La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Relazioni ITec Gruppo 3 Raffaella Di Iasio, Enrico Stefani, Daut Krasnici, Meryem Yenilmezel.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Relazioni ITec Gruppo 3 Raffaella Di Iasio, Enrico Stefani, Daut Krasnici, Meryem Yenilmezel."— Transcript della presentazione:

1 Relazioni ITec Gruppo 3 Raffaella Di Iasio, Enrico Stefani, Daut Krasnici, Meryem Yenilmezel

2 Biomi Un bioma è un'ampia porzione di biosfera, individuata e classificata in base al tipo di vegetazione dominante. La vegetazione influenza la presenza degli animali, perché la vita di questi ultimi dipende dalle piante. In un bioma quindi troviamo un insieme di animali e piante comprendenti organismi pluricellulari e unicellulari, anche microscopici, che interagiscono fra loro. A differenza delle ecozone i biomi non sono definiti a seconda di somiglianze genetiche tassonomiche o storiche. I biomi sono spesso identificati tramite il concetto di vegetazione climax, quindi con comunità vegetali che hanno raggiunto un elevato grado di adattamento all'ambiente naturale che li ospita. Un bioma è un'ampia porzione di biosfera, individuata e classificata in base al tipo di vegetazione dominante. La vegetazione influenza la presenza degli animali, perché la vita di questi ultimi dipende dalle piante. In un bioma quindi troviamo un insieme di animali e piante comprendenti organismi pluricellulari e unicellulari, anche microscopici, che interagiscono fra loro. A differenza delle ecozone i biomi non sono definiti a seconda di somiglianze genetiche tassonomiche o storiche. I biomi sono spesso identificati tramite il concetto di vegetazione climax, quindi con comunità vegetali che hanno raggiunto un elevato grado di adattamento all'ambiente naturale che li ospita. biosferavegetazioneanimali organismi pluricellulariunicellulariecozone vegetazione climaxambiente naturale biosferavegetazioneanimali organismi pluricellulariunicellulariecozone vegetazione climaxambiente naturale

3 Fattori Biotici-Abiotici I fattori biotici comprendono l'insieme di organismi viventi in un ambiente, la competizione tra le specie, il ciclo vitale, la catena alimentare, le migrazioni ecc. I fattori biotici sono determinati dalla presenza dei fattori abiotici e dell'energia. A loro volta, i fattori biotici possono contribuire a modificare i fattori abiotici dell'ambiente in cui vivono. Ad esempio, la presenza della vegetazione boschiva modifica il livello di umidità del suolo e l'intensità della luce solare, determinando le condizioni di ambiente per la vita degli organismi viventi. I fattori biotici comprendono l'insieme di organismi viventi in un ambiente, la competizione tra le specie, il ciclo vitale, la catena alimentare, le migrazioni ecc. I fattori biotici sono determinati dalla presenza dei fattori abiotici e dell'energia. A loro volta, i fattori biotici possono contribuire a modificare i fattori abiotici dell'ambiente in cui vivono. Ad esempio, la presenza della vegetazione boschiva modifica il livello di umidità del suolo e l'intensità della luce solare, determinando le condizioni di ambiente per la vita degli organismi viventi. I fattori abiotici comprendono i fattori fisici, chimici e materiali dell'ambiente. I fattori abiotici comprendono i fattori fisici, chimici e materiali dell'ambiente.

4 Ecosistema Un ecosistema è una porzione di biosfera delimitata naturalmente, cioè l'insieme di organismi animali e vegetali che interagiscono tra loro e con l'ambiente che li circonda Un ecosistema è una porzione di biosfera delimitata naturalmente, cioè l'insieme di organismi animali e vegetali che interagiscono tra loro e con l'ambiente che li circondabiosfera Ogni ecosistema è costituito da una comunità di organismi ed elementi non viventi con il quale si vengono a creare delle interazioni reciproche in equilibrio dinamico. Un ecosistema viene definito come un sistema aperto, con struttura e funzione caratteristica Ogni ecosistema è costituito da una comunità di organismi ed elementi non viventi con il quale si vengono a creare delle interazioni reciproche in equilibrio dinamico. Un ecosistema viene definito come un sistema aperto, con struttura e funzione caratteristica equilibrio dinamico equilibrio dinamico

5 Piramidi Ecologiche Ci sono vari tipi di piramidi ecologiche: Ci sono vari tipi di piramidi ecologiche: - di biomassa = quantità di biomassa stabile presente in ciascun livello trofico di un ecosistema; tendono ad essere invertite quando a livello individuale i produttori sono in media più piccoli dei consumatori, come nelle comunità acquatiche dominate dalle alghe planctoniche - di biomassa = quantità di biomassa stabile presente in ciascun livello trofico di un ecosistema; tendono ad essere invertite quando a livello individuale i produttori sono in media più piccoli dei consumatori, come nelle comunità acquatiche dominate dalle alghe planctoniche - di energia = tassi del flusso di energia attraverso diversi livelli trofici di un ecosistema; devono avere sempre una forma dritta - di energia = tassi del flusso di energia attraverso diversi livelli trofici di un ecosistema; devono avere sempre una forma dritta Di conseguenza, il flusso di energia fornisce una base migliore di numeri biomassa per confrontare ecosistemi e popolazioni. Di conseguenza, il flusso di energia fornisce una base migliore di numeri biomassa per confrontare ecosistemi e popolazioni. Il modo più accurato per rappresentare la struttura trofica di un ecosistema è però la piramide dell'energia che si basa sul flusso di energia che si ha in corrispondenza di ciascuno dei passaggi da un livello trofico al successivo. Nella biomassa è accumulata energia chimica che si trasferisce in parte da un livello al successivo. Ad ogni livello, una certa quantità di energia viene dissipata come calore attraverso il metabolismo e la respirazione aerobica e un'altra quantità rimane imprigionata nelle parti dell'organismo-cibo che non viene mangiato o assimilato. Il modo più accurato per rappresentare la struttura trofica di un ecosistema è però la piramide dell'energia che si basa sul flusso di energia che si ha in corrispondenza di ciascuno dei passaggi da un livello trofico al successivo. Nella biomassa è accumulata energia chimica che si trasferisce in parte da un livello al successivo. Ad ogni livello, una certa quantità di energia viene dissipata come calore attraverso il metabolismo e la respirazione aerobica e un'altra quantità rimane imprigionata nelle parti dell'organismo-cibo che non viene mangiato o assimilato.

6 Reti-Catene Alimentari In ecologia una rete alimentare rappresenta la naturale estensione del concetto di catena alimentare Una catena alimentare o catena trofica è l'insieme dei rapporti tra gli organismi di un ecosistema. Ogni ecosistema ha una sua catena alimentare e, siccome un individuo può appartenere a più di una catena alimentare, si crea una vera e propria rete alimentare. In ecologia una rete alimentare rappresenta la naturale estensione del concetto di catena alimentare Una catena alimentare o catena trofica è l'insieme dei rapporti tra gli organismi di un ecosistema. Ogni ecosistema ha una sua catena alimentare e, siccome un individuo può appartenere a più di una catena alimentare, si crea una vera e propria rete alimentare.ecologiacatena alimentareecosistemarete alimentareecologiacatena alimentareecosistemarete alimentare Se degli organismi hanno lo stesso ruolo nella catena alimentare, appartengono allo stesso livello di alimentazione. Ad esempio al primo livello ci saranno i produttori primari, al secondo gli erbivori (o consumatori primari)... Se degli organismi hanno lo stesso ruolo nella catena alimentare, appartengono allo stesso livello di alimentazione. Ad esempio al primo livello ci saranno i produttori primari, al secondo gli erbivori (o consumatori primari)... Il trofico dei nutrienti, ovvero l'assunzione della biomassa di organismi da parte di altri organismi, comporta una dispersione di energia: per ogni passaggio della catena, circa 80-90% dell'energia potenziale viene dissipata sotto forma di calore; di conseguenza, catene alimentari lunghe (costituite da numerosi livelli trofici) dovranno avere alla base una copiosa produzione primaria. Lo stesso fattore comporta una sempre minore popolazione di una data specie, tanto più elevato è il livello trofico a cui essa appartiene. Il passaggio di energia può avvenire anche tra organismi appartenenti allo stesso livello trofico. Il trofico dei nutrienti, ovvero l'assunzione della biomassa di organismi da parte di altri organismi, comporta una dispersione di energia: per ogni passaggio della catena, circa 80-90% dell'energia potenziale viene dissipata sotto forma di calore; di conseguenza, catene alimentari lunghe (costituite da numerosi livelli trofici) dovranno avere alla base una copiosa produzione primaria. Lo stesso fattore comporta una sempre minore popolazione di una data specie, tanto più elevato è il livello trofico a cui essa appartiene. Il passaggio di energia può avvenire anche tra organismi appartenenti allo stesso livello trofico. biomassaenergiacalore biomassaenergiacalore

7 Vivere Insieme La predazione La predazione La predazione è un aspetto della competizione e si manifesta quando un essere vivente ne uccide un altro per cibarsene Il rapporto tra preda e predatore è importante nella vita di un ecosistema perché serve a conservare un certo equilibrio naturale tra le specie che lo popolano La predazione è un aspetto della competizione e si manifesta quando un essere vivente ne uccide un altro per cibarsene Il rapporto tra preda e predatore è importante nella vita di un ecosistema perché serve a conservare un certo equilibrio naturale tra le specie che lo popolano Il mimetismo Il mimetismo Il mimetismo è la capacità che hanno alcuni animali nel confondersi con lambiente. Il mimetismo è la capacità che hanno alcuni animali nel confondersi con lambiente. È così possibile sfuggire hai predatori o cogliere di sorpresa le prede. È così possibile sfuggire hai predatori o cogliere di sorpresa le prede. Esistono vari tipi di mimetismo: Esistono vari tipi di mimetismo: Mimetismo protettivo Mimetismo protettivo Utilizzato per non essere visti. Utilizzato per non essere visti. Mimetismo di inganno Mimetismo di inganno Utilizzato per scoraggiare i nemici. Utilizzato per scoraggiare i nemici. La simbiosi La simbiosi La simbiosi consiste in due specie che vivono insieme e ne traggono un vantaggio. La simbiosi consiste in due specie che vivono insieme e ne traggono un vantaggio. Esistono diversi tipi di simbiosi: Esistono diversi tipi di simbiosi: Inquilinismo Inquilinismo Si ha quando un animale vive dentro o sopra un altro essere vivente. Si ha quando un animale vive dentro o sopra un altro essere vivente. Commensalismo Commensalismo Quando una delle due specie trae più vantaggio dellaltra. Quando una delle due specie trae più vantaggio dellaltra. Mutualismo Mutualismo Quando entrambi gli animali traggono vantaggio dalla vita in comune. Quando entrambi gli animali traggono vantaggio dalla vita in comune. Il parassitismo Il parassitismo Il parassitismo è un rapporto tra preda e predatore in cui il predatore vive a spesa di una preda. Il parassitismo è un rapporto tra preda e predatore in cui il predatore vive a spesa di una preda. Il parassitismo è un modo di vivere infatti un gran numero di viventi ne è interessato. Il parassitismo è un modo di vivere infatti un gran numero di viventi ne è interessato. I parassiti sono quasi sempre di piccole dimensioni e sono anche i batteri e i virus,responsabili di malattie. I parassiti sono quasi sempre di piccole dimensioni e sono anche i batteri e i virus,responsabili di malattie.

8

9 Fonti _Siti: _Libri: Esploriamo le Scienze Esploriamo le Scienze

10 Grazie per la visione.


Scaricare ppt "Relazioni ITec Gruppo 3 Raffaella Di Iasio, Enrico Stefani, Daut Krasnici, Meryem Yenilmezel."

Presentazioni simili


Annunci Google