La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 1 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA PER LISTRUZIONE SCOLASTICA SECONDARIA DI SECONDO GRADO ASL Sa 1 VALORIZZAZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 1 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA PER LISTRUZIONE SCOLASTICA SECONDARIA DI SECONDO GRADO ASL Sa 1 VALORIZZAZIONE."— Transcript della presentazione:

1 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 1 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA PER LISTRUZIONE SCOLASTICA SECONDARIA DI SECONDO GRADO ASL Sa 1 VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE CENTRO DI CULTURA BIOETICA DIOCESI DI NOCERA-SARNO

2 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 2 Il programma PARTE GENERALE I lezione: 1. DEFINIZIONE – FONDAMENTI – CONTENUTI 1.1 Uso indiscriminato del sapere scientifico e pericolo per la sopravvivenza delluomo. La bioetica, ponte tra sapere scientifico e sapere umanistico, quale nuova riflessione etica, nonché etica del futuro per la sopravvivenza dellumanità. 1.2 Radici, oggetto ed ambiti della bioetica. Principi della Bioetica. Modelli di riferimento in bioetica II lezione: 2. LA DIMENSIONE ETICO-ANTROPOLOGICA 2.1 Luomo come persona: il problema morale è un problema antropologico. Concetto di persona. Trascendenza ed immanenza delluomo. Il materialismo (marxista, umanista, psicoanalitico, del benessere economico). III lezione: 2.2 Fondamenti di etica generale: gli atti umani. Libertà e responsabilità. Il valore morale. Essenza e fattori intrinseci della moralità. Libertà e verità. Coscienza e Legge Morale Naturale. Rapporto tra natura, vita e legge morale naturale. Rapporto tra religione e legge morale naturale.

3 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 3 Il programma PARTE SPECIALE 3 SESSUALITA E VALORE DELLA VITA UMANA IV lezione: 3.1 Cenni sulle basi anatomo-fisiologiche della sessualità e della procreazione umana 3.2 Libertà e responsabilità nel rapporto sessuale 3.3 Lidentità dellembrione umano: una questione decisiva. Obiezioni. Implicazioni etiche. V lezione: 3.4 Contraccezione, sterilizzazione, aborto. VI lezione: 3.5 Principali tecniche di procreazione assistita e valutazioni etiche. Leggi vigenti in Italia e nel mondo. 3.6 Metodi naturali di regolazione della fertilità. VII lezione: 4 BIOETICA ED EUTANASIA 4.1 Inquadramento del problema nellodierno contesto culturale. Malattia, sofferenza, morte: la medicina tra tecnologia ed etica. Laccanimento terapeutico. VIII lezione: 5 BIOETICA E TRAPIANTI DORGANO 5.1 Inquadramento del problema. I progressi della medicina e laccertamento di morte. Allocazione delle risorse ed altri problemi etici.

4 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 4 Il programma IX lezione: 6 BIOETICA E GENETICA 6.1 Il progetto genoma umano. I test genetici: finalità diagnostica (counseling genetico – screening – medicina predittiva) e finalità terapeutica. La manipolazione genetica: lingegneria genetica, la clonazione, leugenetica, gli alimenti transgenici. X lezione: 7 BIOETICA ED ECOLOGIA 7.1 Il rapporto uomo-ambiente nella storia delluomo: dalla civiltà primitiva alla civiltà tecnologica. Cività ed inquinamento. Esaurimento delle risorse e degrado ambientale. La necessità del passaggio da unetica della libertà ad unetica della responsabilità. XI lezione: 8 BIOETICA ED A.I.D.S. 8.1 AIDS: una malattia che investe tutte le dimensioni personali e sociali. Cenni eziopatologici ed epidemiologici. Sieropositività e malattia: lo stato attuale. 8.2 Principi etici di riferimento nellAIDS. Bene comune e bene della persona: conflitto etico vero od apparente? I problemi della persona sieropositiva. XII lezione: 9 BIOETICA E TOSSICODIPENDENZA 9.1 Il fenomeno. Le cause. Droghe leggere e droghe pesanti: una distinzione non sempre agevole. 9.2 Principi e criteri di giudizio etico. Responsabilità individuali e sociali.

5 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 5 DEFINIZIONI – FONDAMENTI CONTENUTI CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA PER LISTRUZIONE SCOLASTICA SECONDARIA DI SECONDO GRADO I° lezione ASL Sa 1 VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE CENTRO DI CULTURA BIOETICA DIOCESI DI NOCERA-SARNO

6 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 6 Introduzione La Bioetica: Una nuova disciplina per combinare la conoscenza biologica con la conoscenza del sistema dei valori umani (V.Rensselaer Potter, 1970)

7 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 7 Il progresso biomedico 1952: Pincus elabora i contraccettivi chimici, con rivoluzionamento nella gestione della sessualità e nella psicologia della donna. 1954: nascono le tecniche rianimatorie. 1959: nasce il primo bambino (belga) con linseminazione artificiale. 1978: nasce in Inghilterra la prima bimba con la fecondazione in vitro. Seguono, a ritmo vertiginoso: trapianti dorgano, manipolazioni genetiche, ingegneria genetica, clonazione, ogm, ecc.

8 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 8 Oggi, ad esempio è possibile: Mantenere indefinitamente in vita un corpo umano Elettrodi nel cervello per: generare movimenti, alleviare il dolore, reprimere laggressività, provocare sensazioni. Accendere la vita in provetta, congelarla, riaccenderla A pochi decenni dalla scoperta del DNA la biologia molecolare inizia a dare i suoi frutti (i trapianti scompariranno?)

9 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 9 Ma gli aspetti positivi supereranno quelli negativi? Luomo sarà ancora se stesso? Ha il diritto di trasformarsi e trasformare le generazioni che verranno? (Cfr. organismi geneticamente modificati) Potter indicava come unica possibile via di uscita la costituzione di un "ponte" fra sapere scientifico ed umanistico, prendendo in considerazione non solo luomo, ma tutta la biosfera ed il suo equilibrio. Questo ponte è, dunque, la bioetica, nella quale scienze sperimentali e scienze umanistiche non sono in alternativa, ma formano ununità armonica alla cui base cè, tuttavia, la domanda filosofica sulla liceità dellatto scientifico, nella consapevolezza che non tutto ciò che (scientificamente) è possibile è anche (eticamente) lecito. In realtà è lo stesso scienziato che, se vuole essere veramente "umano", deve integrare laspetto etico-positivo (corretta impostazione scientifica) con quello etico-filosofico ed antropologico.

10 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 10 Le radici della Bioetica Limiti delle scienze. La conoscenza scientifica non esaurisce la conoscenza sulluomo, in particolare sui valori e sulla sua essenza. Limiti dei progressi scientifici in campo biomedico. Si è giustamente voluti andare alla radice delle malattie, inoltrandosi nel campo della biologia molecolare che va conosciuta e dominata, nonché alloccorrenza manipolata: ciò comporta dei limiti da rispettare se si vogliono salvaguardare le generazioni future. Insufficienza delle norme giuridiche. Inadeguatezza, mutevolezza e relatività della legge che registra le situazioni di fatto, regolamentandola alla men peggio. La legge fa riferimento agli aspetti sociali, economici, ecc, eludendo di solito laspetto etico (che riguarda non ciò che la gente fa, ma ciò che dovrebbe fare. Naturalmente ciò presuppone lesistenza di valori oggettivi e universali, escludendo ogni forma di soggettivismo e relativismo). Socializzazione della medicina. Se questa è per tutti, anche per gli indigenti, nasce un problema di costi, di programmazione e di allocazione delle risorse, cioè cè un problema di politica sanitaria. Se il riferimento per questa politica è il rapporto costo/beneficio, occorre chiarire cosa si intende per beneficio e come si inseriscono in questa tematica gli anziani e gli handicappati.

11 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 11 Loggetto della bioetica Sono gli interventi delluomo sulla vita umana resi possibili dalle scoperte scientifiche. Hanno luomo come protagonista e destinatario E. Sgreccia definisce la bioetica: Quella parte della filosofia morale che considera la liceità o meno degli interventi sulla vita delluomo e, particolarmente, di quegli interventi connessi con la pratica e lo sviluppo delle scienze mediche e biologiche. Attualmente lorizzonte della bioetica si allarga sempre più e si parla, di "Etica del futuro", per indicare che le scelte etiche di oggi comportano delle conseguenze che si proiettano nel futuro e che occorre subito assumersi delle responsabilità perché non avvenga che un vantaggio momentaneo (economico o come qualità di vita) sia seguito poi da una catastrofe futura

12 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 12 Gli ambiti della bioetica Includono le professioni sanitarie, le ricerche sperimentali – anche non terapeutiche – sulluomo e sullanimale, la medicina del lavoro Lambiente La politica sanitaria, la politica demografica nazionale ed internazionale,, il biodiritto (traduzione in leggi dei principi bioetici a partire dalla pluralità degli orientamenti bioetici esistenti in una nazione) Leducazione : si richiede uneducazione nelle famiglie e nella Scuola su alcuni temi fondamentali di bioetica, quali lorigine, le forme e il senso della vita, la centralità della persona umana, la sessualità (con particolare riguardo ai metodi anticoncezionali, alle tecniche di fecondazione artificiale, allaborto e alla sterilizzazione), laccanimento terapeutico e Leutanasia, lambiente, la droga, lAIDS)

13 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 13 Quando nasce la Bioetica? Il Processo di Norimberga La Dichiarazione dei Diritti delluomo (ONU 1948) Varie Dichiarazioni, Carte e Codici, tra cui il Codice di Etica Medica (1949) che ricalca il Giuramento di Ippocrate occorre che il diritto sia preceduto e guidato dalletica. Fa da sottofondo a tutti questi documenti lesigenza via via crescente di una riflessione filosofica ed etica da affiancare a quella giuridica: occorre che il diritto sia preceduto e guidato dalletica. luomo con i suoi valori Oggetto di questa riflessione è luomo con i suoi valori biologico-medico Il campo di applicazione tutto il vivere umano, in particolare quello biologico-medico

14 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 14 Una crisi culturale Nel giuramento di Ippocrate leggiamo: Farò servire il regime dietetico a vantaggio dei malati secondo le mie capacità e il mio giudizio e non per il loro pericolo e il loro male, e non farò una pozione omicida né prenderò simili iniziative anche se me le chieda, così non darò a nessuna donna un pessario abortivo. La Dichiarazione di Ginevra del 1948, approvata dalla Associazione Mondiale dei Medici, così si esprime: Mi impegno solennemente a consacrare la mia vita a servizio dellumanità; praticherò la mia professione con scienza e dignità; la salute del mio paziente sarà la mia preoccupazione; manterrò il massimo rispetto per la vita umana fin dal primo momento del concepimento.

15 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 15 Una crisi culturale crisi culturale Nella metà del secolo scorso inizia il cambiamento di mentalità con una crisi che è essenzialmente crisi culturale (critica e rifiuto della morale) La cultura assurge a valore morale e si sostituisce alla Legge Morale Si pone la necessità di sviluppare unetica per luomo A servizio di questo connubio nasce la Bioetica, definita Studio sistematico del comportamento umano nellarea delle scienze e della vita e della cura della salute, in quanto questo comportamento è esaminato alla luce dei valori e dei principi morali (Encyclopedia of Bioethics, New York 1978) uomo-persona Ridefinizione dei concetti bene-male, utile-inutile, uomo-persona, medico-paziente

16 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 16 I principi della bioetica I principi cui fa riferimento la bioetica non possono definirsi nuovi in assoluto in quanto essi affondano le loro radici nella quella legge naturale innata nelluomo Platone la cita nei suoi corsi "Intorno al bene" Cicerone parlava di "recta ratio" Gli stessi tre principi basilari della bioetica nord- americana indicati nel Rapporto Belmont del 1979 (Rispetto della persona, Beneficialità, Giustizia) trovano riscontro nel Corpus Hippocraticum ed in varie etiche professionali laiche (ad es.: U. K. 1803: Medical Ethics di Sir Th. Percival; USA 1847: primo codice dellAmerican Medical Association; USA 1963 – 71: dichiarazioni sulle sperimentazioni selvagge, etc.)

17 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 17 PRINCIPI DELLA BIOETICA NORD-AMERICANA (1) Principio di autonomia (rispetto della persona): è contrapposto al paternalismo ed auspica il rispetto della libertà di scelta del paziente (che però non sempre è in condizioni di scegliere). Ciò presuppone linformazione/conoscenza e lazione coerente del paziente ; tuttavia nasce la conflittualità tra il peso morale dei criteri medici ed il peso reale soggettivo del paziente (che non ha lesperienza del medico) in merito agli oneri/benefici che la scelta comporta. Applicazioni: segreto, consenso informato, verità, rifiuto della cura, aborto, ecc. Limitazioni al principio: motivi di salute pubblica (es. quarantena), costi elevati, incapacità fisica/mentale/legale del paziente, autonomia del medico e di altri (es. parenti). Principio di beneficialità/non maleficienza: Il medico avrebbe come obiettivo essenziale il miglior interesse del paziente, per cui è autorizzato a curarlo anche senza informazione e/o consenso dello stesso ed anche tacendo o manipolando la verità. Ciò sarebbe giustificato dal fatto che la malattia stessa sminuisce lautonomia del malato, mentre lobiettivo del medico è quello di restituirgli tale autonomia. Tale principio, che rischia di degenerare nel paternalismo, può non essere capace di risolvere situazioni di conflittualità decisionali: Prelevare o non prelevare organi dal vivente? E' lecito effettuare una sperimentazione non terapeutica? Si può intervenire (con danno) sulla gravida per il bene del feto? Praticare o non praticare leutanasia (suicidio assistito)? Ecc.

18 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 18 PRINCIPI DELLA BIOETICA NORD-AMERICANA (2) Principio di giustizia: ha una dubbia identità, poichè pende ora verso la beneficialità, ora verso lautonomia. Esso si basa sullequità sociale e la solidarietà interumana nella ripartizione degli oneri; casi simili devono essere trattati in modo simile, ci deve essere equità nel distribuire benefici e svantaggi provenienti da unazione individuale (es. certificati dinvalidità), deve esserci per tutti uguale possibilità di accesso ai beni (es. cure), ecc. Limiti/conflitti: A quali/quante cure ha diritto il paziente, a tutte quelle che chiede? E quale è il minimo cui si ha diritto? Quali le priorità in caso di accesso limitato (es. pochi fondi - pazienti in attesa di trapianti - carenza di attrezzature, come incubatrici per neonati immaturi o respiratori,ecc)? Lo stato deve farsi carico di malattie determinate da proprie scelte di vita?

19 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 19 La bioetica contemporanea in occidente Nelle società pluraliste e democratiche lunico modo possibile per elaborare i criteri della morale civile è quello del consenso democratico I famosi 3 principi contenuti nel Rapporto Belmont hanno dato lavvio alla bioetica contemporanea Essi non rivendicano un ruolo assoluto, ma si pongono come base di accordo ragionevole (cioè ricerca di una morale civile) tra gruppi diversi per cultura, religione, morale Questi principi godono di consenso universale in Occidente, poiché su di essi è fondata la cultura occidentale, dopo secoli di maturazioni e rivoluzioni

20 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 20 La bioetica contemporanea in occidente Gli stessi movimenti politici odierni hanno una cultura che poggia su questi tre principi, anche se propendendo in modo diverso per luno o laltro principio, propugnano diversi sistemi morali: Il liberalismo pone laccento sullautonomia (libertà da.. come principio assoluto, in assenza di costrizioni) Il socialismo privilegia il principio di beneficialità (libertà per mettere in pratica; lo Stato ha il compito di provvedere a tutti i bisogni dei cittadini, in un clima di uguaglianza economica e sociale) La socialdemocrazia si pone tra i primi due proponendo la giustizia come equilibrio tra beneficialità e autonomia.

21 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 21 Il metodo della Bioetica La bioetica è parte della filosofia morale e la riflessione etica si svolge alla luce della ragione umana. A questo punto sorge la domanda: quale etica per la bioetica?

22 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 22 Modelli etici Attualmente possiamo distinguere quattro modelli di riferimento in bioetica, ognuno dei quali si caratterizza per un differente criterio antropologico e, di conseguenza, per una diversa formulazione del giudizio etico: MODELLO LIBERAL-RADICALE MODELLO PRAGMATICO-UTILITARISTA MODELLO SOCIO-BIOLOGISTA MODELLO PERSONALISTA

23 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 23 Modello liberal-radicale Ha per presupposto che non si può formulare una verità ed una legge morale a partire dalla realtà, poiché i fatti sono dimostrabili scientificamente, mentre i valori e le norme sono solo presupposti ed indimostrabili (legge di Hume). Non esiste una verità universale ed i valori sono fondati sul soggetto che segue le sue inclinazioni momentanee La libertà è il massimo valore e si identifica con la moralità; lautonomia è autodeterminazione. Ogni scelta fatta liberamente e che non danneggia l'altrui libertà è lecita In questo modello confluiscono diverse correnti: soggettivismo/decisionismo (Kelsen, Popper), emotivismo (Ayer, Stevenson), esistenzialismo nichilista (Sartre), libertalismo (Marcuse).

24 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 24 Modello pragmatico-utilitarista Fondato sullutilità sociale, intesa come valore: è etico ciò che è utile e piacevole e che è espressione (mutevole) della cultura di un luogo in un dato tempo Non cè una verità valida per tutti e si dà importanza allintersoggettività basata sullutilità. Per definire cosa sia utile per la maggioranza (per la società), cè attenzione al rapporto costo/beneficio (ma non si tiene sempre conto del rapporto rischio/beneficio), ritenendo secondari i metodi ed i mezzi (il fine giustifica i mezzi) Aspetto particolare: CONTRATTUALISMO DI ENGELHARDT

25 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 25 Modello socio-biologista selezione del gruppo più forte, della razza più forte Si rifà allevoluzionismo darwiniano e al valore del progresso delle scienze. Sì dà per certa la teoria evoluzionistica fino alluomo, con adattamento allambiente e selezione del gruppo più forte, della razza più forte Pone il progresso, cioè levoluzione socio- biologica, come valore discriminante. Letica nasce attraverso levoluzione e il suo meccanismo: non è letica che guida il progresso, ma è esattamente il contrario, e la società giustifica i comportamenti che ha ritenuti più validi.

26 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 26 Modello personalista Fondato sulla persona intesa come realtà singola ma anche come linsieme delle persone Nasce dalla concezione filosofica delluomo come persona, nella quale luniverso raggiunge la massima espressione, mentre lo stesso mondo materiale acquista il suo significato. La persona umana ha, quindi, nel mondo un primato, perciò anche la società va considerata in funzione delluomo, non viceversa Poiché la natura ontologica delluomo è unità di corpo e spirito, la morale ed i principi di riferimento del modello personalista non possono non riferirsi al rispetto ed alla promozione di tutto luomo, senza trascurare né la corporeità, né la spiritualità

27 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 27 Modello personalista Le dimensioni fondamentali che qualificano l'uomo in quanto persona sono: L'inscindibilità degli aspetti corporei - psichici - spirituali (il corpo non è solo un complesso di organi e funzioni, ma espressione visibile e luogo della realizzazione dell'uomo); La libertà e la responsabilità che nascono dall'intelligenza e dalla volontà; L'eticità che deriva dalla naturale apertura al Valore Assoluto; Il diritto alla vita che è premessa indispensabile a tutti i diritti e i valori; La relazionalità che rende ragione della dimensione sociale di ogni problema umano (il problema morale ha sempre una dimensione sociale)

28 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 28 Diritti umani e bioetica Diritti di I generazione (diritti civili: vita, libertà), nati per difendere il cittadino dai poteri dallo Stato Diritti di II generazione (diritti sociali: salute, lavoro, istruzione, informazione, ecc.), che invece richiedono lincremento degli interventi statali Diritti di III generazione (solidarietà, sviluppo, pace internazionale, ambiente protetto, comunicazione, ecc.) Diritti di IV generazione ( diritti delle generazioni future, diritto ad un patrimonio genetico non manipolato, ecc.) Questi ultimi diritti toccano da vicino la bioetica che, tuttavia, li abbraccia tutti (es. diritto alla vita nellaborto, diritto alla libertà nella procreazione assistita, ecc.), pur nella difformità di vedute dei diversi orientamenti etici. Il tema dei diritti è centrale in bioetica, anche perché parlare di diritti significa elaborare un codice etico comune, in vista di un consenso condiviso

29 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 29 Chi ha diritto ai Diritti? Ancora oggi uomo non è per tutti sempre lequivalente di persona (cioè soggetto di diritti), come vedremo nella prossima lezione

30 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 30 Qualche esempio di diritti negati Nel campo della sperimentazione medica si sono avute diverse denunce presso la Corte europea dei diritti umani, in relazione a: sperimentazione di allucinogeni su persone inconsapevoli (militari), innesto, senza consenso, di cellule cancerogene in pazienti anziani, esposizioni di soggetti handicappati a radiazioni nascoste, studi su embrioni malformati in utero di madri ignare, ecc. Un esempio del ricorso alla bioetica nel campo dei diritti umani è offerto dalla discriminazione e dallintolleranza nei confronti dei malati di AIDS, come pure nel dibattito sulla procreazione ed il ricorso alla procreazione assistita.

31 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 31 Il problema morale è un problema antropologico


Scaricare ppt "CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA - MODULO BASE 1 CORSO DI FORMAZIONE IN BIOETICA PER LISTRUZIONE SCOLASTICA SECONDARIA DI SECONDO GRADO ASL Sa 1 VALORIZZAZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google