La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LItalia repubblicana Il centrismo: 1948-1960. Il centrismo Il 18 aprile 1948: uno scontro civile e di religione DC 48,5% dei seggi, FP 31% La mobilitazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LItalia repubblicana Il centrismo: 1948-1960. Il centrismo Il 18 aprile 1948: uno scontro civile e di religione DC 48,5% dei seggi, FP 31% La mobilitazione."— Transcript della presentazione:

1 LItalia repubblicana Il centrismo:

2 Il centrismo Il 18 aprile 1948: uno scontro civile e di religione DC 48,5% dei seggi, FP 31% La mobilitazione della Chiesa, gli aiuti USA e lURSS Einaudi Presidente della Repubblica Linizio dellegemonia democristiana

3 Le riforme della I Legislatura 1) La riforma agraria 2) La Cassa per il Mezzogiorno 3) La legge Fanfani per le case popolari 4) LEuropa unita

4 Anni duri: salari bassi, lotte sociali Il sindacato: dallunità alla spaccatura CGIL unita : 1) Contratti di lavoro 2) Libertà e diritti sindacali (sciopero, assemblea, commissioni interne) 3) Indennità di contingenza contro linflazione e 13sima

5 Luglio 1948: attentato a Togliatti Rivolte, pericolo insurrezionale, sciopero generale indetto dalla componente PCI della CGIL I cattolici non sono daccordo, escono dalla CGIL e fondano la CISL I socialisti,socialdemocratici e repubblicani la UIL Il sindacato è quindi spaccato e più debole

6 : anni duri per i lavoratori Ministro dellInterno Scelba (un duro) che utilizza i reparti della celere per stroncare le manifestazioni, anche con le armi Decine di morti nelle manifestazioni

7 Lo scenario internazionale 1948: blocco di Berlino : Patto atlantico e Nato : Guerra di Corea 1953: morte di Stalin

8 De Gasperi però riesce a mantenere il dialogo e a portare avanti alcune importanti riforme La prima è la riforma agraria, con la quale toglie la terra ai grandi larifondisti e incentiva la piccola proprietà

9 La riforma agraria I Lunico Paese occidentale ancora privo di una riforma Art. 44 Costituzione Braccio di ferro tra contrari (grandi propr. terrieri) e favorevoli (sinistre e sindacati, industriali e USA) La DC: consenso e decisione fine latifondo

10 La riforma agraria II Favorevoli:Sinistra DC keynesiana (Dossetti) Industriali > per una agricoltura moderna e capitalistica USA

11 La riforma agraria III Decreto legislativo 24/02/1948: istituzione cassa per mutui 30ennali per i coltivatori diretti per accelerare la formazione della piccola proprietà terriera, stimolando rapporti diretti tra proprietari e contadini. Un successo: in 10 anni venduti ha di terra; in 15 anni 2 milioni a agricoltori

12 La riforma agraria IV 1950: 1) Legge Sila: limitata a un parte dellaltopiano calabro e del litorale ionico 2) La legge stralcio (Delta padano, Maremma, Fucino, Campania, Puglia, Lucania, Molise, Sardegna) 3) Legge dellassemblea regionale siciliana

13 La riforma agraria V In totale, con questi 3 provvedimenti approvati dal parlamento furono dati a famiglie ha di terra, La dimensione dei poderi variava nelle diverse zone agrarie, in rapporto alla fertilità dei suoli e alla pressione esercitata dal movimento contadino. Gli assegnatari dovevano pagare un modesto canone per 30 anni

14 La riforma agraria VI Con le leggi del 48 e del 50 circa 3 milioni di ettari passarono di mano e scomparve il latifondo. Una inchiesta dellINSOR alla metà dei 70 mise in evidenza che delle famiglie assegnatarie erano rimaste nei loro insediamenti famiglie che avevano acquistato le terre dellaltra metà

15 La Cassa per il Mezzogiorno (1950) Keynes: Fare leggi uguali per cittadini disuguali riproduce le disuguaglianze Nord sviluppato/Sud sottosviluppato Dottrina sociale cattolicesimo (solidarismo) e pensiero keynesiano

16 I protagonisti: Pasquale Saraceno e Rodolfo Morandi 1946: SVIMEZ (Associazione per lo sviluppo del Mezzogiorno SVIMEZ oggi: istituto più accreditato per gli studi e le statistiche sulleconomia del Sud La CGIL e Di Vittorio

17 Di Vittorio: un socialista riformista Il piano del lavoro: spesa pubblica per costruire strade, scuole, ospedali ecc riparte leconomia e il piano si autofinanzia De Gasperi prende lidea di Di Vittorio e la trasforma in legge

18 La legge sulla Cassa stanzia miliardi di lire per 10 e poi per 15 anni Vengono costruite le infrastrutture per il successivo sviluppo industriale (il capitale sociale fisso) Riparte leconomia I soldi: una parte dal piano Marshall e unaltra da debiti

19 Viene ridotto il deficit di civiltà del Sud Viene debellata la malaria: DDT, argini ai fiumi, bonifiche paludi Dighe: irrigazione e energia idroelettrica Rimboschimenti contro le frane

20 1953: la legge truffa Sconfitta DC nelle amministrative 1952: dal 48 al 35% Legge elettorale maggioritaria (50% voti 65% seggi) Opposizione ostruzionismo PCI e PSI Elezioni 1953: coalizione DC e partitini 49,85%

21 Sconfitta della DC che però può continuare a governare Avanzata delle destre (MSI e monarchici) Recupero della sinistra rispetto al 48 Sconfitta e ritiro di De Gasperi

22 Fanfani Nuovo segretario DC diventa A. Fanfani: Un economista, fondatore del connubio tra pensiero keinesiano e dottrina sociale Chiesa, teorico dellinterventismo statale nelleconomia Tra il 1954 e il 60 Fanfani cambia la DC

23 La DC era un partito con una debole struttura che aveva la sua forza nelle parrocchie e nei gruppi dellazione cattolica Fanfani prende a modello lorganizzazione piramidale e centralizzata del PCI Crea sezioni, federazioni, direzione nazionale

24 Al vertice il segretario Nel 58 Fanfani è presidente del consiglio, ministro esteri e segretario DC Autonomia della politica e cioè della DC dalla Chiesa e dalla Confindustria

25 La DC come partito che sintetizza gli interessi di tutte le classi e che non è piatta espressione di singoli interessi di parte Fanfani crede nellindustria statale come leva per lo sviluppo: nel 1956 nasce il ministero delle partecipazioni statali

26 Fanfani rifinanzia enti che erano stati creati dal fascismo come lIri e lImi e li riutilizza come strumenti della politica economica Nasce la Finsider (acciaierie a Piombino) Viene rifinanziata lEni (Mattei) Vengono costruite le autostrade

27 Riepilogando Fanfani è autore di 3 importanti svolte: 1) Organizza la DC come moderno partito di massa 2) Punta sulla industria di Stato 3) Porta la DC a sinistra con una politica economica keinesiana e inaugura il dialogo con il PSI

28 1955 Elezione nuovo presidente Repubblica Sinistra DC, PCI e PSI eleggono Giovanni Gronchi Inizia il disgelo della Costituzione

29 1956 XX Congresso PCUS destalinizzazione Fatti di Ungheria Condanna del PSI Avvicinamento del PSI alla DC: convergenze parallele Ma ad accelerare il mutamento del sistema politico italiano è lo sviluppo economico che trasforma il paese il miracolo economico


Scaricare ppt "LItalia repubblicana Il centrismo: 1948-1960. Il centrismo Il 18 aprile 1948: uno scontro civile e di religione DC 48,5% dei seggi, FP 31% La mobilitazione."

Presentazioni simili


Annunci Google