La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di qualificazione alla funzione di Arbitro di Calcio Arbitro di Calcio Settore Tecnico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di qualificazione alla funzione di Arbitro di Calcio Arbitro di Calcio Settore Tecnico."— Transcript della presentazione:

1 Corso di qualificazione alla funzione di Arbitro di Calcio Arbitro di Calcio Settore Tecnico

2 3.1 Regola 1 – Il terreno di gioco 3.2 Regola 2 – Il pallone 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori 3.4 Regola 4 – Lequipaggiamento dei calciatori Regola 3 – Il terreno di gioco Lezione 3.1

3 Regola 1 – IL TERRENO DI GIOCO Regola 1 – Il terreno di gioco Lezione 3.1

4 Regola 1 – Il terreno di gioco Lezione 3.1 Le gare possono essere giocate su superfici naturali od artificiali. Il colore delle superfici artificiali deve essere verde Superficie del terreno

5 Regola 1 – Il terreno di gioco Lezione 3.1 Segnatura del terreno di gioco Il terreno di gioco deve essere rettangolare e segnato con linee che fanno parte delle superficie che delimitano

6 Regola 1 – Il terreno di gioco Lezione 3.1 Le linee che delimitano i lati più lunghi sono denominate linee laterali; quelle che delimitano i lati più corti linee di porta LINEE LATERALI LINEE DI PORTA Segnatura del terreno di gioco

7 Regola 1 – Il terreno di gioco Lezione 3.1 Il terreno di gioco è diviso in due metà dalla LINEA MEDIANA. Tutte le linee devono essere tracciate con gesso o altro materiale idoneo e devono avere una larghezza max di cm 12 e min di cm 10 LINEA MEDIANA Max 12 cmMin 10 cm Segnatura del terreno di gioco

8 Regola 1 – Il terreno di gioco Lezione 3.1 Il centro del terreno di gioco è segnato nel mezzo della linea mediana. Attorno a questo punto è tracciata una circonferenza di m. 9,15 di raggio Mt. 9,15 Segnatura del terreno di gioco

9 Regola 1 – Il terreno di gioco Lezione 3.1 La lunghezza delle linee laterali deve essere superiore alla lunghezza delle linee di porta Lunghezza: min. m. 90 max m. 120 Larghezza: min. m. 45 max m. 90 Segnatura del terreno di gioco Larghezza m Lunghezza m

10 Regola 1 – Il terreno di gioco Lezione 3.1 Area di porta Area di rigore Larea di porta – Larea di rigore Segnatura del terreno di gioco

11 Regola 1 – Il terreno di gioco Lezione 3.1 m. 5,50m. 16,50 m. 5,50 m. 16,50 dallinterno del palo Larea di porta – Larea di rigore Segnatura del terreno di gioco

12 Regola 1 – Il terreno di gioco Lezione 3.1 m. 11,00 m. 9,15 Punto del calcio di rigore – Arco di circonferenza Segnatura del terreno di gioco

13 Regola 1 – Il terreno di gioco Lezione 3.1 A ciascun angolo del terreno di gioco deve essere infissa unasta con bandierina. Lasta non deve essere appuntita in alto e deve avere unaltezza non inferiore a metri 1,50 dal terreno. Le bandierine Le bandierine dangolo sono obbligatorie Segnatura del terreno di gioco

14 Regola 1 – Il terreno di gioco Lezione 3.1 Da ciascuna bandierina dangolo è tracciato allinterno del terreno un quarto di cerchio di 1 metro di raggio Larco dangolo m. 1 Segnatura del terreno di gioco

15 Regola 1 – Il terreno di gioco Lezione 3.1 Una porta deve essere posta al centro di ciascuna linea di porta. Le porte consistono in due pali verticali infissi ad uguale distanza dalle bandierine dangolo e congiunti alla sommità da una traversa. 7,32 ± 2 cm 2,44 ± 2 cm Le porte Segnatura del terreno di gioco

16 Regola 1 – Il terreno di gioco Lezione 3.1 I pali delle porte devono essere in legno, in metallo o in altro materiale approvato. La loro forma deve essere quadrata, rettangolare, circolare o ellittica, e non devono costituire alcun pericolo per i calciatori. Entrambi i pali e la sbarra trasversale devono avere uneguale larghezza e spessore, di misura non superiori a cm 12. Le porte Segnatura del terreno di gioco

17 Regola 1 – Il terreno di gioco Lezione 3.1 Delle reti possono essere fissate ai pali, alla sbarra trasversale ed al suolo dietro le porte a condizione che siano adeguatamente sostenute in modo da non disturbare il portiere. I pali delle porte e la sbarra trasversale devono essere di colore bianco Segnatura del terreno di gioco Le porte

18 Regola 1 – Il terreno di gioco Lezione 3.1 Decisioni Ufficiali FIGC Il giudizio sulla impraticabilità del terreno di gioco, per intemperie o per ogni altra causa, è di esclusiva competenza dellarbitro designato a dirigere la gara Impraticabilità del terreno di gioco

19 Regola 1 – Il terreno di gioco Lezione 3.1 Guida Pratica A.I.A. Cause che determinano limpraticabilità del terreno di gioco A)Neve o fango quando lentità è tale da non consentire il rimbalzo del pallone ed ai calciatori di giocarlo regolarmente B) Ghiaccio quando, in più zone del terreno di gioco, vi sono strati di ghiaccio o neve ghiacciata che costituiscono pericolo per i calciatori C) Pioggia o allagamenti quando il pallone non rimbalza, galleggia in più zone del terreno di gioco e quando le diffuse pozzanghere non consentono una idonea segnatura del terreno di gioco

20 Regola 1 – Il terreno di gioco Lezione 3.1 D) Vento quando la sua intensità non permette al pallone di rimanere fermo nelle riprese del gioco E) Insufficiente visibilità causa nebbia o sopraggiunta oscurità quando larbitro non è in grado di vedere, da una porta, la totalità del terreno di gioco; naturalmente compresa la porta opposta Guida Pratica A.I.A. Cause che determinano limpraticabilità del terreno di gioco

21 Regola 1 – Il terreno di gioco Lezione 3.1 Il terreno di gioco – Il campo per destinazione Il recinto di gioco – Il campo di gioco Campo di gioco Recinto di giocoTerreno di gioco Campo per destinazione

22 IL FILMATO

23 Grazie per lattenzione Sviluppo e Realizzazioni Informatiche a cura del Settore Tecnico A.I.A.

24 Corso di qualificazione alla funzione di Arbitro di Calcio Arbitro di Calcio Settore Tecnico

25 Lezione 3.2 Regola 2 – Il pallone 3.1 Regola 1 – Il terreno di gioco 3.2 Regola 2 – Il pallone 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori 3.4 Regola 4 – Lequipaggiamento dei calciatori

26 Lezione 3.2 Regola 2 – Il pallone Regola 2 – IL PALLONE

27 Lezione 3.2 Regola 2 – Il pallone Caratteristiche e dimensioni Il pallone deve essere: FORMA sferica COSTRUZIONE in cuoio o in altro materiale approvato CIRCONFERENZA massima 70 cm minima 68 cm PRESSIONE fra 0,6 e 1,1 atm. (pari a 600 – 1100 gr./cm2 a livello del mare PESO massimo 450 gr. minimo 410 gr. allinizio della gara

28 Lezione 3.2 Regola 2 – Il pallone Se il pallone scoppia o diviene difettoso nel corso della gara : la gara riprenderà, con un nuovo pallone, con una rimessa da parte dellArbitro nel punto in cui si trovava il pallone nel momento in cui si è reso inutilizzabile. la gara deve essere interrotta Sostituzione di un pallone difettoso

29 Lezione 3.2 Regola 2 – Il pallone calcio dinizio calcio di rinvio calcio dangolo calcio di punizione calcio di rigore rimessa laterale Il pallone scoppia o diviene difettoso quando non è in gioco, durante lesecuzione di un …. la relativa ripresa deve essere ripetuta il pallone non può essere sostituito durante la gara senza lautorizzazione dellarbitro Sostituzione di un pallone difettoso

30 Lezione 3.2 Regola 2 – Il pallone Decisioni Ufficiali FIGC 1. I palloni devono essere sempre forniti dalla Società ospitante, gonfiati a pressione regolamentare Fornitura dei palloni 2. Le Società della LNP, della LNP Serie C e della LND devono disporre,nel recinto di gioco, per ogni gara ufficiale, di almeno tre palloni efficienti

31 Lezione 3.2 Regola 2 – Il pallone 2. i palloni possono essere di qualsiasi colore, o anche bicolori, purché la colorazione non sia fatta mediante applicazione di vernice od altro materiale. Decisioni Ufficiali FIGC Fornitura dei palloni

32 Lezione 3.2 Regola 2 – Il pallone I palloni si rendono tutti indisponibili nel corso del gioco per una qualsiasi causa. Come si comporterà lArbitro? Qualora venisse constatata prima dellinizio della gara la mancanza dei palloni di riserva prescritti, larbitro dovrà dare ugualmente Inizio al gioco? Larbitro sospenderà la gara e specificherà i fatti nel referto SI, riportando tuttavia la circostanza sul referto di gara Guida pratica A.I.A. Fornitura dei palloni

33 Lezione 3.2 Regola 2 – Il pallone Interpretazione delle Regole del Gioco e linee guida per Arbitri Se un secondo pallone entra sul terreno di gioco, lArbitro interromperà il gioco solamente se questo pallone interferisce con il gioco stesso In questo caso il gioco riprenderà con una rimessa da parte dellArbitro nel punto in cui si trovava il pallone utilizzato quando il gioco è stato interrotto Se un secondo pallone entra sul terreno di gioco durante la gara senza interferire con il gioco, lArbitro dovrà farlo rimuovere prima possibile Altri palloni sul terreno di gioco

34 IL FILMATO

35 Grazie per lattenzione Sviluppo e Realizzazioni Informatiche a cura del Settore Tecnico A.I.A.

36 Corso di qualificazione alla funzione di Arbitro di Calcio Arbitro di Calcio Settore Tecnico

37 Lezione 3.2 Regola 2 – Il pallone 3.1 Regola 1 – Il terreno di gioco 3.2 Regola 2 – Il pallone 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori 3.4 Regola 4 – Lequipaggiamento dei calciatori

38 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori Regola 3 – IL NUMERO DEI CALCIATORI

39 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori Calciatori Ogni gara è disputata da due squadre, ciascuna composta da non più di undici calciatori, uno dei quali giocherà da portiere Squadra A Squadra B

40 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori Nessuna gara potrà iniziare se luna o laltra squadra dispone di meno di sette calciatori. Squadra A Squadra B Calciatori

41 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori In tutte le gare disputate in competizioni ufficiali sotto legida della FIFA, delle Confederazioni o delle Federazioni Nazionali, è consentita la sostituzione di non più di tre calciatori Competizioni Ufficiali Calciatori titolari N. 11 Calciatori di riserva N. 7 Sostituzioni consentite N. 3

42 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori Calciatori titolari n. 11 Calciatori di riserva n. 7 Il regolamento della competizione deve precisare il numero dei calciatori di riserva che è possibile inserire negli elenchi ufficiali di gara, da un minimo di tre ad un massimo di sette Calciatori titolari n. 11 Calciatori di riserva n. 7 Competizioni Ufficiali

43 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori Nelle gare amichevoli delle squadre nazionali A, possono essere utilizzate fino a un massimo di sei sostituzioni. In tutte le altre gare (amichevoli, ricreative, tornei), un maggior numero di sostituzioni, purché …. Se larbitro non ne viene informato, o se un accordo non viene raggiunto prima della gara, non sono consentite più di sei sostituzioni. le squadre in questione raggiungano un accordo sul numero massimo e che larbitro ne sia informato prima della gara. Altre gare

44 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori In tutte le gare, i nominativi dei calciatori di riserva devono essere comunicati allarbitro prima dellinizio dellincontro. Un calciatore di riserva il cui nome non è stato comunicato allarbitro prima dellinizio della gara, non potrà partecipare alla stessa. Tutte le gare Calciatori di riserva N° 7

45 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori Procedura della sostituzione Per sostituire un calciatore titolare con uno di riserva, devono essere osservate le seguenti procedure ….

46 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori larbitro deve essere informato prima che la sostituzione avvenga Procedura della sostituzione

47 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori il subentrante entrerà sul terreno di gioco solo dopo che ne sia uscito il calciatore sostituito e dopo aver ricevuto lautorizzazione da parte dellarbitro Procedura della sostituzione

48 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori il subentrante deve entrare sul terreno di gioco in corrispondenza della linea mediana e durante uninterruzione di gioco Linea mediana Procedura della sostituzione

49 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori da quel momento, il subentrante diventa un titolare e quello sostituito cessa di esserlo la sostituzione si concretizza nel momento, in cui il subentrante entra sul terreno di gioco Procedura della sostituzione

50 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori i l calciatore che è stato sostituito non potrà più partecipare alla gara ogni calciatore di riserva è sottoposto allautorità e alla giurisdizione dellarbitro, che sia chiamato o meno a partecipare al gioco Procedura della sostituzione

51 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori Cambio del portiere Ciascun calciatore partecipante al gioco può scambiare il ruolo con il portiere a condizione che: larbitro ne sia informato prima che avvenga il cambio lo scambio di ruolo venga effettuato durante uninterruzione di gioco.

52 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori Infrazioni e sanzioni Se un calciatore di riserva o sostituito entra sul terreno di gioco senza lautorizzazione dellarbitro larbitro interrompe il gioco (ma non immediatamente se il calciatore di di riserva o sostituito non interferisce con il gioco) larbitro lo ammonirà per comportamento antisportivo e lo farà uscire dal terreno di gioco se larbitro ha interrotto il gioco questo dovrà essere ripreso con un calcio di punizione indiretto per la squadra avversaria nel punto in cui si trovava il pallone quando il gioco è stato interrotto (*)

53 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori Se un calciatore scambia il ruolo con il portiere senza la preventiva autorizzazione dellarbitro larbitro ammonirà i calciatori in questione alla prima interruzione di gioco Larbitro lascerà che il gioco prosegua Infrazioni e sanzioni

54 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori Infrazioni e sanzioni Nel caso di ogni altra infrazione a questa Regola.. la gara verrà ripresa con un calcio di punizione indiretto a favore della squadra avversaria nel punto in cui si trovava il pallone quando il gioco è stato interrotto (*) i calciatori in questione devono essere ammoniti

55 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori Espulsione dei calciatori titolari Un calciatore titolare che è stato espulso prima del calcio dinizio della gara (inibizione a prendere parte alla gara) potrà essere rimpiazzato solo da un calciatore di riserva indicato in elenco.

56 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori Decisioni Ufficiali F.I.G.C. Capitano della squadra ogni squadra per tutta la durata della gara deve vere un capitano lArbitro deve assicurarsi che fino al termine della gara vi siano in gioco i capitani negli elenchi dei calciatori delle due squadre devono essere specificati i nominativi dei capitani e dei suoi vice.

57 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori I calciatori ritardatari titolari, anche se non iscritti in elenco, hanno diritto di prendere parte al gioco in qualsiasi momento della gara, previa identificazione e comunque con lassenso dellArb itro I calciatori di riserva ritardatari, purché già iscritti nellelenco di gara prima dellinizio della stessa, hanno diritto di prendere parte al gioco in qualsiasi momento della gara, previa loro identificazione da parte dellarbitro Calciatori titolari Calciatori di riserva Calciatori ritardatari Decisioni Ufficiali F.I.G.C.

58 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori Prima dellinizio della gara il Dirigente Accompagnatore Ufficiale deve presentare allarbitro: Le tessere dei calciatori o lultimo tabulato dei tesserati ricevuto dalla FIGC. Elenco redatto in duplice copia Dirigente Decisioni Ufficiali F.I.G.C. Adempimenti preliminari alla gara Documenti di identificazione

59 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori Dove devono essere annotati i nominativi dei calciatori, del capitano e del vice capitano, del Dirigente Accompagnatore Ufficiale, del Dirigente addetto agli Ufficiali di gara e di tutte le persone che possono accedere al recinto di gioco, con lindicazione delle relative tessere. Calciatori titolari Calciatori di riserva Dirigenti,allenatore Massaggiatore, Medico Elenchi in duplice copia Decisioni Ufficiali F.I.G.C.

60 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori Larbitro, prima di ammettere nel Recinto di gioco i calciatori, deve controllare che i dati dei documenti di identificazione corrispondano a quelli trascritti nellelenco di gara Decisioni Ufficiali F.I.G.C. Adempimenti preliminari alla gara

61 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori Guida pratica A.I.A. Il capitano è responsabile nei confronti dellArbitro e degli Organi Federali della condotta dei propri calciatori E lunico ad avere la facoltà di interpellare larbitro, in forma corretta ed a gioco fermo, per chiedere chiarimenti in merito a decisioni tecniche e disciplinari I compiti del capitano

62 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori Infrazioni e sanzioni Per formulare eventuali riserve Per coadiuvare larbitro, ai fini del regolare svolgimento della gara e della repressione di eventuali atti di indisciplina dei suoi compagni E comunque vietato al capitano ed agli altri calciatori rivolgersi agli Assistenti dellArbitro I compiti del capitano

63 Lezione 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori A) attraverso la propria personale conoscenza B) mediante un documento di riconoscimento ufficiale rilasciato dalle Autorità competenti C) mediante una fotografia autenticata dal Comune di residenza o da altra Autorità alluopo legittimata o un notaio D) Mediante apposite tessere eventualmente rilasciate dalle Leghe, dal Settore per lAttività Giovanile e Scolastica e dai Comitati Decisioni Ufficiali F.I.G.C. Identificazione dei calciatori

64 IL Filmato

65 Grazie per lattenzione Sviluppo e Realizzazioni Informatiche a cura del Settore Tecnico A.I.A.

66 Corso di qualificazione alla funzione di Arbitro di Calcio Arbitro di Calcio Settore Tecnico

67 3.1 Regola 1 – Il terreno di gioco 3.2 Regola 2 – Il pallone 3.3 Regola 3 – Il numero dei calciatori 3.4 Regola 4 – Lequipaggiamento dei calciatori Regola 3 – Lequipaggiamento dei calciatori Lezione 3.3

68 Regola 3 – Lequipaggiamento dei calciatori Regola 4 – LEQUIPAGGIAMENTO DEI CALCIATORI

69 Lezione 3.3 Regola 3 – Lequipaggiamento dei calciatori Sicurezza I calciatori non devono utilizzare un equipaggiamento o indossare qualunque cosa che sia pericolosa per loro stessi o per gli altri calciatori (incluso ogni tipo di gioiello-monile )

70 Lezione 3.3 Regola 3 – Lequipaggiamento dei calciatori Equipaggiamento di base Lequipaggiamento di base di un calciatore comprende i seguenti indumenti separati: maglia con maniche (se si indossa una sottomaglia, il colore deve essere lo stesso colore dominante delle maniche della, maglia) calzoncini (se si indossano cosciali scaldamuscoli questi devono essere dello stesso colore dominante dei calzoncini) calzettoni parastinchi scarpe Regolamentare Non regolamentare

71 Lezione 3.3 Regola 3 – Lequipaggiamento dei calciatori Parastinchi devono essere completamente coperti dai calzettoni devono essere di materiale idoneo (gomma, plastica o materiali similari) devono offrire un grado di protezione adeguato

72 Lezione 3.3 Regola 3 – Lequipaggiamento dei calciatori Colori le due squadre devono indossare colori che le distinguano una dallaltra e anche dagli ufficiali di gara

73 Lezione 3.3 Regola 3 – Lequipaggiamento dei calciatori Colori ciascun portiere deve indossare colori che lo distinguano dagli altri calciatori e anche dagli ufficiali di gara

74 Lezione 3.3 Regola 3 – Lequipaggiamento dei calciatori Infrazioni e sanzioni non è necessario interrompere il gioco il calciatore non in regola deve essere invitato dallarbitro ad uscire dal terreno di gioco per regolarizzare il suo equipaggiamento il calciatore dovrà uscire dal terreno alla prima interruzione di gioco, a meno che non abbia già provveduto a regolarizzare il suo equipaggiamento Nel caso di uninfrazione questa Regola:

75 Lezione 3.3 Regola 3 – Lequipaggiamento dei calciatori Infrazioni e sanzioni un calciatore uscito dal terreno di gioco per regolarizzare il suo equipaggiamento non potrà rientrarvi senza lautorizzazione dellarbitro lArbitro controllerà la regolarità dellequipaggiamento del calciatore prima di autorizzarlo a rientrare sul terreno di gioco il calciatore potrà rientrare sul terreno di gioco solo durante uninterruzione di gioco

76 Lezione 3.3 Regola 3 – Lequipaggiamento dei calciatori Infrazioni e sanzioni Un calciatore, invitato ad uscire dal terreno per una infrazione a questa regola, che rientra sul terreno di gioco stesso senza la preventiva autorizzazione dellarbitro, dovrà essere ammonito.

77 Lezione 3.3 Regola 3 – Lequipaggiamento dei calciatori Infrazioni e sanzioni Se il gioco è stato interrotto dallarbitro per comminare unammonizione la gara riprenderà con un calcio di punizione indiretto in favore della squadra avversaria eseguito dal punto in cui si trovava il pallone quando il gioco è stato interrotto (*) Ripresa del gioco

78 Lezione 3.3 Regola 3 – Lequipaggiamento dei calciatori Decisioni Ufficiali F.I.G.C. I calciatori sin dallinizio della gara debbono indossare maglie recanti sul dorso la seguente numerazione progressiva …. n. 1 il portiere dal n. 2 al n. 11 i calciatori degli altri ruoli Dal n. 12 in poi i calciatori di riserva Calciatori titolariCalciatori di riserva Numerazione delle maglie

79 Lezione 3.3 Regola 3 – Lequipaggiamento dei calciatori Il capitano deve portare, quale segno distintivo, un bracciale di colore diverso da quello della maglia Decisioni Ufficiali F.I.G.C.

80 IL Filmato

81 Grazie per lattenzione Sviluppo e Realizzazioni Informatiche a cura del Settore Tecnico A.I.A.


Scaricare ppt "Corso di qualificazione alla funzione di Arbitro di Calcio Arbitro di Calcio Settore Tecnico."

Presentazioni simili


Annunci Google