione 66 Speranza di vita alla nascita Uomini 1910 Uomini 1985 Svezia 55,2Svezia 73,8 Norvegia 55,0Svizzera 73,5 G.Bretagna 51,5Spagna 73,1 Svizzera 50,6Norvegia 72,8 Belgio 48,9Italia 72,4 Francia 48,5G.Bretagna 71,9 Germania 47,4Francia 71,3 Finlandia 45,4Germania 71,0 Italia 44,3Finlandia 70,1 Spagna 40,9Belgio 70,0 Donne 1910 Donne 1985 Norvegia 58,8Svizzera 80,0 Svezia 57,6Svezia 79,7 G.Bretagna 55,4Norvegia 79,6 Svizzera 54,0Francia 79,4 Belgio 52,5Spagna 79,4 Francia 52,2Italia 78,8 Germania 50,7Finlandia 78,5 Finlandia 48,1G.Bretagna 77,5 Italia 45,7Germania 77,4 Spagna 42,6Belgio 76,8 (I) cresce glo- balmente la so- pravvivenza, (II) cala il diva- rio tra paesi eu- ropei e si ribalta- no le gerarchie, (III) si apre la forbice tra uomi- ni e donne. Guardiamo levoluzione della speranza di vita alla nascita o vita media in dieci paesi europei (rappresentativi di diverse realtà subregionali) a inizio e a fine secolo. Tre sono le principali direttrici dellevoluzione:

7 Demos - Storia e Scenari - Lezione 67 Evoluzione della sopravvivenza A che età so- pravvive il 75% della popolazio- ne iniziale? A inizio secolo il primo quartile si situa a 5 anni, nel 31 a 35 an- ni, a 70 nel 91. Calcolate voi le- voluzione della età mediana (o vita probabile) La quota della coorte iniziale che perviene a 65 anni è circa il 35% al 1901, il 50% al 31, il 70% nel 61, l80% nel 91. Calcolate voi la quota che arriva a 35 anni Per capire il cambiamento tra inizio e fine Novecento impariamo a leggere una funzione di sopravvivenza:

8 Demos - Storia e Scenari - Lezione 68 Curve dei decessi Italia e spostamento del punto di Lexis

9 Demos - Storia e Scenari - Lezione 69 Evoluzione della struttura per età. Italia 1881 e 1921

10 Demos - Storia e Scenari - Lezione 610 Evoluzione della struttura per età. Italia 1961 e 2001

11 Demos - Storia e Scenari - Lezione 611 Invecchiamento dallalto e dal basso Il processo di invecchiamento è stato a lungo letto come un processo che si produce alla base della piramide per età: pochi bambini na- scono, ancor meno ne muoiono grazie al controllo della mortalità infantile. Levoluzione della mortalità nel XX secolo poggia sulla caduta della mortalità infantile e giovanile. All'inizio del secolo in Europa la mortalità infantile superava il 200%. L'UK varca tale soglia verso il 1910,la Francia alla fine della I guerra mondiale, l'Italia solo a metà anni '30, gli altri paesi del sud e dell'est dopo il Dopo di allora in tutta Europa occidentale la mortalità infantile scende sistematicamente: le tavole di mortalità italiane degli anni '80 registrano probabilità di morte nel 1° anno di vita intorno al 10 permille. Ma il fatto nuovo degli ultimi due decenni è l'abbattimento delle barriere al raggiungimento delle età senili, che fa prevalere un processo di invecchiamento "dall'alto" della popolazione nel suo complesso. Abbattimento di tale misura da ritenerlo (Caselli, 1991) "sintomo di una nuova fase dell'evoluzione della mortalità".

12 Demos - Storia e Scenari - Lezione 612 Evoluzione di indici di dipendenza % P 65+ /P totale 5,06,810,719,7 % P 65+ /P ,1610,8714,4625,33 % P 80+ /P ,0010,8512,9723,54 % P 65+ / PF ,12108,25114,50185,33

13 Demos - Storia e Scenari - Lezione 613 l 80 /l 65 al 1881 e 2000 (donne) Di 100 donne in vita a 65 anni, quante sopravvivono a 80 anni? La geografia della sopravvivenza in età anziana è cambiata molto dal censimento 1881 al Individuate gli spostamenti nelle aree di alta longevità e cercate di interpretarli

14 Demos - Storia e Scenari - Lezione 614 Vita media per genere e ripartizioni europee Europa mediterranea Europa del Nord Europa centrale Ex Unione Sovietica Totale Europa MFMFMFMFMF ,773,668,474,166,571,565,474,167,073, ,481,374,079,757,875,659,272,167,776,9 Differenza 6,77,85,6 1,34,1-6,2-2,00,73,4

15 Demos - Storia e Scenari - Lezione 615 Curve di sopravvivenza maschili al 2000 in Italia Malawi Sierra Leone

16 Demos - Storia e Scenari - Lezione 616 Curve di sopravvivenza maschile e femminile al 2000 in Sierra Leone


Scaricare ppt "Demos - Storia e Scenari - Lezione 61 LEZIONE 6 La transizione sanitaria del Novecento CORSO DI DEMOGRAFIA – Storia & Scenari Giuseppe A. Micheli."

Presentazioni simili


Annunci Google