La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA SECONDA GUERRA MONDIALE.  25 novembre 1936: Patto anti- Comintern tra Germania e Giappone, con adesione successiva anche dell’Italia, in direzione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA SECONDA GUERRA MONDIALE.  25 novembre 1936: Patto anti- Comintern tra Germania e Giappone, con adesione successiva anche dell’Italia, in direzione."— Transcript della presentazione:

1 LA SECONDA GUERRA MONDIALE

2  25 novembre 1936: Patto anti- Comintern tra Germania e Giappone, con adesione successiva anche dell’Italia, in direzione antisovietica  13 marzo 1938: Anschluss (annessione) dell’Austria al Terzo Reich  26 marzo 1939: rifiuto polacco di far parte del Patto anti- Comintern  22 maggio 1939: Patto d’Acciaio Italia-Germania, in caso di guerra  23 agosto 1939: Patto Molotov- von Ribbentrop, detto anche Patto di non aggressione tra Germania e Russia e relativo Protocollo segreto

3  1 settembre 1939  invasione tedesca della Polonia  3 settembre 1939  dichiarazione guerra anglo-francese vs Germania scoppio Seconda Guerra Mondiale Illusione iniziale: la guerra-lampo Nemico combattuto utilizzando contemporaneamente aviazione e forze corazzate, per l’occupazione in poco tempo di intere regioni

4  Dichiarazione non-belligeranza italiana per esercito totalmente inadeguato a confronto con le altre nazioni  Neutralità anche di Belgio, Olanda e Lussemburgo  Veloce occupazione tedesca dell’ ovest-Polonia  Corrispondente occupazione sovietica di est-Polonia e Finlandia  Fortificazione f rancese Linea Maginot (confine FR-GER)  1940: violazione nazista neutralità Belgio, Lussemburgo e Olanda  Travolgimento linea maginot francese  Giugno 1940, sfilata truppe tedesche a Parigi  Repentina firma armistizio del maresciallo francese Pétain (governo di destra)  Formazione governo collaborazionista con la Repubblica di Vichy

5  T rattative di pace tedesca con la Gran Bretagna, unica potenza nemica dopo sconfitta Francia  Rifiuto di ogni trattativa da parte di Winston Churchill  Attacco tedesco a GB con operazione segreta Leone Marino  Battaglia d’Inghilterra tra aviazione tedesca (Luftwaffe) e inglese (RAF: Royal Air Force), con vittoria inglesi sui tedeschi  : dichiarazione di guerra di Mussolini a FR e GB  Serie di sconfitte: guerra navale nel Mediterraneo, attacco contro francesi ma temporaneo ottenimento di alcune colonie inglesi in Africa

6  : invasione italiana della Grecia  Impopolarità Duce in Italia per vittime della guerra in Grecia  1941: campagna d’Africa, conquista inglese di nuove colonie in Africa e occupazione di quelle italiane  Trattato Patto Molotov-von Ribbentrop: obiettivo finale strategia Hitler (distruzione definitiva bolscevismo e riduzione in schiavitù dei popoli slavi per conquista spazio vitale)  Reazione Russi: lenta ritirata, limitate azioni di guerriglia, attesa dell’inverno, alleanza con GB e USA  Fine settembre 1941: conquista tedesca di quasi tutta la Russia europea  Aiuto sperato dell’inverno per decimazione truppe, sfinite da fame, neve e azioni partigiane russi

7  Azioni sfruttamento SS per fondare nell’Europa occupata il nuovo ordine (sfruttamento risorse e popolazioni europee a beneficio della razza superiore tedesca)  regime del terrore: Italia, Spagna e Portogallo stati satelliti della Germania nazista  Assoggettamento altri Stati, popolazioni slave ed ebree sterminate  Occupazione est-Europa motivo ulteriore sterminio  La soluzione finale: complicità di Goering, Himmler e Heydrich  Sterminio sistematico intera popolazione ebraica  Morte nelle camere a gas di 6 MILIONI di ebrei, corpi bruciati nei forni crematori di Auschwitz, Buchenwald, Dachau, Mauthausen e di molti altri campi di sterminio (concentrati soprattutto in Germania e Polonia)  Condanna a morte di ebrei, prigionieri politici (comunisti, socialisti), portatori di handicap, zingari

8  Entrata in guerra di Giappone, interessato a espansione nel Pacifico  Sfruttamento conflitto per attacco a GB e USA, potenze navali nemiche  : attacco a flotta americana di Pearl Harbor, nelle Hawaii  : attacco a flotta inglese in Siam (Thailandia)  : dichiarazione guerra tedesca a USA  Fino al 1942 dominio giapponese sul Pacifico, controllo Sud- Est Asiatico, Indonesia, Filippine e gran parte Oceania  Per Pearl Harbor, perdite gravi ma non decisive (tra le navi distrutte si salvarono le portaerei casualmente uscite dal porto)  Grazie a capacità produttiva industria americana, veloce rimpiazzo attrezzature distrutte

9  : anno della svolta - fronte russo: errore strategico di Hitler  Tedeschi e Italiani decimati (ritirata di Russia conclusa nel ’44) - fronte africano: sbarco alleati in Marocco e Algeria, sconfitta italo- tedeschi in nord-Africa -fronte del Pacifico: tra maggio e giugno ’42 capovolgimento sorti guerra ad opera degli americani (vittoria delle Midway, Pacifico)  Motivi riscossa alleati: cooperazione economica (aiuti illimitati a Stati stranieri, utili per alleanza, legge Affitti e Prestiti Roosevelt); solidarietà politica (documento a firma di Roosevelt e Churchill per accordo necessità guerra antifascista); strategia militare comune (dal ’41 alleati coalizzati in comune strategia militare per affrontare e sconfiggere separatamente le potenze dell’Asse)

10  : inizio sbarco Alleati in Sicilia ( in poco più di un mese occupazione intera penisola)  Popolazione in crisi per aumento esponenziale prezzi (mercato nero)  Marzo ’43, serie di scioperi classe operaia e timore di una rivoluzione  Decisione del re per colpo di Stato anti- Duce: fine alleanza Germania  : voto Gran Consiglio del Fascismo per mozione di sfiducia M.  Affidamento comando al generale Badoglio, arresto Mussolini e esilio sul Gran Sasso  Caduta del fascismo: illusoria convinzione fine guerra tra i civili

11  : armistizio Italia con anglo-amercani  Fuga del sovrano a Brindisi: paese nel caos  Roma, primi scontri tra soldati italiani e SS: la resistenza italiana  : ribellione cittadini Napoli e liberazione città (i 4 gg. di Napoli)  L’ira di Hitler per tradimento del re d’Italia  Liberazione tedesca di Mussolini, fondazione Repubblica di Salò (o Repubblica Sociale Italia)  Italia divisa in due: centro- nord (occupato dai Tedeschi e governato da Mussolini), meridione (occupato dagli Alleati e chiamato Regno del Sud, formalmente governato da V.E. III)  1943, fondazione a Roma del Comitato di Liberazione Nazionale (CLN), con coordinazione di Brigate Garibaldi (comuniste), reparti di Giustizia e Libertà del Partito d’Azione, Brigate Matteotti (socialiste) e dei partigiani non associati  Avvio resistenza italiana: nuclei partigiani, gruppi di volontari armati combattenti per la libertà in contrapposizione alle truppe tedesche e fasciste

12  : entrata Alleati in Roma  : entrata Alleati in Firenze  : insurrezione generale nord-Italia dietro guida CLNAI (CLNazionale Alta Italia), liberazione città dai nazifascisti  Arresa truppe tedesche in Italia: caduta Repubblica di Salò  Mussolini catturato dai partigiani mentre tenta di fuggire in Svizzera: fucilazione il 28 aprile 1945

13  , sotto generale statunitense EISENHOWER maggiore operazione di sbarco mai tentata: Operazione Overlord (sbarco in Normandia, D-day) con aerei, 200 navi da guerra, mezzi da sbarco  Agosto 1945: sbarco in Provenza di altre forze armate, insurrezione Parigi e accoglienza trionfale generale Charles De Gaulle, coordinatore Resistenza francese  De Gaulle nuovo Presidente Repubblica Francese, grandi sforzi sotto la sua presidenza di mantenere alto il prestigio della Francia nel mondo

14  Settembre 1945: ingresso Alleati in Germania da ovest, dopo liberazione Belgio e Olanda  Distruzione di tutte le città tedesche una ad una  Rifugio Hitler in un bunker a Berlino per dirigere operazioni con i suoi collaboratori  Tentativo disperato di poter ancora vincere  Comandi inviati ad eserciti ormai inesistenti  L’auspicio della completa distruzione del suo popolo

15  : entrata Sovietici a Berlino  Suicidio Hitler nel suo bunker assieme alla compagna Eva Braun  7 maggio 1945: firma della resa nazista  Fine guerra europea, continuazione sul fronte del Pacifico  Resistenza Giappone contro ogni logica  Massacro americani su civili e soldati giapponesi (oltre i kamikaze)  Reazione USA: ultimatum Presidente Harry Truman  ore 08:16: 1a bomba atomica americana su Hiroshima ( Little Boy )  Prima bomba atomica utilizzata in un conflitto militare: vittime (molte altre per il fallout nucleare o per il cancro), contaminati  : 2a bomba atomica (Fat Boy) su Nagasaki, tra i maggiori porti del sud-Giappone  Morte per circa persone, ferite

16 Solo il 2 settembre 1945 l’imperatore del Giappone firma la resa. FINE SECONDA GUERRA MONDIALE. Uomini mobilitati per le attività belliche Feriti civili Feriti militari Vittime civili e militari in Europa Vittime civili e militari nel Pacifico Numero totale vittime Costi umani complessivi del conflitto:


Scaricare ppt "LA SECONDA GUERRA MONDIALE.  25 novembre 1936: Patto anti- Comintern tra Germania e Giappone, con adesione successiva anche dell’Italia, in direzione."

Presentazioni simili


Annunci Google