La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ACQUISITA: non è presente alla nascita e compare in risposta alla stimolazione da parte di un determinato antigene (Ag) SPECIFICA/SELETTIVA: agisce solo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ACQUISITA: non è presente alla nascita e compare in risposta alla stimolazione da parte di un determinato antigene (Ag) SPECIFICA/SELETTIVA: agisce solo."— Transcript della presentazione:

1 ACQUISITA: non è presente alla nascita e compare in risposta alla stimolazione da parte di un determinato antigene (Ag) SPECIFICA/SELETTIVA: agisce solo nei confronti dell'antigene che l'ha innescata DOTATA DI MEMORIA: si rinforza in occasione di incontri successivi con lo stesso Ag FATTORI DELL'IMMUNITA' SPECIFICA CELLULARI: i linfociti UMORALI: le immunoglobuline Immunità acquisita ANTIGENE: una molecola nella cui struttura sono presenti raggruppamenti chimici (epitopi) aventi strutture riconoscibili da recettori presenti sulla superficie dei linfociti T sono di natura sia polisaccaridica e lipidica (T-indipendenti) proteica (T-dipendenti) APTENI: antigeni incompleti, sostanze, in genere di natura non proteica, che diventano antigeniche solo se accoppiate a proteine trasportatrici (carrier)

2 Organi linfoidi primari e secondari

3 Le cellule B originano da un precursore linfoide nel midollo osseo Il riarrangiamento genico fa si che si formino miliardi di diversi cloni di linfociti esprimenti anticorpi specifici

4 I precursori dei linfociti T migrano dal midollo osseo fino al timo Il riarrangiamento genico fa si che si formino miliardi di diversi cloni di linfociti T esprimenti recettori specifici

5 Due tipi di cellule T MHCI MHCII riconoscono i complessi maggiori di istocompatibilità del I e del II tipo Cellula T citotossica Cellula T helper

6

7

8 Processamento e riconoscimento dell'antigene. La sequenza di eventi nel processamento di una proteina citoplasmatica e la sua esposizione nella molecola MHCI. Il riconoscimento del complesso MHCI-peptide avviene da parte di una cellula T CD8. Downloaded from: Robbins & Cotran Pathologic Basis of Disease (on 23 March :52 PM) © 2007 Elsevier

9

10 I linfociti si differenziano in cellule effettrici e cellule della memoria

11 Immunizzazione e concentrazione degli anticorpi

12 Le risposte anticorpali delle cellule B hanno caratteristiche distinte dalla risposta primaria

13 Le diverse cellule effettrici e la loro funzione Le cellule effettrici T CD8 Sono i linfociti che distruggono le cellule infettate da virus e le cellule tumorali e sono implicati anche nel rigetto dei trapianti

14 Diversi sottotipi di cellule effettrici Thelper, CD4+ NATURE|Vol 441|11 May 2006Inibisce Attiva

15 I principali sottotipi di T4 sono Th1 e Th2 I linfociti Th2 attivano i macrofagi che hanno ingerito dei patogeni I linfociti Th1 stimolano i linfociti B specifici per lo stesso antigene a produrre anticorpi

16 Attivazione dei macrofagi Acquisizione di maggiori proprietà battericide e tumoricide per stimolo da parte di componenti batterici (LPS) e di alcune citochine (INF ) - Aumento dei lisosomi - Incremento attività enzimi lisosomiali - Incremento della produzione di citochine (IL-1) - Incremento del metabolismo ossidativo e della formazione di ROI - Aumento del metabolismo dell'acido arachidonico e e liberazione in eccesso dei suoi metaboliti (segue risposta infiammatoria)

17 Funzioni degli anticorpi

18 Esistono 5 tipi di catene pesanti denominate con le lettere greche gamma (γ),alfa (α),miu (μ),delta (δ),epsilon (ε) e 2 tipi di catene leggere kappa (κ) e lambda (λ). Fab Fc

19 Le immunoglobuline Le IgG attraversano la barriera placentare. Immunoglobulina % relativaSitoSottoclassiStruttura IVFunzione IgG75Siero4monomeriClasse primaria degli Ab. IgA10-15Mucose, liquidi secreti Monomeri dimeri trimeri Prevengono le infezioni IgM5-10Siero e sulla superficie dei linfoc. B pentameriDi primo intervento IgD0,2Membrana dei linfociti B Recettori antigenici sui linf. B IgE000Si legano a recettori su mastociti e basofili Proteggono dai parassiti. Causano lallergia Le IgG sono le uniche che riescono ad attraversare la membrana placentare

20 Immunità innata e adattativa: i meccanismi principali. Downloaded from: Robbins & Cotran Pathologic Basis of Disease (on 23 March :52 PM) © 2007 Elsevier

21 Immunnità umorale e cellulo mediata. Downloaded from: Robbins & Cotran Pathologic Basis of Disease (on 23 March :52 PM) © 2007 Elsevier TCD4 polarizzati Th1 o TCD8 TCD4 polarizzati Th2

22 Le immunodeficienze EREDITARIE: deficit del sistema del complemento (Lupus eritematoso) difetti di fagocitosi (malattia granulomatosa cronica) deficit dell'immunità specifica SECONDARIE O ACQUISITE: infezioni virali (AIDS*) tumori trattamento con farmaci carenze alimentari stress prolungati invecchiamento *I virus HIV infettano essenzialmente I linfociti T helper (CD4) e le cellule dendritiche. Per entrare nei T CD4+ utilizzano una proteina di superficie che aderisce alla molecola CD4, ci sono anche altri recettori possibili (un recettore per una chemochina) AIDS: Acquired Immuno Deficiency Syndrome HIV: Human Immunodeficiency Virus


Scaricare ppt "ACQUISITA: non è presente alla nascita e compare in risposta alla stimolazione da parte di un determinato antigene (Ag) SPECIFICA/SELETTIVA: agisce solo."

Presentazioni simili


Annunci Google