La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La donna è come un fiore regala sempre il suo dolce odore, la donna è uguale a mamma che al suo bambino canta la Ninna Nanna, la donna è piena di amore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La donna è come un fiore regala sempre il suo dolce odore, la donna è uguale a mamma che al suo bambino canta la Ninna Nanna, la donna è piena di amore."— Transcript della presentazione:

1

2

3 La donna è come un fiore regala sempre il suo dolce odore, la donna è uguale a mamma che al suo bambino canta la Ninna Nanna, la donna è piena di amore che la farà rimaner bella nonostante il passare delle ore, la donna è piena di passione la stessa che mette nella sua professione, la donna è piena di grinta affrontando la vita convinta, la donna non è un oggetto da sfruttare su cui l’uomo si può sfogare,

4 La donna è sempre bella mora o bionda è sempre una stella, La donna è anima La donna è gioia, La donna è bellezza La donna è TUTTO ciò che dalla vita non si ci aspetta. Chiara Agresta

5 Ogni anno, l’ 8 Marzo si celebra la "Festa della donna". Questa data ricorda una terribile tragedia, avvenuta l’8 Marzo 1908, a New York, negli Stati Uniti. Pochi giorni prima, le operaie della fabbrica tessile "Cotton" avevano deciso di scioperare per protestare contro i maltrattamenti, il pesante orario di lavoro, le condizioni pessime in cui erano costrette a lavorare in cambio di una paga molto bassa. Lo sciopero durò alcuni giorni, procurando una grande perdita di denaro al proprietario, che l’8 Marzo diede ordine di sbarrare i cancelli e le porte della fabbrica, per impedire alle operaie di uscire. Poi, venne appiccato il fuoco e un tremendo incendio avvolse tutte le 129 donne che, non potendo scappare, morirono arse vive.

6

7 Scelta del tutto casuale Fiore simbolo della donna Fiore che fiorisce i quel periodo

8  Non dobbiamo pensare che la festa della donna duri solo l’8 marzo,perché per la donna ogni giorno è festa e no deve sentirsi libera solo quel giorno ma sempre.

9

10

11 Premio Nobel 1986

12

13 Simbolo di intelligenza Si distinguono dall’uomo

14 Alle prese con la farina In cucina I SUOI CAPOLAVORI

15 LA DONNA HA FINALMENTE AQUISITO TUTTI I DIRITTI DELL’UOMO.

16

17 LE DONNE USATE COME OGGETTO DISPREZZATE E PRIVATE DEI LORO DIRITTI PICCHIATE A MORTE

18  Termine femminicidio si riferisce a tutti quei casi di omicidio in cui una donna viene uccisa da un uomo per motivi relativi alla relazione con esso.

19 Ancora non hanno diritti Considerate inferiori Sfruttate in casa dai padri Non possono andare a scuola Devono rispettare delle regole severe Devo svolgere duri compiti in casa

20

21 Matrimoni combinati Diventano mamme in giovane età Private della loro gioventù Non possono obbiettare Devono accudire i figli Non possono obbietare

22

23 Tante canzoni di autori famosi hanno trattato il tema della donna Canzoni che parlavano dei diritti della donna Canzoni che parlavano del loro essere

24 Donne In cerca di guai Donne a un telefono che non suona mai Donne In mezzo a una via Donne allo sbando senza compagnia Negli occhi hanno dei consigli E tanta voglia di avventure E se hanno fatto molti sbagli Sono piene di paure Le vedi camminare insieme Nella pioggia o sotto il sole Dentro pomeriggi opachi Senza gioia né dolore

25 Donne Pianeti dispersi Per tutti gli uomini così diversi Donne Amiche di sempre Donne alla moda, donne contro corrente... Negli occhi hanno gli aeroplani Per volare ad alta quota Dove si respira l'aria E la vita non è vuota Le vedi camminare insieme Nella pioggia o sotto il sole Dentro pomeriggi opachi Senza gioia ne dolore Le vedi camminare insieme Nella pioggia o sotto il sole Dentro pomeriggi opachi Senza gioia ne dolore

26 Donne In cerca di guai Donne a un telefono che non suona mai Donne In mezzo a una via Donne allo sbando senza compagnia.

27 Ci fanno compagnia certe lettere d’amore parole che restano con noi, e non andiamo via ma nascondiamo del dolore che scivola, lo sentiremo poi, abbiamo troppa fantasia, e se diciamo una bugia è una mancata verità che prima o poi succederà cambia il vento ma noi no e se ci trasformiamo un po’ è per la voglia di piacere a chi c’è già o potrà arrivare a stare con noi, siamo così è difficile spiegare certe giornate amare, lascia stare, tanto ci potrai trovare qui, con le nostre notti bianche, ma non saremo stanche neanche quando ti diremo ancora un altro “si”. In fretta vanno via della giornate senza fine, silenzi che familiarità, e lasciano una scia le frasi da bambine che tornano, ma chi le ascolterà… E dalle macchine per noi

28 i complimenti dei playboy ma non li sentiamo più se c’è chi non ce li fa più cambia il vento ma noi no e se ci confondiamo un po’ è per la voglia di capire chi non riesce più a parlare ancora con noi. Siamo così, dolcemente complicate, sempre più emozionate, delicate, ma potrai trovarci ancora quì nelle sere tempestose portaci delle rose nuove cose e ti diremo ancora un altro “si”, è difficile spiegare certe giornate amare, lascia stare, tanto ci potrai trovare qui, con le nostre notti bianche, ma non saremo stanche neanche quando ti diremo ancora un altro “si”

29

30  IL PRIMO AUSTRALOPITECO AD ESSERE RITROVATO,UNA DONNA :LUCY Abbiamo fatto la differenza dal principio

31 Ciao sono Lucy e vi farò da guida in questo percorso sulla donna che comincia proprio dalla preistoria …

32 Partecipava alla caccia Si occupava dei figli Divisione dei compiti Lavori domestici Creava vestiti dalla pelle degli animali Scoprì l’agricoltura

33  Era una mattina di giugno,l’aria che si respirava era bella, fresca e pura,come ogni giorno a quell’ora una lieve brezza rinfrescava l’aria dal caldo torrido che invadeva e invade ancora oggi le terre dell’Africa. In un villaggio nomade gli uomini primati erano a caccia per guadagnarsi da mangiare e delle pelli per creare dei vestiti nuovi, mentre le donne erano impegnate a tessere e badare ai propri figli. Fu una casualità,semplice,innocua che portò a una delle più grandi scoperte della storia,una di loro di nome Laila,aveva in mano delle erbacce,tra le quali anche frutta e verdura, per sbaglio caddero a terra e nei giorni successi passando di lì lei vide che nascevano piante della stessa specie,capì quindi che facendo così sarebbero ne nate altre in questo modo cominciarono a piantarle ricevendo raccolti, grazie a Liala nacque l’agricoltura, per una banalità.

34

35

36  Egitto  La letteratura e l'arte egizia ci mostrano i coniugi legati da tenero affetto e figli uniti ai genitori. In realtà non vi era assoluta parità tra uomo e donna: è vero che la donna quando si sposava manteneva il possesso dei propri beni e li riprendeva in caso di ripudio o di divorzio, ma rimaneva comunque in condizioni di inferiorità rispetto al marito. Era lui a prendere le decisioni e inoltre egli poteva mantenere delle concubine, mentre l'adulterio della moglie era punito con la morte. Nelle famiglie più povere, quando il marito moriva, moglie e figli potevano ritrovarsi in miseria, senza neanche l'appoggio dei parenti. Le cose cambiavano per le classi privilegiate tanto che nella gestione del potere la regina spesso aveva più potere del re.

37

38 Fu moglie di re Tolomeo d'Egitto. Quando Giulio Cesare invase la Macedonia s'invaghì di lei e della loro relazione nacque il figlio Cesarione. Rimasta vedova una seconda volta fu proclamata regina d'Egitto. Sposò in seguito Marco Antonio essendosi costui trasferito da Roma in Oriente. Dopo la sconfitta di Anzio, ad opera di Ottaviano Augusto, Cleopatra si uccise facendosi morder da un serpente per non dover onorare il nuovo vincitore. Questa vicenda fu ripresa da Shakespeare, che scrisse appunto il dramma "Antonio e Cleopatra".

39 Non avevano diritti politici Passavano gran parte della giornata in casa Lavoravano al telaio e facevano il corredo Erano considerate inferiori Erano i padri a scegliere i loro mariti Non possedevano beni propri

40 Le popolane erano più indipendenti delle ricche Solo nella religione si realizzava la parità tra uomo e donna

41 Era loro permesso di possedere a titolo personale beni mobili o fondiari. Facevano vita all’aria aperta si allenavano alla corsa e alla lotta dove rivaleggiavano con gli uomini. Erano le uniche responsabili della famiglia, della casa godevano di una autonomia e libertà d'azione non comune alle altre donne greche le donne spartane avevano fama di immoralità.

42

43 Le donne godevano di grande considerazione, potevano partecipare ai banchetti, alle feste e a tutte le manifestazioni Esse erano indipendenti e considerate in assoluta uguaglianza con gli uomini. Molto belle ed eleganti se dobbiamo dare fede agli affreschi. I suoi gioielli arrivati fino a noi sono stupendi per lo splendore e per la raffinatezza.

44

45 L'immagine preferita dagli uomini restava sempre la matrona trascorreva le giornate in casa a filare la lana circondata dalle ancelle. Per imitare le bionde del nord si agghindavano, si arricciavano i capelli Amavano il lusso e il trucco vistoso. Alle terme le donne indossavano il due pezzi per tonificare i muscoli e mantenere la linea giocavano a palla

46 si facevano massaggiare e ungere con unguenti a base di miele, olio e latte d'asina Indossavano preziose tuniche e per uscire un ampio mantello con un lembo del quale si coprivano il capo.

47

48 Per il mondo medievale era considerata un essere inferiore. Anche per la chiesa che pur ammettendo la parità, davanti a DIO, tra uomo e donna, questa era pur sempre vista come un essere debole destinata ad essere perpetuamente soggetta all'uomo sia da ragazza, che come moglie o come vedova.

49

50 Erano sempre soggette al padre e dopo al marito Iniziò in questo periodo la caccia alle streghe poteva capitare che una donna venisse accusata di possedere poteri magici condannata a morte Molte donne furono torturate e uccise per stregoneria fortunatamente con l’inizio dell’illuminismo, la caccia alle streghe finì.

51

52 Giovane contadina della Lorena che, sentendosi chiamare da Dio Catturata dai borgognoni fu venduta agli inglesi che la accusarono di stregoneria ed eresia e la arsero sul rogo Nel 1455 papa Callisto III ordinò la revisione del processo. Giovanna è stata poi beatificata da Pio X nel 1909, e canonizzata da Benedetto XV nel 1920

53  Era una donna consapevole della sua bellezza, si truccava e si faceva bella.  Le donne ricche e nobili facevano vita a corte e indossavano un abbigliamento sontuoso.  Diversa era la vita nelle campagne dove carestie e difficoltà economiche facevano sì che la donna avesse una vita media bassa.

54

55 Con l’avvento dell’illuminismo e la rivoluzione francese le donne cominciarono a prendere coscienza di se stesse. La rivoluzione industriale provocò un abbassamento della qualità della vita perché si crearono dei quartieri sovraffollati con famiglie numerose costrette a vivere in ambienti ristretti.

56 Spesso lavoravano a domicilio. Il pensiero femminista nasce durante la Rivoluzione francese(1789) rivendicando parità di condizione tra uomo e donna soprattutto sul piano dell’educazione e dei diritti civili.

57

58 La libertà che guida il popolo intesa come donna

59 Diventarono più autonome lavoravano in casa o in fabbrica e partecipavano alle varie rivoluzioni. Si diffuse il lavoro femminile e minorile gli industriali pagavano meno la manodopera Le donne si batterono per ottenere miglioramenti economici si impegnarono per ottenere una legge che tutelasse il lavoro femminile.

60 Si mossero anche per ottenere un’ emancipazione che stesse al passo con l’evoluzione democratica delle istituzioni. La loro parola d’ordine era: “NON ACCETTATE PROTEZIONE, ESIGETE GIUSTIZIA!! ”

61 LE SUFFRAGETTE

62

63 La donna del In questo secolo appena terminato le donne penetrano in forze nel mondo del lavoro, e ciò per ragioni economiche, politiche, ma anche psicologiche Nonostante tutte le difficoltà, sembra ormai acquisito per la maggioranza delle donne, che il lavoro sia una condizione indispensabile per la loro indipendenza economica e per il loro sviluppo personale.

64 Contro il conservatorismo maschile Marie ha collezionato vittorie su vittorie fino all’ultima postuma: quella di essere messa a riposare per l’eternità tra i grandi nel pantheon francese Con i suoi due Nobel (per la fisica nel 1903, per la chimica nel 1911) dimostrò il valore di una scienziata Colpisce soprattutto la forza di questa signora, unica in posizione dominante dentro una realtà molto difficile per le donne in particolare per lei che era straniera.

65 Un mondo a misura di bambino. È il sogno che perseguirà per tutta la vita, nella teoria come nella pratica Pubblica nel 1909 il “Metodo della pedagogia scientifica”. E’ la prima donna in Italia a conseguire la laurea in medicina Nel 1906 fondò “la Casa dei bambini” per piccoli con problemi psichici.

66 Il 19 ottobre 2003 è stata proclamata beata da papa Giovanni Paolo II. Ha vinto il premio Nobel per la pace nel Ha dedicato tutta la sua vita a servire i poveri e i moribondi vivendo come loro. Ha fondato la congregazione delle Missionarie della Carità, in prima linea nell’assistenza degli ultimi.

67  La gravidanza rappresenta per la donna un avvenimento di grande importanza, ed il modo in cui ella lo vive è influenzato da fattori psicologici, sociali ed economici. Il parto l’ultimo passo per diventare mamma

68

69 Periodo in cui si diventa mamma Da cosa dipende il sesso del bambino? La mamma ha il cromosoma xx e il padre xy,il bambino per essere maschio dovrà essere xy mentre per essere femmina xx

70 E' un movimento nato tra gli anni '60 e '70 che tendeva ad ottenere l'uguaglianza della donna con l'uomo Le donne in molti paesi si organizzarono in gruppi ed associazioni per risolvere i loro problemi. Erano anche chiamati "gruppi di autocoscienza".

71 Il termine deriva dal latino "domina"= padrona; i romani ricchi intesero con questo significato "padrona della casa" e la cosa riguardava solo le donne gentilizie

72 Attrice di Los Angeles che visse appena 36 anni Un intreccio di elementi hanno trasformato una modella di umili origini prima in diva e poi in un mito. Ha rappresentato il personaggio della bionda attraente e sciocca nella maggior parte dei suoi film Sprigionava una attrazione straordinaria sul pubblico e sugli uomini Divenne moglie dello scrittore Arthur Miller. Marylin si suicidò prima di finire le riprese dell' ultimo film, proprio mentre si vociferava di una segreta relazione col presidente di allora J. F. Kennedy.

73

74 Il lavoro una dura battaglia Da sempre sfruttate Sottoposte a lavori duri Una battaglia ancora aperta Donne sottopagate Non accettavano la parità dei sessi

75

76 Oggi indossare i pantaloni è un fatto naturale, ma fino ad una trentina di anni fa ciò era oggetto di discussione Contribuirono alla loro diffusione ci furono Coco Chanel e Greta Garbo. L'uso dei pantaloni spesso divenne una necessità soprattutto per le donne lavoratrici addette alle miniere in Inghilterra come in Sicilia Fu una giornalista americana a lanciarli a fine '800. Era tuttavia già accaduto di doverli indossare durante la guerra civile americana, poi nel West e quindi nella grande guerra dalle prime soldatesse.

77

78 La grande diffusione dello sport tra le rappresentazioni del sesso femminile testimonia di per sé la piena compatibilità dell'attività fisica con le caratteristiche fisiologiche della donna. Questo vale per tutti gli sport. è interessante il caso del nuoto: è vero che i maschi sono più veloci ma, se si rapporta la potenza espressa alla massa corporea, i risultati sono migliori nelle donne

79

80  La donna è quel fiore che con le tue lacrime rinasce.  La donna è come il cielo notturno con le stelle.  La donna è un uragano in tempesta

81


Scaricare ppt "La donna è come un fiore regala sempre il suo dolce odore, la donna è uguale a mamma che al suo bambino canta la Ninna Nanna, la donna è piena di amore."

Presentazioni simili


Annunci Google